Lunedì 10 aprile 2017

Start-up e PMI innovative - Indicazione della "ricerca e sviluppo" nella nota integrativa alla luce della nuova tassonomia XBRL

a cura di: TuttoCamere.it

Successivamente alla emissione della nuova tassonomia per la redazione dei bilanci in modalità XBRL, denominata "2016-11-14", nella quale si è espressamente prevista, anche con esplicito riferimento alle Startup, la semplificazione della procedura, adesiva ai dettami del nuovo art. 2435-ter del Codice civile, le Startup che intendono vantare il requisito della ricerca e sviluppo, potranno presentare il bilancio con le modalità semplificate previste per le micro-imprese, riportando le informazioni richieste dal n. 1), della lett. h), dell'art. 25 del D.L. n.179/2012 (convertito dalla L. n. 221/2012), in calce allo stato patrimoniale.

Per ragioni di simmetria, e qualora ne ricorrano i presupposti soggettivi, anche le PMI innovative che intendono vantare il requisito della ricerca e sviluppo, potranno presentare il bilancio con le modalità semplificate previste per le micro-imprese, riportando le informazioni richieste dall'art. 4, comma 1, lett. e) 1), del D.L. 3/2015, in calce allo stato patrimoniale.

Questo è quanto precisato dal Ministero dello Sviluppo Economico, con il Parere del 14 febbraio 2017, Prot. 50195, emesso in particolare in relazione a una richiesta di parere in merito all'indicazione del requisito delle spese in ricerca e sviluppo per le startup e PMI innovative.

Nel presente parere, il Ministero ricorda di essersi già pronunciato sulla sopravvenuta incoerenza dell'art. 2435-ter del Codice civile, con l'art. 25, comma 2, lett. h), n. 1), del D.L. n.179/2012 e con la corrispondente previsione dell'art. 4, del D.L. 3/2015, affermando in sintesi che, in virtù del principio di specialità della disciplina Startup (e PMI), permanesse l'obbligo di redazione della nota integrativa ove si intendesse avvalersi del requisito della "ricerca e sviluppo" (Parere del 17 novembre 2016, Prot. 3611851). Tuttavia successivamente a detto parere, è stata emessa la nuova tassonomia per la redazione dei bilanci in modalità XBRL, nella quale si è espressamente prevista, anche con esplicito riferimento alle Startup, la semplificazione della procedura, adesiva ai dettami del nuovo art. 2435-ter del Codice civile.

Pertanto, il citato parere Prot. 3611851/2016 deve ritenersi oggi superato.
Tra le modifiche apportate dal D.Lgs. 139/2015 una delle più significative è rappresentata dall'introduzione del nuovo art. 2435-ter del Codice civile (rubricato "Bilancio delle micro-imprese"), col quale vengono previste specifiche semplificazioni relativamente al bilancio delle micro-imprese.

Le micro-imprese sono, infatti, esonerate dalla redazione:

  1. del rendiconto finanziario;
  2. della nota integrativa, quando in calce allo stato patrimoniale risultino le informazioni previste dal primo comma dell'articolo 2427, numeri 9) e 16);
  3. della relazione sulla gestione, quando in calce allo stato patrimoniale risultino le informazioni richieste dai numeri 3) e 4) dell'articolo 2428.

Per un approfondimento dell'argomento e per scaricare il testo del parere ministeriale clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS