Martedì 18 aprile 2017

Bilancio di esercizio - Monitoraggio informatizzato del mancato deposito e attivazione di una procedura di riscontro. Dal Prof. C. Sottoriva una proposta per un miglior coordinamento delle procedure di deposito con la Legge Fallimentare

a cura di: TuttoCamere.it
L'iter formativo del bilancio di esercizio, rigorosamente disciplinato dal Codice Civile, rappresenta un momento fondamentale nella corretta gestione aziendale tenuto conto della rilevanza interna ed esterna delle sintesi contabili annuali da ultimo riformate con il D.Lgs. 139/2015 di attuazione della Direttiva 2013/34/UE.

L'informatizzazione del processo di comunicazione dei dati in formato elettronico e la previsione dell'obbligatorietà del deposito del bilancio secondo la tassonomia XBRL, costituiscono ulteriori elementi caratterizzanti la fase termine dell'iter formativo del bilancio.

Un aspetto ulteriormente migliorabile è costituito da una verifica ex-post che potrebbe essere svolta dal Registro delle Imprese in merito all'effettivo deposito del bilancio di esercizio approvato dall'assemblea dei soci al fine di individuare tempestivamente situazioni di non conformità alla legge avuto riguardo al deposito presso il Registro delle Imprese del bilancio di esercizio.
Ciò tenuto conto dell'ampia platea di soggetti obbligati al deposito.

Il Prof. Claudio Sottoriva (Professore aggregato di Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda presso la Facoltà di Economia dell'Università Cattolica del S. Cuore di Milano) ha avanzato, già dal giugno 2013, una interessante proposta ai fini di un possibile miglioramento del deposito dei bilanci di esercizio delle società al fine di un miglior coordinamento delle attuali procedure per il predetto deposito con la Legge Fallimentare.

La proposta formulata - che vogliamo sottoporre all'attenzione dei Conservatori del Registro delle imprese - prevede, sostanzialmente senza oneri aggiuntivi, un monitoraggio informatizzato del mancato deposito e l'attivazione di una procedura di riscontro del mancato deposito con l'eventuale attivazione di ulteriori passaggi al fine di segnalare situazioni di irregolarità che potrebbero costituire segnali di allerta in merito alla corretta gestione aziendale.

"Ritengo opportuno valutare - scrive il Prof Sottoriva - "l'utilità della seguente proposta che i singoli Registri delle Imprese presso le Camere di Commercio potrebbero attuare senza alcuna modifica della normativa attuale contenuta nel Codice Civile e, sostanzialmente, senza oneri aggiuntivi per il Registro delle Imprese in considerazione del fatto che il mancato deposito del bilancio di esercizio può costituire un indice di anomalia della regolare gestione amministrativo-contabile di una società soggetta agli adempimenti pubblicitari previsti dal Codice Civile. L'obiettivo della proposta di seguito illustrata, è quello di individuare un possibile tempestivo campanello d'allarme sulle condizioni economico-patrimoniali e gestionali-amministrative della società e, conseguentemente, ricorrendone i presupposti di legge, procedere d'ufficio alla nomina di un liquidatore giudiziario o all'avvio dell'istruttoria prefallimentare da parte del Tribunale competente territorialmente".

Per scaricare il testo della proposta avanzata dal Prof. C. Sottoriva clicca qui.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS