Risoluzione Agenzia Entrate n. 387 del 19.12.2002

Istanza di interpello presentato ai sensi dell'articolo 127-bis, comma 5, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi approvato con D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR). Controllante XX Spa. Controllata WK LTD con sede legale in Singapore
Risoluzione Agenzia Entrate n. 387 del 19.12.2002

Con l'istanza di interpello di cui all'oggetto, presentata alla Direzione Centrale Normativa e Contenzioso per il tramite della Direzione Regionale, la XX S.p.A. ha chiesto la disapplicazione dell'articolo 127-bis, comma 1 del TUIR, ai sensi del comma 5 dello stesso art.127-bis, relativamente ai redditi conseguiti dalla controllata WK LTD con sede legale in Singapore.

Motivi della richiesta di disapplicazione
Ai sensi dell'art.127-bis, comma 5 del TUIR e dell'art.5, comma 3 del D.M. 21 novembre 2001, n.429, la XX S.p.A. dichiara che la controllata WK LDT svolge un'effettiva attività industriale e commerciale, ai sensi dell'art. 2195 del codice civile, come principale attività nello Stato di Singapore e che i redditi dalla stessa prodotti sono localizzati in misura superiore al 75% in Paesi a fiscalità ordinaria.
La società istante dichiara inoltre che la controllata ha una struttura organizzativa idonea allo svolgimento della propria attività principale.

Fattispecie
Dall'esame della documentazione prodotta e in funzione di quanto dichiarato dalla società istante, si evidenzia quanto segue:
1. la WK LTD era già operativa fin dal 1992;
2. la WK LTD è una società costituita secondo le leggi di Singapore, con sede legale in detto Stato;
3. la attività principale della WK LTD è la commercializzazione nel mercato del Sud-Est asiatico dei prodotti realizzati dalla XX S.p.a (principalmente serrature elettroniche, sistemi di controllo e accesso a casseforti elettroniche e in genere progetti per forniture ad hotel e comunità). Dal dettaglio del fatturato emerge come la maggior parte delle vendite siano effettuate al di fuori di Singapore.

Risposta
L'Agenzia delle Entrate, Direzione Centrale Normativa e Contenzioso, non riconosce la disapplicazione dell'art.127-bis, comma 1 del TUIR ai redditi conseguiti dalla WK LTD.
Singapore è incluso tra gli stati e territori aventi un regime fiscale privilegiato, richiamati all'art.1 del D.M. 21 novembre 2001 (cd. black list).
La documentazione prodotta dalla società istante non è infatti idonea a dimostrare nessuna delle seguenti cause di disapplicazione, normativamente previste, della normativa cfc:
1. svolgimento di un'effettiva attività industriale e di servizi come sua principale attività nel Paese incluso in black list;
2. localizzazione dei redditi in Paesi a fiscalità non privilegiata.
Come dichiarato dalla società istante, la WK LTD è amministrata da un amministratore unico, residente in Italia e dipendente della XX S.p.a., ma tale attività di amministrazione lo "coinvolge in misura minima".
Da quanto precede emerge chiaramente, per ammissione dello stesso contribuente, che l'aspetto decisionale relativo all'attività di commercializzazione dei prodotti XX non viene svolto in autonomia dalla controllata WK LTD, ma piuttosto che esso è direttamente riconducibile alla controllante italiana.
Infatti, affinché un'attività di commercializzazione, quale quella attribuibile alla WK LTD, possa effettivamente considerarsi localizzata in un territorio estero ai fini della disapplicazione dell'art. 127bis del TUIR, occorre che in tale territorio si svolga, oltre alla fase prettamente esecutiva, anche un'autonoma attività strategica e decisionale di penetrazione nel mercato estero.
Al contrario, la circostanza che l'amministratore unico sia un dipendente della casa madre residente in Italia e che l'attività svolta per la controllata di Singapore lo coinvolga in misura minima, costituisce un elemento sufficiente per affermare che l'attività strategica e decisionale fa capo direttamente alla XX S.p.a. in Italia.
Le suesposte argomentazioni circa il luogo in cui deve considerarsi realmente localizzata l'attività strategica e decisionale non sono smentite dalla circostanza che sul posto la società si avvalga unicamente di un servizio di "Company secretary", per la gestione meramente formale dei locali adempimenti legali.
Infine, si rileva dalla stessa istanza che la WK LTD non dispone di un magazzino, bensì di una "piccola aerea di stoccaggio per pezzi urgenti" e che le merci, spedite dall'Italia, non transitano per Singapore, in quanto la spedizione viene effettuata dalla XX S.p.a. direttamente al cliente finale. La XX S.p.a. fattura le vendite alla WK LTD, la quale, a sua volta vende al cliente finale.
Tuttavia, anche tali elementi riconfermano il ruolo marginale svolto dalla struttura di Singapore in rapporto alla strategia aziendale della XX S.p.a.
La seconda causa di disapplicazione invocata dal contribuente fa riferimento all'art. 127-bis, comma 5, del TUIR nella parte in cui prevede che dalle partecipazioni non si ricava l'effetto di localizzare i redditi in Stati o territori a fiscalità privilegiata. In proposito, il D.M. n. 429 del 2001, all'art. 5, comma 3, precisa, al fine di ottenere tale esimente, rileva, in particolare, che i redditi conseguiti dalla controllata estera siano prodotti in misura non inferiore al 75% in Stati o territori non inclusi nella citata black list e ivi sottoposti integralmente a tassazione ordinaria.
Tuttavia, come riconosciuto dalla società istante, la WK LTD effettua vendite in vari Paesi del Sud-Est Asiatico, senza tuttavia avere alcuna stabile organizzazione in questi ultimi. Nell'istanza, infatti, viene precisato che la WK LTD vende "godendo della notorietà già acquisita" e che solo in India dispone di un distributore indipendente, il quale, per tale motivo, non può costituire stabile organizzazione della società di Singapore.
Pertanto, indipendentemente da ogni considerazione sul volume del fatturato conseguito in Stati o territori diversi da quello di residenza, è evidente che i redditi in questione saranno comunque giuridicamente imputabili alla WK LTD di Singapore e soggetti ad imposizione, sulla base di principi internazionalmente riconosciuti in campo tributario, in tale Stato.
In definitiva l'Agenzia delle Entrate ritiene che in base alla documentazione presentata non sia possibile disapplicare alla WK LTD le disposizioni di cui al comma 1 dell'articolo 127-bis del TUIR in quanto non è stato dimostrato alcuna delle cause esimenti previste dall'articolo 127-bis TUIR citato.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS