Risoluzione Agenzia Entrate n. 200 del 04.12.2001

Interpello 954-70/2001 - Articolo 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212.- 2001. Applicabilità  dell'articolo 23 del DPR 29 settembre 1973, n. 600, alle somme erogate discrezionalmente ai propri dipendenti in occasione di infortuni professionali ed extra professionali
Risoluzione Agenzia Entrate n. 200 del 04.12.2001

QUESITO
La XXX- ... S.p.A. - dopo aver rappresentato che:
a) in forza di una polizza di assicurazione stipulata in data ...., la YY assicurazioni e riassicurazioni S.p.A. è tenuta a corrisponderle un indennizzo in caso di infortuni professionali o extra professionali da cui derivi la morte o lo stato di invalidità  permanente, totale o parziale, del proprio personale dipendente
b) che in forza di una espressa clausola contrattuale è ad essa riservata la facoltà  insindacabile di trattenere in proprio favore o di devolvere, tutto o in parte, all'infortunato o ai suoi aventi causa l'indennizzo pagato dalla società  assicuratrice

CHIEDE
di sapere se le somme, eventualmente devolute ai propri dipendenti, assumano natura reddituale per il percipiente e se, pertanto, debbano essere assoggettate alla ritenuta alla fonte ai sensi dell'articolo 23 del DPR 29 settembre 1973, n. 600, quale reddito di lavoro dipendente di cui all'articolo 48 del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con DPR 22 dicembre 1986, n. 917.

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE
La società  istante ritiene che le somme oggetto del quesito - che essa ha facoltà  di erogare al proprio personale dipendente, o ai suoi aventi causa, in occasione di infortuni professionali o extra professionali che abbiano cagionato la morte o l'invalidità  permanente (totale o parziale) dei propri dipendenti - non debbano essere assoggettate a ritenuta alla fonte ai sensi dell'articolo 23 del DPR n. 600 del 1973, in quanto redditi non riconducibili nell'ambito applicativo dell'articolo 48 del TUIR.
Secondo la XXX S.p.A. le predette somme hanno natura di mera reintegrazione patrimoniale e non costituiscono reddito per i percipienti, ai sensi dell'articolo 6, comma 2, del TUIR, mentre debbono essere assoggettate a ritenuta alla fonte, in quanto concorrono alla formazione del reddito del percipiente, le somme corrisposte per inabilità  temporanea al lavoro.

PARERE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE
Il contratto di assicurazione stipulato fra la società  assicuratrice YY S.p.A. e la XXX - S.p.A. - ha come fine quello di attenuare gli oneri derivanti alla Società  assicurata da eventuali infortuni professionali o extra professionali subiti dal proprio personale dipendente.
In caso di sinistro, l'indennizzo viene pagato dalla Società  assicuratrice direttamente alla XXX S.p.A., la quale potrà  trattenerlo a proprio favore o devolverlo, tutto o in parte, all'infortunato o ai suoi aventi causa.
La figura del lavoratore della società  assicurata XXX S.p.A. è, pertanto, completamente estranea al contratto di assicurazione.
Le obbligazioni che da siffatto contratto scaturiscono, infatti, vincolano unicamente i due contraenti:
- al versamento del premio alla società  assicuratrice;
- al pagamento dell'indennizzo, nel caso di sinistro derivante da infortunio professionale o extra professionale, alla società  assicurata XXX S.p.A..
Qualsiasi altro comportamento posto in essere da taluno dei contraenti non appare riconducibile in alcun modo al rapporto contrattuale sopra evidenziato e deve ritenersi assolutamente discrezionale.
In particolare, l'erogazione di somme da parte della XXX S.p.A. al proprio personale dipendente o agli aventi causa, ancorché conseguenti ad infortuni professionali o extra professionali, che abbiano cagionato la morte o l'invalidità  permanente (totale o parziale) dei propri dipendenti, rispondono nel caso di specie a criteri di pura liberalità .
L'analisi delle predette somme, infatti, evidenzia le seguenti caratteristiche:
- sono eventuali e facoltative, in quanto è la società  assicurata a decidere, con giudizio insindacabile, se erogarle ed in quale misura;
- sono autonome ed indipendenti rispetto a forme risarcitorie stabilite contrattualmente o per legge;
- la loro devoluzione al personale dipendente non è disciplinata dal contratto di assicurazione né da criteri predeterminati in funzione del danno subito.
Pertanto, la discrezionalità  dell'erogazione e l'assenza della finalità  risarcitoria delle somme in argomento, escludono la loro riconducibilità  fra le indennità  disciplinate dall'articolo 6, comma 2, del TUIR.
Ai fini del trattamento tributario trova applicazione l'articolo 48, comma 1, del TUIR, secondo il quale "il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d'imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro".
Conseguentemente, sulle predette somme si renderà  applicabile la ritenuta alla fonte di cui all'articolo 23 del DPR n. 600 del 1973.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report