Giovedì 15 novembre 2018

Le semplificazioni di regimi amministrativi in materia edilizia - Chiarezza sulla terminologia e sugli attuali regimi amministrativi

a cura di: TuttoCamere.it

Dopo aver riportato sopra un breve commento ad una sentenza del Consiglio di Stato in materia di ristrutturazione edilizia, approfittiamo per fare un po' di chiarezza sulla terminologia che, a seguito dell'evoluzione della normativa in ambito edilizio, viene attualmente utilizzata.

L'11 dicembre 2016 è entrato in vigore il D. Lgs. n. 222/2016 (c.d. "Decreto SCIA 2"), che insieme al D.Lgs. n. 126/2016 (c.d. "Decreto SCIA") ha dato attuazione alla Legge n. 124/2015, meglio conosciuta come "Riforma Madia".

Lo scopo di questa manovra è stato quello di operare una semplificazione del panorama normativo che regolava i procedimenti richiesti per la realizzazione degli interventi edilizi. In particolare, il D. Lgs. n. 222/2016 ha modificato significativamente il D.P.R. n. 380/2001 (Testo unico dell'edilizia), introducendo importanti novità su temi complessi come i regimi amministrativi, l'agibilità degli immobili e la modulistica necessaria.

Tra le principali novità introdotte dal citato decreto c'è sicuramente l'eliminazione della DIA (Dichiarazione di inizio attività), della Super-DIA e della CIL (Comunicazione di inizio lavori).

In materia edilizia restano, pertanto, in piedi le seguenti cinque procedure:

  1. l'attività di edilizia libera,
  2. il permesso di costruire,
  3. la SCIA ( Segnalazione certificata di inizio attività),
  4. la CILA ( Comunicazione di inizio lavori asseverata),
  5. la SCIA alternativa al permesso di costruire (detta anche Super SCIA).

Per facilitare l'orientamento tra questi regimi amministrativi, al provvedimento normativo è stata allegata la Tabella A- Sezione II - che opera una ricognizione di 41 interventi edilizi e indica la relativa procedura da seguire.

Ricordiamo, infine, che con il Decreto 2 marzo 2018 (pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 aprile 2018) è stato approvato il glossario contenente l'elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, ai sensi dell'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222".

Alla luce delle disposizioni previste dal D,Lgs. n. 222/2016 e delle risultanze emerse dalla successiva Conferenza Unificata tra Stato, Regioni ed Enti locali del 4 maggio 2017, tutte le amministrazioni comunali, entro e non oltre il 30 giugno 2017, sono state obbligate a pubblicare, sul proprio sito istituzionale, la modulistica unificata e standardizzata per i titoli abilitativi edilizi sopraelencati. Ove necessario, tali moduli sono stati adattati in relazione alle specifiche normative regionali.

Per scaricare il testo del glossario clicca qui.
Per un approfondimento dell'argomento clicca qui.


Fonte: https://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web