Provvedimento Agenzia Entrate del 14.06.2013 (2013/72980)

 

Agevolazione fiscale per le imprese appartenenti ad una delle reti dimpresa di cui allarticolo 42 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.

 

Definizione della misura percentuale massima del risparmio dimposta spettante con riferimento al periodo dimposta in corso al 31 dicembre 2012, ai sensi del punto 4 del provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate protocollo n. 2011/31139 del 14 aprile 2011


IL DIRETTORE DELLAGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento,
Dispone:


1. Con riferimento al periodo dimposta in corso al 31 dicembre 2012, la percentuale di cui al punto 4.1 del provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate protocollo n. 2011/31139 del 14 aprile 2011 pari all83,0423 per cento.

 

Motivazioni
Larticolo 42, comma 2, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, prevede in favore delle imprese appartenenti ad una delle reti di imprese riconosciute, ai sensi dei commi da 2-bis a 2-septies del citato articolo 42, vantaggi fiscali, amministrativi e finanziari, nonché la possibilit di stipulare convenzioni con lA.B.I. nei termini definiti con decreto del Ministro dellEconomia e delle Finanze.
In particolare, il comma 2-quater del menzionato articolo 42 stabilisce la sospensione dimposta della quota degli utili dellesercizio destinata dalle imprese che aderiscono o sottoscrivono un contratto di rete, fino al periodo dimposta in corso al 31 dicembre 2012, al fondo patrimoniale comune o al patrimonio destinato allaffare. Per espressa previsione normativa, la quota degli utili che non concorre alla formazione del reddito dimpresa non pu, comunque, superare il limite di euro 1 milione.
Il comma 2-sexies del pi volte citato articolo 42 demanda a un provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate lindividuazione di "criteri e modalit di attuazione dellagevolazione, anche ai fini del rispetto del limite degli stanziamenti previsti dal comma 2-quinquies in misura pari a 20 milioni di euro per il 2011 ed a 14 milioni di euro per ciascuno degli anni 2012 e 2013.
In attuazione delle disposizioni sopra riportate, stato emanato il provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate del 14 aprile 2011 con il quale stato approvato il modello di comunicazione contenente i dati del risparmio dimposta (mod. RETI), con le relative istruzioni. Il menzionato provvedimento ha, inoltre, stabilito al punto 4 che lAgenzia delle Entrate determini la percentuale massima del risparmio dimposta spettante sulla base del "rapporto fra lammontare delle risorse stanziate e lammontare del risparmio dimposta complessivamente richiesto e che lanzidetta percentuale sia comunicata mediante successivo provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate.
Con il presente provvedimento resa nota la misura percentuale del risparmio dimposta spettante. Tale percentuale stata determinata, con troncamento alla quarta cifra decimale, sulla base del rapporto tra le risorse stanziate per lanno 2013, ammontanti ad euro 14 milioni, e limporto del risparmio dimposta complessivamente richiesto, risultante dalle comunicazioni contenenti i dati del risparmio dimposta (mod. RETI) validamente presentate.
Limporto del risparmio dimposta complessivamente richiesto entro la data del 23 maggio 2013 pari ad euro 16.858.862.

 

Riferimenti normativi

 

Attribuzioni del Direttore dellAgenzia delle Entrate

Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante la riforma dellorganizzazione del Governo, a norma dellart. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 (art. 57; art. 62; art. 66;
art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71, comma 3, lett. a); art. 73, comma 4);
Statuto dellAgenzia delle Entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1);
Regolamento di amministrazione dellAgenzia delle Entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art. 2, comma 1);
Decreto del Ministro delle Finanze 28 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 febbraio 2001.

Disciplina normativa di riferimento

Decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, recante disposizioni urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitivit economica;
Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e successive modificazioni, recante modalit per la presentazione delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, allimposta regionale sulle attivit produttive e allimposta sul valore aggiunto;
Decreto del Ministero delle Finanze 31 luglio 1998, concernente le modalit tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a registrazione, nonché di esecuzione telematica dei pagamenti, e successive modificazioni;
Provvedimento del Direttore dellAgenzia delle Entrate del 14 aprile 2011 di approvazione della comunicazione contenente i dati per la fruizione dei vantaggi fiscali per le imprese appartenenti ad una delle reti dimpresa di cui allarticolo 42 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122 (mod. RETI).
La pubblicazione del presente provvedimento sul sito internet dellAgenzia delle Entrate tiene luogo della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dellart. 1, comma 361, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali