Martedì 10 gennaio 2017

Possibilità di costituire una società di odontoiatria in forma diversa dalla società tra professionisti - Parere negativo del Ministero dello Sviluppo Economico

a cura di: TuttoCamere.it

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con il Parere del 23 dicembre 2016, Prot. 415099, risponde al quesito posto da una Camera di Commercio in merito alla possibilità di costituire una società di odontoiatria in forma diversa dalla società tra professionisti.

Facciamo presente che la società in questione ha presentato al REA la denuncia di inizio attività di odontoiatria e l'ufficio del Registro delle imprese ha sospeso la pratica, segnalando che l'attività di studio odontoiatrico (attività professionale protetta) può essere esercitata in forma societaria solamente da una società tra professionisti, ai sensi dell'art. 10 della legge n. 183/2011 e che dovrà anche essere iscritta nella sezione speciale del relativo Ordine professionale.

L'ufficio ha anche segnalato che la società in questione potrà, eventualmente, esercitare l'attività di organizzazione e gestione di ambulatori odontoiatrici, intesa come gestione della struttura e non come svolgimento dell'attività medica.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, dopo aver ripercorso le varie fasi che hanno portato al superamento del divieto di svolgere le cosiddette "professioni protette" nella forma delle società commerciali previsto dalla legge n. 1815 del 1939, ha ricordato gli elementi distintivi della "società tra professionisti", ricavabili dall'art. 10, commi da 3 a 11, della legge n. 183/2011 e dal successivo decreto regolamentare n. 34/2013, emanato dal Ministero della Giustizia di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico, con cui furono successivamente emanate le norme attuative di tale legge, ribadendo che la disciplina inerente le società tra professionisti costituisce, allo stato attuale, l'unico contesto nel cui ambito è possibile "l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico secondo i modelli societari regolati dai titoli V e VI del libro V del codice civile".

Per un approfondimento dell'argomento e per scaricare il testo del parere ministeriale clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web