Risoluzione Agenzia Entrate n.13 del 10.02.2015

 

Istituzione dei codici tributo per lutilizzo in compensazione, tramite il modello F24, delle somme rimborsate ai percipienti e delle eccedenze di versamento di ritenute e di imposte sostitutive, di cui allarticolo 15, comma 1, lett. a) e b) del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Chiusura a credito di codici vigenti e istruzioni operative

 

Il decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, concernente "Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata, allarticolo 15, comma 1, stabilisce che "Al fine di favorire la trasparenza e semplificare le operazioni poste in essere dai sostituti d'imposta, a decorrere dal 1 gennaio 2015:

a) le somme rimborsate ai percipienti sulla base dei prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi e dei risultati contabili trasmessi dai CAF e dai professionisti abilitati sono compensate dai sostituti d'imposta esclusivamente con le modalit di cui all'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, nel mese successivo a quello in cui stato effettuato il rimborso, nei limiti previsti dall'articolo 37, comma 4, dello stesso decreto legislativo n. 241 del 1997. Dette somme non concorrono alla determinazione del limite di cui all'articolo 34, comma 1, della legge 23 dicembre 2000, n. 388;

b) in deroga a quanto previsto dall'articolo 17, comma 1, del decreto legislativo n. 241 del 1997 le eccedenze di versamento di ritenute e di imposte sostitutive sono scomputate dai successivi versamenti esclusivamente con le modalit di cui all'articolo 17 del citato decreto legislativo n. 241 del 1997. Dette somme non concorrono alla determinazione del limite di cui all'articolo 34, comma 1, della legge n. 388 del 2000 fermo restando quanto previsto dall'articolo 1, commi da 2 a 6, del decreto del Presidente della Repubblica 10 novembre 1997, n. 445; ().

Per consentire ai sostituti dimposta di compensare, mediante il modello F24, le somme rimborsate ai percipienti, ai sensi dellarticolo 15, comma 1, lett. a), del decreto legislativo n. 175 del 2014, si istituiscono i seguenti codici tributo:
  • "1631 denominato "Somme a titolo di imposte erariali rimborsate dal sostituto dimposta a seguito di assistenza fiscale - art. 15, comma 1, lett. a), D.Lgs. n. 175/2014;
  • "3796 denominato "Somme a titolo di addizionale regionale allIRPEF rimborsate dal sostituto dimposta a seguito di assistenza fiscale - art. 15, comma 1, lett. a), D.Lgs. n. 175/2014;
  • "3797 denominato "Somme a titolo di addizionale comunale allIRPEF rimborsate dal sostituto dimposta a seguito di assistenza fiscale - art. 15, comma 1, lett. a), D.Lgs. n. 175/2014.

In sede di compilazione del modello F24:
- il codice tributo 1631 esposto nella sezione "Erario, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati;
- il codice tributo 3796 esposto nella sezione "Regioni, contestualmente al codice regione desumibile dalla "Tabella T0 Codici delle Regioni e delle Province Autonome pubblicata sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati;
- il codice tributo 3797 esposto nella sezione "Imu e altri tributi locali, indicando nella colonna "Codice ente/codice comune, il codice catastale identificativo del comune di riferimento desumibile dalla "Tabella dei Codici Catastali dei Comuni pubblicata sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati.
Per i suddetti codici tributo il campo "anno di riferimento valorizzato con lanno dimposta cui si riferiscono le somme rimborsate.
Considerata listituzione dei nuovi codici tributo utilizzabili per il recupero delle somme rimborsate ai percipienti, in unottica di semplificazione degli adempimenti a carico dei sostituti dimposta, i seguenti codici tributo non sono pi utilizzabili a credito:
  • "4731 denominato "IRPEF a saldo trattenuta dal sostituto d'imposta;
  • "3803 denominato "Addizionale regionale all'IRPEF trattenuta dal sostituto d'imposta a seguito di assistenza fiscale;
  • "3846 denominato "Addizionale comunale all'IRPEF trattenuta dal sostituto d'imposta - mod. 730 - saldo.
In sede di compilazione del modello F24 i suddetti codici tributo sono riportati esclusivamente nella colonna "importi a debito versati, ferme restando le ulteriori istruzioni previste in sede di istituzione dei codici in parola.
Si evidenzia che i codici tributo 4331, 4631, 4931 e 4932, di cui alla risoluzione n. 92 dell8 giugno 1999, continuano ad essere utilizzati per le fattispecie ivi descritte.
Per consentire ai sostituti dimposta di compensare, mediante il modello F24, le eccedenze di versamento di ritenute e di imposte sostitutive dai successivi versamenti, ai sensi dellarticolo 15, comma 1, lett. b), del decreto legislativo n. 175 del 2014, nonché le somme restituite in sede di conguaglio di fine anno o per cessazione del rapporto di lavoro, si istituiscono i seguenti codici tributo:
  • "1627 denominato "Eccedenza di versamenti di ritenute da lavoro dipendente e assimilati - art. 15, c. 1, lett. b) D.Lgs. n. 175/2014;
  • "1628 denominato "Eccedenza di versamenti di ritenute da lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi - art. 15, c. 1, lett. b) D.Lgs. n. 175/2014;
  • "1629 denominato "Eccedenza di versamenti di ritenute su redditi di capitale e di imposte sostitutive su redditi di capitale e redditi diversi - art. 15, c. 1, lett. b) D.Lgs. n. 175/2014;
  • "1669 denominato "Eccedenza di versamenti di addizionale regionale allIRPEF trattenuta dal sostituto dimposta - art. 15, c. 1, lett. b) D.Lgs. n. 175/2014;
  • "1671 denominato "Eccedenza di versamenti di addizionale comunale allIRPEF trattenuta dal sostituto dimposta - art. 15, c. 1, lett. b)D.Lgs. n. 175/2014.
In sede di compilazione del modello F24 i codici tributo 1627, 1628 e 1629 sono esposti nella sezione "Erario, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati.
Il codice tributo 1669 esposto nella sezione "Regioni, contestualmente al codice regione desumibile dalla "Tabella T0 codici delle Regioni e delle Province autonome pubblicata sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati.

Il codice tributo 1671 esposto nella sezione "Imu e altri tributi locali indicando, nella colonna "Codice ente/codice comune, il codice catastale identificativo del comune di riferimento, desumibile dalla "Tabella dei Codici Catastali dei Comuni pubblicata sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna"importi a credito compensati.

Per i suddetti codici tributo il campo "anno di riferimento valorizzato con lanno dimposta cui si riferisce il versamento in eccesso, nel formato "AAAA.
Si evidenzia che i codici tributo 1304, 1614, 1962 e 1963, istituiti con risoluzione n. 92 dell8 giugno 1999, continuano ad essere utilizzati per le fattispecie ivi descritte.
Resta fermo, inoltre, lutilizzo dei codici tributo 6781, 6782 e 6783 per la compensazione delleccedenza risultante dalla dichiarazione del sostituto dimposta, istituiti con risoluzione n. 9/E del 18 gennaio 2005.
Per consentire ai sostituti dimposta di compensare, mediante il modello F24, il credito per famiglie numerose e per canoni di locazione riconosciuti dagli stessi sostituti, nonché il credito dimposta per le ritenute IRPEF sulle retribuzioni corrisposte dalle imprese che usufruiscono dei benefici di cui allarticolo 4, comma 1, del decreto legge 30 dicembre 1997, n. 457, si istituiscono i seguenti codici tributo:
  • "1632 denominato "Credito per famiglie numerose riconosciuto dal sostituto dimposta di cui allart. 12, c. 3, del TUIR;
  • "1633 denominato "Credito per canoni di locazione riconosciuto dal sostituto dimposta di cui allart. 16, c. 1-sexies, del TUIR;
  • "1634 denominato "Credito dimposta per ritenute IRPEF su retribuzioni e compensi al personale di cui allart. 4, c. 1, D.L. n. 457/1997.
In sede di compilazione del modello F24 i suddetti codici tributo sono esposti nella sezione "Erario, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna "importi a credito compensati, con lindicazione nel campo "anno di riferimento dellanno dimposta cui si riferisce il credito.
Considerata listituzione dei nuovi codici tributo utilizzabili per il recupero delle eccedenze di versamento di ritenute e di imposte sostitutive, in unottica di semplificazione degli adempimenti a carico dei sostituti dimposta, i seguenti codici tributo non sono pi utilizzabili a credito:

Codice tributo Descrizione codice
1102 IMPOSTA SOSTITUTIVA SU PLUSVALENZE PER CESSIONE A TITOLO ONEROSO DI PARTECIPAZIONI DA PARTE DEGLI INTERMEDIARI
1103 IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI RISULTATI DA GESTIONE PATRIMONIALE
1680 RITENUTE OPERATE SUI CAPITALI CORRISPOSTI IN DIPENDENZA DI ASSICURAZIONE SULLA VITA
1706 RITENUTA SUI TITOLI ATIPICI EMESSI DA SOGGETTI RESIDENTI
1707 RITENUTA SUI TITOLI ATIPICI EMESSI DA SOGGETTI NON RESIDENTI
1710 IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI REDDITI DI CUI ALL'ARTICOLO 41 COMMA 1 LETTERA G) QUATER DEL T.U.IMPOSTE SUI REDDITI
1711 IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI REDDITI DI CUI ALL'ARTICOLO 41 COMMA 1 LETTERA G) QUINQUIES DEL T.U. IMPOSTE SUI REDDITI

Codice tributo Descrizione codice
1713
SALDO DELL'IMPOSTA SOSTITUTIVA SUI REDDITI DERIVANTI DALLE RIVALUTAZIONI DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO VERSATA DAL SOSTITUTO DIMPOSTA
3802
ADDIZIONALE REGIONALE ALL'IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE SOSTITUTI DIMPOSTA
3848
ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF TRATTE
8111 IMPOSTA DI BOLLO SPECIALE DI CUI ALL'ARTICOLO 19, COMMA 6, D.L. 201/2011
8112
IMPOSTA STRAORDINARIA DI CUI ALL'ARTICOLO 19, COMMA 12, D.L. 201/2011
In sede di compilazione del modello F24 i suddetti codici tributo sono riportati esclusivamente nella colonna "importi a debito versati, ferme restando le ulteriori istruzioni previste in sede di istituzione dei codici in parola.
Le suddette modalit di recupero e i relativi codici tributo sono adottati anche dai sostituti dimposta tenuti allutilizzo del modello F24 Enti pubblici, come delineato dalla circolare 5 marzo 2001, n. 20.
Per i crediti indicati nel modello 770 (semplificato e ordinario) gi esposti in compensazione nel modello F24 continuano ad essere utilizzati gli attuali codici tributo. Si precisa, in ultimo, che, come chiarito con la circolare 30 dicembre 2014, n. 31, le suddette modalit di recupero sono adottate per tutte le compensazioni effettuate a decorrere dal 1 gennaio 2015, tranne quelle riferite ad operazioni di competenza dellanno dimposta 2014 che continuano ad essere effettuate con le previgenti modalit.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali