Risoluzione Agenzia Entrate n.49 del 11.07.2013

 

Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia regime fiscale dei rimborsi spese art. 25 del DPR n. 600 del 1973


ESPOSIZIONE DEL QUESITO


LIstituto Italiano di Tecnologia stato istituito dallart. 4 del decretolegge 30 settembre 2003, n. 269, con lo scopo di promuovere lo sviluppo
tecnologico del Paese e lalta formazione tecnologica. A tal fine, lIstituto instaura rapporti con organismi omologhi in Italia e assicura lapporto di ricercatori italiani e stranieri operanti presso istituti esteri di eccellenza.
Nellambito delle proprie attivit, lIstituto invita docenti e ricercatori di altre istituzioni scientifiche a visitare i propri laboratori e a svolgere seminari scientifici (c.d. invited speakers), favorendo la divulgazione e lo scambio reciproco delle conoscenze.
LIstituto non corrisponde ai docenti e ricercatori, che in genere non svolgono attivit di lavoro autonomo abituale, alcun compenso a titolo personale, limitandosi al solo rimborso delle spese sostenute (viaggio, vitto e alloggio) o al sostenimento diretto delle stesse.
Ci evidenziato, lIstituto chiede di sapere se debba applicare la ritenuta alla fonte prevista dallart. 25 del DPR n. 600 del 1973 nellipotesi di rimborso analitico delle spese ai docenti e ricercatori e nellipotesi di spese prepagate.

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE


LIstituto ritiene di non dover applicare la ritenuta alla fonte, in quanto il reddito imponibile, data la coincidenza tra compenso e spese, risulterebbe pari a zero.

PARERE DELLAGENZIA DELLE ENTRATE


Si premette che il trattamento tributario dei rimborsi spese varia in relazione alla natura del rapporto in base al quale sono svolte, presso lIstituto, le varie attivit dei docenti e dei ricercatori appartenenti alle altre istituzioni scientifiche.
Tra queste attivit, listanza di interpello pone lattenzione in particolare sullo svolgimento di seminari da parte di docenti e di ricercatori (c.d. invited speakers), cui lIstituto rimborsa, o anticipa direttamente, le spese per la partecipazione ai seminari stessi. Nellistanza altres precisato che gli invited speakers non svolgono, in genere, attivit di lavoro autonomo abituale.
Sul punto si precisa che le norme sostanziali relative alla determinazione del reddito di lavoro autonomo e del reddito di lavoro autonomo non esercitato abitualmente fanno rientrare nella nozione di compenso anche le somme che il lavoratore autonomo riaddebita al committente per il ristoro delle spese sostenute per lespletamento dellincarico (cfr. circolare n. 1 del 1973, risoluzione n. 20 del 1998, circolare n. 58 del 2001, risoluzione n. 69 del 2003).
Lart. 54, comma 1, del TUIR prevede, infatti, che "Il reddito derivante dallesercizio di arti e professioni costituito dalla differenza tra lammontare dei compensi in denaro o in natura percepiti nel periodo di imposta, anche sotto forma di partecipazione agli utili, e quello delle spese sostenute nel periodo stesso nellesercizio dellarte o della professione, , e, per i redditi di lavoro autonomo occasionale, lart. 71, comma 2, del TUIR, stabilisce che questi "sono costituiti dalla differenza tra lammontare percepito nel periodo dimposta e le spese specificamente inerenti alla loro produzione.

La determinazione del reddito di lavoro autonomo differisce, tuttavia, da quella del reddito di lavoro autonomo non esercitato abitualmente per il diverso criterio di imputazione delle spese sostenute per lespletamento dellincarico.
In particolare, mentre i redditi di lavoro autonomo abituale sono costituiti dalla differenza tra i compensi percepiti nel periodo dimposta e le spese inerenti allesercizio dellarte o professione effettivamente sostenute nel periodo stesso, senza, quindi, prevedere un collegamento tra compenso e spesa sostenuta per conseguirlo, i redditi di lavoro autonomo non abituale sono determinati, proprio in ragione della loro occasionalit, tenendo conto del collegamento specifico tra compenso e spesa sostenuta per conseguirlo, in quanto deducibile nel periodo di imposta in cui sono percepiti i compensi cui dette spese si riferiscono in modo specifico.
Ne consegue che, nellipotesi di prestazioni di lavoro autonomo occasionale per il cui svolgimento previsto solamente il rimborso delle spese strettamente necessarie per lesecuzione della prestazione stessa o lanticipo delle stesse da parte del committente, si genera un reddito diverso, derivante dal lavoro autonomo occasionale, pari a zero, anche se le spese sono sostenute in un diverso periodo dimposta.
In unottica di semplificazione, per evitare che lIstituto sia gravato dallobbligo di effettuare e versare la ritenuta alla fonte in ipotesi di attivit occasionali di carattere sostanzialmente gratuito, in quanto il compenso pari alle spese sostenute, la scrivente ritiene possibile per lIstituto non assoggettare alla ritenuta alla fonte di cui allart. 25 del DPR n. 600 del 1973 i rimborsi spese di viaggio, vitto, e alloggio, nellipotesi in cui le spese stesse siano solamente quelle strettamente necessarie per lo svolgimento dei seminari, previa acquisizione dei titoli certificativi delle spese. Detta soluzione, alle medesime condizioni, trova applicazione anche nellipotesi in cui le spese siano direttamente sostenute dallIstituto.
La suddetta semplificazione opera anche per il percipiente, che non tenuto a riportare dette somme e le corrispondenti spese nella dichiarazione dei redditi.
Naturalmente, quanto precede vale anche nel caso in cui gli invited speakers siano soggetti fiscalmente non residenti nel territorio dello Stato.
Detta semplificazione, invece, non applicabile quando il compenso, anche nella forma di spese rimborsate o anticipate dal committente, eccede le spese strettamente necessarie per lo svolgimento dellattivit occasionale, facendo venir meno il carattere sostanzialmente gratuito dellattivit stessa. In tal caso, lintero importo erogato dal committente costituir reddito di lavoro autonomo occasionale assoggettabile a ritenuta, ai sensi del citato art. 25 del D.P.R n. 600 del 1973.
In ogni caso, rimane ferma la rilevanza dei costi per il committente, anche ai fini dellimposta regionale sulle attivit produttive di cui al decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali