Circolare INPS n. 80 del 19.04.2000

Ruoli 2000 - Invio di preavviso di sgravio ai contribuenti.
Circolare INPS n. 80 del 19.04.2000

SOMMARIO: In concomitanza con la notifica delle cartelle di pagamento da parte dei concessionari, nelle more del rilascio della procedura di discarico/sgravio delle partite indebite, le Sedi dovranno inviare un preavviso di sgravio ai contribuenti che hanno provveduto a pagare in tutto o in parte il carico contributivo già iscritto a ruolo.

PREMESSA
In base all’art. 11 del D.Lgs n° 46/99, la cartella di pagamento deve essere notificata ai contribuenti entro l’ultimo giorno del quarto mese successivo a quello di consegna dei ruoli.
Ne consegue che le cartelle relative ai ruoli emessi nel mese di gennaio 2000 dovranno essere notificate dai concessionari entro il mese di maggio p.v..
Le cartelle potrebbero comprendere anche carichi contributivi iscritti nei ruoli emessi successivamente al mese di gennaio sia perché le partite debitorie, dovute dallo stesso soggetto individuato dal codice fiscale, possono abbracciare carichi contributivi iscritti in ruoli diversi, sia perché il termine dei quattro mesi sopra indicato rappresenta il limite temporale massimo entro cui la cartella deve essere notificata.
Le cartelle riporteranno la situazione debitoria del contribuente come risultava negli archivi di gestione DM E ART/COMM al momento dell’infasamento.
Gli archivi suddetti, anche dopo la formazione del ruolo, sono movimentati da:
- provvedimenti amministrativi (cancellazione di lavoratori autonomi dagli elenchi di categoria);
- pagamenti effettuati dai contribuenti e intervenuti nel periodo intercorrente tra la fase di predisposizione del ruolo e la notifica della cartella da parte del concessionario;
- pagamenti afferenti piani di ammortamento provvisori o definiti relativi a domande di dilazione accolte dal mese di dicembre 1999;
- sistemazioni contabili non gestite al momento della formazione del ruolo;
- pagamenti registrati dopo l’infasamento dei crediti;
- procedure concorsuali.
Ne deriva che le Sedi interessate dovranno emettere, a seconda delle situazioni che hanno modificato la posizione iscritta nei ruoli, i provvedimenti di discarico o sgravio che si sono resi e si renderanno necessari.
Tali provvedimenti dovranno essere inviati in via telematica ai concessionari.

PREAVVISO DI SGRAVIO DA PARTE DEI CONCESSIONARI
In sede di predisposizione, con i concessionari e con il Ministero delle Finanze, dei tracciati telematici per i provvedimenti (discarichi, sgravi, sospensioni, dilazioni, comunicazione di inesigibilità delle quote e relativo discarico), a causa dei tempi tecnici per l’invio e la ricezione degli stessi, si è ritenuto necessario predisporre un unico tracciato avente valenza di discarico/sgravio a seconda o meno se la cartella sia stata formata.
Pertanto, si è concordato che, nel caso di provvedimento trasmesso in assenza di cartellazione, il concessionario attuerà il discarico sul ruolo, e, quindi, verrà rideterminato il carico contributivo iscritto nel ruolo stesso.
Diversamente, nel caso di provvedimento trasmesso quando già la cartella è stata formata, al fine di mettere tempestivamente al corrente il contribuente che gli importi richiesti per il pagamento sono indebiti, il concessionario provvederà immediatamente ad inviare al contribuente l’avviso di sgravio, sgravando contestualmente la partita dal ruolo, dandone comunicazione alla Sede attraverso gli esiti della riscossione.

AVVISO AI CONTRIBUENTI DA PARTE DELLE SEDI
Tenuto conto dell’imminente invio delle cartelle ai contribuenti da parte dei concessionari, in attesa che venga rilasciata la procedura telematica ancora in fase di definizione, al fine di evitare che i contribuenti eccepiscano la emissione di cartelle contenenti indebiti contributivi o che gli stessi corrispondano ai concessionari importi non dovuti, le Sedi dovranno provvedere immediatamente ad inviare esclusivamente ai contribuenti interessati una comunicazione contenente il preavviso di sgravio delle somme indebite (all. 1).
Ciò consentirà al contribuente di pagare gli importi effettivamente dovuti, al netto degli sgravi.
Tale attività amministrativa dovrà essere espletata dalle Sedi per tutti i ruoli già emessi e/o che verranno dati in carico ai concessionari fino a nuova comunicazione in merito.

MODALITA’ OPERATIVE
Le Sedi, pertanto, al fine di inviare il preavviso di sgravio, dovranno:
- effettuare una ricognizione sulle partite indebite che saranno oggetto di provvedimento telematico di sgravio;
- trasmettere ai contribuenti interessati, mediante raccomandata A/R, il preavviso di sgravio, secondo l’allegato prestampato;
- tenere in evidenza tali comunicazioni in quanto, dopo il rilascio della procedura telematica, le stesse partite dovranno essere trasmesse ai concessionari che provvederanno a sgravarle dai ruoli.
Successivamente verranno date disposizioni sulla sistemazione contabile delle stesse.

RICHIESTA DI SGRAVIO DA PARTE DEL CONTRIBUENTE
Oltre gli sgravi da emettere in concomitanza delle cartelle che verranno notificate a breve o anche successivamente, le Sedi, a richiesta del contribuente, potranno emettere parimenti gli avvisi di sgravio su cartella.
Infatti, il debitore, a ricezione della cartella di pagamento, può:
- provvedere al pagamento delle somme ivi contenute;
- chiedere lo sgravio totale o parziale;
- chiedere una sospensione di pagamento;
- chiedere una dilazione di pagamento.
In particolare il debitore, dopo aver verificato il carico contributivo, può eccepire che i contributi richiesti sono stati pagati in tutto o in parte o non sono dovuti, specificandone la motivazione (es. richiesta di cancellazione dagli elenchi di categoria non ancora definita).
Per ottenere il provvedimento di sgravio l’interessato dovrà:
- presentare apposita richiesta alla Sede di competenza;
- allegare copia della cartella di pagamento;
- attestare eventualmente l’avvenuto pagamento;
- produrre idonea documentazione attestante che i contributi, ancorché non pagati, non sono dovuti.
La Sede interessata, a ricezione dell’istanza, dovrà:
- verificare la posizione debitoria della ditta;
- verificare i pagamenti presenti in archivio;
- acquisire eventualmente la ricevuta di pagamento qualora non dovesse risultare in archivio;
- inviare al contribuente il preavviso di sgravio totale o parziale o comunicare che il carico contributivo contestato è dovuto. (all. 2)
Se il provvedimento di sgravio è parziale, ovviamente dovrà essere rideterminato anche il carico relativo agli oneri accessori e la comunicazione di sgravio dovrà riportare il residuo debito del contribuente.
Le Sedi dovranno esaminare tutte le richieste di sgravio e dare risposte tempestive ed esaurienti nei tempi previsti per il pagamento della cartella onde consentire al contribuente di pagare gli importi effettivamente dovuti.
Inoltre si ricorda che, successivamente alla scadenza dei 60 giorni dalla notifica, il contribuente è tenuto, per ogni giorno di ritardo, al pagamento di un'ulteriore somma aggiuntiva calcolata dalla notifica della cartella alla data di pagamento.
Tutti i provvedimenti cartacei di sgravio totale o parziale trasmessi ai contribuenti dovranno essere tenuti in evidenza per le successive sistemazioni contabili sia sugli archivi dei ruoli che sugli archivi di gestione, ancorché per l’invio del provvedimento telematico al concessionario.

DATI IDENTIFICATIVI DEL PROVVEDIMENTO DI SGRAVIO
Il provvedimento cartaceo dovrà contenere gli stessi dati identificativi del provvedimento telematico, e quindi, dovrà riportare i seguenti dati:
- dati identificativi del ruolo (Codice Ente, codice Ambito, anno e numero ruolo);
- dati relativi al contribuente (dati anagrafici, domicilio fiscale e indirizzo);
- il codice fiscale;
- i dati identificativi del provvedimento (numero progressivo del provvedimento; inoltre, numero della cartella e numero progressivo del tributo all’interno della cartella , se quest’ultima è stata emessa);
- il codice tributo relativo al carico sgravato e l’anno o il periodo di riferimento;
- l’importo originario del carico iscritto a ruolo (distinto per contributi e oneri accessori);
- l’importo sgravato (distintamente per contributi e oneri accessori);
- eventuale residuo carico a ruolo.
L’invio delle cartelle di pagamento da parte dei concessionari avrà un notevole impatto nei confronti dei contribuenti in quanto rappresentano una diversa modalità di recuperare il credito da parte dell’Istituto.
D’altro canto tutto il nuovo sistema di riscossione imperniato sulla cartella unica di pagamento di tributi e contributi riguarda non solo l’Istituto ma anche tutti gli Enti previdenziali nonché l’Amministrazione Finanziaria, e, oltre la prima fase di attuazione, richiederà una messa a punto di tutto il sistema.
Le Sedi, pertanto, sono pregate di comunicare tutte le problematiche che emergeranno sia a livello operativo che gestionale onde valutare nel modo più opportuno la situazione e intraprendere le opportune iniziative.

Allegato 1

ISTITUTO NAZIONALE PER LA PREVIDENZA SOCIALE
SEDE DI

RACCOMANDATA A/R
PROT.

AL SIGNOR……………………….
Via …………………………………
Città …………………………..…..
Cod. Fisc. ………………………..
Matricola I.N.P.S. ……………….

OGGETTO: PREAVVISO DI SGRAVIO

GENTILE CONTRIBUENTE,

Le arriverà nei prossimi giorni, da parte del concessionario della riscossione dei tributi, una cartella esattoriale contenente la richiesta di pagamento, entro 60 giorni, di contributi previdenziali e assistenziali e di oneri accessori (indicare la relativa gestione) che invece risultano già pagati (indicare in tutto o in parte).
Al riguardo si comunica che le somme sottoindicate risultate non dovute verranno comunicate al concessionario, come da specifica indicata in calce.
Ella quindi non è tenuto al pagamento (in tutto e/o in parte) della cartella esattoriale.
Ci scusiamo per il disturbo arrecatoLe.

IL DIRIGENTE

Dati del ruolo – n° e anno emissione

n° progressivo provvedimento

Codice tributo

Carico originario

Importo sgravio

Causale

Carico residuo

Allegato 2

ISTITUTO NAZIONALE PER LA PREVIDENZA SOCIALE
SEDE DI

RACCOMANDATA A/R
PROT

AL SIGNOR……………………….
Via …………………………………
Città …………………………..…..
Cod. Fisc. ………………………..
Matricola I.N.P.S. ……………….

OGGETTO: RICHIESTA DI SGRAVIO

GENTILE CONTRIBUENTE,

A seguito di quanto da Lei segnalato nella richiesta di sgravio, esaminati gli atti di ufficio, è emerso quanto segue:

[_] Non risulta aver diritto allo sgravio richiesto e, pertanto, si conferma integralmente quanto richiesto dal concessionario con la cartella esattoriale.

[_] Risulta aver diritto allo sgravio richiesto (in tutto o in parte) come da specifica in calce.

Al concessionario verrà inviato un provvedimento a parte.

IL DIRIGENTE

N.B.: barrare la voce che interessa

Dati del ruolo – n° e anno emissione

n° progressivo provvedimento

n° cartella

n° progressivo tributo all’interno della cartella

Codice tributo

Carico originario

Importo sgravio

Causale

Carico residuo

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS