Provvedimento Agenzia Entrate del 15.12.2014

 

Modalit operative per linclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui allart. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio del 7 ottobre 2010 ai sensi dellart. 35, comma 7- bis del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633

IL DIRETTORE DELLAGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento,
Dispone:


1. Comunicazione dellopzione di inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie

1.1. I soggetti che intraprendono lesercizio di unimpresa, arte o professione nel territorio dello Stato, o vi istituiscono una stabile organizzazione, in base allarticolo 35 del d.P.R. n. 633 del 1972 presentano la dichiarazione di inizio attivit ai fini IVA direttamente allAgenzia delle Entrate ovvero al Registro delle imprese, mediante la Comunicazione Unica di cui allarticolo 9 del decreto legge n. 7 del 31 gennaio 2007, se tenuti a tale adempimento. Nella dichiarazione di inizio attivit ai fini IVA pu essere espressa lopzione per effettuare le operazioni di cui al titolo II capo II del decreto legge 30 agosto 1993, n. 331.
1.2. Lopzione di cui al punto 1.1 effettuata compilando il campo "Operazioni Intracomunitarie del Quadro I dei modelli AA7 (soggetti diversi dalle persone fisiche) o AA9 (imprese individuali e lavoratori autonomi).
1.3 Gli enti non commerciali non soggetti passivi dimposta esprimono lopzione per effettuare le operazioni intracomunitarie selezionando la casella "C del Quadro A del modello AA7.
1.4. I soggetti gi titolari di partita IVA, ivi compresi i soggetti non residenti identificati direttamente ai fini IVA ai sensi dellarticolo 35-ter del d.P.R. n. 633 del 1972, possono:
a) esprimere lopzione per effettuare operazioni intracomunitarie utilizzando le apposite funzioni rese disponibili nei servizi telematici dellAgenzia delle Entrate, direttamente, da parte dei soggetti abilitati a Entratel o Fisconline, o tramite i soggetti incaricati di cui ai commi 2-bis e 3 dellarticolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322;
b) comunicare, con le modalit di cui alla precedente lettera a), la volont di retrocedere da tale opzione.
1.5 I soggetti incaricati della trasmissione telematica hanno lobbligo di consegnare al dichiarante copia della ricevuta rilasciata dallAgenzia delle Entrate.

2. Inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie

2.1. LAgenzia delle Entrate include i soggetti passivi nella banca dati al momento della ricezione dellopzione di cui al comma 7 bis dellart. 35 del d.P.R. n. 633 del 1972.
2.2. Lavvenuta inclusione pu essere riscontrata dalla stessa data mediante i sistemi di interrogazione telematica delle partite IVA comunitarie.
2.3. I soggetti passivi che nei trenta giorni antecedenti la data del presente Provvedimento abbiano presentato istanza di inclusione e per i quali non sia gi stato emanato un provvedimento di diniego, sono inclusi in banca dati a decorrere dalla predetta data.
2.4. LAgenzia delle Entrate esclude i soggetti passivi dalla banca dati al momento della ricezione della comunicazione di recesso da tale opzione.
3. Individuazione dei criteri e delle modalit operative di esclusione dalla banca dati

3.1. Nei confronti dei soggetti passivi inclusi nella banca dati, sono effettuati controlli formali sulla regolare presentazione degli elenchi riepilogativi. A seguito di tali controlli, lAgenzia delle Entrate procede allesclusione dalla banca dati dei soggetti passivi che risultano non aver presentato alcun elenco riepilogativo per quattro trimestri consecutivi, successivamente alla data di entrata in vigore del Decreto legislativo n. 175 del 21 novembre 2014.
3.2. Lesclusione dalla banca dati effettuata a cura della Direzione provinciale competente in ragione del domicilio fiscale del contribuente, previo invio di unapposita comunicazione, e ha effetto dal sessantesimo giorno successivo alla data della comunicazione.

 

 

Motivazioni

Larticolo 22 del decreto legislativo 175/2014 ha apportato importanti modifiche allarticolo 35 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, finalizzate a consentire ai soggetti che intendono operare in ambito comunitario limmediata inclusione nella banca dati di cui allarticolo 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio del 7 ottobre 2010.
Come previsto dal citato articolo 35 modificato, con il presente Provvedimento vengono definite le modalit di inclusione nella suddetta banca dati.
Diversamente da quanto disposto in precedenza, il soggetto passivo che in sede di dichiarazione di inizio attivit esprime lopzione per effettuare operazioni intracomunitarie ottiene linclusione nella banca dati gi al momento dellattribuzione della partita IVA; se manifestata successivamente, il soggetto passivo ottiene linclusione nel momento in cui esprime tale opzione .
Per uniformit di trattamento, prevista inoltre limmediata inclusione nella banca dati di tutti i soggetti passivi che nei trenta giorni antecedenti allentrata in vigore del presente Provvedimento abbiano presentato istanza di inclusione e per i quali non sia gi stato emanato un provvedimento di diniego.
Nel presente Provvedimento si inoltre proceduto a definire le modalit di esclusione dalla banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni
intracomunitarie, ai sensi del comma 7-bis dellarticolo 35 del d.P.R. n. 633 del 1972, nonché le modalit di comunicazione della predetta esclusione ai soggetti medesimi, nei soli casi di mancata presentazione degli elenchi riepilogativi per quattro trimestri consecutivi.
Si riportano i riferimenti normativi del presente provvedimento.

 

Attribuzioni del Direttore dellAgenzia delle Entrate

Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 57; art. 62; art. 66; art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71, comma 3, lettera a); art. 73, comma 4);
Statuto dellAgenzia delle Entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1);
Regolamento di amministrazione dellAgenzia delle Entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art. 2, comma 1);
Decreto del Ministro delle Finanze 28 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2001.

 

Disciplina normativa di riferimento

Regolamento (UE) n. 904/2010, relativo alla cooperazione amministrativa e alla lotta contro la frode in materia dimposta sul valore aggiunto;
Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 (art.35, come modificato dallart. 22 del decreto legislativo del 21 novembre 2014, n. 175): disposizione regolamentare concernente le dichiarazioni di inizio, variazione e cessazione attivit;
Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2001, n. 404:
regolamento recante disposizioni in materia di utilizzo del servizio di collegamento telematico con lAgenzia delle Entrate per la presentazione di documenti, atti e istanze previsti dalle disposizioni che disciplinano i singoli tributi nonché per ottenere certificazioni ed altri servizi connessi ad adempimenti fiscali;
Decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 (art.38): misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivit economica La pubblicazione del presente Provvedimento sul sito internet dellAgenzia delle Entrate tiene luogo della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dellart. 1, comma 361, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali