Mercoledì 21 novembre 2018

Vizio di notifica delle cartelle: iscrizione ipotecaria nulla

a cura di: Dott. Attilio Romano

L'iscrizione ipotecaria va annullata se Agenzia Entrate - Riscossione non dimostra il regolare perfezionamento della notificazione delle cartelle presupposte al contestato atto cautelare.

Così si è espressa C.T.R. Sardegna, nella sentenza n. 337/4/208, depositata il 17.04.18.

Iter processuale
Nel mese di gennaio 2008, il Concessionario della riscossione notificava una iscrizione ipotecaria ad un contribuente per omesso pagamento di ruoli tributari. Il contribuente presentava ricorso, alla commissione tributaria provinciale di Cagliari, avverso l'atto cautelare contestando violazione e falsa applicazione dell'art. 26, D.P.R n. 600/73, vale a dire omessa prova della rituale notifica delle cartelle di pagamento sottese all'iscrizione. In sede di udienza il Concessionario resistente depositava le copie delle relate di notifica. La C.T.P. di Cagliari respingeva le doglianze di parte che proponeva appello ai Giudici di seconda istanza.

La decisione 
Secondo l'interpretazione dei giudici regionali, l'iscrizione ipotecaria doveva essere dichiarata nulla. Ciò in quanto, il concessionario della riscossione non aveva assolto adeguatamente al proprio onere probatorio. Difatti, dall'esame delle relate di notifica emergeva che:

  • alcune di esse recavano indirizzo incompleto;
  • altre riportavano indirizzi che non combaciavano con l'indirizzo di residenza del contribuente;
  • altre risultavano prive di sottoscrizione del consegnatario. 

I Giudici di seconde cure hanno quindi ribadito un principio assodato in giurisprudenza secondo cui è onere del creditore procedente, in sede di specifica opposizione, provare l'esistenza del titolo esecutivo, la sua idoneità nei confronti del debitore esecutato e dei beni oggetto di comunicazione di iscrizione ipotecaria, nonché la regolarità del procedimento di notifica ai sensi dell'art. 26, D.P.R. n. 602/73. Precisa la sentenza che "...la prova dell'avvenuta notificazione si realizza infatti mediante produzione della relata di notifica che deve contenere tutti gli elementi probanti ivi previsti...".

Suggerimenti per i contribuenti
L'arresto giurisprudenziale offerto da C.T.R. Sardegna n. 337/18, offre lo spunto a coloro che ricevono iscrizioni ipotecarie di verificare la rituale notifica delle cartelle presupposte, chiedendo in sede contenziosa all'Agente della Riscossione di provare sia l'esistenza delle iscrizioni a ruolo, sia l'avvenuta notifica.
In allegato al presente articolo è stata predisposta una bozza di ricorso che eccepisce, tra l'altro, anche altri vizi formali dell'atto amministrativo che potrebbero indurre i collegi giudicanti a dichiarare, in diritto, l'illegittimità della misura cautelare sull'immobile. A sostegno delle tesi difensive sono citati numerosi apporti della giurisprudenza di legittimità e delle corti di merito. All'interno dell'elaborato sono state aggiunti - a fini meramente indicativi - specifici "stralci" dell'atto impugnato (ovvero modulistica dell'Agente della riscossione).

AUTORE:

Dott. Attilio Romano

Fiscalista e pubblicista tributario
Dottore commercialista, revisore legale e pubblicista svolge attività professionale nel settore della consulenza fiscale, tributaria e societaria. E' componente di collegi sindacali di S.p.A e S.r.l. Partecipante...
al Master Tributario IPSOA anno 1991-1992, fa parte del Comitato di Redazione della Rivista dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Siracusa.
Socio A.N.T.I. dal 2011, è autore, dal 1999, di pubblicazioni e studi in materia tributi e società.
Collabora con Quotidiani (Italia Oggi, Il Sole 24 Ore "Le Guide +") Riviste specializzate (Il Bollettino Tributario, il fisco, Corriere Tributario, Consulenza, La Settimana Fiscale, Ratio, eccetera) e network (Euroconference, Il Commercialista telematico, La lente sul fisco).
DOCUMENTI CORRELATI:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Iscriviti gratuitamente alla Newsletter di AteneoWeb