Lunedì 6 giugno 2011

Accertamento induttivo nullo se la contabilità è “formalmente perfetta” Insufficiente il rinvio a uno scostamento dalle percentuali di ricarico del settore

a cura di: mercurio&partners
In presenza di una contabilità aziendale “formalmente perfetta” il fisco non può
procedere ad accertamento induttivo fondato sulle percentuali di ricarico del
settore di appartenenza.
Lo ha stabilito la Suprema corte di cassazione che, con la sentenza numero
11985 del 31 maggio 2011, ha respinto il ricorso dell’amministrazione finanziaria.
A ricevere l’avviso di accertamento di maggior reddito era stata una srl di Torino.
L’ufficio delle imposte aveva fondato l’atto impositivo sulle percentuali di ricarico
delle medie di settore. Di più. All’azienda l’amministrazione finanziaria aveva
contestato di essere una cartiera ma non era riuscita a provarlo in giudizio.
Contro l’accertamento la società aveva fatto ricorso alla Ctp piemontese e aveva vinto. Poi, la Ctr in appello,
aveva respinto il gravame presentato dall’ufficio. È a questo punto che l’Agenzia delle entrate ha fatto ricorso in
Cassazione ma ha perso definitivamente. La difesa dello Stato, richiamando una giurisprudenza ormai
consolidata che legittima l’accertamento induttivo anche in caso di contabilità regolare, ha chiesto alla sezione
tributaria di bocciare la decisione dei giudici di merito.
Ma i motivi non sono stati accolti. Peggio. Sono stati dichiarati inammissibili. In particolare, frenando su un
orientamento che sembrava ormai diritto vivente, ha messo nero su bianco che “in presenza di scritture
contabili formalmente perfette (come nella specie per l'anno 1995) non è dunque sufficiente, ai fini
dell'accertamento di un maggior reddito d'impresa, il solo rilievo dell'applicazione da parte del contribuente di
una percentuale di ricarico formalmente diversa da quella mediamente riscontrata nel settore di appartenenza,
posto che le medie di settore non costituiscono un fatto noto, storicamente provato, dal quale argomentare, con
giudizio critico, il fatto ignoto da provare, ma soltanto il risultato di una estrapolazione statistica di dati”.
Debora Alberici

Fonte: cassazione.net
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS