Ricerca: rottamazione bis cartelle esattoriali per ruoli dal 2000 al 2016

Non hai trovato quello che cerchi? Prova con

Minimi e Forfettari. Verifica Requisiti Contribuenti Forfettari: versione Cloud

| ID 233811 | pub. 08/05/2017 - agg. 08/01/2019 | 41 Kb

Questo semplice programma costituisce una rapida "checklist" per verificare se un contribuente persona fisica può accedere/permanere nel regime dei c.d. "contribuenti forfetari"...

(ex art. 1, commi da 54 a 89, L. 190/2014 – Legge Stabilità 2015, come modificati dalla L. 208/2015 - Legge stabilità 2016).

Inserendo i dati richiesti, secondo le istruzioni che seguono, verranno visualizzati degli avvisi in corrispondenza di ciascuna condizione richiesta indicando "OK" - evidenziato da uno sfondo verde - se la condizione, per accedere/permanere nel regime, viene soddisfatta o "KO" - evidenziato da uno sfondo rosso - se la condizione non viene soddisfatta. Dopo aver compilato tutti i campi relativi a tutte le condizioni richieste verrà indicato se il soggetto può permanere nel regime tramite l’indicazione di "VERO" o "FALSO" rispettivamente evidenziato con uno sfondo verde o rosso.

Rottamazione cartelle esattoriali 2018

XLS | ID 235718 | pub. 21/12/2018 | 500 Kb

Aggiornato con la legge 136/2018 di conversione del decreto legge 119/2018. Il D.L. 119/2018, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria, nel suo articolo 3...

ha previsto la definizione agevolata dei carichi affidati all’agente di riscossione.
Il suddetto articolo prevede una sanatoria per ogni pendenza aperta inclusa in ruoli, affidati agli agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 01/01/2000 e il 31/12/2017: occorre, pertanto, fare riferimento alla data in cui è stato consegnato il ruolo ad Agenzia Entrate Riscossione (o affidato il debito da accertamento esecutivo) e non, invece, alla data di notifica della cartella di pagamento.

Pacchetto pace fiscale 2018

| ID 235720 | pub. 21/12/2018 | 1 Kb

Raccolta dei tre software in MS Excel "Rottamazione cartelle esattoriali 2018", "Rottamazione liti fiscali 2018" e "Definizione agevolata atti di accertamento".

ha previsto la definizione agevolata dei carichi affidati all’agente di riscossione.
Il suddetto articolo prevede una sanatoria per ogni pendenza aperta inclusa in ruoli, affidati agli agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 01/01/2000 e il 31/12/2017: occorre, pertanto, fare riferimento alla data in cui è stato consegnato il ruolo ad Agenzia Entrate Riscossione (o affidato il debito da accertamento esecutivo) e non, invece, alla data di notifica della cartella di pagamento.
1. Definizione agevolata atti accertamento 2018, 2. Rottamazione liti fiscali 2018, 3. Rottamazione cartelle esattoriali 2018.

Costo complessivo dei singoli documenti [pace fiscale] : 75,00 € +IVA

Pacchetto pace fiscale 2018 (versione cloud)

| ID 235647 | pub. 13/11/2018 | 1 Kb

Raccolta delle tre applicazioni in cloud "Rottamazione cartelle esattoriali 2018", "Rottamazione liti fiscali 2018" e "Definizione agevolata atti di accertamento".

ha previsto la definizione agevolata dei carichi affidati all’agente di riscossione.
Il suddetto articolo prevede una sanatoria per ogni pendenza aperta inclusa in ruoli, affidati agli agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 01/01/2000 e il 31/12/2017: occorre, pertanto, fare riferimento alla data in cui è stato consegnato il ruolo ad Agenzia Entrate Riscossione (o affidato il debito da accertamento esecutivo) e non, invece, alla data di notifica della cartella di pagamento.
1. Definizione agevolata atti accertamento 2018: versione Cloud, 2. Rottamazione cartelle esattoriali 2018: versione Cloud, 3. Rottamazione liti fiscali 2018: versione Cloud.

Costo complessivo dei singoli documenti [pace fiscale] : 75,00 € +IVA

Rottamazione cartelle esattoriali 2018: versione Cloud

| ID 235635 | pub. 09/11/2018 | 367 Kb

Aggiornato con la legge 136/2018 di conversione del decreto legge 119/2018. Il D.L. 119/2018, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria, nel suo articolo...

3 ha previsto la definizione agevolata dei carichi affidati all'agente di riscossione.

Il suddetto articolo prevede una sanatoria per ogni pendenza aperta inclusa in ruoli, affidati agli agenti della riscossione nel periodo compreso tra il 01/01/2000 e il 31/12/2017: occorre, pertanto, fare riferimento alla data in cui è stato consegnato il ruolo ad Agenzia Entrate Riscossione (o affidato il debito da accertamento esecutivo) e non, invece, alla data di notifica della cartella di pagamento.

Rottamazione liti fiscali 2018

XLS | ID 235623 | pub. 02/11/2018 | 717 Kb

L’art. 6 del D.L. 119/2018 prevede la definizione agevolata delle controversie tributarie. A domanda del soggetto che ha proposto l'atto introduttivo del giudizio o di chi vi...

è subentrato o ne ha la legittimazione, potranno essere definite le controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte l’Agenzia delle Entrate, pendenti in ogni stato e grado del giudizio, compreso quello in cassazione e anche a seguito di rinvio. La definizione si perfeziona con il pagamento di un importo pari al valore della controversia.
Il valore della controversia e' stabilito ai sensi del comma 2 dell'articolo 12 del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546.
In base al suddetto comma 2 per valore della lite si intende l'importo del tributo al netto degli interessi e delle eventuali sanzioni irrogate con l'atto impugnato; in caso di controversie relative esclusivamente alle irrogazioni di sanzioni, il valore e' costituito dalla somma di queste.

Ricorso avverso intimazione di pagamento TA.RI. (Tassa Rifiuti)

DOC | ID 235419 | pub. 19/04/2018 | 297 Kb

L'iscrizione a ruolo della tassa rifiuti è illegittima se l'avviso di pagamento depositato durante il processo tributario non indica il numero della raccomandata con la quale...

l'ente locale afferma di averlo notificato.
E' questa la soluzione offerta dalla Sezione Tributaria della Corte di Cassazione nella sentenza n. 8474, depositata in cancelleria il 6 aprile scorso, secondo cui va sempre adeguatamente provata nel processo tributario la regolare notifica dell'atto prodromico al provvedimento esecutivo.

La rottamazione delle cartelle bis

DOC | ID 235402 | pub. 05/04/2018 | 66 Kb

L’articolo 1 del Decreto Legge n. 148/2017, convertito successivamente in con modificazioni dalla Legge 172/2017, ha previsto la possibilità di aderire a una “nuova” definizione...

agevolata dei ruoli, la cosiddetta “Rottamazione delle cartelle”.
Per aderire alla definizione agevolata occorre presentare l’apposito modello entro il 15 maggio 2018.
Possono essere definiti i carichi affidanti all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017, ad eccezione dei debiti non definibili dalla legge o interessati sa una precedente definizione agevolata.

Per agevolare il lavoro del Professionista, in particolare nel fornire una adeguata informazione ai clienti in prossimità della scadenza, abbiamo predisposto un modello di lettera da trasmettere al cliente.

Modello di istanza di disapplicazione della disciplina antielusiva

DOC | ID 235360 | pub. 26/03/2018 | 300 Kb

L’Interpello per la disapplicazione delle norme antielusive è previsto dall’ art. 37 bis comma 8 del D.P.R. n. 600/73, e consiste in un’istanza attraverso cui il contribuente...

chiede al Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, la non applicazione di una norma antielusiva nel presupposto che gli effetti elusivi che la stessa intende evitare, avuto riguardo alla fattispecie concreta rappresentata dal contribuente, non possono verificarsi.
A differenza di altri interpelli, quello per la disapplicazione delle norme antielusive non è volto a fornire all’istante un parere ma vuole invece ottenere un vero e proprio provvedimento da parte del Direttore Regionale, con cui viene eccezionalmente disapplicata una norma antielusiva.

Proponiamo un modello personalizzabile redatto con MSWord.

Ricorso avverso cartella di pagamento, Notifica eseguita a mezzo PEC, Nullità della notifica

DOC | ID 235331 | pub. 22/03/2018 | 298 Kb

Dubbi sulla validità della procedura di notifica delle cartelle di pagamento con la PEC che, secondo la ricostruzione interpretativa sia di Corte di Cassazione, che di numerose...

corti di merito, non garantirebbe le garanzie tipiche della raccomandata tradizionale. La cartella di pagamento, per essere correttamente notificata tramite PEC, deve avere l’estensione .p7m perché questo file viene realizzato attraverso la firma digitale del documento. Invece il formato pdf, a differenza del precedente, non è firmato digitalmente e, pertanto, non può garantire, con assoluta certezza, da una parte l’identificabilità del suo autore e la paternità dell’atto e, dall’altra, la sua integrità e immodificabilità, cosi come richiesto dal codice dell’amministrazione digitale. La trasmissione elettronica della copia informativa dell’atto di riscossione, e non dell’originale della cartella di pagamento, determinerebbe tra l’altro l’invalidità della notifica mancando l’attestazione di conformità resa da un pubblico ufficiale.

Si propone, a beneficio dei Lettori, una traccia di gravame per eccepire, innanzi agli Organi della giustizia tributaria, la nullità della notifica della cartella di pagamento via Pec.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >I

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS