Circolare INPS n. 164 del 27.12.2011

Decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Determinazioni presidenziali nn. 75 del 30 luglio 2010 “Estensione e potenziamento dei servizi telematici offerti dall’INPS ai cittadini” e 277 del 24 giugno 2011 “Istanze e servizi - Presentazione telematica in via esclusiva - decorrenze”. Modalità di presentazione telematica delle domande di pensione in regime internazionale
Circolare INPS n. 164 del 27.12.2011

SOMMARIO: Premessa 1. Destinatari 2. Modalità di presentazione On-Line delle domande di pensione in regime internazionale 2.1 Presentazione della domanda tramite Servizio Web, direttamente dagli interessati 2.2 Presentazione della domanda tramite Patronato 2.3 Presentazione della domanda tramite Contact Center Integrato 3. Modalità di acquisizione off-line delle domande di pensione in regime internazionale 4. Istruzioni per gli operatori di Sede

Premessa
Con circolare n. 169 del 31 dicembre 2010 sono state fornite le disposizioni attuative della determinazione del Presidente dell’Istituto n. 75 del 30 luglio 2010 “Estensione e potenziamento dei servizi telematici offerti dall’Inps ai cittadini”, la quale prevede, a decorrere dal 1° gennaio 2011, l’utilizzo graduale del canale telematico per la presentazione delle principali domande di prestazioni/servizi.
Le decorrenze per la presentazione telematica in via esclusiva sono state stabilite con la determinazione n. 277 del 24 giugno 2011 “Istanze e servizi Inps – Presentazione telematica in via esclusiva – Decorrenze”, cui si è data attuazione con circolare n. 110 del 30 agosto 2011.
Successivamente, con circolare n. 131 del 10 ottobre 2011 sono state impartite le disposizioni riguardanti le nuove modalità di presentazione telematica delle domande di prestazioni previdenziali ed assistenziali in regime nazionale.
In relazione a quanto sopra, a decorrere dal 1° gennaio 2012, viene attivata la modalità di presentazione telematica in via esclusiva, salvo il periodo transitorio, anche delle domande di pensione in regime internazionale, per la quale, comunque, si rinvia alla citata circolare n. 131 del 10 ottobre 2011 per quanto non espressamente stabilito dalla presente circolare.
Si specifica che inizialmente la trasmissione telematica riguarderà le domande di pensione in regime comunitario esuccessivamente, entro il 31 gennaio 2012, si estenderà alle domande di pensione presentate da coloro che hanno maturato periodi assicurativi in Stati extracomunitari convenzionati.
La presentazione delle domande in oggetto dovrà, pertanto, avvenire attraverso uno dei seguenti canali:
- WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino munito di PIN dispositivo attraverso il sito internet dell’Istituto (www.inps.it), nella sezione SERVIZI ON LINE;
- Patronati;
- Contact Center Integrato - attraverso il numero verde 803.164.
In proposito si richiamano anche le indicazioni di cui alla circolare n.137 del 25 ottobre 2011, finalizzate a facilitare l’utenza nella presentazione delle istanze.
Al fine di garantire la più ampia informazione e divulgazione delle novità afferenti la presentazione delle domande di pensione in regime internazionale mediante modalità telematica, è previsto un periodo transitorio, con scadenza 31 marzo 2012, durante il quale saranno comunque garantite le tradizionali modalità di presentazione di tali domande. Al termine del periodo transitorio, i tre canali sopracitati diventeranno esclusivi e costituiranno l’unica modalità per la presentazione delle domande.

1. Destinatari
La modalità telematica riguarda:
- le domande di prima liquidazione delle pensioni di vecchiaia/anzianità/invalidità/inabilità/superstiti in regime internazionale presentate da coloro che, residenti in Italia, abbiano periodi assicurativi anche in Stati comunitari o extracomunitari convenzionati;
- le domande di ricostituzione delle pensioni in regime internazionale presentate da residenti in Italia o all’estero.
Si precisa che resta ferma la competenza territoriale dei poli specializzati per i residenti all’estero.
Si evidenzia, altresì, che non dovrà avvalersi della procedura telematica:
- la persona che risiede in uno Stato estero UE/SEE e non abbia periodi assicurativi anche in Italia, la quale deve continuare a presentare con le attuali modalità la domanda di prima liquidazione della pensione in regime internazionale all'istituzione estera del luogo di residenza, che provvederà a trasmetterla all'Istituto con i consueti formulari comunitari;
- la persona che risiede all'estero in uno Stato extracomunitario convenzionato e abbia periodi assicurativi anche in Italia, il quale onde evitare ritardi nella lavorazione delle pratiche deve continuare a presentare con le attuali modalità la domanda di prima liquidazione della pensione in regime internazionale all'istituzione estera del luogo di residenza, che provvederà a trasmetterla all'Istituto con i consueti formulari previsti dalle convenzioni bilaterali.
Invece, la persona residente all’estero che ha periodi assicurativi solo in Italia dovrà avvalersi della procedura telematica per inviare all’INPS la domanda di pensione in regime nazionale, con le modalità di cui alla circolare n. 131 del 10 ottobre 2011

2. Modalità di presentazione On-Line delle domande di pensione in regime internazionale
La presentazione On-Line delle domande di pensione in regime internazionale deve avvenire attraverso l’utilizzo di uno dei tre canali sotto indicati: Servizio WEB, Patronati, Contact Center Integrato.

2.1 Presentazione della domanda tramite Servizio Web, direttamente dagli interessati
La presentazione telematica delle domande di pensione in regime internazionale tramite WEB è consentita agli utenti in possesso di PIN dispositivo (circolare n. 50 del 15 marzo 2011) o di Carta nazionale dei servizi - CNS.
Nel caso di richiesta di prestazione da parte di utenti in possesso di PIN non dispositivo, l’istanza viene comunque accettata, preservando la decorrenza della domanda, ma per la successiva elaborazione e definizione è necessario che l’interessato si attivi per la trasformazione del proprio PIN in dispositivo. In tal caso la procedura avvisa il richiedente che la domanda sarà gestita solo quando il pin diventerà dispositivo e lo invita a seguire la procedura online di trasformazione del PIN.
Il servizio di presentazione è disponibile sul sito internet dell’Istituto (www.inps.it), nella sezione SERVIZI ON LINE, attraverso il seguente percorso: Per tipologia di utente - Al servizio del cittadino – Autenticazione con PIN/CNS – Domanda di pensione.
Un ausilio per la compilazione della domanda potrà essere richiesto al Contact Center Integrato dell’Istituto che risponde al numero telefonico gratuito 803.164, con servizio attivo dalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì e, il sabato, dalle ore 8 alle 14.
Per l’invio della domanda il richiedente dovrà compilare una serie di pannelli e, per le domande di pensione in regime di convenzione bilaterale, dovrà scaricare, compilare e stampare i formulari previsti dalla convenzione bilaterale come di seguito indicato, con i dati necessari e sufficienti alla corretta liquidazione di quanto richiesto.
Dalla pagina iniziale della procedura è possibile la visualizzazione del proprio estratto contributivo; tali informazioni saranno utilizzate anche per la precompilazione di alcuni campi della domanda di pensione. Il sistema, infatti, è strutturato per prelevare, direttamente dagli archivi dell’Istituto, alcune informazioni necessarie al completamento dell’istanza, abbinando il Codice Fiscale associato al PIN del richiedente ai dati ivi presenti. Il richiedente dovrà, invece, provvedere all’inserimento degli ulteriori dati richiesti.
La domanda sarà trasmessa effettivamente solo al momento della conferma finale. Prima di tale conferma la domanda viene automaticamente salvata in via provvisoria ed il richiedente potrà riaccedervi al fine di verificare i dati inseriti ed eventualmente integrarli e/o modificarli.
Effettuato l’invio, il richiedente potrà stampare la ricevuta di presentazione dell’istanza protocollata.
Oltre alla funzione di “Invio della domanda”, l'applicazione On-Line permette al soggetto autenticato di:
- visualizzare il riepilogo delle richieste inoltrate o da inoltrare;
- esaminare e stampare il dettaglio delle istanze inviate tramite il pulsante “Consulta”;
- ristampare la ricevuta di avvenuta trasmissione;
- visualizzare una domanda non ancora completata e ultimarne l’inserimento dati tramite il pulsante“Modifica”.
Si precisa in particolare che per le domande di pensione in regime comunitario dovrà essere presentato alla Sede, in originale o copia autenticata, qualunque documento (esempio tessere assicurative tedesche o libretto di lavoro romeno) che, per la definizione della pratica, l'ente estero richieda in originale o, eventualmente, in copia autenticata. Per le domande di pensione in regime di convenzione bilaterale, invece, deve essere sempre presentata alla Sede l’apposita modulistica in originale stabilita di comune intesa tra le autorità amministrative dei due Paesi contraenti, regolarmente firmata e corredata di tutta la documentazione richiesta. Su tali modelli è indicato se la documentazione da allegare deve essere in originale o, come in qualche caso, in copia autenticata. Per i Paesi extracomunitari per i quali non è prevista un'apposita modulistica, qualunque documentazione richiesta in originale dall'ente estero per la definizione della pratica deve essere presentata in originale alla Sede competente.

2.2 Presentazione della domanda tramite Patronato
Le domande di pensione in regime internazionale possono essere presentate telematicamente all’Istituto anche tramite gli Enti di Patronato, che hanno a disposizione, direttamente dalla pagina del portale INPS a loro dedicata, la medesima procedura sopradescritta.
Si precisa che i soggetti abilitati avranno a disposizione per la loro attività l’ulteriore procedura off-line di cui al paragrafo 3.

2.3 Presentazione della domanda tramite Contact Center Integrato
Il richiedente può presentare la domanda rivolgendosi al servizio di Contact Center Integrato disponibile telefonicamente al n. verde 803164, con servizio attivo dalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì e, il sabato, dalle ore 8 alle 14.
Solo per gli utenti dotati di Pin dispositivo, il Contact Center compila l’istanza sulla base delle indicazioni fornite dall’assicurato e la invia all’Istituto per la successiva lavorazione.
Nel caso in cui l’utente non sia dotato di PIN dispositivo, verranno ugualmente acquisiti i dati essenziali della domanda, preservando la decorrenza della stessa, ma in questo caso il Contact Center inviterà l’utente a trasformare il PIN in dispositivo, secondo le modalità indicate nella già citata circolare n. 50/2011, avvertendo l’interessato che l’istanza sarà gestita solo quando il PIN diventerà dispositivo.

3. Modalità di acquisizione off-line delle domande di pensione in regime internazionale
Con l’occasione si fa presente che gli Enti di Patronato avranno a disposizione una procedura off-line dedicata, che consente di acquisire pacchetti codificati di dati/istanze da inviare poi all’Istituto con un'unica trasmissione dati. Tale applicazione off-line sarà rilasciata entro il 28 febbraio 2012 per una fase di sperimentazione della durata di un mese.
L’applicazione è strutturata come un percorso guidato e monitorizzato da una serie di controlli incrociati, che consentono l’inserimento corretto dei dati necessari alla liquidazione dell’istanza.

4. Istruzioni per gli operatori di Sede
La modulistica è stata modificata, ove necessario, per rendere l’applicazione compatibile con la nuova modalità operativa e potrebbe essere oggetto di ulteriori modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie.
Gli operatori della Sede competente provvederanno alla gestione delle domande pervenute, con le consuete modalità.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report