Risoluzione Agenzia Entrate n.63 del 09.10.2013

 

Interpello Articolo 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 IVA - Operazioni non imponibili - Norme di un Trattato internazionale


ALFA ha presentato unistanza di interpello con cui ha chiesto chiarimenti in merito al trattamento tributario ai fini IVA della fattispecie di seguito esposta.
Quesito

Con la legge 14 maggio 2010, n. 84 (pubbl. in Gazz. Uff. n. 134 del 11 giugno 2010) stato ratificato il Trattato istitutivo della Forza di gendarmeria europea (EUROGENDFOR), entrato in vigore il 1 giugno 2012.
Il Quartier Generale della Forza di Gendarmeria Europea (EGF) ubicato in Vicenza, presso il "Center of Excellence for Stability Police Units (CoESPU) e, secondo quanto stabilito dalla Direttiva tecnica per il supporto in favore del Quartier Generale (QG), i Membri dello Stato Maggiore dellEGF devono essere sostenuti logisticamente ed amministrativamente dalla nazione ospitante, per il tramite del CoESPU.
Tale supporto, in particolare, consiste nellacquisto di beni, fornitura di servizi ed esecuzione di attivit logistiche, i cui oneri, ai sensi dellarticolo 9 dellAccordo Tecnico Finanziario (allegato 3), dovranno essere imputati nelle categorie dei costi comuni, dei costi a carico della nazione ospitante e dei costi nazionali, nonché nellanticipo dei costi comuni o degli altri costi che saranno successivamente rimborsati dalle altre nazioni.
Con precedente istanza di interpello sono stati chiesti chiarimenti in ordine allarticolo 19, comma 2, del Trattato istitutivo, in base al quale "Gli acquisti di beni o servizi di consistente importo da parte di EUROGENDFOR per uso ufficiale sono esenti dall'imposta sul volume d'affari e da altre forme di tassazione indiretta.

Con parere n. 954-147875 dell8 novembre 2012, lAgenzia delle entrate ha ritenuto che gli oneri imputati ai costi per lacquisto di beni e servizi di cui allarticolo 19, comma 2, del Trattato, sostenuti dal CoESPU in nome e per conto di EUROGENDFOR, risultanti quindi da fatture a questa intestate, possano beneficiare del regime di non imponibilit, similmente a quanto previsto dallarticolo 72 del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633. Ha affermato, inoltre, che il limite per definire "consistente limporto ai fini dellapplicabilit del citato articolo 19 del Trattato possa essere mutuato dallo stesso articolo 72, comma 2, del d.P.R. n. 633 del 1972 ed individuato nella somma di euro 300,00 (trecento).
Con la presente richiesta listante evidenzia che larticolo 20 del medesimo Trattato dispone analoghi benefici per gli acquisti "di importo consistente effettuati dal personale di EUROGENDFOR in forza al Quartier Generale Permanente e, a tali fini, "il membro del personale interessato dovr presentare una domanda alle autorit dello Stato ospitante entro un anno dalla data del suo primo ingresso. Chiede, pertanto:
a) se i chiarimenti resi con la nota sopra richiamata possano estendersi anche ai benefici di carattere individuale, disciplinati dallarticolo 20 del Trattato Istitutivo, per importi consistenti, e quindi, superiori a trecento euro;
b) se sia necessario provvedere alla compilazione a cura del personale e, per gli aspetti di competenza, da parte degli uffici di EUROGENDFOR, di un prospetto nel quale siano elencati (analiticamente ed esaustivamente) i beni oggetto dellacquisto;
c) se vi sia un vincolo temporale prima del quale il personale, senza pregiudizio alcuno, non possa cedere sul libero mercato, sia a titolo gratuito, sia oneroso, i beni acquistati in regime agevolato.

 

Soluzione prospettata

A parere di ALFA, gli acquisti effettuati dal personale di EUROGENDFOR, di cui allarticolo 20 del Trattato, superiori ad € 300,00 devono essere considerati non imponibili ai fini IVA, conformemente a quanto stabilito dallarticolo 72 del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633.
Al fine di poter usufruire della non imponibilit, listante propone di far compilare al personale, al momento dellacquisto, un apposito documento (fac simile allegato 3 allistanza) con il quale lo stesso:
dichiarer i beni per i quali desidera usufruire del beneficio in questione;
dichiarer che tali beni soddisfano i requisiti citati nellarticolo 20 del T.I..
Tale documento, sottoscritto in duplice copia, sar trattenuto dal fornitore e dagli uffici del PHQ di EGF o dal CoESPU, che, a loro volta, dovranno dichiarare (compilando uno specifico campo del modello allegato) che il personale richiedente presta servizio effettivo presso EGF.
Listante ritiene, infine, che leventuale cessione, onerosa o gratuita, dei beni acquistati in regime di non imponibilit ai fini IVA non sia soggetta ad alcun vincolo temporale minimo dalla data di acquisto.

 

Parere dellAgenzia delle Entrate

Con la nota n. 954-147875 dell8 novembre 2012 questo Ufficio ha esaminato larticolo 19 del Trattato istitutivo della Forza di gendarmeria europea (EUROGENDFOR), in tema di "Tributi e diritti doganali, il quale dispone che:
"1. Se utilizzati per ragioni d'istituto, i beni, i redditi e le altre propriet appartenenti ad EUROGENDFOR sono esenti da qualsiasi forma di tassazione diretta.

2. Gli acquisti di beni o servizi di consistente importo da parte di EUROGENDFOR per uso ufficiale sono esenti dall'imposta sul volume d'affari e da altre forme di tassazione indiretta.

3. L'importazione di beni e merci destinati ad uso ufficiale da parte di EUROGENDFOR esente dal pagamento dei dazi doganali e da altre forme di tassazione indiretta.

4. I veicoli di EUROGENDFOR destinati ad uso ufficiale sono esenti da tasse di immatricolazione ed automobilistiche.

5. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 non si applicano alle Forze EGF.

6. Gli acquisti e le importazioni di carburanti e lubrificanti necessari per gli usi ufficiali di EUROGENDFOR sono esenti da dazi doganali e da altre imposte indirette. Tale esenzione non si applica agli acquisti ed alle importazioni effettuati dalle Forze EGF nel loro territorio.

7. I beni e le merci acquistati o importati, in regime di esenzione fiscale o per cui previsto il rimborso ai sensi delle disposizioni del presente articolo, possono essere soltanto ceduti o posti a disposizione di una parte terza, a titolo gratuito o dietro pagamento, secondo le condizioni stabilite dalla Parte che ha concesso l'esenzione o il rimborso.

8. In ogni caso, EUROGENDFOR non ha diritto ad alcuna esenzione da tasse e diritti che costituiscono il corrispettivo dei servizi di pubblica utilit.

9. Non pu essere concessa alcuna esenzione dal pagamento di tasse o diritti di qualsiasi natura per la fornitura di materiali ed equipaggiamenti militari.

Larticolo 20 del Trattato istitutivo della Forza di gendarmeria europea (EUROGENDFOR), in tema di "Privilegi individuali stabilisce, a sua volta, che:
"1. Il personale di EUROGENDFOR di cui allarticolo 3, lettera c), che non risieda stabilmente nello Stato ospitante, né sia un cittadino dello stesso, pu, al momento del primo ingresso per assumere servizio in detto Stato - entro un anno dalla data dellarrivo e per un massimo di due spedizioni - importare dallo Stato dellultima residenza o dallo Stato di appartenenza i suoi effetti personali e le sue masserizie, incluso un veicolo a motore, in regime di esenzione doganale e senza versare altre imposte indirette, o acquistare tali articoli di importo consistente nello Stato ospitante in esenzione dallimposta sul volume daffari.

2. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicheranno soltanto ad un membro del personale la cui assegnazione abbia la durata di almeno un anno.

3. Ai fini dellapplicazione delle disposizioni del presente articolo, il membro del personale interessato dovr presentare una domanda alle autorit dello Stato ospitante entro un anno dalla data del suo primo ingresso.

4. l beni che sono importati in regime di esenzione ai sensi del comma 1 possono essere riesportati liberamente.

5. I veicoli a motore di cui al comma 1 e quelli registrati in un altro Stato membro dellUE, per un massimo di un veicolo per ciascun membro del personale di cui sopra, sono esenti da tasse di immatricolazione ed automobilistiche, durante il periodo trascorso nello Stato ospitante..

Ai sensi dellarticolo 3, lettera c) del Trattato, lespressione "Personale del QG Permanente indica i membri di una forza di polizia a statuto militare assegnati dalle Parti al QG Permanente, come pure un numero limitato di personale civile designato dalle Parti, per supportare stabilmente il funzionamento del QG Permanente con compiti di consulenza o di assistenza.

Il Quartier Generale Permanente (Permanent HeadQuarters - PHQ) della Forza di Gendarmeria Europea comprende il Comandante (CDR), il Vice Comandante (DCDR), il Capo di Stato Maggiore (CoS) e tre branche funzionali, Operazioni, Piani e Logistica, sotto la direzione di altrettanti Assistenti del Capo di Stato Maggiore (AcoS) e ha una forza organica di 36 militari, che pu essere rinforzato fino a 50 persone in caso di operazione o esercitazione.
Tanto premesso, come gi evidenziato nella risposta al precedente interpello (nota n. 954-147875 dell8 novembre 2012), le disposizioni sopra citate devono essere intese in senso atecnico, in quanto esprimono la volont di non assoggettare ad alcuna forma di imposizione, diretta o indiretta, gli acquisti direttamente riferibili ad EUROGENDFOR (cfr. articolo 19), nonché, al verificarsi di determinate condizioni (cfr. articolo 20), anche quelli effettuati dal personale in forza al PHQ.
Infatti, sebbene non sia possibile effettuare un rinvio puntuale alle disposizioni di cui allarticolo 72 del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 - recante disposizioni in merito al regime di non imponibilit ai fini IVA applicabile agli acquisiti di beni e servizi effettuati nel territorio dello Stato da parte di organismi internazionali e comunitari ivi elencati (tra i quali non letteralmente riconducibile lEUROGENDFOR e/o il suo personale) - tuttavia la fattispecie contemplata dalle norme del Trattato istitutivo sembra avere diversi elementi in comune con la disposizione fiscale sopra richiamata.
Larticolo 72 del dPR n. 633 del 1972 dispone, infatti, che: "1. Agli effetti dellimposta, le seguenti operazioni sono non imponibili e sono equiparate a quelle di cui agli articoli 8, 8-bis e 9:

omissis

b) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti dei comandi militari degli Stati membri, dei quartieri generali militari internazionali e degli organismi sussidiari, installati in esecuzione del Trattato del Nord Atlantico, nellesercizio delle proprie funzioni istituzionali, nonché allamministrazione della difesa qualora agisca per conto dellorganizzazione istituita con il medesimo Trattato;

omissis
d) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti dellOrganizzazione delle Nazioni Unite e delle sue istituzioni specializzate nellesercizio delle proprie funzioni istituzionali;

omissis

f) le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti degli organismi internazionali riconosciuti, diversi da quelli di cui alla lettera c), nonché dei membri di tali organismi, alle condizioni e nei limiti fissati dalle convenzioni internazionali che istituiscono tali organismi o dagli accordi di sede.

2. Le disposizioni di cui al comma 1 trovano applicazione per gli enti ivi indicati alle lettere a), c), d) ed e) se le cessioni di beni e le prestazioni di servizi sono di importo superiore ad euro 300 (omissis)

3. Le previsioni contenute in trattati e accordi internazionali relative alle imposte sulla cifra di affari si riferiscono allimposta sul valore aggiunto..

Al riguardo si osserva che, in base a quanto emerge dalle norme del Trattato e della Dichiarazione dintenti, lEUROGENDFOR un organismo militare internazionale; in particolare, la Forza di Gendarmeria Europea (EGF) uniniziativa multinazionale di cinque Paesi Membri dellUnione Europea:
Francia, Italia, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna, ai quali si aggiunta la Romania nel 2008; costituita per Trattato, come una forza "Operativa pre-organizzata, robusta e a reazione rapida, con lo scopo di rafforzare le capacit
di gestione delle crisi internazionali e contribuire alla Politica di Difesa e Sicurezza Comune europea. La Forza, messa a disposizione dellUnione europea, pu anche operare in favore dellONU, della NATO, dellOSCE o di altri Organismi e coalizioni internazionali. Inoltre, il Trattato internazionale - nel
quale sono contemplate le disposizioni di esonero di cui si discute (articolo 19 e 20) - stato ratificato nel nostro ordinamento con legge 10 maggio 2010, n. 84.
Pertanto - ferma restando la competenza degli uffici doganali in merito al riconoscimento delle agevolazioni previste ai fini doganali - si ritiene che le disposizioni di cui allarticolo 19 e 20 del Trattato consentano lapplicazione del regime di non imponibilit - similmente a quanto previsto dallarticolo 72 del dPR n 633 del 1972 - agli acquisti di consistente importo di beni e servizi effettuati da parte di EUROGENDFOR per uso ufficiale (ossia sostenuti dal CoESPU in nome e per conto di EUROGENDFOR e risultanti da fatture a questa intestate), nonché agli acquisti di consistente importo effettuati dal personale in forza al QG Permanente, alle condizioni indicate nellarticolo 20 del Trattato.
In entrambi i casi, il limite per definire "consistente limporto ai fini
dellapplicabilit del citato articolo 20 del Trattato pu essere mutuato dallarticolo 72, comma 2, del DPR 26 ottobre 1972, n. 633 ed individuato nella somma di euro 300,00 (trecento).
Per quanto concerne le modalit con le quali il personale interessato pu usufruire del beneficio in esame, il citato articolo 20 stabilisce, al comma 3, che "Ai fini dellapplicazione delle disposizioni del presente articolo, il membro del personale interessato dovr presentare una domanda alle autorit dello Stato ospitante entro un anno dalla data del suo primo ingresso.

Al riguardo, sembra condivisibile la soluzione proposta di considerare applicabile il regime di non imponibilit laddove lacquirente presenti copia dellistanza allegata alla presente nota - in precedenza inoltrata ai competenti uffici del PHQ di EGF o del CoESPU per il visto - dalla quale risultino dettagliatamente i beni per i quali si richiede il beneficio in questione e che tali
beni soddisfano i requisiti indicati nellarticolo 20 del Trattato Istitutivo. In particolare, il documento, sottoscritto in duplice copia, dovr essere integrato dai competenti uffici del PHQ di EGF o dal CoESPU con lattestazione che il soggetto richiedente appartiene al personale di cui allarticolo 3, lettera c) del Trattato, in servizio effettivo presso il PHQ di EGF, e che, quindi, lo stesso in possesso di tutti i requisiti, soggettivi e temporali, per beneficiare
dellagevolazione di cui allarticolo 20 del Trattato medesimo.
Ad integrazione della citata nota n. 954-147875 dell8 novembre 2012, al fine di esonerare il fornitore da ogni responsabilit, si precisa che analogo modello dovr essere compilato in duplice copia dal CoESPU anche in relazione
agli acquisti di cui allarticolo 19 del Trattato, con lindicazione dettagliata dei beni per i quali si richiede il beneficio e lattestazione che gli stessi soddisfano i requisiti per beneficiare dellagevolazione di cui allarticolo 19 del Trattato
medesimo.
Una copia della dichiarazione, debitamente compilata e sottoscritta dallautorit competente, sar trattenuta dal fornitore dei beni e servizi di importo superiore a trecento euro, che potr cos emettere fattura in regime di non imponibilit, con lindicazione della norma di cui allarticolo 19 o 20 del Trattato istitutivo, mentre una copia sar conservata dagli uffici del PHQ di EGF o dal CoESPU.
Infine, in merito alla possibilit per il personale di cedere successivamente, a titolo oneroso o gratuito, i beni acquistati in regime di non imponibilit, non si ravvisano, da un punto di vista fiscale, limitazioni temporali al riguardo.

 

 

Allegato: MODELLO PER LA RICHIESTA DI ESENZIONE IVA



Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS