Ricerca: ici su immobile in leasing parziale accoglimento

ExcelLeasing 2017 (bilanci chiusi al 31.12.2017)

XLS | ID 233996 | pub. 10/07/2017 | 663 Kb

Foglio elettronico in MS Excel per la gestione in multiutenza dei leasing (multileasing). Consente, tramite l'indicazione di un'aliquota di ammortamento civilistico differente...

da quella fiscale, di tenere distinti i casi in cui a fini civilistici i beni venissero ipoteticamente ammortizzati con aliquote di ammortamento differenti da quelle fiscali. L'indicazione della percentuale di ammortamento fiscale, stabilita con l'apposito decreto mininisteriale, consente quindi di gestire correttamente la problematica della durata minima fiscale.
Il software ha la possibilità di gestire, in alternativa con l'ipotesi della c.d. moratoria ex lege, l'ipotesi di dilazione per accordi contrattuali successivi del periodo di durata del contratto di leasing.

Il programma calcola sia la c.d. deduzione per super ammortamento (maggiorazione del 40%) che, per i beni acquistati nel 2017, la c.d. deduzione per iper ammortamento (maggiorazione del 150%).

Gestione MultiLeasing v.10.001 (per bilanci chiusi nell'anno 2016). Software da scaricare e installare gratuitamente

EXE | ID 233948 | pub. 27/05/2017 | 5.108 Kb

Software per la gestione economico/fiscale dei contratti di leasing contabilizzati con il metodo c.d. patrimoniale. Versione v10.001 eseguibile pienamente integrata con tutti...

gli altri programmi di modulistica in PDF.
Prova questa versione dimostrativa.

RATING DI AUTOVALUTAZIONE PMI 2017 (analisi bilanci 2016/2015)

XLS | ID 233860 | pub. 16/05/2017 | 1.504 Kb

È sempre più percepita, anche nelle micro imprese, l’esigenza di “autovalutare” i propri dati di bilancio per affrontare al meglio il rapporto con il sistema bancario. Le...

PMI italiane sono contraddistinte da livelli di indebitamento elevati e da bassi livelli di reddittività aziendale rispetto al rapporto fonti impieghi. L’accesso al credito è pertanto di vitale importanza.
D’altro canto, le stesse PMI non sono quasi mai dotate di una struttura organizzativa adeguata per valutare al meglio la propria situazione e il rapporto con il sistema creditizio è spesso gestito “alla cieca”.

SUPER/IPER ammortamenti 2016/2017 (determinazione del risparmio d'imposta)

XLS | ID 233697 | pub. 14/04/2017 | 2.365 Kb

La Legge di bilancio 2017 prevede una nuova disciplina (iperammortamento) che riconosce: - una maggiorazione nella misura del 150% del costo di acquisizione per i beni materiali...

strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0;
- una maggiorazione ordinaria del 40% del costo di acquisto per i beni immateriali strumentali (software) funzionali alla trasformazione tecnologica in chiave Industria 4.0.
Il software non tratta l’acquisto tramite leasing.

Abbiamo pubblicato un foglio di calcolo per determinare il beneficio fiscale in ipotesi di SUPER o IPER AMMORTAMENTO.

Ricorso con mediazione cartella Equitalia per decadenza

DOC | ID 233577 | pub. 02/03/2017 | 45 Kb

Il ricorso con mediazione avverso cartella di pagamento (a seguito di controllo ex art. 36-bis, D.P.R. n. 600/1973) - Decadenza dell'attività di riscossione - Accoglimento integrale...

in fase di mediazione tributaria.

In materia di controlli automatizzati ex art. 36-bis, D.P.R. n. 600/73, come noto, l’Agenzia delle Entrate, dopo aver notificato l’avviso bonario, procede ad effettuare l’iscrizione a ruolo affidando le somme per la riscossione ad Equitalia, che a sua volta emette una cartella di pagamento.
Le modalità sopra indicate sono specificate dalla legge, soprattutto in relazione ai termini perentori per il legittimo esercizio dell’attività accertativa (entro l'inizio del periodo di presentazione delle dichiarazioni relative all'anno successivo, art. 36-bis, D.P.R. n. 600/1973) e riscossiva (del terzo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione, art. 25, D.P.R. n. 602/1973 ); nel caso in esame tali termini non erano stati rispettati, né dall’Agenzia delle Entrate, né dall’ente di Riscossione, motivo per cui l’azione doveva dirsi viziata dalla decadenza. A seguito della proposizione del ricorso con mediazione (obbligatorio per le liti sotto i €.20.000,00) Equitalia ha provveduto all’annullamento della propria cartella di pagamento.

Per agevolare il lavoro del professionista l’avv. De Falco ha predisposto un modello di ricorso con mediazione tributaria in Commissione Tributaria Provinciale, che ha avuto esito positivo con annullamento della cartella di pagamento in via di autotutela, prima del deposito del ricorso nei termini di legge.

Gestione MultiLeasing v.10.001 (per bilanci chiusi nell'anno 2016)

EXE | ID 233556 | pub. 18/02/2017 | 130 Kb

Software per la gestione economico/fiscale dei contratti di leasing contabilizzati con il metodo c.d. patrimoniale. Versione autoeseguibile pienamente integrata con tutti gli...

altri programmi di modulistica in PDF.

Il software è multiutenza e gestisce più contratti e più aziende.

Gestione MultiLeasing v.10.001 (per bilanci chiusi nell'anno 2016). LICENZA 3 POSTAZIONI

EXE | ID 233557 | pub. 18/02/2017 | 130 Kb

Software per la gestione economico/fiscale dei contratti di leasing contabilizzati con il metodo c.d. patrimoniale. Versione autoeseguibile pienamente integrata con tutti gli...

altri programmi di modulistica in PDF.

Il software è multiutenza e gestisce più contratti e più aziende.

Gestione MultiLeasing v.10.001 (per bilanci chiusi nell'anno 2016). LICENZA 5 POSTAZIONI

EXE | ID 233558 | pub. 18/02/2017 | 130 Kb

Software per la gestione economico/fiscale dei contratti di leasing contabilizzati con il metodo c.d. patrimoniale. Versione autoeseguibile pienamente integrata con tutti gli...

altri programmi di modulistica in PDF.

Il software è multiutenza e gestisce più contratti e più aziende.

Domanda per partecipare all'asta pubblica senza incanto indetta per la vendita un bene immobile di una procedura fallimentare

DOC | ID 233478 | pub. 01/02/2017 | 50 Kb

L'art 107 L.F prevede che le vendite e gli altri atti di liquidazione posti in essere in esecuzione del programma di liquidazione sono effettuati dal curatore tramite procedure...

competitive anche avvalendosi di soggetti specializzati, sulla base di stime effettuate, salvo il caso di beni di modesto valore, da parte di operatori esperti, assicurando, con adeguate forme di pubblicità, la massima informazione e partecipazione degli interessati. Le vendite e gli atti di liquidazione possono prevedere che il versamento del prezzo abbia luogo ratealmente; si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 569, terzo comma, terzo periodo, 574, primo comma, secondo periodo e 587, primo comma, secondo periodo, del codice di procedura civile. In ogni caso, al fine di assicurare la massima informazione e partecipazione degli interessati, il curatore effettua la pubblicità prevista dall'articolo 490, primo comma, del codice di procedura civile, almeno trenta giorni prima dell'inizio della procedura competitiva.

Comunicazione cessazione utenze

DOC | ID 233476 | pub. 01/02/2017 | 47 Kb

L'art. 72 della Legge Fallimentare che disciplina i rapporti pendenti prevede che se un contratto è ancora ineseguito o non compiutamente eseguito da entrambe le parti quando,...

nei confronti di una di esse, è dichiarato il fallimento, l'esecuzione del contratto, fatte salve le diverse disposizioni della presente Sezione, rimane sospesa fino a quando il curatore, con l'autorizzazione del comitato dei creditori, dichiara di subentrare nel contratto in luogo del fallito, assumendo tutti i relativi obblighi, ovvero di sciogliersi dal medesimo, salvo che, nei contratti ad effetti reali, sia già avvenuto il trasferimento del diritto.
Il contraente può mettere in mora il curatore, facendogli assegnare dal giudice delegato un termine non superiore a sessanta giorni, decorso il quale il contratto si intende sciolto.
La disposizione di cui al primo comma si applica anche al contratto preliminare salvo quanto previsto nell'art. 72-bis.
In caso di scioglimento, il contraente ha diritto di far valere nel passivo il credito conseguente al mancato adempimento, senza che gli sia dovuto risarcimento del danno.
L'azione di risoluzione del contratto promossa prima del fallimento nei confronti della parte inadempiente spiega i suoi effetti nei confronti del curatore, fatta salva, nei casi previsti, l'efficacia della trascrizione della domanda; se il contraente intende ottenere con la pronuncia di risoluzione la restituzione di una somma o di un bene, ovvero il risarcimento del danno, deve proporre la domanda secondo le disposizioni di cui al Capo V.
Sono inefficaci le clausole negoziali che fanno dipendere la risoluzione del contratto dal fallimento.
In caso di scioglimento del contratto preliminare di vendita immobiliare trascritto ai sensi dell'art. 2645-bis del codice civile, l'acquirente ha diritto di far valere il proprio credito nel passivo, senza che gli sia dovuto il risarcimento del danno e gode del privilegio di cui all'art. 2775-bis del codice civile a condizione che gli effetti della trascrizione del contratto preliminare non siano cessati anteriormente alla data della dichiarazione di fallimento.
Le disposizioni di cui al primo comma non si applicano al contratto preliminare di vendita trascritto ai sensi dell'art. 2645-bis del codice civile avente ad oggetto un immobile ad uso abitativo destinato a costituire l'abitazione principale dell'acquirente o di suoi parenti ed affini entro il terzo grado ovvero un immobile ad uso non abitativo destinato a costituire la sede principale dell'attività d'impresa dell'acquirente.

L'art. 74 invece disciplina invece i contratti ad esecuzione continuata o periodica e prevede che se il curatore subentra in un contratto ad esecuzione continuata o periodica deve pagare integralmente il prezzo anche delle consegne già avvenute o dei servizi già erogati

Attestazione non impugnazione credito del dipendente

DOC | ID 233474 | pub. 01/02/2017 | 46 Kb

L'art. 98 della Legge Fallimentare prevede che contro il decreto che rende esecutivo lo stato passivo può essere proposta opposizione, impugnazione dei crediti ammessi o revocazione...

.
Con l'opposizione il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili contestano che la propria domanda sia stata accolta in parte o sia stata respinta; l'opposizione è proposta nei confronti del curatore.
Con l'impugnazione il curatore, il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili contestano che la domanda di un creditore o di altro concorrente sia stata accolta; l'impugnazione è rivolta nei confronti del creditore concorrente, la cui domanda è stata accolta. Al procedimento partecipa anche il curatore.
Con la revocazione il curatore, il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili, decorsi i termini per la opposizione della opposizione o della impugnazione, possono chiedere che il provvedimento di accoglimento o di rigetto vengano revocati se si scopre che essi sono stati determinati da falsità, dolo, errore essenziale di fatto o dalla mancata conoscenza di documenti decisivi che non sono stati prodotti tempestivamente per causa non imputabile. La revocazione è proposta nei confronti del creditore concorrente, la cui domanda è stata accolta, ovvero nei confronti del curatore quando la domanda è stata respinta. Nel primo caso, al procedimento partecipa il curatore.
Gli errori materiali contenuti nello stato passivo sono corretti con decreto del giudice delegato su istanza del creditore o del curatore, sentito il curatore o la parte interessata.

Istanza primo riparto parziale

DOC | ID 233470 | pub. 01/02/2017 | 70 Kb

Modello di istanza primo riparto parziale.

.
Con l'opposizione il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili contestano che la propria domanda sia stata accolta in parte o sia stata respinta; l'opposizione è proposta nei confronti del curatore.
Con l'impugnazione il curatore, il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili contestano che la domanda di un creditore o di altro concorrente sia stata accolta; l'impugnazione è rivolta nei confronti del creditore concorrente, la cui domanda è stata accolta. Al procedimento partecipa anche il curatore.
Con la revocazione il curatore, il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili, decorsi i termini per la opposizione della opposizione o della impugnazione, possono chiedere che il provvedimento di accoglimento o di rigetto vengano revocati se si scopre che essi sono stati determinati da falsità, dolo, errore essenziale di fatto o dalla mancata conoscenza di documenti decisivi che non sono stati prodotti tempestivamente per causa non imputabile. La revocazione è proposta nei confronti del creditore concorrente, la cui domanda è stata accolta, ovvero nei confronti del curatore quando la domanda è stata respinta. Nel primo caso, al procedimento partecipa il curatore.
Gli errori materiali contenuti nello stato passivo sono corretti con decreto del giudice delegato su istanza del creditore o del curatore, sentito il curatore o la parte interessata.

Istanza per la restituzione della maggiore somma anticipata all'aggiudicatario dell'immobile venduto

DOC | ID 233448 | pub. 31/01/2017 | 50 Kb

Modello di istanza per la restituzione della maggiore somma anticipata all'aggiudicatario dell'immobile venduto.

.
Con l'opposizione il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili contestano che la propria domanda sia stata accolta in parte o sia stata respinta; l'opposizione è proposta nei confronti del curatore.
Con l'impugnazione il curatore, il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili contestano che la domanda di un creditore o di altro concorrente sia stata accolta; l'impugnazione è rivolta nei confronti del creditore concorrente, la cui domanda è stata accolta. Al procedimento partecipa anche il curatore.
Con la revocazione il curatore, il creditore o il titolare di diritti su beni mobili o immobili, decorsi i termini per la opposizione della opposizione o della impugnazione, possono chiedere che il provvedimento di accoglimento o di rigetto vengano revocati se si scopre che essi sono stati determinati da falsità, dolo, errore essenziale di fatto o dalla mancata conoscenza di documenti decisivi che non sono stati prodotti tempestivamente per causa non imputabile. La revocazione è proposta nei confronti del creditore concorrente, la cui domanda è stata accolta, ovvero nei confronti del curatore quando la domanda è stata respinta. Nel primo caso, al procedimento partecipa il curatore.
Gli errori materiali contenuti nello stato passivo sono corretti con decreto del giudice delegato su istanza del creditore o del curatore, sentito il curatore o la parte interessata.

Deducibilità costi auto non strumentali anno 2017 (periodo d'imposta 2016)

XLS | ID 233433 | pub. 30/01/2017 | 236 Kb

Foglio di lavoro MS Excel per il calcolo della deducibilita' fiscale dei costi auto, utilizzabile per beni in proprieta', leasing, noleggio o comodato; in ambito aziendale o per...

uso promiscuo, con soggetto impresa o agente.

Estromissione Agevolata Immobili Strumentali Imprenditore Individuale 2017

XLS | ID 233426 | pub. 27/01/2017 | 356 Kb

La legge di stabilità 2016 (articolo 1, commi da 115 a 120, della legge 28 dicembre 2015, n. 208) ha previsto la possibilità, per gli imprenditori individuali, di estromettere...

gli immobili strumentali.
I termini per procedere alla estromissione agevolata sono stati riaperti dalla legge di bilancio 2017 (articolo 1, commi 565 e 566, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232).

Assegnazione e cessione agevolata immobili ai soci - Imposte Sostitutive e Indirette 2017

XLS | ID 233425 | pub. 27/01/2017 | 427 Kb

La legge di stabilità 2016 (articolo 1, commi da 115 a 120, della legge 28 dicembre 2015, n. 208) ha previsto la possibilità, per le società, di assegnare e/o cedere ai soci...

gli immobili non strumentali per destinazione.
I termini per procedere alla assegnazione/cessione agevolata sono stati riaperti dalla legge di bilancio 2017 (articolo 1, commi 565 e 566, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232).

ExcelLeasing 2016 (bilanci chiusi al 31.12.2016)

XLS | ID 233405 | pub. 20/01/2017 | 498 Kb

Foglio elettronico in MS Excel per la gestione in multiutenza dei leasing (multileasing). Consente, tramite l'indicazione di un'aliquota di ammortamento civilistico differente...

da quella fiscale, di tenere distinti i casi in cui a fini civilistici i beni venissero ipoteticamente ammortizzati con aliquote di ammortamento differenti da quelle fiscali. L'indicazione della percentuale di ammortamento fiscale, stabilita con l'apposito decreto mininisteriale, consente quindi di gestire correttamente la problematica della durata minima fiscale.
Il software ha la possibilità di gestire, in alternativa con l'ipotesi della c.d. moratoria ex lege, l'ipotesi di dilazione per accordi contrattuali successivi del periodo di durata del contratto di leasing.

Contratto di locazione ad uso non abitativo

DOC | ID 233107 | pub. 31/10/2016 | 56 Kb

Il contratto di locazione ad uso non abitativo prevede che un soggetto (locatore) mette a disposizione di un altro soggetto (conduttore) un immobile destinato ad un uso diverso...

da quello di abitazione, dietro pagamento di un corrispettivo determinato dalle parti.
Il contratto di locazione di immobili non abitativi è soggetto ad una specifica disciplina, distinta da quella stabilita per gli immobili ad uso abitativo.

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

Contratto di locazione ad uso abitativo ad uso transitorio

DOC | ID 233097 | pub. 28/10/2016 | 58 Kb

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

da quello di abitazione, dietro pagamento di un corrispettivo determinato dalle parti.
Il contratto di locazione di immobili non abitativi è soggetto ad una specifica disciplina, distinta da quella stabilita per gli immobili ad uso abitativo.

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

Contratto di locazione ad uso abitativo a canone libero

DOCX | ID 233094 | pub. 28/10/2016 | 56 Kb

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word

da quello di abitazione, dietro pagamento di un corrispettivo determinato dalle parti.
Il contratto di locazione di immobili non abitativi è soggetto ad una specifica disciplina, distinta da quella stabilita per gli immobili ad uso abitativo.

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

Contratto di comodato abitativo

DOC | ID 233093 | pub. 28/10/2016 | 54 Kb

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

da quello di abitazione, dietro pagamento di un corrispettivo determinato dalle parti.
Il contratto di locazione di immobili non abitativi è soggetto ad una specifica disciplina, distinta da quella stabilita per gli immobili ad uso abitativo.

Modello personalizzabile redatto in formato MS Word.

Preliminare compravendita immobile

DOC | ID 233070 | pub. 25/10/2016 | 47 Kb

Il contratto preliminare di compravendita è il principale strumento contrattuale con il quale le persone che intendono vendere o acquistare un immobile si impegnano, per iscritto...

a pena di nullità.
Modello di contratto personalizzabile redatto in formato MS Word.

Istanza di sgravio di cartella di pagamento

DOC | ID 233065 | pub. 25/10/2016 | 327 Kb

Modello per richiedere all’Agenzia Entrate lo sgravio totale o parziale delle somme erroneamente richieste una cartella di pagamento.

a pena di nullità.
Modello di contratto personalizzabile redatto in formato MS Word.

Prontuario fiscale delle cessioni di fabbricati e terreni

PDF | ID 232924 | pub. 04/10/2016 | 1.395 Kb

Il documento, aggiornato a settembre 2016, riassume in un pratico formato tabellare, tutte le ipotesi di tassazione diretta ed indiretta di fabbricati e terreni. In particolare,...

viene illustrato il trattamento impositivo applicabile alle seguenti fattispecie:
- cessione e locazione di fabbricati;
- cessione e locazione di terreni;
- trasferimenti di fabbricati e terreni a favore di particolari soggetti;
- interventi di recupero del patrimonio edilizio (manutenzione, restauro, rinnovamento, ristrutturazione);
- successioni e donazioni immobiliari.
Vengono, inoltre, riepilogati:
- la vecchia disciplina ICI;
- la disciplina dell’IMU;
- la disciplina della TASI;
- il regime della cedolare secca sugli affitti;
- la disciplina dell’IVIE.

Modello di ricorso tributario contro un avviso di accertamento da cosiddetto “nuovo redditometro”

DOC | ID 231434 | pub. 23/01/2015 | 322 Kb

Dopo una tribolata gestazione, sono partiti i controlli da “nuovo redditometro” e i primi conseguenti accertamenti. Pubblichiamo un modello di ricorso redatto dal Dott. Bullo,...

ispirato ad un caso reale, molto esauriente in procedura e, con due specifiche pregiudiziali importantissime:
- la prima riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

1 2 > >I

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web