Provvedimento Agenzia Entrate del 18.06.2015 (2015/83314)

 

Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, dei controlli e di modifiche alla modulistica degli studi di settore da utilizzare per il periodo d’imposta 2014.

 

 

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento
dispone

 

 

1. Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore

1.1 Sono approvate le specifiche tecniche di cui all’allegato 1 al presente Provvedimento cui devono attenersi i soggetti che effettuano la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, previsti nei relativi modelli allegati ad UNICO 2015.
1.2 La trasmissione dei dati all’Agenzia delle Entrate deve essere effettuata direttamente, attraverso il servizio telematico Entratel o Internet (Fisconline), a seconda dei requisiti posseduti per la trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e successive modificazioni.
1.3 La trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore può essere effettuata anche per il tramite degli incaricati di cui all’art. 3, commi 2-bis e 3, del predetto Decreto del Presidente della Repubblica n. 322 del 1998.

 

2. Approvazione dei controlli di coerenza

2.1 Sono approvati i controlli tra UNICO 2015 ed i modelli degli studi di settore di cui all’allegato n. 2 del presente Provvedimento; i codici campo ed i relativi tipi di valori ammessi sono quelli previsti dalle specifiche di cui al precedente punto 1.
2.2 Per la trasmissione dei Parametri 2015 i codici campo ed i relativi tipi di valori ammessi sono quelli previsti dalle specifiche approvate, rispettivamente, con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 23 marzo 2015 per UNICO-PF e con i Provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 16 febbraio 2015 per UNICO 2015-SP, UNICO 2015-SC e UNICO 2015-ENC.

 

3. Correzioni alle specifiche tecniche ed ai controlli di coerenza

3.1. Eventuali correzioni alle specifiche tecniche ed ai controlli di coerenza saranno pubblicate nell’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate e ne sarà data relativa comunicazione.

 

4. Modifica alla modulistica per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore da utilizzare per il periodo d’imposta 2014

4.1 Alla modulistica relativa agli studi di settore, approvata con il Provvedimento del 22 maggio 2015, sono apportate le seguenti modifiche:
- nel modello dello studio WM21C viene corretto il disallineamento grafico dei riferimenti "D18” e "D19” rispetto ai corrispondenti righi;
- nel modello dello studio WM27A viene eliminato il numero "1” presente nella casella corrispondente al rigo D26;
- nel modello dello studio WD19U, la descrizione del rigo F40 viene modificata in "Applicazione del regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità nel periodo d'imposta 2012, e/o del regime dei contribuenti minimi in quelli precedenti”;
- nei modelli degli studi VG53U e VG82U viene aggiunta, in corrispondenza del rigo V03, una casella con la dicitura "Barrare la casella”;
- nel modello dello studio VG95U la numerazione dei righi "Periodo complessivo di lavoro svolto presso il contribuente alla data di inizio del periodo di imposta” e "Periodo complessivo di lavoro svolto presso il contribuente alla data di fine del periodo di imposta”, presenti nel quadro Z, viene modificata, da "Z04” e "Z05”, rispettivamente in "Z05” e "Z06”;
- nel modello dello studio WK05U il titolo delle prime due colonne relative ai righi da D01 a D50 viene modificato in "Totale incarichi/clienti/unità di personale (leggere attentamente le istruzioni)” e il titolo relativo alle successive terza e quarta colonna, rilevanti per i soli righi D17, D18, da D25 a D31 e D36, viene modificato in "Di cui incarichi/clienti per i quali nell’anno sono stati percepiti solo acconti e/o saldi (pagamenti parziali) (leggere attentamente le istruzioni)”;
- nelle istruzioni del modello dello studio di settore UG99U la "Tabella dei codici corrispondenti alle attività esercitate” è sostituita con quella allegata al presente Provvedimento (Allegato n. 3);
- nelle istruzioni del modello degli studi di settore WG61C, WG61G e WG61H il testo del paragrafo "9. Quadro X – Altre informazioni rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi” è sostituito, rispettivamente, con quello presente negli allegati da 4 a 6 al presente Provvedimento;
- nelle istruzioni del modello dello studio di settore WG61F la parola "classificat” presente nella descrizione del codice 999 della "Tabella dei codici corrispondenti alle attività esercitate” è sostituita con la parola "classificati”;
- nel punto 5 dell’elenco presente nel paragrafo 4.2 delle istruzioni parte generale la frase "e che nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2012 hanno applicato il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile” è sostituita dalla frase "e/o che nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2012 hanno applicato il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile”.

 

Motivazioni

Il presente Provvedimento approva le specifiche tecniche da adottare per la trasmissione telematica dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti per l’applicazione degli studi di settore, da utilizzare per il periodo d’imposta 2014, che costituiscono parte integrante della dichiarazione dei redditi da presentare con il modello UNICO 2015.
Inoltre, vengono approvati i controlli di coerenza tra UNICO 2015 ed i modelli degli studi di settore ed integrati quelli afferenti i parametri.
Laddove si rendesse necessario apportare delle correzioni alle specifiche tecniche ed ai controlli approvati con il presente provvedimento, le conseguenti modifiche verranno pubblicate nell’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Infine, vengono corretti alcuni refusi presenti nella modulistica degli studi di settore approvata per il periodo di imposta 2014.

 

Riferimenti normativi

a) Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle Entrate

Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive modificazioni (art. 57; art. 62; art. 66; art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71 comma 3 lett. a); art. 73 comma 4);
Statuto dell’Agenzia delle Entrate (art. 5, comma 1; art. 6. comma 1);
Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle Entrate (art. 2, comma 1);
Decreto del Ministro delle Finanze 28 dicembre 2000.
b) Disciplina normativa di riferimento

Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600: Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi; Decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331, convertito con modificazioni dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427 (art. 62-bis):
Istituzione degli studi di settore; Legge 23 dicembre 1996, n. 662 (art. 3, comma 121):
Individuazione dei soggetti tenuti alla presentazione dei questionari per gli studi di settore; Decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni:
Norme di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti; Legge 8 maggio 1998, n. 146 (artt. 10 e 10-bis):
Individuazione delle modalità di utilizzazione degli studi di settore in sede di accertamento; Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni: Emanazione del regolamento recante modalità per la presentazione delle dichiarazioni;
Decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1999, n. 195: Disposizioni concernenti i tempi e le modalità di applicazione degli studi di settore;
Decreto del Ministro delle Finanze 31 luglio 1998: Modalità tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e individuazione dei soggetti abilitati alla trasmissione telematica;
Decreti del Ministro delle Finanze 18 febbraio1999, 12 luglio e 21 dicembre 2000: Individuazione di altri soggetti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni;
Decreto del Ministro delle Finanze 19 aprile 2001: Ampliamento delle categorie di soggetti da includere tra gli incaricati alla trasmissione telematica dei dati contenuti nelle dichiarazioni;
Legge 27 dicembre 2006, n. 296, art. 1, commi 13-27:
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge Finanziaria 2007); Provvedimento del
Direttore dell’Agenzia delle Entrate 16 novembre 2007: Approvazione della tabella di classificazione delle attività economiche;
Decreto-legge del 29 novembre 2008, n. 185, convertito con la legge n. 2 del 28 gennaio 2009, che ha previsto una revisione congiunturale speciale degli studi di settore;
Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 11 febbraio 2008: Semplificazione degli obblighi di annotazione separata dei componenti di reddito rilevanti ai fini degli studi di settore;
Decreti del Ministro dell’Economia e delle Finanze 28 dicembre 2012, 23 dicembre 2013 e 29 dicembre 2014:
Approvazione degli studi di settore relativi ad attività economiche nel settore delle manifatture, dei servizi, delle attività professionali e del commercio;
Decreti del Ministro dell’Economia e delle Finanze 21 marzo 2013, 28 marzo 2013, 24 marzo 2014 e 30 marzo 2015:
Approvazione delle modifiche degli studi di settore; Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 15 maggio 2015.
Approvazione della revisione congiunturale speciale degli studi di settore.
La pubblicazione del presente Provvedimento sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate tiene luogo della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell’art. 1, comma 361, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS