Circolare INPS n. 152 del 31.07.2001

Modello 730/2001 redditi 2000. Assistenza fiscale ai contribuenti titolari di prestazioni temporanee. Istruzioni operative e contabili. Variazioni al piano dei conti
Circolare INPS n. 152 del 31.07.2001

SOMMARIO: Istruzioni operative per la gestione dei recuperi e dei rimborsi nell'ambito dell'assistenza fiscale prestata ai contribuenti beneficiari di prestazioni temporanee

Si forniscono le istruzioni operative per la gestione delle operazioni di recupero e/o rimborso delle somme derivanti dai risultati contabili del mod. 730/2001 nei confronti dei contribuenti in oggetto.
Per le attività da svolgere le Sedi si avvarranno delle nuove funzionalità procedurali predisposte dalla Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni che, in automatico, provvederanno:
- alla ricezione dei dati necessari per la gestione delle risultanze contabili dell’assistenza fiscale;
- al recupero da parte delle procedure di liquidazione e pagamento delle prestazioni, sui pagamenti da effettuare a partire dal mese di agosto, dei conguagli derivanti da assistenza fiscale a debito del contribuente;
- all’inserimento del recupero di cui al punto precedente nel biglietto contabile prodotto dalle procedure;
- all’emissione contestuale di biglietto contabile per l’imputazione ai singoli conti delle diverse partite che hanno concorso alla determinazione dell’importo recuperato;
- alla predisposizione per l’invio ai contribuenti, nei confronti dei quali non è possibile in tutto o in parte il recupero di quanto dovuto, delle lettere di comunicazione, il cui testo sarà reso noto alle sedi con posta elettronica inviata al Direttore, per consentire agli stessi di provvedere autonomamente al versamento delle imposte;
- al rimborso, a tutti i contribuenti elencati nella lista dei rimborsi, dell’importo derivante dalla somma algebrica a credito del contribuente, separatamente dal pagamento di eventuali prestazioni, e contestuale emissione di apposito biglietto contabile;
- all’aggiornamento degli archivi centrali dell’assistenza fiscale con i risultati delle operazioni svolte dalle Sedi.

Ciò premesso, si forniscono in dettaglio le istruzioni operative e contabili.

Abbinamento 730 con beneficiari di prestazioni temporanee

Le dichiarazioni fiscali 730 presentate direttamente all’INPS e le risultanze contabili dei mod. 730 trasmesse dai CAF sono state abbinate automaticamente con i beneficiari di prestazioni temporanee per i quali l’Istituto è sostituto d’imposta nel corrente anno. Qualora l’abbinamento non sia avvenuto, la Sede deve verificare se il contribuente è beneficiario di prestazioni CIG a pagamento diretto liquidate nell’anno corrente o di prestazioni in corso di liquidazione e, in tal caso, deve provvedere a forzare l’abbinamento con la prestazione considerata.

Ricezione dati in sede
Le Sedi riceveranno automaticamente su sottosistema AS/400, negli ultimi giorni di ciascun mese da luglio a novembre, in relazione alle attività da svolgere nel mese successivo, i dati relativi ai contribuenti beneficiari di prestazioni temporanee di loro competenza al fine di gestire:
- i recuperi sui pagamenti delle prestazioni da eseguire nel corso del mese successivo, per i contribuenti titolari di prestazione di mobilità, ASU, LPU e prestazioni economiche antitubercolari;
- l’interruzione dell’assistenza fiscale per i contribuenti con rate a debito e titolari di prestazioni diverse da quelle sopra specificate o per i quali sia intervenuta la cessazione o la sospensione delle stesse;
- il rimborso dei conguagli a credito a tutti i titolari di prestazioni temporanee.
Per riscontrare l’avvenuta ricezione dei dati è disponibile, dal modulo base PN (09-Assistenza fiscale / 03-Gestione operazioni di conguaglio / 08-Gestione posizioni PNP / 1-Ricezione), la funzione di ricezione che segnala il numero delle posizioni individuali ricevute dal centro e interessate alle operazioni di gestione. Specifiche funzioni permettono, inoltre, la stampa delle schede contenente il dettaglio delle voci di conguaglio fiscale, per fornire eventuali chiarimenti ai contribuenti.

Gestione dei conguagli a debito
Le operazioni di gestione dei conguagli a debito saranno effettuate direttamente dalle procedure in occasione delle operazioni di calcolo e pagamento delle prestazioni di Mobilità, ASU, LPU e prestazioni economiche antitubercolari attivate dalle Sedi nel mese di agosto, per la prima o unica rata di conguaglio. Nei mesi di settembre, ottobre e novembre saranno gestiti i recuperi relativi alle rate successive per i contribuenti che hanno chiesto la rateizzazione; nel mese di novembre, inoltre, sarà trattenuta la seconda rata d’acconto.
In caso di mancata capienza del recupero sul pagamento del mese, l’importo residuo, maggiorato degli interessi nella misura dello 0,40 % mensili, sarà recuperato sui pagamenti dei mesi successivi e comunque entro il mese di dicembre.
Gli importi trattenuti saranno riportati nel biglietto contabile delle singole procedure con imputazione ad apposito conto di transito. Contestualmente sarà emesso un secondo biglietto contabile per chiudere il conto di transito e ripartire gli importi trattenuti tra le somme a credito e quelle a debito costituenti il saldo da recuperare mediante imputazione ai rispettivi conti di pertinenza (v. successivo punto 7.).
Delle somme trattenute sarà data notizia ai contribuenti con un' apposita dicitura riportata sul tagliando degli assegni e sulle comunicazioni di accredito inviati dalle banche.

Gestione dei conguagli a credito
In presenza di saldi contabili delle dichiarazioni 730 a credito dei contribuenti si procederà al rimborso a tutti i soggetti per i quali l’Istituto è sostituto d’imposta. A tal fine è stata predisposta una apposita procedura, del cui rilascio sarà data successiva comunicazione, che provvederà ad operare i rimborsi, separatamente dal pagamento di eventuali prestazioni, creando il file telematico dei pagamenti, il mod. I.P. 6 bis ed il biglietto contabile secondo lo schema riportato al successivo punto 7.

Aggiornamento degli archivi esiti
I risultati delle operazioni di recupero dei conguagli a debito e di rimborso dei conguagli a credito effettuate con le modalità sopra indicate saranno riportati automaticamente sugli archivi centrali degli esiti e permetteranno di determinare correttamente l’importo delle eventuali rate successive. A tal fine è necessario che tali operazioni siano svolte entro il giorno 24 di ciascun mese, poiché negli ultimi giorni del mese saranno determinati gli importi delle rate da gestire nel mese successivo.

Interruzione dell’assistenza fiscale
Dopo aver effettuato le elaborazioni mensili di pagamento delle prestazioni di Mobilità, ASU, LPU e prestazioni economiche antitubercolari con le quali si è provveduto al recupero delle rate a debito, e dopo aver attivato la procedura di rimborso dei crediti, le Sedi individueranno con l’apposita funzione di procedura (lista delle posizioni non gestite) le residue posizioni con conguagli a debito del contribuente. Dopo avere accertato che effettivamente per tali soggetti non risulta in pagamento alcuna prestazione ovvero la prestazione è di natura diversa da quelle sopra indicate, è necessario operare con la funzione di INTERRUZIONE DELL’ASSISTENZA FISCALE ed inviare la lettera emessa dalla procedura al fine di consentire all’interessato di provvedere autonomamente al pagamento di quanto dovuto.

Istruzioni contabili
Ai fini della rilevazione contabile delle somme trattenute e di quelle da rimborsare a seguito delle operazioni di assistenza fiscale di che trattasi sono stati previsti i seguenti conti:
GPA 06/89 - rimborso IRPEF a saldo
GPA 29/48 - ritenute IRPEF a saldo
GPA 29/49 - ritenute IRPEF in acconto (1° e 2° acconto)
GPA 29/50 - ritenute acconto IRPEF su redditi a tassazione separata
GPA 29/51 - interessi per incapienza su IRPEF a saldo
GPA 29/52 - interessi per incapienza su IRPEF in acconto
GPA 29/53 - interessi per incapienza su acconto IRPEF su redditi a tassazione separata
GPA 29/54 - interessi per rateizzazione su IRPEF a saldo, in acconto e su redditi a tassazione separata
GPA 06/87 - rimborso addizionale regionale IRPEF
GPA 29/89 - ritenute addizionale regionale IRPEF e relativi interessi per incapienza
GPA 27/52 - interessi per rateizzazione addizionale regionale IRPEF
GPA 06/77 - rimborso addizionale comunale IRPEF
GPA 27/57 - ritenute addizionale comunale IRPEF e relativi interessi per incapienza
GPA 27/58 - interessi per rateizzazione addizionale comunale IRPEF
GPA 54/71 - somma da recuperare costituita dalla differenza tra le somme a debito e quelle a credito

Come già accennato al precedente punto 3., l’imputazione al conto GPA 54/71, di nuova istituzione (v. allegato 1), verrà evidenziata nel biglietto contabile prodotto dalla procedura di liquidazione delle prestazioni sulle quali è stata operata la trattenuta.
Nel biglietto contabile di ripartizione delle somma trattenuta saranno riportate le seguenti registrazioni in P.D.:

GPA 06/89

A

GPA 29/..

(rimborso IRPEF a saldo)

(a seconda della tipologia della ritenute IRPEF da effettuare)

GPA 06/87

A

GPA 29/89

(rimborso addizionale regionale IRPEF)

(ritenute addizionale regionale IRPEF)

GPA 06/77

A

GPA 27/57

(rimborso addizionale comunale IRPEF)

(ritenute addizionale comunale IRPEF)

GPA 54/71

(somma trattenuta da ripartire)

Nel caso che la somma da recuperare sia costituita esclusivamente da importi a debito del contribuente lo schema di registrazione in P.D. risulterà il seguente:

GPA 54/71

A

GPA 29/..

(somma trattenuta da ripartire)

(a seconda della tipologia della ritenute IRPEF da effettuare)

A

GPA 29/89

(ritenute addizionale regionale IRPEF)

A

GPA 27/57 (ritenute addizionale comunale IRPEF)

Detti schemi di registrazione, per i recuperi da effettuarsi nei mesi successivi a quello di agosto, comprenderanno, con movimentazioni nella sezione AVERE dei conti interessati, anche eventuali interessi per rateizzazione e/o incapienza.
I biglietti contabili di cui sopra è cenno dovranno essere trasmessi all'Ufficio competente per la contabilità unitamente al mandato di pagamento di mod. IP 6 bis relativo alle prestazioni da corrispondere ai soggetti beneficiari.
Qualora dalle operazioni di conguaglio dovessero risultare somme da rimborsare, la procedura produrrà apposito biglietto contabile (v. precedente punto 4.) contenente le seguenti registrazioni in P.D.:

GPA 06/89

A

GPA 29/..

(rimborso IRPEF a saldo)

(a seconda della tipologia della ritenute IRPEF da effettuare)

GPA 06/87

A

GPA 29/89

(rimborso addizionale regionale IRPEF)

(ritenute addizionale regionale IRPEF)

GPA 06/77

A

GPA 27/57

(rimborso addizionale comunale IRPEF)

(ritenute addizionale comunale IRPEF)

A

GPA 10/99

(importo da porre in pagamento)

Tale biglietto contabile dovrà essere trasmesso all'Ufficio competente per la contabilità unitamente al mandato di pagamento di mod. IP 6 bis.
I pagamenti effettuati, che dovranno corrispondere agli importi risultanti dalla lista dei rimborsi, dovranno essere ovviamente imputati in DARE del suddetto conto GPA 10/99. Gli estremi della contabilizzazione dei pagamenti di che trattasi dovranno essere riportati sulla citata lista dei rimborsi.
Si fa presente, inoltre, che l'imputazione ai conti di rispettiva pertinenza verrà ugualmente effettuata da parte della procedura anche nei casi in cui la risultante tra le somme a debito e quelle a credito dei soggetti interessati sia pari a zero.
I saldi dei conti GPA 06/77, GPA 06/87 e GPA 06/89, risultanti alla fine dell'esercizio, non dovranno essere ripresi in carico nel nuovo esercizio in quanto sarà cura della Direzione Generale provvedere alla relativa sistemazione.
Naturalmente, in considerazione del fatto che le risultanze delle operazioni di assistenza fiscale in argomento sono a disposizione degli archivi centrali (v. precedente punto 5.), viene meno, limitatamente a tali operazioni, l’invio della prevista comunicazione mensile all’Ufficio Normativa fiscale della Direzione Centrale Finanza, Contabilità e Bilancio.

Allegato 1

VARIAZIONI AL PIANO DEI CONTI
(omesso)

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS