Circolare INPS n.157 del 02.10.2015

Convenzione tra l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e la società 2i Rete Gas S.p.a. per l’autorizzazione ad effettuare il versamento dei contributi previdenziali integrativi a vantaggio dei lavoratori collocati in mobilità. Istruzioni operative e contabili.

 

Sommario:

Si forniscono le istruzioni operative e contabili riguardanti il versamento dei contributi volontari nel Fondo Gas a vantaggio dei dipendenti della società 2i Rete Gas S.p.a. interessati alla messa in mobilità a seguito di riorganizzazione societaria e che abbiano presentato domanda di prosecuzione volontaria della contribuzione all’Istituto

Con determinazione del Presidente n. 85 del 5 agosto 2015, è stata approvata la convenzione fra l’INPS e la Società 2I Rete GAS per il versamento dei contributi previdenziali integrativi a vantaggio dei lavoratori collocati in mobilità per i quali ricorrono le condizioni previste dall’articolo 38, comma 5, della legge n. 289/2002, e secondo le modalità di cui al DM 16 giugno 2003.

Tale convenzione è stata sottoscritta il 30 settembre 2015.

Nel richiamare la disciplina articolata nella circolare n.6 del 27 gennaio 2005, si forniscono le seguenti istruzioni.

Soggetti interessati al versamento dei contributi previdenziali integrativi

Possono chiedere l’autorizzazione ai versamenti volontari nel Fondo integrativo dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti, a favore del personale dipendente delle aziende private del gas (di seguito Fondo Integrativo a favore del personale dipendente delle aziende private del gas o Fondo Gas) i lavoratori della società 2i Rete Gas S.p.a.interessati alla messa in mobilità a seguito delle problematiche occupazionali derivanti dalla riorganizzazione societaria conclusasi il 30 settembre 2013 ed inseriti nell’elenco presentato dalla società 2i Rete Gas S.p.A., dopo l’acquisizione di una specifica delega da parte degli interessati, all’Agenzia complessa INPS di Milano Missori.

La domanda di autorizzazione ai versamenti volontari, deve essere inviata, dai soggetti interessati, esclusivamente in via telematica, utilizzando il servizio disponibile sul sito dell’Istituto.

Tutte le domande saranno gestite dall’Agenzia complessa di Milano Missori che curerà tutti gli adempimenti previsti dalla convenzione.

Termini di presentazione della domanda di autorizzazione ai versamenti volontari al Fondo Gas

A decorrere dall’entrata in vigore della convenzione, e ferma restando l’applicazione della normativa di carattere generale, i termini per la presentazione della domanda di autorizzazione ai versamenti volontari al Fondo Gas in argomento sono fissati dall’articolo 2 della convenzione medesima e precisamente:

a) entro 6 mesi dalla stipula della convenzione, per coloro che a tale data già sono nelle condizioni di cui all’articolo 38, comma 5, della legge n. 289/2002, a seguito degli obblighi derivanti dall’articolo 21 del decreto legislativo n. 164/2000, ovvero per la messa in mobilità a seguito di ristrutturazione aziendale;

b) entro 6 mesi dalla messa in mobilità per ristrutturazione aziendale per tutti gli altri.

Per evitare soluzione di continuità nel rapporto assicurativo con il Fondo Gas, la richiesta di autorizzazione ai versamenti volontari deve essere presentata nei termini sopra indicati.

Qualora l’istanza venisse presentata oltre i termini suindicati l’autorizzazione alla prosecuzione dei contributi volontari al Fondo Gas avrà decorrenza dal giorno di presentazione della domanda, salva la facoltà di versare anche per i 180 giorni precedenti, individuati procedendo a ritroso dalla suddetta data.

In tale circostanza resterà in ogni caso privo di copertura contributiva nel Fondo integrativo il periodo compreso fra la cessazione dell’obbligo di iscrizione al Fondo e quella del primo contributo volontario.

Requisiti contributivi e decorrenza dell’autorizzazione alla contribuzione volontaria al Fondo Gas

Come disposto dal DM 16 giugno 2003, l’autorizzazione alla contribuzione volontaria nel Fondo integrativo a favore del personale dipendente delle aziende private del gas, può essere concessa – in presenza di contestuale contribuzione obbligatoria, figurativa o volontaria nell’assicurazione generale obbligatoria - a coloro che possono far valere nel Fondo Gas i requisiti di effettiva contribuzione previsti dall’articolo 5, comma 2, del D. Lgs. n. 184/1997 (3 anni – pari a 1.080 giorni - nel quinquennio antecedente la domanda).

L’autorizzazione decorre dalla cessazione dell’obbligo di iscrizione al Fondo, ovvero dal giorno di inizio del periodo di mobilità, purché la relativa domanda risulti presentata entro i termini indicati ai punti a e b del precedente paragrafo.

Calcolo del contributo volontario al Fondo integrativo a favore del personale dipendente delle aziende private del gas

Il contributo volontario deve essere calcolato applicando l’aliquota di finanziamento del Fondo, attualmente pari a 1,7% (v. DM del 25 luglio 2000 in G.U. n. 204 del 1/9/2000) all’ammontare della retribuzione imponibile percepita nell’ultimo anno di contribuzione nel Fondo precedente la data della domanda.

Pertanto, una volta individuato l’ultimo anno contributivo (360 giorni) fatto valere nel Fondo anteriormente alla domanda e l’ammontare delle relative retribuzioni, si procederà alla determinazione del contributo, sulla base dell’aliquota sopra citata.

Il valore così ottenuto rappresenta l’ammontare annuo (pari a 360 contributi giornalieri) della contribuzione volontaria dovuta al Fondo integrativo.

In applicazione dell’articolo 7, comma 5, del decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184, l’imponibile del Fondo su cui è stata calcolata la contribuzione volontaria dovrà essere rivalutato con effetto dal 1° gennaio di ciascun anno sulla base dell’indice di incremento del costo della vita calcolato dall’ISTAT nell’anno precedente.

Sull’importo aggiornato della predetta retribuzione e con effetto dalla medesima decorrenza dovrà essere poi calcolato il nuovo ammontare del contributo volontario dovuto.

Notifica del provvedimento di autorizzazione

Il provvedimento di autorizzazione alla contribuzione volontaria nel Fondo integrativo a favore del personale dipendente delle aziende private del gas dovrà essere notificato all’interessato e a 2I Rete Gas con lettera raccomandata A/R.

Modalità e termini per il versamento

L’articolo 6 della convenzione, definendo i criteri per il versamento della contribuzione volontaria dovuta al Fondo Gas, conferma la medesima periodicità e gli stessi termini previsti per la generalità dei prosecutori volontari dall’articolo 8 del D. Lgs. n. 184/1997.

Detti versamenti dovranno perciò avvenire, a pena di decadenza:

- entro e non oltre la fine del trimestre solare successivo a quello di notifica del provvedimento di autorizzazione, per la contribuzione relativa al periodo compreso fra la decorrenza e la fine del trimestre in corso alla data di notifica del provvedimento stesso;

- entro la fine del trimestre solare successivo a quello cui è riferita la contribuzione per ciascun ulteriore versamento.

I versamenti eseguiti in ritardo dovranno essere rimborsati a 2I Rete Gas senza maggiorazione di interessi.

Il versamento dei contributi volontari per conto degli aventi diritto è a carico di 2I Rete Gas, che lo effettuerà con pagamento cumulativo, fornendo i dati previsti in convenzione, mediante accreditamento diretto sulla contabilità speciale di Tesoreria Provinciale intestata all’Agenzia complessa Inps di Milano Missori.

Cessazione del pagamento dei contributi a carico della società.

Nel caso si verifichino situazioni che determinino il venir meno dei presupposti necessari posti a fondamento dell’onere assunto (es. fine periodo mobilità) la società 2I Rete GAS è tenuta a darne comunicazione alla Agenzia complessa di Milano Missori.

Tutte le comunicazioni tra 2I Rete Gas e l’Agenzia Complessa di Milano Missori avverranno a mezzo posta elettronica certificata.

Istruzioni contabili

In merito alla contabilizzazione dei contributi volontari in argomento, si richiamano le istruzioni già fornite con la citata circolare n. 111 del 2 agosto 2007.


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report