Circolare INPS n. 36 del 20.03.2014

 

Sperimentazione della Direzione provinciale integrata. Modifiche organizzative ed istituzione sperimentale dellAgenzia Flussi Contributivi.

 

 

Sommario:

1. Premessa

2. Il nuovo assetto organizzativo per la gestione dei flussi contributivi e dei servizi collegati in Direzione provinciale integrata.

3. La gestione della domanda di servizio proveniente dal Soggetto Contribuente.

3.1. Direzione provinciale integrata

3.2. Agenzie complesse

3.3. Linterfaccia con lutenza

4. Ripartizione tra le Unit Organizzative dei prodotti in carico al Polo gestione lavoratori dello sport e dello spettacolo

5. La programmazione e la rilevazione delle attivit di produzione

6. Sperimentazione del nuovo modello di Agenzia Flussi Contributivi

7. Le attivit centrali di supporto e monitoraggio

1. Premessa

Con circolare n.31 del 25 febbraio 2013 stato dato avvio alla sperimentazione della Direzione provinciale integrata e losservazione dei relativi esiti consente, a distanza di un anno, una prima rimodulazione del modello organizzativo inizialmente adottato, con particolare riferimento allarea del Soggetto Contribuente ove i processi, grazie alla centralizzazione dei dati, possono garantire lottimizzazione sia dei tempi di risposta che dellutilizzo delle risorse.

Infatti, lautomazione dei flussi dinformazioni contributive, assicurative e contabili (Uniemens) permette, oggi, una migliore gestione delle difettosit, delle anomalie e dei rischi con un approccio ed una logica unitaria del Soggetto Contribuente.

Inoltre, il livello raggiunto nel processo dintegrazione degli enti soppressi consente di avanzare nel processo di assimilazione organizzativa e procedurale delle strutture di produzione, con particolare riferimento alle attivit collegate alla gestione delle denunce del soggetto contribuente, sia dei lavoratori pubblici, sia dei lavoratori dello sport e dello spettacolo.

Peraltro, il rafforzamento dei sistemi di comunicazione telematica consente di rimodulare le funzioni tipiche del front office di sede in modo da poter garantire il governo sia delle attivit cicliche e ricorrenti, attivate dai flussi informativi, sia dei processi innescati dallutenza attraverso i molteplici canali di interazione con lIstituto.

Gli sviluppi intervenuti permettono, pertanto, di rivedere lorganizzazione delle strutture dedicate alla gestione delle domande di servizio inerenti al Soggetto Contribuente (Linea di servizio Soggetto Contribuente e, ove presente, del Polo gestione lavoratori dello sport e dello spettacolo) e alla lavorazione dei flussi informativi (Unit di coordinamento operativo), secondo la duplice logica di miglioramento dei tempi di risposta allutenza e di ottimizzazione dellimpiego delle risorse, sia in termini quantitativi sia qualitativi.

Sulla base di tali premesse si ritenuto opportuno prevedere il trasferimento della competenza delle attivit/processi di lavoro della Linea di prodotto servizio Soggetto contribuente e del Polo lavoratori dello sport e dello spettacolo nellambito dellUnit di Coordinamento operativo che assumer la nuova configurazione organizzativa di "Agenzia Flussi Contributivi.

In analogia, lAgenzia interna assumer la nuova denominazione di "Agenzia Prestazioni e Servizi individuali.

LAgenzia Flussi Contributivi, articolata in Unit Organizzative, garantir, da un lato, continuit e unicit nella gestione dei flussi contributivi e, dallaltro, il miglioramento dellefficacia nella gestione delle domande di servizio, con particolare riferimento ai tempi di risposta allutenza. strutturata, infatti, in modo da garantire la gestione dei flussi contributivi e la gestione delle domande di servizio, attivit oggi in carico alla Linea di servizio Soggetto Contribuente e, ove presente, al Polo lavoratori dello sport e dello spettacolo.

Allo stesso modo, nelle Agenzie complesse dipendenti da Direzioni provinciali integrate interessate dalla sperimentazione, le attivit presidiate nellambito della Linea "Servizi al soggetto contribuente sono ripartite tra le Unit organizzative proprie dellarea Flussi di Agenzia.

Nulla innovato relativamente alle Unit Organizzative che gestiscono le funzioni di "Controllo Prestazioni, "Gestione organizzativa dei ricorsi amministrativi e "Supporto area legale e gestione contenzioso giudiziario.

In coerenza con quanto sopra esposto, le funzioni manageriali di cui alla richiamata circolare n.31/2013, sono modificate come di seguito indicato:

  1. La funzione manageriale "Controllo flussi, viene ridenominata "Area Flussi Contributivi,
  2. La funzione manageriale "Coordinamento Agenzie, viene ridenominata "Area Prestazioni e Servizi individuali.

La funzione manageriale "Area Prestazioni e Servizi individuali, conserva la responsabilit e le funzioni stabilite dalla circolare n.31/2013 per lArea Coordinamento Agenzie limitatamente allambito delle pensioni, delle prestazioni a sostegno del reddito e del credito

2. Il nuovo assetto organizzativo per la completa gestione dei flussi contributivi e dei servizi collegati in Direzione provinciale integrata

Nelle Direzioni provinciali integrate lUnit di Coordinamento operativo di Area Flussi assume la nuova configurazione organizzativa di "Agenzia Flussi Contributivi.

Tale Agenzia aggrega le funzioni riconducibili allesigenza di assicurare laggiornamento delle anagrafiche e la corretta e tempestiva alimentazione dei conti; ha il compito di garantire sia la gestione e la riduzione delle anomalie legate ai flussi informativi che laumento del gettito delle entrate e assicura la completa gestione di ogni domanda di servizio proveniente dal Soggetto contribuente.

La responsabilit dellAgenzia, al pari di quanto gi accade per lAgenzia Prestazioni e Servizi individuali, affidata a un funzionario di Area C che risponde al Dirigente responsabile della Funzione manageriale Flussi contributivi.

Al Responsabile dellAgenzia Flussi Contributivi affidata la responsabilit di garantire la gestione unitaria di funzioni logicamente consequenziali, assicurando il coordinamento integrato tra le stesse, le condizioni di legittimit e di regolarit degli atti, nonché i livelli di servizio dalla ricezione dellistanza alla sua definizione.

La sua responsabilit si caratterizza per la spiccata autonomia operativa assicurando, in questo modo, in piena collaborazione con i Responsabili Unit Organizzative e il Responsabile URP, una costante attenzione ai livelli di presidio dei prodotti e dei servizi allutenza nonché ai rapporti operativi con lAgenzia Prestazioni e Servizi individuali/Agenzie sul territorio e le funzioni di controllo prestazioni e gestione ricorsi amministrativi e giudiziari.

In tale ambito assicura gli standard di qualit e tempestivit del servizio garantendo, anche attraverso azioni di monitoraggio e verifica, il presidio, da parte delle Unit Organizzative, per le attivit di rispettiva competenza, del Cassetto bidirezionale, dellAgenda appuntamenti, di Linea INPS e della PEC nonché dellattivazione del servizio di consulenza per il Soggetto Contribuente.

Al pari di quanto avviene per lAgenzia Prestazioni e Servizi individuali, il Responsabile dellAgenzia Flussi Contributivi non assume la responsabilit, ai sensi della Legge n. 241/1990, del procedimento e del provvedimento che , invece, in capo al funzionario cui attribuita la responsabilit della singola Unit Organizzativa.

In Allegato 1 sono descritti gli ambiti di responsabilit e competenza del Responsabile della Agenzia Flussi Contributivi.

********************

Sia nellAgenzia Flussi Contributivi che nellambito Flussi delle Agenzie complesse confermata la lavorazione in logica di flusso e la conseguente articolazione in tre ambiti di attivit, che mantengono una configurazione per Unit Organizzative, differenziate nel numero rispetto alla complessit della Struttura (Direzione provinciale, Filiali di Coordinamento, Agenzia complessa):

- Anagrafica e flussi: oltre alle attuali competenze acquisisce le attivit in carico allUnit Organizzativa Posizione assicurativa per la gestione dipendenti pubblici.

Inoltre, nelle Strutture ove presente la gestione dei lavoratori dello sport e dello spettacolo lUnit Organizzativa Anagrafica e flussi acquisisce le seguenti attivit:

Tabella 1

Codice prodotto

Codice 14/O

Descrizione prodotto

PALS - FLUSSI INFORMATIVI AZIENDALI

210601

MT1K00

ACQ.MOD.031R - 031RC (CAR

210601

MT2K00

RICONC./ABB.VERS.CONTR.

210601

MT3K00

DEN.TEL./FILE XML (POST 2

210601

MT4K00

RIMB.TRASF.CONTR.-PERF.

210601

MT5K00

REG.PAG.CONTR.MEZZ BANCA

210601

MT6K01

AGG.POS.AZ.DEN.CART.ANTE

210601

MT6K02

AGG.POS.AZ.V.ISPETT.ANTE

210601

MT6K03

AGG.POS.AZ.V.ISPETT.POST

210601

MT6K04

AGG.POS.AZ.DEN.LAVOR.

- Accertamento e gestione del credito: oltre alle attuali competenze acquisisce le attivit in carico allUnit Organizzativa Entrate per la gestione dipendenti pubblici e tutte le attivit inerenti alla gestione dei rimborsi:

Tabella 2

Codice prodotto

Codice 14/O

Descrizione prodotto

90328

0AAZ50

AZ. AGR.- RIMBORSI

90412

0ARC14

AZ.AGR.-IST.RICH.RID.SANZ

90413

0ARC15

AZ.AGR.-GES.RICH.RID.SANZ

LD - RIMBORSO CTR (MOD. LD/30)

20699

45330

MOD. LD/30 RIMB. CONTR.

GEST.SEPAR - RIMBORSO

20505

45407

RIMBORSI LAV. PARASUBORD.

20535

0GS006

RIMB.COMMIT.CONT.NON DOV.

20536

0GS007

RIMB.COMM-COLL.ECCED.MAX.

ART/COM IN ASSENZA INADEMPIENZE

20204

45650

ART/COM RIMB.ASSENZA INADEMPIENZE

AZ.DM - RIMBORSO (GPA10066)

30213

46300

RIMB.NOTE RETT. PASS. GPA

30215

46645

RIMB. DM10-V PASSIVI GPA

AUT.AGR - RIMBORSI

90228

0AAU50

AUT AGR.- RIMBORSI

AZ.DM - RIMBORSO DM PASSIVI ( GPA10066)

30214

46640

RIMB.DM PASS.ATT.GEST.GPA

Inoltre, nelle Strutture ove presente la gestione dei lavoratori dello sport e dello spettacolo lUnit Organizzativa Accertamento e gestione del credito acquisisce le seguenti attivit:

Tabella 3

Codice prodotto

Codice 14/O

Descrizione prodotto

PALS - ACCERT. SU DENUNCIA LAVORATORE

210101

NT8K00

ACCERT.LAV.SCOPERT.ASSIC.

PALS - ACCERT. E CONTROLLO DEL CREDITO

210601

NM1K00

GEST.AVV. ADD.(EX SQUADR.

210601

NM2K00

RINOTIF.AVV.ADD.

210601

NM3K00

ISTR.E GEST.DIFFIDE

210601

NM4K00

RIACC.RES.ATT.ANNI PREC.

210601

NM5K00

RIACC.RES.ATT.PER.PREGR.

210601

NM6K00

REVOCA DILAZIONE RAT.

210601

NM7K00

GEST.VERB. ISP.ENPALS

210601

NM8K00

GEST.VERB. ISP.ALTRI ENTI

210601

NN1K00

RICALC.CRED. VERB.ISP.

210601

NT1K20

CON.POS. CONT.IMPR.MIBAC

210601

NT2K10

CON.POS. CONTR.I.RADIO/T

210601

NT3K20

CON.POS. CONTR.CALC./BASK

210601

NT4K00

CON.POS. CONTR.ASS.EXTRCO

210601

NT5K00

CON.POS. CONTR.REG./AUT.L

210601

NT6K00

ADES.PROP.TRANS.DEB.CONTR

210101

NT7K00

DENUNCIA P.R. DL.463/83

Nelle strutture a maggiore complessit operativa sar possibile attivare, previa autorizzazione della DC Organizzazione e della DC Risorse Umane, eventuali ulteriori Unit Organizzative.

- Verifica amministrativa: oltre ai prodotti gi in carico, lUnit Organizzativa sar sempre pi connotata dallattivit di valutazione e controllo della congruit contributiva delle denunce.

I Funzionari responsabili delle Unit Organizzative a governo delle funzioni sopra indicate sono, ai sensi della legge n. 241/1990 e successive modificazioni e integrazioni, responsabili del provvedimento e del procedimento.

3. La gestione della domanda di servizio proveniente dal Soggetto Contribuente

3.1. Direzione Provinciale integrata

La gestione operativa della domanda di servizio nellarea Flussi contributivi affidata alla diretta responsabilit delle Unit Organizzative dellAgenzia Flussi contributivi

Con modalit organizzative attivate dal Responsabile dellAgenzia, di concerto con i Responsabili UO, caratterizzate sia dalla flessibilit e dinamicit nellutilizzo delle risorse assegnate sia dalle reali richieste di servizio, lAgenzia risponde nel suo insieme alle necessit rappresentate dallutenza, spesso caratterizzate da grande discontinuit nei volumi e nella complessit.

Il funzionario Responsabile dellAgenzia assicura il presidio, per il tramite delle Unit Organizzative, del Cassetto bidirezionale, dellAgenda appuntamenti, di Linea INPS, delle PEC, nonché lattivazione del relativo servizio di consulenza, garantendo, in questo modo, ognuno per gli aspetti di competenza, il corretto e puntuale presidio dei molteplici canali di comunicazione e di servizio.

Le Unit Organizzative risponderanno della gestione dei prodotti e della relativa domanda di servizio/consulenza della ex Linea prodotto/servizio "Servizi al Soggetto Contribuente, secondo la ripartizione di cui alla Tabella riportata nellAllegato 2.

3.2. Agenzia complessa

Nellambito delle Agenzie complesse dipendenti dalle Direzioni provinciali integrate la gestione della domanda di servizio proveniente dal Soggetto contribuente, allo stato attuale incardinata nellambito della funzione "Servizi al Soggetto Contribuente, affidata alla responsabilit delle Unit Organizzative a presidio delle funzioni di area flussi, secondo la ripartizione di cui alla tabella riportata nellAllegato 2.

Il funzionario Responsabile dellAgenzia Complessa assicura il presidio, per il tramite delle Unit Organizzative, del Cassetto bidirezionale, dellAgenda appuntamenti, di Linea INPS, delle PEC nonché lattivazione del relativo servizio di consulenza, garantendo, in questo modo, ognuno per gli aspetti di competenza, il corretto e puntuale presidio dei molteplici canali di comunicazione e di servizio.

3.3. Linterfaccia con lutenza

Il Responsabile dellAgenzia Flussi Contributivi e il Responsabile dellAgenzia complessa assicureranno, rispettivamente, i previsti standard di qualit e tempestivit del servizio di interfaccia diretta con lutenza, garantendo sia lefficace presidio di tutti i canali di accesso, fisici e telematici, sia la conformit del servizio erogato alla esigenza manifestata.

La gestione di queste specifiche esigenze dellutenza, nelle Direzioni provinciali integrate cos come nelle Agenzie complesse da esse dipendenti, sar garantita, attraverso Punti di consulenza, la cui funzione di rispondere alle esigenze di consulenza, ovvero di risoluzione di problemi che necessitano di un confronto diretto con i soggetti contribuenti o i loro intermediari.

Laccesso dellutenza ai Punti di consulenza dovr avvenire sempre previo appuntamento in modo da consentire ladeguato approfondimento della tematica

segnalata, nonché la presenza allappuntamento delle unit organizzative il cui intervento o la cui competenza condizione per il soddisfacimento dellutente.

In tal senso la piena realizzazione del modello sar favorita dallavviato processo di attualizzazione e allineamento sia del Cassetto Bidirezionale che di Agenda Appuntamenti, finalizzato a favorire la gestione delle istanze che necessitano di un contatto diretto secondo una logica di priorit e di unitariet,nonché dalla puntuale razionalizzazione dei canali di comunicazione esistenti ed utilizzati.

Tale razionalizzazione si concretizzer, in particolare, nella disattivazione delle caselle di posta elettronica istituzionale collegate al soggetto contribuente (anagraficaflussi.DP@inps.it, gestionecredito.DP@inps.it, verificamministrativa.DP@inps.it, soggetto contribuente.DP@inps.it.).

Con apposito messaggio si forniranno dettagli in merito alle implementazioni apportate a Cassetto Bidirezionale e ad Agenda Appuntamenti.

I medesimi canali di ingresso telematici delle richieste di servizi di informazione e consulenza saranno progressivamente estesi alla Gestione Pubblica e, ove presente, alla gestione dei lavoratori dello sport e dello spettacolo.

Al fine di presidiare le richieste diparticolari tipologie di utenza (Artigiani e commercianti, Coltivatori Diretti, ecc.) o in occasione di operazioni massive, possono essere alluopo attivati anche presso le Agenzie territoriali specifici Sportelli di servizio, che, peraltro possono innescare lattivit di consulenza, in maniera immediata ovvero concordando un appuntamento su Agenda.

La gestione delle tipologie di sportello sopra richiamate, strettamente legate alle Unit Organizzative a presidio dei flussi contributivi, ricade anchessa nellambito della responsabilit di coordinamento, organizzazione e gestione del servizio del front end di sede e dei rapporti con lutenza propria dellURP, secondo lambito definito dallAllegato 4 della Circolare n. 31/2013, fermo restando quanto previsto dalla Circolare n. 113/2011, che stabilisce che il presidio degli strumenti di gestione della relazione con lutenza, rappresentati dal Cassetto bidirezionale e dallAgenda Appuntamenti assegnato alla responsabilit, in questa fattispecie, dellAgenzia Flussi Contributivi e dellAgenzia complessa.

4. Ulteriore ripartizione, tra le Unit Organizzative, dei prodotti in carico al Polo gestione lavoratori dello sport e dello spettacolo

I restanti prodotti oggi presidiati dal Polo gestione lavoratori dello sport e dello spettacoli sono cos ripartiti:

UO Gestione ricorsi

Tabella 4

Codice prodotto

Codice 14/O

Descrizione prodotto

PALS - GESTIONE RICORSI AMM.VI

210701

WM1K00

RIC. AMM. 1 A VERB. ISP.

210701

WM2K00

REL.RIC.AMM. 2 VERB. ISP

210701

WN1K00

PRED.REL.AMM.SUPP.LEGALE

210701

WN2K00

PRED.ATTEST.CRED.INS.FALL

210701

WN3K00

REL.TEC.CTP/RIC.TRIBUNALE

UO Controllo prestazioni

Tabella 5

Codice prodotto

Codice 14/O

Descrizione prodotto

PALS - CONTROLLO PRESTAZIONI

210801

VA0K03

VERIF.ESISTENZA IN VITA

210801

VD7K00

VERIF.REDDITUALI

210801

VB3K00

VAR.DOC./VERIF.PREST.

210801

VD9K00

REC.PREST. INDEBITE

210801

VL0K00

GEST.RIMB.TRATT. ATT.LAV.

5. La programmazione e la rilevazione delle attivit di produzione

La programmazione e la rilevazione delle attivit di produzione dell'Agenzia Flussi Contributivi saranno effettuate nell'ambito della procedura Piano budget 2014, con le consuete modalit, prevedendo un'unica area di produzione (l'Agenzia Flussi Contributivi) nella quale saranno programmate e rendicontate sia le quantit di produzione che le risorse impiegate, indipendentemente dall'UO competente.

Parimenti garantita la programmazione e la rilevazione delle attivit di produzione delle Unit organizzative della Agenzia complessa che saranno effettuate nell'ambito della procedura Piano budget 2014, con le consuete modalit.

Nei prossimi giorni, per le sole sedi che saranno impegnate nella fase sperimentale, sar rilasciata una versione di Piano budget 2014 opportunamente modificata per consentire la programmazione delle attivit e delle risorse dell'Agenzia.

6. Sperimentazione del nuovo modello di Agenzia Flussi Contributivi

La sperimentazione del modello individuato di Agenzia Flussi Contributivi, tenuto conto delle procedure tecniche necessarie alla predisposizione di nuovi ambienti informatici, prender avvio il 1 aprile 2014 per la definizione delle modalit operativecui seguir la fase di attuazione, secondo il piano di coinvolgimento di seguito riportato:

Periodo

Regioni

1 settimana Maggio

UMBRIA, FRIULI V. G., TRENTINO A. A., MOLISE, MARCHE, ABRUZZO, PUGLIA, CALABRIA

1 settimana Giugno

VENETO, TOSCANA, EMILIA ROMAGNA, LIGURIA, SICILIA, SARDEGNA

1 settimana Luglio

PIEMONTE, VALLE DAOSTA, LAZIO, CAMPANIA, LOMBARDIA, BASILICATA

Entro le date di seguito riportate, i Direttori regionali di volta in volta interessati, operate le opportune valutazioni, indicheranno almeno una struttura su cui applicare il modello individuato, comunicandolo allindirizzo di posta elettronica SperimentazioneIntegrazione@inps.it.

Periodo di riferimento

Regioni coinvolte

Data entro cui comunicare la/le prime strutture in sperimentazione

1 settimana Maggio

UMBRIA, FRIULI V. G., TRENTINO A. A., MOLISE, MARCHE, ABRUZZO, PUGLIA, CALABRIA

Entro il 10 Aprile

1 settimana Giugno

VENETO, TOSCANA, EMILIA ROMAGNA, LIGURIA, SICILIA, SARDEGNA

Entro il 10 Maggio

1 settimana Luglio

PIEMONTE, VALLE DAOSTA, LAZIO, CAMPANIA, LOMBARDIA, BASILICATA

Entro il 10 Giugno

Entro la fine del mese di Luglio 2014, la sperimentazione sar estesa su tutte le Direzioni provinciali integrate.

La sperimentazione prevede la completa integrazione delle attivit delle U.O. Posizione assicurativa e Entrate per la gestione dipendenti pubblici, rispettivamente nellambito delle U.O. Anagrafica e flussi e Accertamento e gestione del credito, nonché lintegrazione delle attivit del Polo dei lavoratori dello sport e dello spettacolo.

Al personale della U.O. Posizione assicurativa, che sar ricollocato, di norma, come gruppo di lavoro, nellambito della U.O. Anagrafica e flussi, rimarranno in carico tutte le attivit propedeutiche e connesse alloperazione estratto conto per gli iscritti alle gestioni pensionistiche dei dipendenti pubblici di cui al messaggio n. 20998/2013, fino alla completa sistemazione del conto assicurativo.

Nelle strutture a maggiore complessit operativa sar eventualmente possibile attivare, previa autorizzazione della DC Organizzazione e della DC Risorse Umane, ulteriori Unit Organizzative.

In questa fase sperimentale, le funzioni di Responsabile dellAgenzia Flussi Contributivi sono affidate al Responsabile dellUnit di Coordinamento Operativo.

Per tutto il periodo della sperimentazione, il personale titolare delle posizioni organizzative coinvolte nel processo distituzione dellAgenzia Flussi Contributivi (Responsabili Linea prodotto servizio Servizi al soggetto Contribuente, Polo PALS, Unit Organizzativa Entrate PPAA, Posizione assicurativa PPAA, ecc.) che non possa essere assegnato ad altra posizione organizzativa vacante, potr essere adibito ai compiti di ottimizzazione previsti dal Verbale dintesa in materia di posizioni organizzative sottoscritto il 29 novembre 2013, con diritto alla relativa indennit.

7. Le attivit centrali di supporto e monitoraggio

Per garantire una completa, corretta e omogenea implementazione degli assetti definiti, la Direzione generale effettuer attivit di monitoraggio e verifica delle azioni svolte, garantendo supporto e affiancamento alle Direzioni regionali e provinciali coinvolte.

Le sedi potranno inviare comunicazioni, richieste di informazioni, chiarimenti ed interventi allindirizzo e-mail denominato "SperimentazioneIntegrazione@inps.it.

Sono inoltre previsti incontri presso le sedi in sperimentazione finalizzati allattivazione dei meccanismi di coinvolgimento delle risorse.

Allegato N.1

IL RESPONSABILE DELLA AGENZIA FLUSSI CONTRIBUTIVI

Il Responsabile dellAgenzia Flussi Contributivi garantisce il coordinamento funzionale delle funzioni incardinate in Area flussi, con eccezione della funzione di Vigilanza ispettiva.

In quanto tale, il referente diretto della dirigenza responsabile dellArea Flussi e a questi risponde collaborando allindividuazione ed attuazione delle azioni necessarie alla piena realizzazione dei risultati operativi gestionali.

A questi affidata la responsabilit di garantire una gestione unitaria di funzioni logicamente consequenziali, assicurando il coordinamento integrato tra le stesse, le condizioni di legittimit e di regolarit degli atti e la corretta e proficua collaborazione con lAgenzia Prestazioni e Servizi individuali, le altre Unit Organizzative e le Agenzie sul territorio.

La sua responsabilit si caratterizza per la spiccata autonomia operativa che garantisce, in questo modo, una costante attenzione ai livelli di presidio dei prodotti e dei servizi allutenza nonché ai rapporti operativi con lArea servizi (Agenzia Prestazione e Servizi individuali/Agenzia sul territorio) e le funzioni di controllo prestazioni e gestione ricorsi amministrativi e giudiziari.

A lui sono affidate le funzioni di coordinamento e controllo trasversale delle attivit proprie delle UO di cui si compone lAgenzia nonché dei Responsabili di procedimento e provvedimento che vi operano (Responsabili Unit Organizzative), anche con la possibilit di sostituirsi ad essi in caso di inerzia.

Nei confronti della direzione di sede responsabile dei risultati operativi dellAgenzia; supervisiona, quindi, lattivit della stessa nel suo complesso e con i responsabili le singole UO organizza funzionalmente le risorse attribuite, per perseguire gli obiettivi assegnati.

Assicura, attraverso la propria azione di coordinamento e controllo delle attivit, il rispetto delle condizioni di legittimit e di regolarit degli atti.

Nellambito della sua responsabilit:

  • Monitora costantemente i livelli quali/quantitativi raggiunti favorendo lutilizzo di tecniche di miglioramento continuo e di autovalutazione e un sistema di ascolto dellutenza.
  • Assicura attraverso azioni di monitoraggio e verifica il presidio, da parte delle Unit Organizzative dellAgenzia, del Cassetto bidirezionale, dellAgenda appuntamenti, Linea INPS e PEC.
  • Garantisce la gestione e il presidio del servizio di consulenza per il Soggetto Contribuente nellambito del front end di Struttura.
  • E garante dei percorsi di integrazione, flessibilit operativa e qualit del sistema.
  • Verifica lallineamento tra risultati realizzati e obiettivi prefissati.
  • Assicura la condivisione nella Agenzia delle direttive operative inerenti gli aspetti produttivi, organizzativi e qualitativi, garantendone la corretta attuazione.
  • Presidia e migliora il clima aziendale.
  • Analizza, con i Responsabili le Unit Organizzative, gli scostamenti dagli obiettivi per ricercarne le cause e attivare i pi idonei percorsi di risoluzione del problema.
  • Analizza e rimuove problemi operativi connessi a carichi di lavoro, assicurando la capacit produttiva della struttura e la qualit dellinsieme dei prodotti.


Allegato N.2

RIPARTIZIONE PRODOTTI EX SERVIZI AL SOGGETTO CONTRIBUENTE

ACCERTAMENTO E GESTIONE

CERTIF. REGOLARITA' CONTR.

CERTIF. REGOLARITA' CONTR

CERTIF. REGOLAR. CONTRIB.

AUT AGR.- CERT.REG.CONTR.

AZ. AGR.- CERT.REG.CONTR.

ACCERTAMENTO E GESTIONE

ARTCOM - DOMANDA DILAZIONE AMM.VA

DILAZIONI AMM.VA ART/COM

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ.DM - DOMANDA DILAZIONE AMM.VA

DILAZIONI AMM.VA

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ. AGR - DOMANDA DILAZIONE AMM.VA

AZ. AGR.-DILAZIONI AMM.VA

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AUT.AGR - DOMANDA DILAZIONE AMM.VA

AUT.AGR.-DILAZIONI AMM.VA

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AUT.AGR - RIEMISSIONE MODELLO F24

AUT AGR.- RIEMISSIONE F24

Linea di prodotto servizio PSR*

AZ.DM - AUTORIZZ. CONGUAGLIO C.I.G. *

CIG - GEST. ORDINARIA

CIG - GEST. EDILIZIA

CIG - TRATTAMENTI STRAORD

ACCERTAMENTO E GESTIONE

ARTCOM - SERVIZI VARI

ACCERTAMENTO E GESTIONE

IST.RICH.RID.SAN. ART/COM

ACCERTAMENTO E GESTIONE

GES.RICH.RID.SAN. ART/COM

ACCERTAMENTO E GESTIONE

RICALCOLO F24 ART/COM

ANAGRAFICA E FLUSSI

ART/COM VAR.ARCHIVIO DA SOGGETTO

ANAGRAFICA E FLUSSI

ATTESTATI ISCR ART

ANAGRAFICA E FLUSSI

ATTESTATI ISCR COMM

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ.DM - SERVIZI VARI

ACCERTAMENTO E GESTIONE

DIFFERIMENTO VERSAMENTI

ACCERTAMENTO E GESTIONE

ISTR.RICH.RIDUZ.SANZ.CIV.

AUT.AGR - SERVIZI VARI

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AUT.AGR.-IST.RICH.RID.SAN

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AUT.AGR.-GES.RICH.RID.SAN

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AUT AGR.- SGR.CALAM.NATUR

ANAGRAFICA E FLUSSI

AUT AGR.- DEL.QUOTE ASS.

ANAGRAFICA E FLUSSI

AUT AGR.- ATTEST.ISCRIZ.

AZ.AGR - SERVIZI VARI

ANAGRAFICA E FLUSSI

AZ AGR - ABBINAMENTO PIN

ANAGRAFICA E FLUSSI

AZ AGR - RICH. ABILITAZ

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ. AGR.- SGR.CALAM.NATUR

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ. AGR.- RIMBORSI

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ.AGR.-IST.RICH.RID.SANZ

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ.AGR.-GES.RICH.RID.SANZ

ACCERTAMENTO E GESTIONE

LD - RIMBORSO CTR (MOD. LD/30)

MOD. LD/30 RIMB. CONTR.

ACCERTAMENTO E GESTIONE

GEST.SEPAR - RIMBORSO

RIMBORSI LAV. PARASUBORD.

RIMB.COMMIT.CONT.NON DOV.

RIMB.COMM-COLL.ECCED.MAX.

ACCERTAMENTO E GESTIONE

ART/COM IN ASSENZA INADEMPIENZE

ART/COM RIMB.ASSENZA INADEMPIENZE

ACCERTAMENTO E GESTIONE

SOSPENSIONI CARTELLE ESATTORIALI

REVOCA SOSP. ART.COMM.

REVOCA SOSP. AZ.AGR.

REVOCA SOSP. AUT.AGR.

REVOCA SOSP. AZ.DM

REVOCA SOSP. GEST.SEP.

SOSP.SU PARTITE TUTTE GEST.

ACCERTAMENTO E GESTIONE

DURC - SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE

DICH. UNICA REGOLAR.CONTR

AZ. AGR.- REG.CONTR. AGR-

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ.DM - RIMBORSO (GPA10066)

RIMB.NOTE RETT. PASS. GPA

RIMB. DM10-V PASSIVI GPA

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AUT.AGR - RIMBORSI

AUT AGR.- RIMBORSI

ACCERTAMENTO E GESTIONE

AZ.DM - RIMBORSO DM PASSIVI ( GPA10066)

RIMB.DM PASS.ATT.GEST.GPA

ACCERTAMENTO E GESTIONE

SERVIZI AL CONTRIB. - SGRAVI

ART.COM.GEST.SGRAVI SU PA

AUT.AGR.-GEST.SGRAVI PART

AZ.AGR.-GEST.SGRAVI PART.

AZ.DM GEST.SGRAVI SU PART

GEST.SEP.GEST.SGRAVI PART

ANAGRAFICA E FLUSSI

SERVIZI AL CONTRIB - SERVIZI VARI

ISCRIZ.FONDO VOLONT.CASAL

BUONI LAVORO VENDUTI/ACQ.

RIMB.BUONI LAV. NON UTIL.

ACQ./VAR. ANAGRAF./VERS.

REG.RAPP.LAV. POA/PEA

CERTIFICAZ DISTACCO U.E.

CERTIFICAZ DISTACCO BILAT

PALS - SERVIZI AL CONTRIBUENTE

ANAGRAFICA E FLUSSI

IMM. IMPRESA/ATT.IMPRESA

ANAGRAFICA E FLUSSI

VAR.IMPRESA/ATT.IMPRESA

ACCERTAMENTO E GESTIONE

RICH. POSIZIONE CONTABILE

ACCERTAMENTO E GESTIONE

RILASCIO CERT. AGIBILITA'

ACCERTAMENTO E GESTIONE

RIL. ATTEST. REG. CONTRIB

ACCERTAMENTO E GESTIONE

REG. CONTR.INTER.- Spett.

ACCERTAMENTO E GESTIONE

REG.CONTR.INTER.- Sport p

ACCERTAMENTO E GESTIONE

IST.SGRAV./SOSPENS.RUOLO

ACCERTAMENTO E GESTIONE

CONCESS. DILAZIONE CONTRIBUTIVA

ANAGRAFICA E FLUSSI

GEST.MODELLI A1-E101

ACCERTAMENTO E GESTIONE

RICH. ACCANT/RIDUZ. S.C.

ANAGRAFICA E FLUSSI

IMMATRICOLAZ. LAVORATORE

ACCERTAMENTO E GESTIONE

RIMB/TRASF.CONTR.- acc. d

Le attivit inerenti alla gestione delle autorizzazioni al conguaglio CIG (ordinaria, straordinaria ed edilizia) passano in carico alla Linea di prodotto servizio/funzione "Prestazioni a Sostegno del Reddito.


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS