Circolare INPS n.167 del 12.12.2014

Estensione ai partiti e ai movimenti politici delle disposizioni in materia di trattamento straordinario di integrazione salariale e contratti di solidariet (art. 16, comma 1 DL 149/2013 conv. con mod. dalla L. 13/2014 - D.I. 81401 del 22 aprile 2014 - D.M. 82762 del 27 giugno 2014) disciplina delle prestazioni, limiti di spesa e monitoraggio. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

Sommario:

1. Disciplina e soggetti destinatari

2. Prestazioni: causali durata misura

3. Limiti di spesa e monitoraggio

4. Istruzioni procedurali

5. Istruzioni contabili


1. Disciplina e soggetti destinatari

A decorrere dal 1 gennaio 2014 le disposizioni in materia di trattamento straordinario di integrazione salariale e i relativi obblighi contributivi, nonché la disciplina in materia di contratti di solidariet di cui all'articolo 1 del decreto legge 30 ottobre 1984, n. 726, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1984, n. 863, sono estesi ai partiti e ai movimenti politici di cui alla legge 3 giugno 1999, n. 157 e successive modificazioni, e alle loro rispettive articolazioni e sezioni territoriali, a prescindere dal numero dei dipendenti (art. 16 DL n. 149/2013 conv. con mod. dalla L. n. 13/2014).

Il decreto n. 81401 del 22 aprile 2014 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dellEconomia e delle Finanze, ha dettato le modalit attuative delle disposizioni di cui al citato art.16, individuando anche i criteri e le procedure necessarie ai fini del rispetto dei limiti di spesa fissati dalla legge.

Conseguentemente, questo Istituto, con circolare n. 87 del 8.7.2014, ha dato istruzioni per quanto riguarda gli aspetti di carattere contributivo.

Nella suddetta circolare, inoltre, sono stati individuati v. punto 3 - i soggetti destinatari della disciplina di cui allart. 16 D.L. n. 149/2013, chiarendo che i partiti politici gi costituiti alla data di entrata in vigore del DL n. 149/2013 possono accedere agli ammortizzatori sociali ivi contemplati nelle more della scadenza del termine di iscrizione (28 dicembre 2014) nel Registro di cui allart. 4 del D.L. n. 149/2013.

Successivamente, con decreto n. 82762 del 27 giugno 2014, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha stabilito i criteri per lesame delle istanze di accesso al trattamento di integrazione salariale.

2. Prestazioni: causali durata misura

Le integrazioni salariali straordinarie per CIGS (L. 223/91) o contratto di solidariet (art. 1 L. 863/84) possono essere concesse, a decorrere dal 1 gennaio 2014, ai lavoratori dipendenti dei partiti e i movimenti politici e le loro rispettive articolazioni e sezioni territoriali, che abbiano un'anzianit lavorativa presso i medesimi di almeno 90 giorni alla data della domanda al Ministero.

La suddetta estensione delle disposizioni in materia di trattamento straordinario di integrazione salariale non comporta lapplicabilit della disciplina riguardante la mobilit.

I partiti e movimenti politici possono presentare istanza per l'ammissione al trattamento di integrazione salariale straordinaria in favore dei propri dipendenti, per le seguenti causali:

a) crisi, ivi compresa la cessazione totale o parziale di attivit;

b) riorganizzazione;

c) contratto di solidariet.

Ai fini dell'intervento della CIGS per le causali di crisi e di riorganizzazione si applica la normativa e la procedura per l'esame congiunto di cui all'articolo 2 del decreto del Presidente della Repubblica 10 giugno 2000, n. 218 (art. 8 DM 82762).

I contratti di solidariet devono stabilire una riduzione dell'orario di lavoro, con le modalit di cui agli articoli 3, 4 e 6 del decreto ministeriale n. 46448 del 10 luglio 2009 (art. 7 DM 82762).

Alle causali sopra elencate si applicano i limiti di durata massima sotto indicati:

a) 12 mesi per i programmi di crisi;

b) 24 mesi per i programmi di riorganizzazione con possibilit di due proroghe, ciascuna di durata non superiore ai 12 mesi;

c) 24 mesi per i contratti di solidariet prorogabili di ulteriori 24 mesi o 36 per i territori del Mezzogiorno.

Resta fermo quanto disposto relativamente al computo dei 36 mesi nel quinquennio fisso dall'articolo 1, comma 9, della legge n. 223/1991 e dall'articolo 4, comma 35, del decreto-legge n. 510/1996 convertito dalla legge n. 608/1996.

Nell'ambito dei programmi di cui sopra le istanze e i relativi decreti di autorizzazione del trattamento straordinario di integrazione salariale, ai fini del rispetto del limite delle risorse finanziarie annualmente assegnate, hanno durata massima annuale.

Lesame delle istanze viene effettuata dalla Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali e I. O. del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che accerta la sussistenza delle predette causali secondo i criteri contenuti nel DM 82762 ed effettua, prima dell'emanazione di ogni decreto, una stima preventiva dell'onere finanziario connesso e delle residue risorse disponibili.

Per quanto riguarda la misura delle prestazioni, che verranno erogate in ogni caso con la modalit del pagamento diretto ai lavoratori da parte dellINPS (art. 9, c. 1, DM 82762), si ricorda che per le integrazioni salariali relative ai contratti di solidariet prevista una maggiorazione nella misura del 10 per cento della retribuzione persa a seguito della riduzione di orario relativamente ai periodi di competenza dellanno 2014 (art. 1, c. 186, L. 147/2013). Tale maggiorazione sar imputata al finanziamento previsto allart. 16, c.2, D.L. n. 149/13, che per lanno 2014 consta di 15 milioni di euro.

3. Limiti di spesa e monitoraggio

Come sopra detto, lart. 16, c. 2, D.L. n.149/13 ha autorizzato la spesa di 15 milioni di euro per l'anno 2014, di 8,5 milioni di euro per l'anno 2015 e di 11,25 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2016, cui si provvede mediante utilizzo di quota parte dei risparmi che si rendono disponibili per effetto delle disposizioni recate dall'articolo 14, comma 1, lettera b), e comma 2, del decreto dianzi citato.

Peraltro, secondo quanto disposto dallart. 3 del D.I. 81401 del 22.4.2014, i trattamenti in oggetto possono essere erogati nel rispetto del limite determinato sulla base della somma degli stanziamenti di cui al suddetto art. 16, comma 2, e dei contributi dovuti annualmente dai partiti e dai movimenti politici.

Conformemente a detta disposizione, lart.4, comma 4, del D.M. 82762 prevede che lINPS quantifichi annualmente le risorse finanziarie disponibili, tenuto conto dello stanziamento annuale, della contribuzione dovuta dai partiti e dai movimenti politici.

A tal proposito, al punto 7) della circolare INPS n. 87/14 sopra richiamata, sono stati istituiti i nuovi conti, nellambito della Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali, per la rilevazione contabile del contributo ordinario dovuto per il finanziamento dei trattamenti di integrazione salariale straordinaria, in applicazione dellart. 2, comma 3, del citato Decreto n. 81401 del 22 aprile 2014.

La Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali e I. O. del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - come detto - effettua, prima dell'emanazione di ogni decreto, una stima preventiva dell'onere finanziario connesso e delle residue risorse disponibili.

Inoltre, al fine di consentire il monitoraggio delle risorse finanziarie annualmente assegnate, i trattamenti straordinari di integrazione salariale saranno erogati, come gi accennato, con la modalit del pagamento diretto da parte dell'INPS ai lavoratori. In funzione di ci, lIstituto provvede al monitoraggio della spesa presentando rendiconti annuali al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il suddetto monitoraggio verr effettuato tramite le esistenti procedure informatiche, che rileveranno le spese dei relativi decreti.

I flussi di spesa saranno afferenti allavvenuta erogazione delle prestazioni (integrazioni salariali) ed al riconoscimento della relativa contribuzione figurativa nonché ANF e TFR (art. 2, co. 2, L. 464/72) laddove spettanti.

4. Istruzioni procedurali

Per ottenere il pagamento delle integrazioni salariali, successivamente allemanazione del decreto di concessione, necessario inviare telematicamente allINPS lapposita modulistica (mod. IG15/Str cod. SR40 e i modelli IGStr/Aut cod. SR41 relativi ai lavoratori).

A tal fine bisogna collegarsi al sito www.inps.it>Servizi online>sezione Servizi per le aziende e consulenti>CIG>Invio domande CIGS o CIG in deroga; al predetto indirizzo reperibile anche il relativo manuale con le istruzioni.

Nellambito della procedura informatica di autorizzazione CIGS sono istituiti i seguenti nuovi codici evento, che andranno ad individuare le prestazioni in oggetto ai fini della corretta imputazione contabile e del connesso monitoraggio:

- sotto il codice intervento 300 (CIGS), viene individuato il nuovo codice evento "020 partiti politici;

- sotto il codice intervento 306 (contratti di solidariet), viene individuato il nuovo codice evento "081 contratti di solidariet partiti politici.

5. Istruzioni contabili

Ai fini dellimputazione contabile dellonere derivante dallerogazione diretta dei trattamenti di integrazione salariale straordinaria ai lavoratori dipendenti dai partiti e movimenti politici e loro articolazioni e sezioni territoriali, in applicazione dellart. 16, comma 1, del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 13 (decreto attuativo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 81404 del 22 aprile 2014 e n. 82762 del 27 giugno 2014), si istituisce nellambito della Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali, evidenza contabile GAU (Gestione degli oneri per il mantenimento del salario), il seguente conto:

GAU30183 Integrazione salariale straordinaria corrisposta direttamente ai lavoratori dipendenti dai partiti e movimenti politici art. 16, comma 1, del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 13.

Relativamente ai lavoratori interessati dalla disciplina dei contratti di solidariet, lonere per i trattamenti di integrazione salariale straordinaria andr imputato al nuovo conto:

GAU30184 Integrazione salariale straordinaria corrisposta direttamente ai lavoratori dipendenti dai partiti e movimenti politici, per i contratti di solidariet, di cui allart. 1, del decreto legge n. 768/1984, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 863/1984 art. 16, comma 1, del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 13.

Lerogazione di tali prestazioni disposta mediante la procedura automatizzata dei pagamenti accentrati delle prestazioni temporanee, che dovr essere opportunamente aggiornata.

Il debito per i trattamenti straordinari di che trattasi dovr essere rilevato al conto esistente GPA10029.

Eventuali somme non riscosse dai beneficiari verranno evidenziate nell'ambito del partitario del conto GPA10031 dalla medesima procedura automatizzata che gestisce i riaccrediti da Banca dItalia e saranno contraddistinte dal codice bilancio in uso "03074 Somme non riscosse dai beneficiari prestazioni diverse a sostegno del reddito GA (Gestione assistenziale).

Eventuali recuperi di prestazioni erogate indebitamente andranno imputati al nuovo conto:

GAU24183 Entrate varie recuperi e reintroiti dellintegrazione salariale straordinaria, corrisposta direttamente ai lavoratori dipendenti dai partiti e movimenti politici art. 16, comma 1, del decreto legge 28 dicembre 2013, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 13.

A tale ultimo conto, valido anche per i recuperi di prestazione ai lavoratori in contratto di solidariet, viene abbinato nellambito della procedura "recupero crediti per prestazioni, il codice bilancio esistente "01094 Indebiti relativi a prestazioni diverse a sostegno del reddito GA (Gestione assistenziale).

Gli importi relativi alle partite di che trattasi che, alla fine dell'esercizio, risultino ancora da definire, saranno imputati mediante la ripartizione del saldo del conto GPA00032, eseguita dalla suddetta procedura, al conto esistente GAU00030.

Il codice bilancio sopra menzionato dovr essere utilizzato anche per evidenziare, nell'ambito del partitario del conto GPA00069, i crediti per prestazioni divenuti inesigibili.

I rapporti con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ai fini del rimborso allIstituto degli oneri derivanti dallerogazione di tali prestazioni, verranno curati direttamente dalla Direzione generale.

Si riportano nellallegato n. 1 le variazioni apportate al piano dei conti.


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report