Circolare INPS n. 18 del 25.01.2001

Fornitura personalizzata modelli unificati di pagamento (F24) per l'anno 2001. Modulistica DM per l'anno 2001. Operazioni di prestampa. Istruzioni per i datori di lavoro
Circolare INPS n. 18 del 25.01.2001

SOMMARIO: 1. Fornitura "personalizzata" modelli unificati di pagamento (F24) per l'anno 2001. 2. Modulistica DM per l'anno 2001 3. Prestampa dei modelli DM10/2. 4. Istruzioni per i datori di lavoro

1. Fornitura "personalizzata" modelli unificati di pagamento (F24) per l'anno 2001.
Si comunica che, per l'anno 2001, la modulistica in questione sarà personalizzata per le seguenti categorie di contribuenti:
- artigiani e commercianti;
- aziende agricole con lavoratori dipendenti;
- lavoratori autonomi agricoli;
- concedenti per i PC/CF.
Non si provvederà alla personalizzazione e all'invio della modulistica F24 nei confronti delle seguenti altre categorie:
- aziende DM;
- committenti di collaborazione coordinata e continuativa;
- professionisti iscritti alla gestione separata lavoratori autonomi;

2. Modulistica DM per l'anno 2001.

2.1 Premessa
Si porta a conoscenza che è in corso di approvvigionamento la seguente modulistica DM per il fabbisogno 2001 secondo lo schema allegato:
- DM10/2
- DM10/2 EURO
- DM10/B (BUSTE)
- DM72
- DM10/RA
- DM10/RP
- DM10/RN

2.2 Modello DM10/2
Nel corso del mese di DICEMBRE 2000 è stata completata la consegna alle Sedi Regionali della modulistica nella versione in LIRE e in EURO unitamente alle buste (mod. DM10/B) per la spedizione.
Il modello DM10/2, relativamente all'anno 2001, non ha subito alcuna modifica; pertanto potranno essere utilizzate, per l'assolvimento degli obblighi contributivi, le scorte preesistenti.

2.3 Modulistica per i consulenti
Si richiama l'attenzione sulla necessità che i moduli in bianco vengano consegnati ai consulenti che ne facciano richiesta a condizione che questi siano muniti di apposita delega rilasciata dai propri assistiti per gli adempimenti contributivi a loro carico.

3. Prestampa dei modelli DM10/2.
Come di consueto, le Agenzie dovranno prestampare e spedire i modelli DM10/2 a quei datori di lavoro che non utilizzano sistemi automatizzati per le denunce mensili, in modo da soddisfare il fabbisogno dell'intero anno.
Per le operazioni di prestampa generalizzata, i cui programmi sono già disponibili nel MODULO BASE degli operatori di controllo delle Agenzie, dovranno essere utilizzati i modelli nella versione "LIRE". Con le avvertenze poste sul retro del modello, il datore di lavoro viene informato che la versione "EURO" del modello DM10/2 è disponibile presso le Agenzie dell'Istituto.
Prima delle operazioni di prestampa le Agenzie stesse avranno cura di provvedere all'aggiornamento dell'archivio azienda con i codici di autorizzazione:

Codici

Significato

0Q

blocco stampa della modulistica per irreperibilità del datore di lavoro.

0W

datore di lavoro autorizzato alla presentazione di denunce di mod. F24 e DM10/2 compilati meccanograficamente.

1Y

Azienda autorizzata alla presentazione delle denunce mensili con procedure automatizzate.

3.1 Modelli DM72, DM10/RA, DM10/RP e DM10/RN.
Relativamente alla modulistica DM72, DM10/RA, DM10/RP, si precisa che la stessa ha subito alcune modifiche. Le operazioni di fornitura alle Agenzie verranno completate entro il prossimo mese di FEBBRAIO 2001; tuttavia potranno essere utilizzate, ove necessario, le scorte esistenti.

4. Istruzioni per i datori di lavoro

4.1 Numero dipendenti occupati.
Si rammenta che, a partire dalle denunce relative al mese di "GENNAIO 2000", i datori di lavoro sono tenuti a riportare mensilmente, in uno dei righi in bianco dei quadri "B-C" del modello DM10/2, i dati relativi ai dipendenti occupati secondo le modalità indicate nella circolare n.220 del 20 dicembre 1999 appresso richiamate:

Denominazione

Codici

N.RO DIPENDENTI DI SESSO MASCHILE

MA00

N.RO DIPENDENTI DI SESSO FEMMINILE

FE00

N.RO DIPENDENTI NON RETRIBUITI

NR00

Con l'occasione si ribadisce che nel quadro "A" deve essere esposto il totale dei lavoratori in forza all'azienda, ancorché non retribuiti, indipendentemente dall'orario di lavoro svolto.
Tuttavia, ai fini del computo della forza aziendale, l'art. 6 del D.LGS. 20 febbraio 2000, n.61 stabilisce che "i lavoratori a tempo parziale sono computati nel numero complessivo dei dipendenti in proporzione all’orario svolto, rapportato al tempo pieno così come definito ai sensi dell’articolo 1, con arrotondamento all’unità della frazione di orario superiore alla metà di quello pieno. Ai soli fini dell’applicabilità della disciplina di cui al titolo III della legge 20 maggio 1970, n. 300 (Dell’attività sindacale), e successive modificazioni, i lavoratori a tempo parziale si computano come unità intere, quale che sia la durata della loro prestazione lavorativa" (circ.n.123 del 27.6.2000 - circ.n.145 del 4.8.2000 punto 4.1).
Pertanto, ad integrazione della circ.16 del 28.1.2000, i datori di lavoro dovranno riportare mensilmente, a partire dalla denuncia contributiva del mese di GENNAIO 2001, in uno dei righi in bianco dei quadri "B-C" del modello DM10/2 il numero complessivo dei dipendenti computati secondo i criteri suesposti utilizzando il codice di nuova istituzione "FZ00" preceduto dalla dicitura "FORZA AZIENDALE". Nell'ipotesi in cui i datori di lavoro, alla data di emanazione della presente circolare, abbiano già compilato la denuncia DM10/2 per il periodo di GENNAIO 2001, potranno indicare il dato relativo alla forza aziendale, individuato con i criteri sopra richiamati, a partire dalla denuncia di FEBBRAIO 2001.
Nessun dato dovrà essere riportato nelle colonne "NUMERO GIORNATE", "RETRIBUZIONI" e "SOMME A DEBITO".
Per i contratti part-time "verticali" o "misti" si dovrà far riferimento al numero delle ore di lavoro prestate rapportate su base annua.

Esempio n.1
Numero di dipendenti retribuiti: 12
Numero dipendenti non retribuiti: 4
Numero dipendenti PART TIME: 1
Ore PART TIME: 50% dell'orario contrattuale settimanale
Numero di dipendenti da indicare nel quadro "A" del modello DM10/2: 17
Numero di dipendenti da indicare con il codice FZ00: 16.

Esempio n.2
Numero di dipendenti retribuiti: 12
Numero dipendenti non retribuiti: 4
Numero dipendenti PART TIME: 1
Ore PART TIME: 60% dell'orario contrattuale settimanale
Numero di dipendenti da indicare nel quadro "A" del modello DM10/2: 17
Numero di dipendenti da indicare con il codice FZ00: 17.

Esempio n.3
Numero di dipendenti retribuiti: 12
Numero dipendenti non retribuiti: 4
Numero dipendenti PART TIME: 2
Ore PART TIME per ciascun lavoratore: 50% dell'orario contrattuale settimanale
Numero di dipendenti da indicare nel quadro "A" del modello DM10/2: 18
Numero di dipendenti da indicare con il codice FZ00: 17.

Esempio n.4
Numero di dipendenti retribuiti: 12
Numero dipendenti non retribuiti: 4
Numero dipendenti PART TIME: 3
Ore PART TIME: 2 dipendenti 50% dell'orario contrattuale settimanale 1 dipendente 60% dell'orario contrattuale settimanale
Numero di dipendenti da indicare nel quadro "A" del modello DM10/2: 19
Numero di dipendenti da indicare con il codice FZ00: 18.

Ai fini di un riepilogo dei codici aventi esclusivamente finalità statistica da utilizzare sul mod. DM10/2, si fornisce la tabella riepilogativa che segue.

CODICI

QUADRO MOD. DM10

SIGNIFICATO

-

"A"

Numero dipendenti occupati

-

"A"

Lavoratori tempo determinato

BS01

"B-C"

Numero dipendenti ex borsisti stabilizzati

C000

"B-C"

Lavoratori comunitari

E000

"B-C"

Lav. in aspettativa per funzioni pubbliche elettive

FE00

"B-C"

Lavoratori di sesso femminile

FZ00

"B-C"

Forza aziendale

LS01

"B-C"

LSU assunti a tempo indeterminato

MA00

"B-C"

Lavoratori di sesso maschile

N000

"B-C"

Lav. marittimi con nazionalità di Paese SEE

P888

"B-C"

Soggetti impegnati in P.I.P. - Regione Sicilia

P999

"B-C"

Soggetti impegnati in P.I.P.

Q000

"B-C"

Lavoratori con qualifica di quadro

S000

"B-C"

Lavoratori in aspettativa per cariche sindacali

X000

"B-C"

Lavoratori extracomunitari

Z000

"B-C"

Lavoratori temporanei ex L. n. 196/1997 (aziende utilizzatrici di lavoratori interinali)

I datori di lavoro utilizzeranno i suddetti codici per indicare esclusivamente il numero dei dipendenti occupati, fatta eccezione per il codice X000 come appresso specificato al punto 4.3

4.2 Dirigenti di aziende industriali.
Con circolare 159 del 17.7.1997, in attuazione della delega conferita dall'art. 2, comma 22 della legge 8.8.1995, n. 335 riguardante la ridefinizione delle aliquote contributive dovute dai dirigenti di aziende industriali alla gestione delle prestazioni temporanee, venne istituito il codice tipo contribuzione "80" avente il significato di "DIRIGENTI ISCRITTI INPDAI SUCCESSIVAMENTE AL 31.12.1995", al fine di differenziare il contributo dovuto per il finanziamento dell'assegno nucleo familiare.
Tenuto conto che dal 1.1.1999 il contributo CUAF è stato unificato per tutti i dipendenti, è venuta meno la distinzione tra dirigenti iscritti ante o post 31.12.1995.
Pertanto con la denuncia del mese di GENNAIO 2001 il codice tipo contribuzione "80" (preceduto dal tipo qualifica "3") viene soppresso.
I datori di lavoro, per l'assolvimento degli obblighi contributi del personale in questione, utilizzeranno il codice "300" per i dirigenti con contratto a tempo pieno e "300P" per i dirigenti con contratto part-time.

4.3 Lavoratori extracomunitari.
Come è noto, il D.LGS. n. 286/1998 (T.U. sull'immigrazione) pubblicato nel supplemento ordinario n. 139/l alla G. U. n. 191 del 18/8/1998 ha previsto, all'articolo 45, c. 3, la soppressione, a decorrere dal 1 Gennaio 2000, del contributo dello 0,50 % previsto dall'art. 13, c. 2, della legge 30 dicembre 1986, n. 943.
In considerazione dell'importanza che riveste la rilevazione statistica del dato retributivo di detti lavoratori, a decorrere dal 1.1.2001 i datori di lavoro, fermo restando l'assolvimento degli obblighi contributivi secondo le consuete modalità, dovranno indicare con il codice X000, oltre al NUMERO DEI DIPENDENTI OCCUPATI, anche la RETRIBUZIONE dei lavoratori in questione. Nessun dato dovrà essere esposto nelle colonne "NUMERO GIORNATE" e "SOMME A DEBITO".

Allegato 1

DIREZIONE CENTRALE delle ENTRATE CONTRIBUTIVE

UFFICIO PROCEDURE

APPROVVIGIONAMENTO MODULISTICA 2001 (IMPORTI/1000)

REGIONE

DM10/2

DM10/2 Euro

DM10/B

DM72

DM10/RA

DM10/RP

DM10/RN

Valle d’Aosta

40

0

0

10

10

10

0

Piemonte

0

80

0

30

120

70

80

Lombardia

3.170

510

140

60

310

140

170

Liguria

700

60

10

20

60

40

60

Trentino A.A.

1.110

0

0

0

0

10

0

Friuli V.G.

510

10

10

10

20

20

20

Veneto

1.270

210

30

20

120

40

20

Emilia Romagna

1.360

260

90

10

110

60

30

Toscana

1.640

110

20

50

110

80

60

Marche

740

50

0

10

50

30

30

Umbria

510

10

10

10

20

20

20

Lazio

2.400

270

220

100

240

120

160

Abruzzo

620

20

20

20

40

40

30

Campania

1.520

160

120

30

260

240

90

Molise

130

10

10

10

30

30

10

Basilicata

250

0

20

10

40

30

10

Puglia

1.450

70

70

40

160

120

20

Calabria

610

100

40

30

80

60

20

Sicilia

1.460

50

90

40

150

90

90

Sardegna

870

20

70

10

130

50

80

Bolzano (*)

190

10

0

0

20

0

0

Magaz. Centrale

1.450

190

130

80

120

100

100

Totale

22.000

2.200

1.100

600

2.200

1.400

1.100

(*) Modulistica bilingue

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report