Ulteriora mirari, praesentia sequi

La notifica postale diretta è valida anche per l'accertamento esecutivo

Mercoledì 13/09/2017, a cura di FiscoOggi


L'equiparazione delle modalità di recapito di tale particolare tipo di atto a quelle previste per gli altri è rintracciabile sia nelle disposizioni normative sia nei documenti di prassi.

La notificazione dell'accertamento "esecutivo" può essere legittimamente eseguita dall'ufficio in via diretta a mezzo del servizio postale, modalità che concerne in generale tutti gli atti tributari. Così ha concluso la sezione 2 della Commissione tributaria regionale del Piemonte, nella sentenza n. 1138 del 17 luglio 2017, che conferma quindi l'interpretazione già rinvenibile in altre pronunce delle Commissioni tributarie.

Fonte: http://www.fiscooggi.it
Le ultime news
Venerdì 22/09
Si profila una revisione delle commissioni bancarie per i pagamenti effettuati tramite POS. Il...
 
Venerdì 22/09
L'Unione nazionale dei giudici di pace e le altre associazioni di categoria hanno annunciato l'ennesimo...
 
altre notizie »
 

Studio Dott. Antonello Gentile

Via Giuseppe Tommasi, 25 - 87100 Cosenza (CS)

Tel: 098435081 - Fax: 0984483792

Email: a.gentile@studiogentile.it

P.IVA: 01523620787