Attivazione Siti Web per Professionisti - commercialisti, legali, consulenti del lavoro - Clicca per maggiori informnazioni!
Mercoledì 19 settembre 2018

Liberalizzazione delle notifiche a mezzo posta - Pubblicato il decreto che definisce le procedure per il rilascio delle licenze individuali speciali

a cura di: TuttoCamere.it

E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 206 del 5 settembre agosto 2018, il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 19 luglio 2018, recante "Disciplinare delle procedure per il rilascio delle licenze individuali speciali per l'offerta al pubblico dei servizi di notificazione a mezzo posta di atti giudiziari e comunicazioni connesse e di violazioni del codice della strada".

Con l'emanazione di questo decreto, che definisce le procedure per il rilascio delle licenze speciali per i servizi postali relativi alle notifiche degli atti giudiziari e delle multe previste dal codice della strada, si completa la fase di regolamentazione del settore postale inerente ai servizi delle notifiche degli atti giudiziari e delle multe, avviata nel 2017 dalla Legge per il mercato e la concorrenza n. 124 del 4 agosto 2017, nella quale si prevede la liberalizzazione del servizio di notifica a mezzo posta di atti giudiziari e violazioni del codice della strada mediante l'abrogazione della norma che prevedeva l'affidamento esclusivo del servizio a Poste Italiane S.p.A. (art. 1, commi 57 e 58).

Ricordiamo anche che l'AGCOM ha provveduto in materia con la Delibera n. 77/2018/CONS del 20 febbraio 2018, recante "Approvazione del regolamento in materia di rilascio delle licenze per svolgere il servizio di notificazione a mezzo posta di atti giudiziari e comunicazioni concesse (legge 20 novembre 1982, n. 890) e di violazioni del Codice della strada (articolo 201 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285)".

Le licenze individuali speciali, in particolare, sono classificate in quattro tipologie:

- A1 - per la notificazione a mezzo posta degli atti giudiziari e delle violazioni del codice della strada, in ambito nazionale;

- A2 - per la notificazione a mezzo posta degli atti giudiziari e delle violazioni del codice della strada, in ambito regionale;

- B1 - per la notificazione a mezzo posta di violazioni del codice della strada, in ambito nazionale;

- B2 - per la notificazione a mezzo posta di violazioni del codice della strada, in ambito regionale. La domanda per il rilascio delle licenze dovranno essere presentate alla Divisione VI - Servizi postali - della Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali del Ministero dello sviluppo economico tramite raccomandata con avviso di ricevimento o tramite posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo div.06.pec@mise.gov.it, utilizzando gli appositi modelli sul sito del Ministero.

Il termine per il rilascio della licenza individuale speciale o per il rifiuto della stessa è di quarantacinque giorni, decorrenti dal giorno di ricevimento della domanda da parte del Ministero.

L'offerta del servizio non potrà essere avviata prima del rilascio della licenza individuale speciale. Il titolare della licenza individuale speciale è tenuto, ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo n. 261/1999 (recante "Attuazione della direttiva 97/67/CE concernente regole comuni per lo sviluppo del mercato interno dei servizi postali comunitari e per il miglioramento della qualità del servizio"), al pagamento dei seguenti contributi:

a) un contributo a titolo di rimborso delle spese sostenute dal Ministero per l'istruttoria per il rilascio della licenza individuale, e

b) un contributo annuale dovuto per l'attività di controllo e verifica sulla permanenza dei requisiti richiesti per la licenza, relativo al primo anno di decorrenza. Tale diritto dovrà essere versato entro trenta giorni dal ricevimento del provvedimento (artt. 1, comma 6 e 7, comma 1).

Le misure di detti contributi e le modalità di versamento sono stati fissati con il decreto interministeriale del 2 marzo 2018, che ha rivalutato gli importi dei contributi fissati con il decreto del 20 aprile 2000. L'avviso di pubblicazione di tale decreto è stato reso noto con un comunicato del Ministero dello Sviluppo Economico pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 93 del 21 aprile 2018.

Per l'anno 2018, i contributi relativi alle licenze individuali sono fissati come segue:

  1. i contributo per l'istruttoria euro 625,00;
  2. i contributo per le richieste di modifica, estensione, riduzione o variazione euro 124,00;
  3. il contributo per controlli e verifiche della permanenza dei requisiti euro 312,00;

Con lo stesso decreto sono stati fissati anche i contributi per le autorizzazioni generali:

  1. i contributi per l'istruttoria euro 312,00;
  2. i contributi per le richieste di modifica, estensione, riduzione o variazione euro 124,00;
  3. il contributo per controlli e verifiche della permanenza dei requisiti euro 312,00.

Gli operatori titolari sia di licenza individuale che di autorizzazione generale sono tenuti al pagamento di un solo contributo per controlli e verifiche della permanenza dei requisiti.

All'articolo 2 vengono fissati i requisiti richiesti per il rilascio della licenza individuale speciale all'operatore capogruppo per il servizio di notificazione svolto con il medesimo segno distintivo e con una organizzazione unitaria di più operatori postali che siano titolari di licenza individuale rilasciata in base al Regolamento generale.

La licenza speciale, sia in ambito nazionale che regionale, ha una validità non superiore a sei anni, ed è rinnovabile previa richiesta da presentare almeno novanta giorni prima della scadenza (art. 4, comma 1).

Per scaricare il testo del decreto clicca qui.

Per un approfondimento sui contenuti e per scaricare il testo della legge n. 124/2017 clicca qui.

Per scaricare il testo della delibera AGCOM n. 77/2018 clicca qui.

Per accedere alla sezione dedicata del sito del Ministero dello Sviluppo Economico e per scaricare la modulistica necessaria per la richiesta di rilascio della licenza clicca qui.


Fonte: https://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS