Ricerca: redditometro

Non hai trovato quello che cerchi? Prova con
Venerdì 2 agosto 2019

La sospensione feriale dei termini

La sospensione feriale dei termini processuali sarà operata dal 1° al 31 agosto. La sospensione dei termini vale sia per il contenzioso tributario che per i termini per reclamo...

Giovedì 2 novembre 2017

Al redditometro basta la sentenza che assegna l'abitazione al separato

L'accertamento con metodo sintetico non impedisce al contribuente di dimostrare, attraverso idonea documentazione, che il reddito presunto non esiste o esiste in misura inferiore...

Lunedì 16 ottobre 2017

Al redditometro non basta opporre le elargizioni del suocero generoso

La dimostrazione documentale del possesso di redditi esenti o soggetti a ritenuta alla fonte implica un riferimento al reddito del nucleo familiare, ossia coniugi conviventi e...

Giovedì 27 luglio 2017

Sospensione dei termini fino al 4 settembre per la trasmissione di documenti e informazioni all'Agenzia Entrate

Il DL 193/2016 ha stabilito che "i termini per la trasmissione dei documenti e delle informazioni richiesti ai contribuenti dall'Agenzia delle entrate o da altri enti impositori...

Mercoledì 26 luglio 2017

NUOVO ANTIRICICLAGGIO: limitazione all'uso del contante - operazioni frazionate

Il D.lgs. 231/2007 in materia di antiriciclaggio è stato modificato per effetto dell'emanazione del D.lgs. 90/2017, pubblicato sulla G.U. del 19/6/2017 ed entrato in vigore il...

Mercoledì 17 maggio 2017

Redditometro: al contribuente la possibilità di dimostrare che il maggior reddito è costituito da redditi esenti

Con l'Ordinanza n. 11388/6 del 09-05-2017 la Corte di Cassazione, nel rigettare il ricorso dell'Agenzia delle Entrate, ha affermato il principio secondo cui, in caso di accertamento...

Giovedì 13 aprile 2017

Il disinvestimento non spiega il tenore di vita incongruente

Per controbattere alla maggiore capacità contributiva rilevata dall'ufficio, è necessario provare non solo l'esistenza di redditi esenti, ma anche un'entità e un periodo di...

Il prestito tra familiari: scrittura privata 'anti' redditometro

DOC | ID 232852 | pub. 09/09/2016 | 292 Kb

Tra familiari conviventi (coniugi, genitori, figli), ma anche tra parenti stretti (fratelli, sorelle, nonni, nipoti, ecc.) è frequente il ricorso a prestiti infruttiferi per le...

necessità più importanti (come per esempio l’acquisto di un'autovettura o di un fabbricato da destinare ad abitazione).
In considerazione del rapporto in essere tra le parti, questi prestiti non venivano in alcun modo formalizzati rappresentando più che altro “impegni morali”.
Oggi però, i nuovi strumenti utilizzati dall’Amministrazione Finanziaria per la ricerca di redditi imponibili non dichiarati (uno su tutti, il REDDITOMETRO) non consentono più di affrontare questi eventi senza un riscontro anche formale (vale la pena ricordare che nel processo tributario non sono ammesse le testimonianze, e tantomeno quelle dei familiari).
E’ quindi di fondamentale importanza poter documentare l’origine delle somme confluite nella disponibilità del soggetto che poi ha sostenuto la spesa.
Una precisa e provata individuazione del tipo di rapporto acceso (prestito infruttifero) consente inoltre di escludere che l’elargizione possa essere interpretata come una donazione o che il concedente possa maturare interessi attivi (imponibili IRPEF).
Proponiamo un modello per regolamentare, senza eccessivi formalismi, i “prestiti tra familiari”.
La scrittura privata, datata e firmata da tutti i soggetti coinvolti, necessita anche di una “data certa” che può essere ottenuta con varie modalità:
• registrando la scrittura privata presso l'Agenzia delle Entrate (consigliabile in caso di importi particolarmente significativi);
• tramite l’apposizione della data certa presso un ufficio postale, in autoprestazione (modalità non più fornita da Poste Italiane a decorrere dal 1° aprile 2016)
• con uno scambio di corrispondenza con raccomandata a.r. senza
• ricorrendo alla firma elettronica dell’atto (con marca temporale)
Prestate attenzione, sia nella fase di concessione che in quella di rimborso, al rispetto delle norme antiriciclaggio e in particolare al rispetto dei limiti previsti per l’utilizzo di contanti. Il consiglio è quello di ricorrere sempre e comunque a modalità di trasferimento fondi “tracciate” (bonifico o assegni non trasferibili

Giovedì 7 luglio 2016

Modello di memorie in sede di contraddittorio e di successivo ricorso per accertamento da cosiddetto "nuovo redditometro"

Abbiamo pubblicato il pacchetto "Modello di memorie in sede di contraddittorio e di successivo ricorso per accertamento da cosiddetto "nuovo redditometro", che contiene i seguenti...

Lunedì 28 settembre 2015

Nuovo Redditometro: in Gazzetta Ufficiale il Decreto con parametri applicabili agli accertamenti dal 2011

E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 223 del 25-09-2015, il Decreto 16 settembre 2015 recante "Accertamento sintetico del reddito complessivo delle persone fisiche,...

Lunedì 13 aprile 2015

Il possesso di un panfilo "costa" anche se sotto sequestro giudiziale

Sette membri di equipaggio e 29 metri di lunghezza sono elementi sufficienti per qualificare il natante secondo la presunzione di capacita' contributiva data dal redditometro....

Venerdì 23 gennaio 2015

Il contraddittorio preventivo e il ricorso tributario nelle verifiche/accertamenti da nuovo redditometro: un caso reale

Dopo una tribolata gestazione, sono partiti i controlli da “nuovo redditometro” e i primi conseguenti accertamenti. Abbiamo pubblicato due modelli redatti dal Dott. Alvise...

Modello di memorie in sede di contraddittorio per verifica fiscale da cosiddetto “nuovo redditometro

DOC | ID 231435 | pub. 23/01/2015 | 303 Kb

Dopo una tribolata gestazione, sono partiti i controlli da “nuovo redditometro” e i primi conseguenti accertamenti. Pubblichiamo un modello di memorie da svolgere in sede...

di contraddittorio (obbligatorio nel nuovo redditometro per espressa previsione), ispirato ad un caso reale, molto esauriente e, con due specifiche pregiudiziali importantissime:
- la prima riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

Modello di ricorso tributario contro un avviso di accertamento da cosiddetto “nuovo redditometro

DOC | ID 231434 | pub. 23/01/2015 | 322 Kb

Dopo una tribolata gestazione, sono partiti i controlli da “nuovo redditometro” e i primi conseguenti accertamenti. Pubblichiamo un modello di ricorso redatto dal Dott. Bullo,...

ispirato ad un caso reale, molto esauriente in procedura e, con due specifiche pregiudiziali importantissime:
- la prima riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

Giovedì 18 settembre 2014

Rischio “redditometro” anche nei prestiti il prestito tra familiari?

Tra familiari conviventi (coniugi, genitori, figli), ma anche tra parenti stretti (fratelli, sorelle, nonni, nipoti, ecc.) e' frequente il ricorso a prestiti infruttiferi per le...

1 2 3 4 5 6 > >I

Altri utenti hanno acquistato

Gli approfondimenti più letti

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS