Provvedimento Agenzia Entrate del 29.07.2013 (2013/92558)

 

Modalità di utilizzo del servizio di consultazione del "Cassetto fiscale delegato" da

 

parte degli intermediari, di cui all'art. 3, comma 3 del decreto del Presidente della

 

Repubblica 22 luglio 1998, n.322.


IL DIRETTORE DELL'AGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento
DISPONE:

 

1. Definizioni

1.1.Ai fini del presente provvedimento si intende:

a) per "servizio Entratel" il servizio telematico di cui al Capo II del decreto dirigenziale 31 luglio 1998, utilizzabile dai soggetti di cui ai all'art. 3, commi 2, 2-bis e 3 del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322;
b) per "servizio Fisconline", il servizio telematico Internet di cui al Capo IV del decreto dirigenziale 31 luglio 1998, utilizzabile dai soggetti individuati dall'art. 3, ultimo periodo del comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e dai soggetti di cui al comma 2-ter del medesimo articolo;
c) per "area autenticata", l'area del sito internet dell'Agenzia delle Entrate accessibile, previo inserimento delle proprie credenziali personali, ai soli utenti abilitati al servizio Entratel o al servizio Fisconline;
d) per "Cassetto fiscale" la sezione dell'area autenticata nella quale ciascun utente abilitato al servizio Entratel o al servizio Fisconline può consultare le proprie informazioni fiscali;
e) per "intermediario", uno dei soggetti, incaricati della trasmissione delle dichiarazioni, di cui all'art. 3, comma 3 del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n.322;
f) per "Cassetto fiscale delegato" il servizio attraverso il quale un intermediario può consultare le informazioni contenute nel Cassetto fiscale dei soggetti dai quali abbia preventivamente ricevuto una specifica delega.

 

2. Adesione al servizio

2.1.Il Cassetto fiscale delegato è riservato agli intermediari che abbiano sottoscritto il regolamento, riportato in allegato al presente provvedimento, nel quale sono indicate le condizioni di utilizzo del servizio.
2.2.La richiesta di adesione al servizio è effettuata esclusivamente in modalità telematica e si intende perfezionata all'atto dell'invio, da parte dell'Agenzia, degli elementi utili per l'effettivo utilizzo del servizio.
2.3.Le modalità per la sottoscrizione del regolamento nonché le istruzioni operative per la trasmissione telematica della richiesta di adesione al servizio sono pubblicate sul sito internet dell'Agenzia.

 

3. Utilizzo del servizio

3.1. Per utilizzare il servizio, l'intermediario deve preventivamente acquisire specifica delega da parte dei soggetti che intendono consentire la consultazione del proprio Cassetto fiscale. Lo schema di delega e le modalità attraverso le quali ciascuna delega viene attivata sono pubblicati sul sito internet dell'Agenzia.
3.2.Il soggetto delegante può conferire delega, fino ad un massimo di due intermediari, secondo una delle modalità di seguito descritte:
a. comunicando online all'Agenzia i dati della delega, con le funzionalità rese disponibili nell'area autenticata di ciascun utente abilitato al servizio Entratel o al servizio Fisconline;
b. compilando lo schema di delega e consegnandolo presso un qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate;
c. compilando lo schema di delega e consegnandolo all'intermediario che provvederà a richiederne l'attivazione esclusivamente attraverso l'apposita funzionalità resa disponibile dal servizio Entratel, osservando le disposizioni, previste dal regolamento, per il conferimento delle deleghe.
3.3.Le deleghe conferite hanno una validità di quattro anni, sono rinnovabili alla scadenza o revocabili, in qualsiasi momento, sia da parte dell'intermediario che del soggetto delegante.
3.4.All'interno della propria area autenticata, ciascun soggetto delegante eventualmente abilitato al servizio Entratel o al servizio Fisconline consulta le informazioni relative alle deleghe conferite.

4. Operatività del servizio e periodo transitorio
4.1.Le modalità di utilizzo del servizio da parte degli intermediari, descritte nel presente provvedimento, sono rese operative entro il 31 ottobre 2013, dandone notizia sul sito internet dell'Agenzia.
4.2.Alla data in cui sono rese operative le modalità di utilizzo del servizio di cui al presente provvedimento:
a. gli intermediari che abbiano aderito al servizio secondo le previgenti condizioni possono utilizzarlo senza soluzione di continuità aderendo alle nuove condizioni entro il 31 ottobre 2014; l'attivazione delle nuove deleghe o di quelle in scadenza avviene secondo le modalità descritte nel presente provvedimento;
b. le adesioni al servizio secondo le previgenti condizioni non sono tacitamente rinnovabili;
c. le deleghe attive conservano la loro validità fino alla scadenza originaria, salvo revoca.

 

Motivazioni

L'attuale servizio di consultazione del Cassetto fiscale da parte degli intermediari prevede che l'adesione alle condizioni generali di erogazione del servizio avvenga presentando una copia, debitamente sottoscritta, dello specifico regolamento ad un qualsiasi ufficio dell'Agenzia delle Entrate della regione in cui l'intermediario ha stabilito il proprio domicilio fiscale.
Analogamente, le deleghe conferite dai propri clienti possono essere presentate dall'intermediario presso l'ufficio al quale è stata consegnata la copia sottoscritta del regolamento di adesione al servizio ovvero inviate, al medesimo ufficio, per posta, fax o e-mail.
Attualmente ciascun contribuente può conferire delega alla consultazione del proprio Cassetto fiscale ad un solo intermediario.
Per rendere più agevole il processo di adesione al servizio e di presentazione delle deleghe, si introduce la nuova modalità di effettuazione di tali adempimenti che prevede l'esclusivo utilizzo, da parte dell'intermediario, dello stesso servizio Entratel ed elimina, quindi, la necessità di recarsi presso un ufficio dell'Agenzia.
Allo stesso modo, viene data la possibilità, a ciascun contribuente abilitato ai servizi online dell'Agenzia, di conferire delega anche attraverso le specifiche funzionalità rese disponibili nella propria area autenticata del sito internet dell'Agenzia.
Per dare risposta ad esigenze rappresentate dagli utenti dell'attuale servizio di consultazione del Cassetto fiscale, inoltre, viene data a ciascun contribuente la possibilità di delegare fino a due intermediari per un arco di tempo di quattro anni, fermo restando che ciascuna delega è rinnovabile alla scadenza o, in qualsiasi momento, revocabile.
Al fine di evitare soluzioni di continuità nell'erogazione dell'attuale servizio di consultazione del Cassetto fiscale, viene data la possibilità agli intermediari di aderire alle nuove condizioni di utilizzo del Cassetto fiscale delegato entro il 31 ottobre 2014, indipendentemente dalla scadenza dell'attuale adesione.

 

Attribuzioni del Direttore dell'Agenzia delle Entrate

- Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante la riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 comma 1; art. 71, comma 3, lettera a); art. 73, comma 4, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 203 del 30 agosto 1999.
- Statuto dell'Agenzia delle Entrate pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1).
- Regolamento di amministrazione dell'Agenzia delle Entrate pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art. 2, comma 1).
- Decreto del Ministro delle Finanze 28 dicembre 2000, concernente disposizioni recanti le modalità di avvio delle Agenzie fiscali e l'istituzione del ruolo speciale provvisorio del personale dell'Amministrazione finanziaria a norma degli artt. 73 e 74 del Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2001.

 

Disciplina normativa di riferimento

- Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e successive modificazioni, recante modalità per la presentazione delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all'imposta regionale sulle attività produttive e all'imposta sul valore aggiunto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.208 del 7 settembre 1998.
- Decreto dirigenziale 31 luglio 1998, e successive modificazioni, recante modalità tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a registrazione, nonché di esecuzione telematica dei pagamenti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.187 del 12 agosto 1998.
- Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n.79952 del 10 giugno 2009, recante adeguamento dei servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate alle prescrizioni del Garante per la protezione dei dati personali di cui al Provvedimento 18 settembre 2008.

Allegato: CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE AL SERVIZIO DI CONSULTAZIONE DEL CASSETTO
FISCALE DELEGATO" DA PARTE DEGLI INTERMEDIARI UTENTI DEL SERVIZIO TELEMATICO "ENTRATEL"

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report