Risoluzione Agenzia Entrate n. 305 del 17.09.2002

Interpello art. 21, comma 9, legge 30 dicembre 1991, n. 413 - Studio professionale - Costituzione di una società  per l'esercizio di alcune attività  svolte dallo studio professionale - configurabilità  o meno di interposizione fittizia
Risoluzione Agenzia Entrate n. 305 del 17.09.2002

La Direzione Regionale ha trasmesso l'istanza di interpello della signora XY, volta a chiarire, in via preventiva, ai sensi dell'art. 21, comma 9, legge 30 dicembre 1991, n. 413, se la costituzione di una società  di capitali, la cui attività  consista nello svolgimento di prestazioni accessorie all'attività  professionale sia configurabile o meno come una ipotesi di interposizione fittizia nell'esercizio della professione.

Fatto
La signora XY, esercente attività  di dottore commercialista intende costituire una società  a responsabilità  limitata denominata "studio X srl", con sede presso il proprio studio, avente ad oggetto lo svolgimento di prestazioni accessorie all'attività  principale di dottore commercialista, quali ad esempio la tenuta di libri contabili e la consulenza in materia fiscale.
Nell'esporre la motivazione economica posta a base dell'operazione, la signora X fa presente che la costituzione della s.r.l. le consentirebbe di escludere dal proprio reddito professionale i redditi derivanti dalle attività  demandate alla società .

Parere dell'Agenzia
In merito al quesito prospettato occorre precisare, preliminarmente, che in base alla legislazione vigente non è consentito l'esercizio di attività  professionali in forma societaria se non nelle ipotesi oggetto di specifiche disposizioni normative. L'abolizione, operata dall'articolo 24 della legge 266 del 1997, del divieto di costituire società  tra professionisti nel campo dell'assistenza e consulenza in materia tecnica, legale, commerciale, amministrativa, contabile o tributaria, previsto dalla legge n. 1815 del 1939, non è infatti operativa poiché la richiamata norma demanda la disciplina della materia ad un regolamento interministeriale non ancora emanato. Nella more dell'emanazione di detto regolamento la società  ipotizzata dalla professionista istante potrebbe pertanto svolgere soltanto le attività  il cui esercizio non è riservato alle professioni intellettuali protette.
Ciò posto, per quanto concerne la possibilità  di ravvisare nella costituenda società  un soggetto fittizio che si interpone tra il professionista e la clientela nello svolgimento di determinate attività  di servizio, occorre avere riguardo alle specifiche modalità  organizzative che verranno adottate ed in particolare ai rapporti contrattuali che verrebbero configurati tra professionista e società  di servizi e tra questa e i terzi (clienti, fornitori, dipendenti). Risulta evidente, infatti, che l'ipotesi di interposizione fittizia non può escludersi nel caso in cui le due sfere di attività  non risultino definite con chiarezza sotto il profilo organizzativo ed operativo-contabile.
Nell'istanza di interpello viene addotta come unica ragione economica della ristrutturazione organizzativa la convenienza fiscale che la professionista istante ritrarrebbe alla suddivisione del proprio reddito professionale. Questo, infatti verrebbe ripartito in reddito di lavoro autonomo imputato alla professionista stessa, derivante dall'esercizio dell'attività  intellettuale, e reddito d'impresa imputato alla società  di capitali, derivante dall'esercizio delle attività  accessorie all'attività  professionale.
Tale giustificazione, in assenza di altri elementi attinenti ai profili organizzativi di svolgimento dell'attività  societaria, induce a ritenere che l'operazione non assume i contorni di una semplice programmazione fiscale ma si traduce in un comportamento finalizzato a realizzare un risparmio fiscale non giustificato da una corrispondente realtà  economica e, pertanto, la costituzione della società  di capitali configura una ipotesi di interposizione fittizia nello svolgimento dell'attività  economica della professionista istante.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS