Circolare INPS n. 89 del 09.07.2014

Progetti regionali di miglioramento di rilevanza nazionale

 

Sommario:

Premessa.

1) Progetto per le lavorazioni servizi a bassa frequenza

2) Progetto per le Lavorazioni "Fuori Sistema e "Lavorazioni dUfficio della Gestione dipendenti pubblici.

3) Progetto per la lavorazione pratiche relative a benefici in sede di pensione della Gestione dipendenti pubblici

4) Progetto per lo smaltimento degli arretrati relativi alle lavorazioni degli ECA della Gestione dipendenti pubblici

5) Recupero Indebiti

6) Movimenti finanziari

7) Flussi contributivi

8) Ricorsi

Liste pensioni da verificare

Sistema di valutazione dei risultati

Premessa

Con riferimento ai progetti regionali di miglioramento di cui alla circolare n. 163 del 25 novembre 2013, sono pervenuti dalle Direzioni Regionali un ampio ed esaustivo numero di contributi e proposte.

Lapproccio favorevole alla modalit progettuale un fattore oltremodo positivo, atteso che i P.R.M. costituiscono la pi efficace leva gestionale per la rimozione dei fattori critici conclamati, che impediscono ad alcuni segmenti di produzione di essere ricondotti a regimi di correntezza ed entro le soglie di giacenza fissate dal Piano della Performance.

Al riguardo, proprio al fine di conseguire i risultati pi utili con il minore aggravio possibile sulle strutture di produzione, si richiama la necessit di selezionare ulteriormente i progetti, concentrando le risorse sulle sole problematiche che rispondano a requisiti di reale eccezionalit, unicit e ampiezza.

  • Eccezionalit: piani di azione che interessino lotti di giacenza patologica e persistente, determinati da fattori contingenti e/o imprevisti, la cui gravit non si possa risolvere con gli strumenti gestionali ordinari (escludere, di conseguenza, le giacenze derivanti dal mancato presidio di un servizio o altri problemi locali, le cui conseguenze si possano appianare con le ordinarie leve organizzative e gestionali).
  • Unicit: piani di intervento che tendano alla rimozione totale o parziale di una specifica sacca critica, grazie ad unazione drastica e risolutiva, con il fine di riportare il flusso di lavorazione a un regime di correntezza (in questa accezione, il progetto pu considerarsi davvero efficace se realizzato una tantum, nellambito di una pianificazione annuale o biennale. E escluso, invece, che uno stesso progetto possa avere un carattere di ricorrenza o sistematicit).
  • Ampiezza: progetti connotati dallampiezza e dalla trasversalit delle problematiche affrontate, con riferimento ad una scala regionale sia nella diffusione dellarea critica sia nel reperimento delle risorse dedicate (escludere, di conseguenza, gli eventuali deficit di una singola Sede, che si possono risolvere con gli ordinari strumenti della sussidiariet regionale).

Al fine di facilitare la selezione dei Progetti e il corretto impiego delle risorse loro dedicate, sono state individuate delle situazioni di criticit e disservizio comuni a tutte le Regioni, sulle quali impostare dei progetti regionali di miglioramento con rilevanza nazionale, il cui monitoraggio sar seguito direttamente dalla Direzione Centrale.

Al fine di consentire la programmazione dei PRM a rilevanza nazionale, stata creata una specifica cartella allinterno del Piano Budget 2014 denominata "2014 PRM nazionali contenente le schede di programmazione per ciascun progetto. La compilazione delle schede di programmazione deve essere completata entro il 31 luglio p.v.

In generale, lelenco completo dei Progetti a rilevanza nazionale, il seguente:

1) Progetto per le lavorazioni servizi a bassa frequenza

Uno specifico progetto stato dedicato ad alcuni servizi a bassa frequenza, i cui parametri di qualit - in ambito nazionale - risultano ampiamente al di sotto degli standard raggiunti per i prodotti a pi ampia diffusione.

I criteri di individuazione, riconducibili principalmente alla combinazione basso indice di deflusso/alto indice di giacenza, hanno evidenziato un set di 23 prodotti eterogenei sui quali necessario intervenire con unazione drastica di smaltimento integrale della giacenza. Infatti, pur interessando piccole quantit di istanze, la sommatoria di questi prodotti reca indubbiamente un disservizio ad elevato impatto sociale ed espone lIstituto a gravi rischi di immagine.

Codice prodotto

Codice 14/O

Descrizione prodotto

10109

40119

PROVV. INDIRETTE TOT.

10109

40118

PROVV. INVAL/INAB. TOT.

20103

04Y850

FASE-FIG. ALTRO

10120

AA1A14

ASSEGNO ESODO L.92/12 VO

20337

AC5A03

ALTRI RISCATTI (MANUALI)

10120

AA2A14

ASSEGNO ESODO L.92/12 ANZ

20121

AC01A1

CERTIF. USURANTI

20103

04Y847

FASE-FIG. RISC. ALTRO

50105

42190

LIQ. DIR. A.F. DOMESTICI

10220

41070

RIC. MAT. FUORI LAVORO

10407

CISOES

C.I. SUPERSTITI ESTERO

20204

45650

ART/COM RIMB.ASSENZA INAD

20103

AD1A03

SERVIZIO DI LEVA (ISTR)

10407

CIIOES

C.I. INVALIDITA' ESTERO

20334

AC5A10

RISCATTO LAVORO ESTERO

20103

04Y849

FASE-FONDI SPECIALI

20346

CC6C66

RICONG.DA F.S. A CASSE

20344

CC8C63

TRASFER.GRATUITI IN AGO

20318

CC0C40

COST.P.ASS.LAV.MARITTIMI

20342

AC7A16

RICONG.DA CASSE IN AGO

10204

41680

RICOSTIT. PER LEGGE E SEN

20331

CC3C60

RISCATTO LAUREA F.S.

20337

CC5C63

ALTRI RISCATTI F.S.

Ai fini del Progetto Regionale di Miglioramento con rilevanza nazionale, fornito a ciascuna Regione lo stesso elenco di prodotti con lindicazione delle rispettive giacenze, assumendo comeobiettivi

  • lo smaltimento del 90% del volume omogeneizzato corrispondente allinsieme dei prodotti giacenti al 30 giugno;
  • il conseguente miglioramento degli indici di deflusso e di giacenza per ciascun prodotto.

Tenuto conto che il lotto da lavorare costituito da pratiche eterogenee, poco frequenti e talvolta connotate da un grado di difficolt superiore alla norma, i coefficienti di omogeneizzazione utilizzati ai fini del monitoraggio beneficeranno di un incremento pari al 10% del coefficiente ordinario.

Inoltre, per supportare le Sedi Regionali nella individuazione di casistiche specifiche del proprio contesto territoriale, sono disponibili sul server una serie di carte di lavoro contenenti una lista accurata di tutti i prodotti che presentano valori anomali, anche sulla base di parametri diversi da quelli adottati normalmente sul Cruscotto gestionale (ad esempio: la definizione oltre la soglia ultra critica di 360 giorni; il tempo medio; gli indici di deflusso e giacenza; il raffronto con il cluster). Tali risultati sono messi a disposizione delle Sedi come strumento di analisi, con il fine di evidenziare le sacche di marginale disservizio non rilevate dagli strumenti del monitoraggio generale (Cruscotto, Piano budget), ovvero per contrastare i possibili fenomeni di esposizione a rischi reputazionali.

2) Progetto per le Lavorazioni "Fuori Sistema e "Lavorazioni dUfficio della Gestione dipendenti pubblici

Al fine di procedere allo smaltimento delle giacenze sulle attivit produttive della gestione dei dipendenti pubblici, di seguito riportate, per le quali prevista, in tutto o in parte, una lavorazione fuori sistema o dufficio le Direzioni regionali, in attuazione del messaggio Hermes 4019/2014 e secondo le modalit in esso contenute, cui si rimanda, dovranno provvedere alla chiusura delle pratiche lavorate fuori sistema a tutto il 31 dicembre 2013:

Codice prodotto:

- 080J00 Pensioni Subito

- 090J00 Adempimenti pensionistici

- DA0J00 Reversibilit

- DB0J00 Partita da mettere in pagamento

- DH0J00 Cessazione partita

- DF0J00 Variazioni senza provvedimento

- DG0J00 Variazioni con provvedimento

- DP0J00 Interessi legali /Rivalutazione monetaria

- 09AJ00 Totalizzazione italiana

- 11CJ00 Reg. CE 160698 pensioni a carico dello stato estero

- 11DJ00 Reg. CE 160698 pensioni in regime internazionale.

Le liste di lavorazione verranno fornite e rese disponibili su Piano Budget cartella regionale "PRM- per ciascun prodotto e dovranno essere esaurite entro e non oltre il 31 dicembre 2014.

3) Progetto per la lavorazione pratiche relative a benefici in sede di pensione della Gestione dipendenti pubblici.

Al fine di completare lattivit avviata con il progetto di miglioramento in oggetto, gi inserito nella Circolare n.66 del 26 aprile 2013, si ripropongono le seguenti attivit :

  • verifica e scomputo sullapplicativo informatico SIN delle rate dei piani di ammortamento relativi a benefici in sede di pensione con scadenza al 30 aprile 2014; (scomputo benefici in sede di pensione);

  • generazione a sistema dei piani di ammortamento relativi a benefici in sede di pensione per i quali non stata comunicata la data di notifica (acquisizione data notifica)

Per ciascuna attivit verranno rese disponibili su Piano Budget cartella regionale "PRM le liste di lavorazione che dovranno essere esaurite entro e non oltre il 31 dicembre 2014

4) Progetto per lo smaltimento degli arretrati relativi alle lavorazioni degli ECA della Gestione dipendenti pubblici

Al fine di abbattere le giacenze sulle lavorazioni degli ECA ancora presenti sulla scrivania virtuale, ciascuna sede dovr procedere alla:

  • Validazione degli ECA, presenti su scrivania virtuale alla data del 16/05/2014, sino allannualit 2011 compresa.

Nella cartella regionale "PRM di Piano budget verranno forniti gli elenchi a livello regionale e di singola sede che indicheranno il numero di ECA, distinti tra preannuali riferiti al biennio 2010-2011, e annuali riferiti al periodo 2005-2011, presenti su scrivania virtuale alla predetta data di rilevazione. (Codici 760J00/770J00).

Il progetto dovr concludersi entro e non oltre il 31 dicembre 2014.

5) Recupero Indebiti

Con riferimento a quanto comunicato con msg. 4025 del 22/4/2014 il progetto per il recupero delle prestazioni indebite di smaltimento del 100% delle giacenze esistenti al 31/12/2012 di cui alle liste comunicate alle direzioni regionali, introdotto con msg. n. 16014 del 8/10/2013, andr completato entro il 30/10/2014.

6) Movimenti finanziari

Con il codice AC8A19 "Movimenti finanziari individuato lultimo segmento del processo di ricongiunzione dei periodi assicurativi, con riferimento al trasferimento delle somme a seguito di accettazione; ovvero, allannullamento della partita a seguito di rinuncia. A partire dal mese di migrazione della procedura 3erre sulla nuova piattaforma NPIGPA (giugno 2013), tale attivit monitorata in termini di flusso, assumendo come giacenza il carico delle pratiche in esito "Q (calcolate) e come pervenuto le nuove pratiche calcolate nel mese di riferimento.

Con lanalisi dei primi dati, confermata anche da recenti accessi presso le Sedi, si riscontrato che lattivit di trasferimento delle somme (che si pone a valle dellesito di "accoglimento in Verifica) non stata sempre seguita con le modalit procedurali previste dalla normativa vigente[1], con conseguente stratificazione di una giacenza molto critica su scala nazionale.

Peraltro, a seguito dellintegrazione degli Enti, il movimento finanziario da una gestione allaltra avviene nellambito dello stesso Istituto e, pertanto, non pu che seguire un regime di correntezza e tempestivit. Per questo motivo, nel corso dellanno corrente, sar introdotto uno specifico indicatore collegato al tempo intercorrente tra lesito della ricongiunzione e la trattazione del movimento finanziario.

Riguardo alla giacenza critica, riferita alle ricongiunzioni definite fino allanno di competenza 2013, si inteso dedicare uno specifico progetto di smaltimento con rilevanza nazionale e apposito monitoraggio a cura della Direzione Centrale.

Tale progetto avr durata biennale, quindi lobiettivo per il 2014 labbattimento del 50% della giacenza esistente al 30/06/2014, ferma restando la tempestiva lavorazione del pervenuto.

7) Flussi contributivi

Nellambito dellarea flussi, in particolare per quanto riguarda le aziende che operano con il sistema UniEmens, lavvio della nuova procedura Gestione Contributiva pu aver determinato carichi di lavoro particolarmente consistenti per la cui soluzione possibile attivare appositi progetti di miglioramento di livello nazionale.

Le attivit interessate, per il cui monitoraggio sono stati comunicati i nuovi codici con messaggio n. 5418 del 17.6.2014, sono le seguenti:

- Gestione rettifiche (codice NRET11 - NRET01): si riferisce alla lavorazione delle rettifiche per le quali in corso il progressivo caricamento sugli archivi di gestione, secondo le modalit di flusso descritte nel predetto messaggio. In attesa del rilascio completo delle procedure di gestione si dovr procedere allazzeramento delle rettifiche per le quali viene sistemato il semaforo verde (durc interno art.1) e di quelle a seguito di variazione anagrafica (variazione csc e ca). Lobiettivo di smaltimento a fine anno sar indicato con successivo messaggio dal momento in cui saranno pienamente operative le procedure di gestione.

- Insoluti parziali DM 2013(codice N46873) e Insoluti totali DM 2013(codice N46875): si riferisce alla lavorazione delle denunce parzialmente o totalmente insolute in ambiente nuovo recupero crediti (NRC);

- Illeciti penali Aziende DM (codicicorrispondenti): anche per la gestione degli illeciti penali, emissione e invio diffide o denunce, possibile attivare piani per lo smaltimento sia delle giacenze da nuovo DM 2013 che di sacche di arretrato riferite al vecchio flusso DM.

Lobiettivo, da raggiungere entro il 31/12/2014, per tali progetti il seguente:

- per gli insoluti totali e parziali: il conseguimento dellindice di deflusso pari a 1;

- per gli illeciti diffidati ante 08 (cod. 14/O 46880): azzeramento della giacenza al 30/6/2014;

- per gli illeciti diffidati post 07 (cod. 14/O 46882): il conseguimento dellindice di deflusso pari a 0,80.

8) Ricorsi

A conclusione delle attivit previste con la circolare n. 29/2013permangono alcuni elementi di criticit nelle regioni di seguito elencate con lassociazione al prodotto cui porre particolare attenzione:

INCAS: Lombardia, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia, Sicilia, Abruzzo

DICA: Lombardia, Liguria, Marche, Puglia, Sicilia, Campania

RIOL: Basilicata, Puglia, Sicilia

Le attivit previste dalla circolare 29/2013 dovranno essere tassativamente completate entro il prossimo 31 dicembre 2014.

Liste pensioni da verificare

Lattivit di verifica delle pensioni, tramite la gestione delle liste di anomalie evidenziate dal centro, diventata negli anni sempre pi strategica ed oggi la principale modalit di pulizia della banca dati delle pensioni, favorendo i volumi maggiori di ricostituzioni dufficio, correzione di dati, revoche di prestazioni, ma anche contrastando linsorgenza di indebiti o la stratificazione degli arretrati da conguagliare.

Per questo motivo, entro a partire dalla seconda met dellanno verr introdotto uno specifico indicatore nel Cruscotto direzionale per le attivit eseguite con le due procedure:

  • Pensioni da verificare Liste per sedi
  • Pagamento unificato pensioni Liste scarti per sedi.

Lindicatore di qualit, prender a riferimento la "stratificazione della giacenza, vale a dire il numero di anomalie ancora presenti nelle liste in relazione al periodo in cui si sono generate. Esempio:

Oltre 360 giorni

Da 181 a 360 giorni

Da 91 a 180 giorni

Da 1 a 90 giorni

Lattivit, pur non rientrando specificatamente nei PRM, verr quindi monitorata ai fini dellindicatore di qualit allinterno del cruscotto direzionale.

Sistema di valutazione dei risultati

Il Direttore Regionale responsabile del raggiungimento complessivo degli obiettivi contenuti in ogni singolo progetto di miglioramento della regione.

I direttori provinciali e i dirigenti delle aree manageriali, sia a livello provinciale che regionale, condividono la responsabilit del raggiungimento degli obiettivi collegati ai PRM, con riferimento alla percentuale di realizzazione sullinsieme dei progetti assegnati alla regione.

Ciascun progetto dovr essere assegnato ad un dirigente individuato dal Direttore regionale, che sar responsabile dellobiettivo di smaltimento e della gestione delle risorse individuate per la realizzazione del progetto.

il risultato raggiunto nellambito del PRM assegnato concorrer alla formulazione delle proposte di valutazione della qualit della prestazione individuale che i Direttori regionali debbono formulare annualmente.

Le risorse umane impiegate nella realizzazione dei PRM dovranno essere rendicontate, oltre che nelle apposite schede predisposte nelle cartelle di Piano budget, attraverso lutilizzo del modulo SAP Time Sheet, indicando il CIC della Sede Regionale associato al dirigente responsabile del PRM.

Per quanto riguarda la consuntivazione degli indicatori relativi allimpiego delle risorse umane, tale personale verr comunque considerato come impiegato nelle aree di produzione.

I report di monitoraggio dellandamento dei piani regionali, oltre che attraverso le tradizionali procedure di gestione della produzione, saranno resi disponibili mensilmente in forma aggregata nellapposita cartella del Piano budget 2014.



[1] Gli aspetti amministrativi connessi al trasferimento somme sono disciplinati dallart. 5 della legge 29/1979; il relativo percorso procedurale, nellambito del processo di ricongiunzione, riepilogato nel messaggio Hermes n. 7327 del 3/5/2013 (sulla parte contabile vedi anche messaggio n. 10613 del 25/6/2012).


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali