Circolare INPS n. 60 del 12.05.2014

 

DL 24 aprile 2014, n. 66. Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati.


 

Sommario:

 

Sulla GU n.95 del 24 aprile 2014 stato pubblicato il DL 24 aprile 2014, n. 66 recante "Misure urgenti per la competitivit e la giustizia sociale.

Il provvedimento, entrato in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione, contiene, tra laltro, disposizioni dirette alla riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati.

1. Contenuto della norma.

In particolare, per lanno 2014, l' articolo 1 del decreto riconosce - ai titolari di reddito di lavoro dipendente e di taluni redditi assimilati, la cui imposta lorda sia superiore alle detrazioni da lavoro loro spettanti un credito cos articolato:

  • per i possessori di reddito complessivo non superiore a 24.000 euro, il bonus pari a 640 euro;
  • in caso di superamento del limite di 24.000 euro, il credito decresce fino ad azzerarsi al raggiungimento di un livello di reddito complessivo pari a 26.000 euro.

Stante l'evidente natura fiscale, la materia stata disciplinata dall'Agenzia delle entrare con la circolare n. 8/E del 28 aprile 2014 (allegato 1), cui si rimanda integralmente per quanto riguarda il complesso degli aspetti di carattere normativo.

Limpianto del decreto prevede che il credito venga erogato sugli emolumenti corrisposti in ciascun periodo di paga, rapportandolo al periodo stesso. Ai fini del recupero degli importi riconosciuti, il sostituto dimposta utilizza, fino a capienza, lammontare globale delle ritenute disponibili in ciascun periodo di paga e, per la differenza, i contributi previdenziali dovuti per il medesimo periodo di paga.

Con la presente circolare si illustrano le modalit che i datori di lavoro/committenti dovranno utilizzare per il recupero del bonus erogato allorquando, esaurita la sfera fiscale, possono essere aggredite le contribuzioni dovute all'istituto.

2. Modalit di recupero.

Disciplinando le modalit dei recuperi, il comma 5 dell'articolo 1, prevede che "il sostituto di imposta utilizza, fino a capienza, lammontare complessivo delle ritenute disponibile in ciascun periodo di paga e, per la differenza, i contributi previdenziali dovuti per il medesimo periodo di paga...

Al riguardo, lAgenzia delle Entrate, con risoluzione n. 48/E del 7 maggio 2014 (allegato 2) ha istituito il codice tributo "1655 denominato "Recupero da parte dei sostituti dimposta delle somme erogate ai sensi dellarticolo 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66.

Secondo le indicazioni contenute nella risoluzione, il nuovo codice tributo andr esposto nella sezione "Erario del modello F24, in corrispondenza delle somme inserite nella colonna "importi a credito compensati, con lindicazione nel campo "rateazione/regione/prov./mese rif. e nel campo "anno di riferimento, del mese e dellanno in cui avvenuta lerogazione del beneficio fiscale, rispettivamente nel formato "00MM e "AAAA.

Trovando applicazione listituto della compensazione ex articolo 17 del D.lgs. 9 luglio 1997, n. 241, datori di lavoro e committenti potranno utilizzare il nuovo codice per recuperare le somme erogate anche a valere sui contributi previdenziali.

3. Modalit di recupero nella gestione Inps.

Al fine di consentire il completo recupero del bonus anche alle Amministrazioni pubbliche che possono avere difficolt a operare in compensazione con il modello F24, viene prevista, allinterno della gestione contributiva INPS, la modalit di recupero di seguito descritta.

3.1 Amministrazioni pubbliche titolari di una posizione contributiva Inps DM (DM2013).

Le Amministrazioni pubbliche titolari di una posizione contributiva DM riferita ai dipendenti (DM2013), per il recupero del bonus non compensabile in F24, utilizzeranno la denuncia contributiva riferita a detta posizione.

La somma relativa al periodo di paga interessato, che non potr eccedere la contribuzione complessivamente dovuta, dovr essere indicata con il codice conguaglio "L650 da valorizzare allinterno della sezione <AltrePartiteACredito> di <DenunciaAziendale>.

Ai fini dellindividuazione della quota aggredibile, si precisa che la stessa costituita dallammontare dei contributi dovuti, al lordo delle possibili partite a credito.

3.2 Amministrazioni pubbliche (ex INPDAP).

In alternativa a quanto indicato al precedente punto 3.1, ovvero ad integrazione di quanto gi recuperato con il codice conguaglio "L650, le Amministrazioni iscritte alle gestioni pubbliche che assumono il ruolo di dichiarante in ListaPosPA possono recuperare il bonus erogato ai lavoratori (dipendenti e collaboratori) riducendo lammontare dei versamenti, dovuti per il medesimo periodo di paga, dellimporto esposto in un nuovo elemento <AltriImportiAConguaglio> (percorso: DenunceMensili/ Azienda/ListaPosPA).

In ogni caso il recupero pu essere effettuato nei limiti della quota dei contributi che rimane a carico del dichiarante, al netto dei versamenti effettuati da altri soggetti indicati nellelemento Ente versante.

Ai fini dellindividuazione del limite utilizzabile possono essere considerati esclusivamente i contributi correnti, segnatamente quelli afferenti ai valori indicati negli elementi <E0_Periododelmese> e negli elementi <V1_PeriodoPrecedente>, codice causale "1, corrispondenti a retribuzioni erogate nel mese della denuncia. Non possono essere considerati i contributi che discendono dagli elementi V1 con codici causali diversi da "1.

In particolare, nellambito del tracciato Uniemens, gli elementi di <AltriImportiAConguaglio> devono essere compilati come di seguito indicato:

<TipologiaConguaglio>: indicare il valore "001;

<ImportoConguagliato>: indicare limporto del credito di imposta di cui allart.1, D.L. n. 66/2014, recuperato sui contributi riferiti alle gestioni pubbliche della dichiarazione contributiva.

Limporto indicato nellelemento <ImportoConguagliato> riduce i versamenti dei contributi delle gestioni pubbliche relativi allo stesso mese e anno in cui avvenuta lerogazione del beneficio fiscale, a partire dalla gestione identificata dal codice "1- Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti statali fino alla gestione identificata dal codice "9-Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, secondo lordine progressivo indicato nellelenco (allegato 3) e nei limiti dellimporto da compensare.

Nel modello F24 EP i versamenti relativi al periodo di riferimento delle competenze correnti devono essere esposti al netto delle compensazioni effettuate.

Le operazioni di recupero sopra illustrate potranno essere effettuate a far tempo dal periodo di paga "maggio 2014.

Ai fini di una pi dettagliata disamina dei nuovi codici ed elementi istituiti, si rinvia a quanto illustrato nellultima versione del documento tecnico del flusso UniEmens presente nellapposita sezione del sito istituzionale www.inps.it


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali