Martedì 9 gennaio 2018

Raddoppio dei termini, consentito anche se il reato è prescritto

a cura di: FiscoOggi

In questo caso, secondo quanto affermato dai giudici della Corte di cassazione, è irrilevante il venir meno della soglia di punibilità e, quindi, dell'obbligo di denuncia penale.

In materia di raddoppio dei termini per l'accertamento, la soglia di rilevanza penale (articolo 43, comma 3, del Dpr 600/1973), nel testo vigente ratione temporis, va valutata con riferimento al momento in cui è stata commessa la violazione ed effettuato l'accertamento. E' irrilevante che, poi, a seguito dell'annullamento di una parte della pretesa tributaria, sia venuta meno la soglia di punibilità e il conseguente obbligo di denuncia penale, a meno che l'Amministrazione finanziaria abbia fatto un uso pretestuoso o strumentale della disposizione, al solo fine di fruire, ingiustificatamente, di un più ampio termine di accertamento.

Queste le interessanti conclusioni cui perviene la Suprema corte nell'ordinanza n. 28916 del 4 dicembre scorso.


Fonte: http://www.fiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS