Ricerca: convocazione dell assemblea dei soci mediante raccomandata

Non hai trovato quello che cerchi? Prova con

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale

DOC | ID 236161 | pub. 26/08/2019 | 178 Kb

Per l’anno fiscale 2018 (dichiarazioni 2019) sono stati aboliti gli studi di settore e sono stati introdotti gli ISA. A seguito della loro prima introduzione, ai soggetti interessati...

dalla novità è stata concessa una proroga per il versamento delle imposte, che scadranno il 30 settembre 2019.

Gestione Affitti v5.002. Software da scaricare e installare gratuitamente

EXE | ID 236129 | pub. 08/06/2019 | 26.713 Kb

Software per la gestione degli affitti: nuova versione aggiornata con modelli F24 ELIDE, RLI aggiornato al 2019 e Richiesta di addebito su c/c. Software completo per la gestione...

affitti.
Con questo software è possibile:
- archiviare e gestire le anagrafiche dei locatori, conduttori e degli immobili
- creare modelli personalizzati di contratto, lettere di pagamento, quietanze che possono essere compilati automaticamente in modo parametrico.
- gestire scadenziario: è possibile associare una o più scadenza - anche ricorrente - a ciascun documento
- compilare, archiviare e stampare Modelli F24 Elementi identificativi, RLI, Richiesta di addebito imposte su c/c, ModRR, modulo Cessione fabbricato
- predisporre il tracciato telematico per il modello RLI
- convertire i documenti nel formato PDF/A per utilizzarli come allegato al tracciato telematico

Scarica la versione dimostrativa gratuita.

Tassazione dividendi SRL: analisi di convenienza tra 26% e 'trasparenza': versione Cloud

| ID 235822 | pub. 27/01/2019 - agg. 25/03/2019 | 367 Kb

La Legge n. 205/2017 (cd. Legge di Bilancio 2018) ha modificato la tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche non in regime di impresa, rendendo omogeneo il trattamento...

delle partecipazioni ‘qualificate’ e ‘non qualificate’, ed assoggettando entrambe ad una ritenuta a titolo di imposta del 26%.

Tassazione dividendi SRL: analisi di convenienza tra 26% e 'trasparenza'

XLS | ID 235999 | pub. 08/03/2019 | 505 Kb

La Legge n. 205/2017 (cd. Legge di Bilancio 2018) ha modificato la tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche non in regime di impresa, rendendo omogeneo il trattamento...

delle partecipazioni ‘qualificate’ e ‘non qualificate’, ed assoggettando entrambe ad una ritenuta a titolo di imposta del 26%.

Rivalutazione beni d'impresa società di capitali 2018

XLS | ID 235880 | pub. 05/02/2019 | 662 Kb

La manovra di bilancio 2019 (L. 145/2018) riapre i termini per la rivalutazione dei beni d’impresa, che consente di iscrivere nell’attivo patrimoniale maggiori valori in relazione...

a tali beni dietro il versamento di un’imposta sostitutiva.

Cooperative a mutualità prevalente, calcolo IRES: versione Cloud

| ID 233837 | pub. 13/05/2017 - agg. 30/01/2019 | 41 Kb

Il programma determina l'IRES relativa al periodo di imposta precedente dovuta dalle cooperative a mutualità prevalente (di consumo, di produzione e lavoro, agricole, sociali)...

.

La determinazione delle imposte avviene con il metodo dell’imputazione di eventuali ristorni a conto economico.

Gestisce anche la deduzione ACE e l'utilizzo di eventuali perdite pregresse riportabili.

L'applicazione consente anche di determinare la misura dei ristorni da assegnare ai soci al fine di raggiungere un determinato utile netto.

PRIVACY - SNC COMMERCIO INGROSSO E REGOLAMENTO EUROPEO: fac simili - Pacchetto completo

DOC | ID 235504 | pub. 11/06/2018 | 174 Kb

Informazione preliminare: stanti i richiami effettuati tra i vari documenti non si reputa opportuno distribuire file separati. I fac simili che si riportano sono relativi al...

caso di una s.n.c. con attività di commercio all’ingrosso, due soci amministratori, due coadiuvanti di un socio, 4 dipendenti amministrativi, 9 dipendenti autisti-magazzinieri. Lo schema è adattabile, con poco sforzo, ricorrendo le condizioni di seguito esposte, anche per una s.r.l., s.n.c. o s.a.s. che eserciti attività di commercio all’ingrosso.

PRIVACY PICCOLISSIMA AZIENDA E REGOLAMENTO EUROPEO: fac simili. Pacchetto completo

DOC | ID 235494 | pub. 05/06/2018 | 131 Kb

I fac simili che si riportano sono relativi al caso di una s.r.l. artigiana, due soci amministratori, un coadiuvante di un socio, 3 dipendenti. Lo schema è adattabile, con poco...

sforzo, ricorrendo le condizioni di seguito esposte, anche per una s.r.l., s.n.c. o s.a.s. che eserciti anche altra attività (es. autoriparazioni, impianti idrotermosanitari etc.).

Nuova Modulistica PDF v2.009: software da scaricare ed installare gratuitamente

EXE | ID 235443 | pub. 10/05/2018 | 21.367 Kb

Modulistica PDF v2, la nuova versione del programma che permette la compilazione, l'archiviazione e la stampa dei moduli PDF precompilati come F24, F24 Accise, F24 Elide, Modello...

RR, Modello RLI, Certificazione Unica 2015 e tanti altri.

Ricorso avverso intimazione di pagamento TA.RI. (Tassa Rifiuti)

DOC | ID 235419 | pub. 19/04/2018 | 297 Kb

L'iscrizione a ruolo della tassa rifiuti è illegittima se l'avviso di pagamento depositato durante il processo tributario non indica il numero della raccomandata con la quale...

l'ente locale afferma di averlo notificato.
E' questa la soluzione offerta dalla Sezione Tributaria della Corte di Cassazione nella sentenza n. 8474, depositata in cancelleria il 6 aprile scorso, secondo cui va sempre adeguatamente provata nel processo tributario la regolare notifica dell'atto prodromico al provvedimento esecutivo.

Modello di istanza di accertamento con adesione prima dell’accertamento

DOC | ID 235361 | pub. 26/03/2018 | 302 Kb

L’accertamento con adesione consente al contribuente di definire le imposte dovute ed evitare, in tal modo, l’insorgere di una lite tributaria. È un “accordo” tra contribuente...

e ufficio che può essere raggiunto sia prima dell’emissione di un avviso di accertamento, che dopo, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al giudice tributario.
La procedura riguarda tutti i contribuenti e tutte le più importanti imposte dirette e indirette e può essere attivata tanto dal contribuente quanto dall’ufficio dell’Agenzia delle Entrate nella cui circoscrizione territoriale il contribuente ha il domicilio fiscale.
L’accertamento con adesione permette al contribuente di usufruire di una riduzione delle sanzioni amministrative, che saranno dovute nella misura di 1/3 del minimo previsto dalla legge. Inoltre, per i fatti accertati, perseguibili anche penalmente, costituisce una circostanza attenuante il perfezionamento dell’adesione con il pagamento delle somme dovute prima della dichiarazione di apertura del dibattimento di primo grado. L’effetto “premiale” si concretizza nell’abbattimento fino a un terzo delle sanzioni penali previste e nella non applicazione delle sanzioni accessorie.

Modello di istanza di accertamento con adesione dopo l'accertamento

DOC | ID 235362 | pub. 26/03/2018 | 302 Kb

L’accertamento con adesione consente al contribuente di definire le imposte dovute ed evitare, in tal modo, l’insorgere di una lite tributaria. È un “accordo” tra contribuente...

e ufficio che può essere raggiunto sia prima dell’emissione di un avviso di accertamento, che dopo, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al giudice tributario.
La procedura riguarda tutti i contribuenti e tutte le più importanti imposte dirette e indirette e può essere attivata tanto dal contribuente quanto dall’ufficio dell’Agenzia delle Entrate nella cui circoscrizione territoriale il contribuente ha il domicilio fiscale.
L’accertamento con adesione permette al contribuente di usufruire di una riduzione delle sanzioni amministrative, che saranno dovute nella misura di 1/3 del minimo previsto dalla legge. Inoltre, per i fatti accertati, perseguibili anche penalmente, costituisce una circostanza attenuante il perfezionamento dell’adesione con il pagamento delle somme dovute prima della dichiarazione di apertura del dibattimento di primo grado. L’effetto “premiale” si concretizza nell’abbattimento fino a un terzo delle sanzioni penali previste e nella non applicazione delle sanzioni accessorie.

Modello di memoria illustrativa in sede di accertamento con adesione

DOC | ID 235364 | pub. 26/03/2018 | 302 Kb

L’accertamento con adesione consente al contribuente di definire le imposte dovute ed evitare, in tal modo, l’insorgere di una lite tributaria. È un “accordo” tra contribuente...

e ufficio che può essere raggiunto sia prima dell’emissione di un avviso di accertamento, che dopo, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al giudice tributario.
La procedura riguarda tutti i contribuenti e tutte le più importanti imposte dirette e indirette e può essere attivata tanto dal contribuente quanto dall’ufficio dell’Agenzia delle Entrate nella cui circoscrizione territoriale il contribuente ha il domicilio fiscale.
L’accertamento con adesione permette al contribuente di usufruire di una riduzione delle sanzioni amministrative, che saranno dovute nella misura di 1/3 del minimo previsto dalla legge. Inoltre, per i fatti accertati, perseguibili anche penalmente, costituisce una circostanza attenuante il perfezionamento dell’adesione con il pagamento delle somme dovute prima della dichiarazione di apertura del dibattimento di primo grado. L’effetto “premiale” si concretizza nell’abbattimento fino a un terzo delle sanzioni penali previste e nella non applicazione delle sanzioni accessorie.

Ricorso avverso cartella di pagamento, Notifica eseguita a mezzo PEC, Nullità della notifica

DOC | ID 235331 | pub. 22/03/2018 | 298 Kb

Dubbi sulla validità della procedura di notifica delle cartelle di pagamento con la PEC che, secondo la ricostruzione interpretativa sia di Corte di Cassazione, che di numerose...

corti di merito, non garantirebbe le garanzie tipiche della raccomandata tradizionale. La cartella di pagamento, per essere correttamente notificata tramite PEC, deve avere l’estensione .p7m perché questo file viene realizzato attraverso la firma digitale del documento. Invece il formato pdf, a differenza del precedente, non è firmato digitalmente e, pertanto, non può garantire, con assoluta certezza, da una parte l’identificabilità del suo autore e la paternità dell’atto e, dall’altra, la sua integrità e immodificabilità, cosi come richiesto dal codice dell’amministrazione digitale. La trasmissione elettronica della copia informativa dell’atto di riscossione, e non dell’originale della cartella di pagamento, determinerebbe tra l’altro l’invalidità della notifica mancando l’attestazione di conformità resa da un pubblico ufficiale.

Si propone, a beneficio dei Lettori, una traccia di gravame per eccepire, innanzi agli Organi della giustizia tributaria, la nullità della notifica della cartella di pagamento via Pec.

Modello e istruzioni

PDF | ID 234953 | pub. 22/02/2018 | 101 Kb

Beni concessi in godimento a soci o familiari e finanziamenti, capitalizzazioni e apporti effettuati dai soci o familiari dell'imprenditore nei confronti dell'impresa.

corti di merito, non garantirebbe le garanzie tipiche della raccomandata tradizionale. La cartella di pagamento, per essere correttamente notificata tramite PEC, deve avere l’estensione .p7m perché questo file viene realizzato attraverso la firma digitale del documento. Invece il formato pdf, a differenza del precedente, non è firmato digitalmente e, pertanto, non può garantire, con assoluta certezza, da una parte l’identificabilità del suo autore e la paternità dell’atto e, dall’altra, la sua integrità e immodificabilità, cosi come richiesto dal codice dell’amministrazione digitale. La trasmissione elettronica della copia informativa dell’atto di riscossione, e non dell’originale della cartella di pagamento, determinerebbe tra l’altro l’invalidità della notifica mancando l’attestazione di conformità resa da un pubblico ufficiale.

Si propone, a beneficio dei Lettori, una traccia di gravame per eccepire, innanzi agli Organi della giustizia tributaria, la nullità della notifica della cartella di pagamento via Pec.

1 2 3 4 5 6 7 > >I

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS