Venerdì 31 marzo 2017

Call Center - Procedura di comunicazione delle dislocazioni all'estero - Chiarimenti operativi dal Ministero del Lavoro

a cura di: TuttoCamere.it

A partire dal 28 marzo 2017 sarà disponibile il modello di comunicazione da inviare al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e all'Ispettorato nazionale del lavoro da parte delle aziende che hanno al proprio interno un servizio di call center e che vogliano localizzare, anche mediante affidamento a terzi, l'attività fuori dal territorio nazionale in un Paese che non è membro dell'Unione europea.
La comunicazione deve essere inviata, per via telamatica, almeno 30 giorni prima del trasferimento indicando i lavoratori coinvolti.

Il Ministero del Lavoro, con la nota del 1° marzo 2017, Prot. 1328. fornisce alcuni chiarimenti operativi circa le nuove disposizioni in materia di occupazione nelle attività di call center.

Ricordiamo che l'articolo 1, comma 243, della Legge n. 232 del 2016 (Legge di bilancio 2017), modificando il testo dell'articolo 24-bis contenuto nel decreto-legge n. 83/2012, convertito dalla L. n. 134/2012, ha introdotto l'obbligo di comunicazione per gli operatori economici che decidano di localizzare l'attività di call center, anche con affidamento delle attività a soggetti terzi, in un Paese extra UE.

Al fine di chiarire il contenuto e le finalità delle disposizioni recentemente introdotte, il Ministero del Lavoro fornisce le prime istruzioni operative, con particolare riferimento alle comunicazioni rivolte al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e all'Ispettorato nazionale del lavoro.
La nota, una volta individuati i soggetti obbligati, evidenzia gli adempimenti comunicativi che queste aziende devono effettuare nei confronti delle pubbliche amministrazioni.

La nuova disciplina stabilisce che qualora un "operatore economico" decida di localizzare, anche mediante affidamento a terzi, l'attività di call center in un Paese che non è membro dell'Unione europea, deve darne comunicazione, almeno 30 giorni prima del trasferimento, al Ministero del Lavoro ed all'Ispettorato nazionale del lavoro, indicando i lavoratori coinvolti.

Con la stessa nota, il Ministero del Lavoro evidenzia, inoltre, anche le modalità operative di comunicazione che gli operatori economici dovranno attuare allo stesso Ministero ed all'Ispettorato del Lavoro per adempiere alla normativa (art. 24-bis, comma 2, lett. a), D.L. n. 83/2012), che sono diverse rispetto a quelle previste per il Ministero dello sviluppo economico (art. 24-bis, comma 2, lett. b), art. 24- bis, D.L. n. 83/2012) e per il Garante per la protezione dei dati personali (art. 24-bis, comma 2, lett. c), D.L. n. 83/2012).

A partire dal 28 marzo 2017, sui siti internet istituzionali del Ministero del lavoro e dell'Ispettorato nazionale del lavoro sarà operativo un modello telematico, da compilare ed inviare per l'adempimento previsto dalla disposizione normativa.

Sino a tale data, la comunicazione potrà essere effettuata compilando la tabella, in formato Excel, qui allegata che dovrà essere inviata all'indirizzo e-mail: deloc_callcenter@lavoro.gov.it.

Analoga iniziativa è stata infatti assunta anche dal Ministero dello sviluppo economico, il quale ha fornito istruzioni dapprima con la comunicazione della Direzione Generale per le Attività Territoriali in data 1° febbraio 2017 e, successivamente, mediante la pubblicazione sul sito internet istituzionale di risposte alle prime richieste di chiarimenti (FAQ) ricevute in merito al contenuto delle nuove disposizioni sulle attività di call center.

Per scaricare il testo della nota ministeriale clicca qui.
Per accedere alle FAQ predisposte dal Ministero dello Sviluppo Economico clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS