I più acquistati negli ultimi 30 giorni

DOC

ID 233280

Ricorso avverso avviso di accertamento TA.RI. (Tassa rifiuti)

a cura di: Dott. Attilio Romano

La procedura di accertamento della TARI deve essere ancorata, in primis, a criteri fattuali, che presuppongono non solo verifiche in loco tramite mere misurazioni della superficie calpestabile ove viene esercitata l’attività.

DOC

ID 235360

Modello di istanza di disapplicazione della disciplina antielusiva

a cura di: Studio Meli S.r.l.

L’Interpello per la disapplicazione delle norme antielusive è previsto dall’ art. 37 bis comma 8 del D.P.R. n. 600/73, e consiste in un’istanza attraverso cui il contribuente chiede al Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, la non applicazione di una norma antielusiva nel presupposto...

che gli effetti elusivi che la stessa intende evitare, avuto riguardo alla fattispecie concreta rappresentata dal contribuente, non possono verificarsi.
A differenza di altri interpelli, quello per la disapplicazione delle norme antielusive non è volto a fornire all’istante un parere ma vuole invece ottenere un vero e proprio provvedimento da parte del Direttore Regionale, con cui viene eccezionalmente disapplicata una norma antielusiva.

Proponiamo un modello personalizzabile redatto con MSWord.

ID 235491

Calcolo quote ereditarie: versione Cloud

a cura di: AteneoWeb Cloud 2

Nel momento del decesso di una persona, la normativa italiana prevede che il trasferimento dei diritti patrimoniali del defunto possa avvenire per legge secondo quanto stabilito dal Codice Civile, oppure, ove presente, per testamento, cioè secondo le specifiche disposizioni del deceduto.

Tramite...

testamento è possibile disporre dei propri beni per il periodo successivo alla propria morte nel modo ritenuto più opportuno, purchè non si ledano i diritti garantiti per legge ai congiunti più stretti:

  • coniuge
  • figli naturali, legittimi, legittimati, adottivi
  • ascendenti legittimi (se mancano i figli)
In presenza di tali congiunti una parte dei beni del defunto deve comunque essere attribuita a loro (la cosiddetta "quota disponibile"), anche se nel testamento è previsto diversamente.

L'applicazione consente di determinare, in modo semplice e immediato, le quote ereditarie per ciascun erede, sia nel caso di successione "legittima" (senza testamento), che in quello di successione "necessaria" (in presenza di testamento).

DOC

ID 233106

Diffida ad adempiere

a cura di: Studio Meli S.r.l.

La diffida ad adempiere (articolo 1454 del Codice Civile) è l'intimazione che una parte fa ad un altro soggetto affinché adempia un determinato obbligo contrattuale.
Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

testamento è possibile disporre dei propri beni per il periodo successivo alla propria morte nel modo ritenuto più opportuno, purchè non si ledano i diritti garantiti per legge ai congiunti più stretti:

  • coniuge
  • figli naturali, legittimi, legittimati, adottivi
  • ascendenti legittimi (se mancano i figli)
In presenza di tali congiunti una parte dei beni del defunto deve comunque essere attribuita a loro (la cosiddetta "quota disponibile"), anche se nel testamento è previsto diversamente.

L'applicazione consente di determinare, in modo semplice e immediato, le quote ereditarie per ciascun erede, sia nel caso di successione "legittima" (senza testamento), che in quello di successione "necessaria" (in presenza di testamento).

ID 235476

PRIVACY COMMERCIALISTI: REGOLAMENTO EUROPEO. Pacchetto completo

a cura di: Studio Valter Franco

I fac simili si riferiscono ad uno studio di commercialista con unico titolare, che non procede a nominare un “responsabile generale del trattamento dei dati”, di struttura non complessa, senza sedi secondarie e che ha affidato l’elaborazione delle buste paga dei propri dipendenti ad un Consulente...

esterno.

l fac simili non possono essere “copiati ed incollati” tout court, essendo ogni studio strutturato in modo diverso, con adozione di misure di sicurezza diverse (quali distruggi documenti, antivirus, firewall etc.) ma possono essere adattati, previe le opportune modifiche, ad altra realtà: nessuno, senza un’approfondita conoscenza della realtà dello studio e delle procedure di studio può “preconfezionare” dei validi documenti ai fini del rispetto della normativa sul trattamento dei dati personali.
1. PRIVACY COMMERCIALISTA: informativa ai clienti persone fisiche e richiesta di consenso, 2. PRIVACY COMMERCIALISTA: prescrizioni all'addetto alla pulizia dei locali dello studio, 3. PRIVACY COMMERCIALISTA: fac simile di affidamento misure di sicurezza a ditta esterna, 4. PRIVACY COMMERCIALISTA: informativa e richiesta di consenso a dipendenti e collaboratori, 5. PRIVACY COMMERCIALISTI e Regolamento Europeo: verbale di riunione di studio, 6. Privacy: fac simile di affidamento incarico responsabile copie di back up e sostituto, 7. PRIVACY: fac simile di documento di valutazione dei rischi per commercialisti, 8. Privacy: fac simile di nomina del Consulente del Lavoro a responsabile del trattamento, 9. PRIVACY COMMERCIALISTA: designazione incaricati del trattamento e prescrizioni agli incaricati, 10. PRIVACY COMMERCIALISTA: fac simile di REGISTRO DEI TRATTAMENTI.

Costo complessivo dei singoli documenti [privacy commercialista] : 99,17 € +IVA

DOC

ID 235462

PRIVACY COMMERCIALISTA: prescrizioni all'addetto alla pulizia dei locali dello studio

a cura di: Studio Valter Franco

Essendo ancora un po’ “ancorato” alle disposizioni del D.lgs. 196/2013 reputo sia ancora il caso che l’accesso a taluni locali dello studio debba essere autorizzato, specie per il locale archivio, considerato che sulla porta di accesso al medesimo è presente un cartello con indicato “accesso...

consentito solo a personale autorizzato” (vedi il documento sulla valutazione dei rischi).
Il documento è quindi finalizzato ad autorizzare la dipendente, addetta ai servizi di pulizia dei locali, ad accedere a tutti i locali dello studio, fornendo inoltre alla stessa altre disposizioni.

DOC

ID 233441

Istanza per il prelievo di fondi per il pagamento dell'IVA

a cura di: Studio Meli S.r.l.

Modello di istanza per il prelievo di fondi per il pagamento dell'IVA.

consentito solo a personale autorizzato” (vedi il documento sulla valutazione dei rischi).
Il documento è quindi finalizzato ad autorizzare la dipendente, addetta ai servizi di pulizia dei locali, ad accedere a tutti i locali dello studio, fornendo inoltre alla stessa altre disposizioni.

XLS

ID 235641

Definizione agevolata atti accertamento 2018

a cura di: Studio Meli e Studio Manuali

Aggiornato con le indicazioni del Provvedimento del direttore dell’AdE Prot. n. 298724/2018.
L’art 2 del D.L. 119/2018 prevede la possibilità di definire in maniera agevolata gli atti del procedimento di accertamento.

In particolare:

Relativamente agli avvisi di accertamento,...

gli avvisi di rettifica e di liquidazione, gli atti di recupero, notificati entro il 24/10/2018, non impugnati e ancora impugnabili sempre al 24/10/2018, è possibile la definizione degli stessi con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23/11/2018 o, se più ampio, entro il termine per l’acquiescenza per gli atti per cui sia possibile effettuare l’acquiescenza stessa;

Relativamente agli inviti al contraddittorio di cui agli articoli 5, comma 1, lettera c), e 11, comma 1, lettera b-bis), del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, notificati entro il 24/10/2018, è possibile la definizione con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23/11/2018;

Relativamente agli accertamenti con adesione di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, sottoscritti entro il 24/10/2018, è possibile la definizione con il pagamento, entro il 13/11/2018 con il pagamento delle sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori.

DOC

ID 233449

Istanza per autorizzazione a non acquisire beni all'attivo

a cura di: Studio Meli S.r.l.

Modello di istanza per autorizzazione a non acquisire beni all'attivo.

gli avvisi di rettifica e di liquidazione, gli atti di recupero, notificati entro il 24/10/2018, non impugnati e ancora impugnabili sempre al 24/10/2018, è possibile la definizione degli stessi con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23/11/2018 o, se più ampio, entro il termine per l’acquiescenza per gli atti per cui sia possibile effettuare l’acquiescenza stessa;

Relativamente agli inviti al contraddittorio di cui agli articoli 5, comma 1, lettera c), e 11, comma 1, lettera b-bis), del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, notificati entro il 24/10/2018, è possibile la definizione con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23/11/2018;

Relativamente agli accertamenti con adesione di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n. 218, sottoscritti entro il 24/10/2018, è possibile la definizione con il pagamento, entro il 13/11/2018 con il pagamento delle sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori.

XLS

ID 235755

Registro IVA Associazioni Sportive Dilettantistiche 2019

a cura di: Studio Meli e Studio Manuali

Cartella di lavoro Excel per la per la gestione del registro dei corrispettivi, conforme al D.M. 11/2/1997, di società ed associazioni sportive dilettantistiche.
Il registro dei corrispettivi, conforme al D.M. 11/2/1997, può essere utilizzato dalle associazioni sportive dilettantistiche per...

annotare mensilmente le somme percepite nell'ambito dell'attività commerciale eventualmente esercitata fruendo del regime forfetario di cui all'art. 1 della legge n. 398 del 16 dicembre 1991.

I< < 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 > >I

Altri utenti hanno acquistato

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Iscriviti gratuitamente alla Newsletter di AteneoWeb