Mercoledì 14 giugno 2017

Adempimento collaborativo - Dall'Agenzia delle Entrate le linee guida

a cura di: TuttoCamere.it

L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 26 maggio 2017, Prot. 101573, ha individuato le disposizioni attuative dell'adempimento collaborativo, disciplinato dagli articoli 3 e seguenti del D. Lgs. n. 218/2015 (Disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente, in attuazione degli articoli 5, 6 e 8, comma 2, della legge 11 marzo 2014, n. 23), il cui obiettivo è quello di "promuovere e instaurare un rapporto di fiducia tra Amministrazione finanziaria e contribuente, che miri ad un aumento del livello di certezza sulle questioni fiscali rilevanti".

Tale finalità è perseguita tramite la comunicazione costante e preventiva con il contribuente su elementi di fatto, inclusa l'anticipazione del controllo, finalizzata ad una comune valutazione delle situazioni suscettibili di generare rischi fiscali.
Questo regime innovativo - si legge nel comunicato stampa - comporta l'assunzione di impegni sia per l'Agenzia delle Entrate sia per i contribuenti ammessi, oltre a rispondere ad esigenze di certezza e di stabilità nell'applicazione della norma tributaria e di riduzione del contenzioso.

Il provvedimento fornisce le indicazioni e le linee-guida di un'interlocuzione costante e preventiva tra l'Agenzia delle Entrate e i contribuenti ammessi al regime e declina le competenze per i controlli e per le attività relative al nuovo regime.

Nel corso della prima fase di applicazione, al regime di adempimento collaborativo, sono ammessi esclusivamente:

  • i soggetti residenti e non residenti il cui volume d'affari o ricavi non sia inferiore a dieci miliardi di euro;
  • i soggetti residenti e non residenti con un volume d'affari o ricavi non inferiore a un miliardo di euro, a patto che abbiano presentato istanza di adesione al Progetto Pilota;
  • le imprese che intendono dare esecuzione alla risposta dell'Agenzia fornita a seguito di istanza d'interpello sui nuovi investimenti, indipendentemente dal volume d'affari o di ricavi.

Il provvedimento prevede regole procedimentali specifiche che disciplinano l'interlocuzione "preventiva" con l'Agenzia delle Entrate, per favorire la comunicazione tra contribuenti e Amministrazione. In particolare sono previste modalità ad hoc per la formalizzazione delle posizioni assunte al fine di dar sempre evidenza dell'interlocuzione. Tra queste, la sottoscrizione di un "accordo di adempimento collaborativo", che disciplina il trattamento fiscale delle operazioni, o di un complesso di operazioni, ritenute strategiche dall'impresa, e la redazione, entro il termine di presentazione delle dichiarazioni fiscali, di una "nota di chiusura della procedura", in cui il contribuente e l'ufficio riepilogano e danno atto di tutte le posizioni assunte nel corso delle interlocuzioni, sia sulle fattispecie comunicate dal contribuente sia su quelle approfondite su iniziativa dell'ufficio, esplicitando, per ogni tema o argomento discusso, se il contribuente condivide la posizione dell'ufficio, se su di essa si è formato un "accordo di adempimento collaborativo", oppure se il contribuente non condivide la posizione dell'ufficio.

Per scaricare il testo del provvedimento clicca qui.
Per scaricare il testo del comunicato stampa del 26 maggio 2017 clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS