Circolare INPS n.110 del 28.05.2015

Gestione Dipendenti Pubblici - Procedura pensioni sul nuovo sistema (SIN2) Fase sperimentale; ripristino dei modelli PL1 e 350/P ai fini della liquidazione dei Tfs

 

 

Sommario:

Chiarimenti

1. Premessa

Con la circolare n.49 del 03 aprile 2014 e la successiva n. 148 del 21 novembre 2014 si dato avvio al progetto di consolidamento della banca dati delle posizioni assicurative della Gestione dipendenti pubblici dellIstituto, finalizzato a consentire lerogazione delle prestazioni sulla base delle informazioni presenti nel conto assicurativo degli iscritti senza pi la necessit di una "certificazione finale da parte dellEnte Datore di lavoro (mod. PA04).

I dati presenti sul conto assicurativo individuale, integrati con le informazioni utili per la quantificazione della quota A di pensione (c.d. ultimo miglio), sono direttamente utilizzabili ai fini della determinazione della pensione qualora sia accertata la loro congruit sul piano logico formale e non siano presenti anomalie né elementi di indeterminatezza nella fonte e/o nei contenuti.

Tale obiettivo si realizza attraverso la versione aggiornata della procedura SIN che consente di porre in essere le attivit finalizzate alla erogazione delle prestazioni istituzionali facendo diretto riferimento alle informazioni contenute nella posizione assicurativa.

2. Sperimentazione procedura SIN 2 ai fini della pensione

Sulla base delle predette premesse attivata presso le Sedi provinciali individuate al successivo paragrafo 6 una fase di sperimentazione, della durata di sei mesi, con lobiettivo di esaminare lintero processo di liquidazione della pensione, con particolare riferimento alla fase di predisposizione della posizione assicurativa delliscritto.

Tale attivit inoltre finalizzata al monitoraggio del rispetto dei tempi tecnici di adozione del provvedimento previsti dalla legge e al pagamento della pensione senza soluzione di continuit con lo stipendio.

Oltre alle posizioni degli assicurati individuate in occasione delloperazione Estratto Conto, al momento, saranno rese lavorabili nella nuova posizione assicurativa ai fini della sperimentazione tutte le posizioni degli iscritti agli Enti Locali e afferenti al bacino di utenza delle sedi individuate.

Ove la sede sperimentale ne ravvedesse lesigenza, sar possibile chiedere di riportare una posizione assicurativa per la quale imminente il pagamento della pensione (primo pagamento) sulla vecchia procedura Sin ("smigrazione). Si evidenzia che le richieste di smigrazione devono avere il carattere delleccezionalit e pertanto devono essere strettamente limitate a fattispecie non altrimenti risolvibili; saranno comunque oggetto di preventiva verifica ed autorizzazione da parte della D.C. Posizione Assicurativa di concerto con la DC Pensioni

Le modalit per la smigrazione sono state precisate con il messaggio Hermes n. 2825 del 23 aprile u.s.

3. Alimentazione delle posizioni assicurative di tutti gli iscritti

Tenuto conto che le posizioni assicurative degli iscritti di cui trattasi sono alimentate con le dichiarazioni degli Enti datori di lavoro e comunque sistemate secondo le indicazioni contenute nella circolare n. 148/2014, le stesse saranno utilizzate anche per la liquidazione delle pensioni oggetto della sperimentazione.

Ulteriori necessarie sistemazioni, limitatamente ai periodi che si collocano temporalmente entro il 30 settembre 2012, potranno essere effettuate con lutilizzo dellapplicativo Nuova Passweb.

Poiché in considerazione degli aspetti innovativi introdotti dalle circolari citate in premessa il preventivo coinvolgimento dei datori di lavoro fondamentale per il buon esito della sperimentazione, le Sedi nel procedere con la sistemazione delle posizioni assicurative secondo le indicazioni contenute nella circolare n. 148/2014, solleciteranno i datori di lavoro allimpiego esclusivo delle "vie di alimentazione delle posizioni assicurative dei propri dipendenti iscritti alla Gestione dipendenti pubblici indicate dalle suddette circolari: il flusso UNIEMENS _ ListaPosPA delle denunce mensili e lapplicativo Nuova Passweb.

In particolare, in questa fase transitoria opportuno che le sedi sollecitino, ove necessario, gli enti e le amministrazioni datori di lavoro, in previsione del collocamento a riposo dei propri dipendenti, a certificare, attraverso lapplicativo Nuova Passweb e ListaPosPa, le informazioni necessarie allIstituto per lerogazione della prestazione.

Si evidenzia a tale proposito la necessit di attivare presso le sedi ogni forma di sinergia tra gli operatori competenti per la sistemazione e predisposizione della posizione assicurativa e gli operatori competenti per la liquidazione del trattamento pensionistico.

Alla luce di quanto sopra, dal 1 giugno 2015 gli enti e le amministrazioni datori di lavoro rientranti nel bacino di competenza delle sedi Inps elencate al successivo paragrafo 6 non sono pi tenuti a trasmettere il mod. Pa04 intendendosi in tal senso modificate le istruzioni operative contenute nelle circolare Inpdap n. 34/2003 e successive modifiche, per la parte riguardante la trasmissione delle informazioni necessarie alla liquidazione della pensione.

A tal fine le Direzioni regionali in collaborazione con le Sedi, a cominciare da quelle elencate al successivo paragrafo 6 promuoveranno campagne di informazione presso gli Enti datori di lavoro finalizzate a far conoscere le nuove modalit di liquidazione delle pensioni che, come detto, non prevedono pi lutilizzo del mod. pa04.

4. Utilizzo dei modelli PA04 eventualmente gi presenti agli atti delle sedi sperimentali alla data del 1 giugno 2015 di avvio della sperimentazione

Per le posizioni oggetto della sperimentazione si utilizzeranno i mod. pa04 eventualmente gi presenti agli atti delle sedi per i dati antecedenti al 1 ottobre 2012 e per rilevare le informazioni di "ultimo miglio, come precisato nella gi citata circolare 148/2014.

Si ribadisce, infatti, che i dati giuridici ed economici riferiti al periodo successivo al 30 settembre 2012 possono essere modificati dagli enti datori di lavoro solo attraverso il canale ListaPosPA, che implementa la posizione assicurativa delliscritto.

Peraltro, qualora il mod PA04 eventualmente gi presente agli atti della sede al momento di avvio della sperimentazione contenga dati successivi al 30 settembre 2012 non conformi a quelli presenti nella posizione assicurativa, loperatore di posizione assicurativa dovr effettuare una istruttoria presso lEnte datore di lavoro.

In particolare chieder di confermare lesattezza del dato contenuto nel citato modello e di trasmetterlo allInps attraverso il canale ListaPostPA entro un termine determinato, utile per la liquidazione della pensione, avvisando che, in mancanza di conferma o rettifica del dato entro il predetto termine, lIstituto liquider il trattamento di pensione sulla base delle informazioni gi esistenti sulla posizione assicurativa dellinteressato, salvo eventuali ricostituzioni della pensione..

5. Utilizzo dei modelli PL1 o 350/P ai fini della liquidazione dei trattamenti di fine servizio

Dalla data di dismissione del PA04, di cui al precedente paragrafo 3, le amministrazioni utilizzeranno i modelli PL1, per le indennit di buonuscita, e 350/P, per le indennit premio di servizio, gi in uso fino al 2010, disponibili nella sezione modulistica del sito dellIstituto ai fini della liquidazione dei trattamenti di fine servizio.

Tali moduli saranno utilizzati nelle more della definizione di uno strumento alternativo integrato con posizione assicurativa e con il nuovo sistema (SIN2) per lindicazione dei dati di pagamento, dei dati economici e per la conferma dei dati giuridici necessari per i Tfs.

Gli stessi moduli, debitamente compilati e sottoscritti dal rappresentante dellamministrazione datore di lavoro, vanno trasmessi alle caselle PEC delle direzioni territoriali Inps di competenza.

Loperatore potr utilizzare le informazioni trasmesse con PA04 solo se pervenute prima della data di avvio della sperimentazione di cui al precedente paragrafo 3.

6. Sedi coinvolte nella sperimentazione SIN2

La sperimentazione in oggetto attivata dal 1 giugno 2015 per sei mesi presso le seguenti sedi:

AVELLINO

BRINDISI

GORIZIA

LIVORNO

MACERATA

PESARO

PORDENONE

PRATO

REGGIO EMILIA

ROVIGO

SONDRIO

TRIESTE

UDINE

VICENZA

Tali Sedi saranno opportunamente abilitate alle applicazioni pensioni integrate con la nuova posizione assicurativa e durante la sperimentazione potranno inoltrare quesiti di carattere giuridico-amministrativo alla casella di p.e. PensioniSin2@inps.it e quelli di carattere tecnico-informatico attivando lusuale richiesta di assistenza applicativa SIN.

In particolare le Sedi, attraverso le Direzioni regionali, comunicheranno a PensioniSin2@inps.it ogni criticit eventualmente riscontrata in fase di liquidazione del trattamento di pensione con le nuove modalit operative nonché eventuali esigenze migliorative. Inoltre, a supporto dellattivit sperimentale svolta dalle sedi, saranno pubblicate in uno spazio dedicato le risposte alle domande frequenti e di interesse comune.

Al termine della fase di sperimentazione, lutilizzo della procedura SIN2 sar estesa a tutte le altre Sedi non coinvolte nella prima fase.

Pertanto, opportuno che tutte le Direzione Regionali, in collaborazione con le Sedi, avviino sin da adesso ogni utile iniziativa per la comunicazione e linformazione nei confronti degli Enti pubblici datori di lavoro in merito alle nuove modalit di liquidazione dei trattamenti pensionistici descritte nella presente circolare, di prossima attuazione generalizzata.

Tale campagna di informazione e sensibilizzazione dovr coinvolgere, in particolar modo gli Enti/Amministrazioni eventualmente inadempienti agli obblighi di alimentazione delle posizioni assicurative, sottolineando fin dora che il procrastinarsi di comportamenti non conformi alle prescrizioni dellIstituto potrebbero comportare ritardi nel pagamento della pensione ai propri dipendenti.

Per garantire una completa, corretta e omogenea realizzazione del progetto di consolidamento della banca dati delle posizioni assicurative della Gestione dipendenti pubblici dellIstituto, la Direzione generale effettuer attivit di monitoraggio e verifica delle azioni svolte, anche con accessi nelle sedi di sperimentazione, garantendo supporto e affiancamento alle Direzioni regionali e provinciali coinvolte.


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS