Lunedì 17 luglio 2017

L'impresa è gestita dal padre? C'è concorso nel reato tributario

a cura di: FiscoOggi
In tema di delitti fiscali, per poter attribuire la qualifica di amministratore di fatto a un soggetto non è necessario che lo stesso svolga tutti i poteri tipici dell'organo di gestione.

Risponde del reato di dichiarazione infedele, quale autore principale, il padre che aiuta la figlia, mera titolare formale, nella gestione dell'impresa individuale. Il suo ruolo, difatti, è paragonabile a quello dell'amministratore di fatto, ossia di chi esercita in modo continuativo e significativo i poteri tipici dell'organo di gestione, pur non essendo necessario che le funzioni svolte riguardino tutte le attività, poiché è sufficiente "un'apprezzabile attività gestoria" non occasionale.
A fornire questa rigorosa interpretazione è la Corte di cassazione, terza sezione penale, con la sentenza n. 31906 del 3 luglio 2017.
Fonte: http://www.fiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web