Circolare INPS n. 148 del 24.07.2001

Richiesta di pagamento dei contributi previdenziali riguardanti le gestioni DM, Artigiani, Commercianti, aziende e autonomi dell'area agricola
Circolare INPS n. 148 del 24.07.2001

SOMMARIO: 1 ) modalità di emissione dell’avviso per i crediti rilevati nell’anno 2000 e ceduti alla società SCCI. 2 ) attività intese alla validazione del credito da inserire nell’avviso bonario

L’Istituto, con il secondo contratto di cessione stipulato il 31.05.2001 e trasmesso via e.mail ai direttori delle strutture periferiche , ha provveduto a cedere alla S.C.C.I. S.p.a. i crediti contributivi dell’anno 2000 relativi alle gestioni DM, Artigiani, Commercianti, aziende ed autonomi dell’area agricola non ancora riscossi alla data del 30 aprile 2001.
L’Istituto con lo stesso contratto di cessione si è riservato la facoltà prevista dall’art.24 c.2 del D.Lgs.46/1999 di far precedere l’iscrizione a ruolo dall’invio a tutti i debitori dell’ “avviso bonario”.
Tale scelta operativa assume una rilevanza strategica in quanto, da un lato, pone in essere un sistema di rapporti con i soggetti debitori non strettamente correlato ad azioni coattive di recupero e, dall’altro consente all’Istituto di dare maggiore certezza alle singole partite prevenendo ed evitando tutti gli aspetti negativi che potrebbero manifestarsi in occasione della formazione dei ruoli esattoriali.
Per l’emissione dell’avviso bonario sono state predisposte specifiche procedure in relazione alla tipologia del credito (area aziende DM, Artigiani, Commercianti, aziende agricole e lavoratori autonomi dell’area agricola) .
Mentre per gli Artigiani e Commercianti e per le aziende DM, le relative procedure sono già state rilasciate rispettivamente con messaggi n. 442 del 6.07.2001 e n.113 del 10.07.2001, per l’area agricola sono in corso di rilascio.
I documenti prodotti, emessi anche nella versione in lingua tedesca per la Provincia di Bolzano, sono:
l’avviso bonario, i cui testi si allegano, che contiene la richiesta di pagamento dei contributi omessi e delle sanzioni civili che, per i crediti sorti successivamente al 30 settembre 2000, sono calcolate secondo le nuove misure previste dalla legge 23 dicembre 2000 n. 388 art. 116, mentre per i crediti sorti in epoca anteriore e non ancora pagati alla stessa data del 30.09.2000, sono richieste ai sensi della normativa previgente (cfr. al riguardo la circ.n. 110 del 23 maggio 2001).
Qualora il debitore provveda al pagamento nella misura richiesta, lo stesso avrà diritto a beneficiare del bonus contributivo da conguagliare secondo le modalità ed i tempi indicati nella citata circolare n. 110/ 2001;
La lettera contiene l’invito a far conoscere tempestivamente eventuali contestazioni o, qualora il credito sia corretto e non sia possibile provvedere al pagamento in unica soluzione, ad avvalersi della facoltà di presentare domanda di rateazione alla sede competente entro il termine di 30 giorni dalla ricezione. La domanda sarà presa in considerazione a condizione che siano state osservate le disposizioni contenute nella circolare n. 161 del 26 settembre 2000
il prospetto allegato alla lettera, nel quale è indicato il tipo di regolarizzazione , il periodo di riferimento, l’importo dei contributi, l’importo delle sanzioni, il totale dovuto per ciascuna regolarizzazione ed il totale complessivo;
il modello F24 precompilato la cui utilizzazione consentirà una più tempestiva registrazione del versamento negli archivi di gestione; è prevista la possibilità di riemettere il modello nel caso in cui sia necessario modificare l’importo da versare.
la ricevuta di ritorno per assicurare l’avvenuta ricezione e consentire di rispedire tempestivamente le lettere non recapitate , previa ricerca del nuovo indirizzo.

Considerato che l’invio dell’avviso bonario costituisce attività propedeutica all’iscrizione a ruolo dei crediti 2000, operazione questa che, a termini contrattuali, dovrà avvenire improrogabilmente entro la fine del corrente anno ( le operazioni di infasamento, pertanto, potranno essere effettuate fino al 10.12.2001), è di tutta evidenza che le attività di stampa e spedizione dovranno essere immediatamente iniziate e portate a termine nel più breve tempo possibile e comunque in tempo utile per consentire il rispetto dei termini per la formazione dei ruoli.
A tal fine tutte le operazioni di sistemazione contabile e di definizione amministrativa già illustrate nella circ. 31 del 23.2.1999, che di seguito si riassumono,dovranno essere limitate ai soli crediti relativi all’anno 2000.
In particolare per l’area aziende DM, dovranno essere abbinati tutti i pagamenti presenti nell’inadempienza 500, essere definite le compensazioni e sistemati tutti i versamenti anomali che si riferiscono ai crediti dell’anno 2000. Dovranno anche essere verificati i codici di sospensione eliminandoli, laddove la situazione sia mutata successivamente all’apposizione del codice ed apponendoli, se mancanti. Tale attività assume una notevole importanza ai fini dell’emissione degli avvisi in quanto non sarà, ovviamente, emesso alcun avviso né per le partite sospese in attesa della definizione di una compensazione o di una cessione, nè nei confronti delle ditte fallite e dei contribuenti autorizzati al pagamento dilazionato.
Qualora siano stati acquisiti nell’anno 2000 modelli DM10 per anni pregressi compresi in una domanda di condono presentata alle normali scadenze, gli stessi dovranno essere contrassegnati dal codice di sospensione che individua il tipo di condono interessato.
Per le gestioni degli artigiani e dei commercianti è necessario provvedere ad acquisire tutte le delibere di cancellazione e variazione, alla sistemazione dei ricicli dei versamenti ed alla trasmissione al centro dei versamenti pervenuti dai flussi telematici.
Per l’area agricola occorre:
registrare come provvisori i versamenti non pervenuti dalle procedure ordinarie ( in archivio contrassegnati con la lettera “P”) ed effettuare gli storni e gli sgravi secondo le istruzioni contenute nella circ.n. 3 del 7.01.2000;
provvedere, relativamente alle sedi che hanno competenza sui territori colpiti dalle calamità, a contrassegnare con la lettera “S” le partite per le quali è sospesa la riscossione ( cfr msg n.420 del 25.06.2001 );
inserire, per i lavoratori autonomi, le richieste di sospensione per calamità.
L’iniziativa dell’Istituto dovrà esser adeguatamente illustrata avvalendosi dei consueti canali informativi e promuovendo riunioni divulgative con le organizzazioni datoriali, i consulenti del lavoro e le associazioni di categoria a livello locale.
Dovrà altresì essere assunta ogni iniziativa idonea a soddisfare il prevedibile aumento di richieste di informazioni derivante dalla ricezione degli avvisi organizzando turni ed articolando l’orario di apertura degli sportelli in modo da garantire un afflusso anche nelle ore pomeridiane
Le Sedi regionali sono interessate a vigilare affinché le attività necessarie per il buon esito dell’intera operazione si svolgano nei modi e tempi prestabiliti.

Allegato 1

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
xxxxxxxxxx

SEDE DI xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Area Riscossione Contributi
Recupero Crediti Aziende
Matricola Azienda xxxxxxxxxx
Codice Fiscale xxxxxxxxxxxxxxxx

Raccomandata A.R.

Spett.le xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

xxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xx

ALL.2

Oggetto: Avviso di pagamento

A seguito dei controlli effettuati in data odierna negli archivi contributivi di questa Sede, è risultato che codesta Azienda è debitrice nei confronti di questo Istituto dell’importo complessivo di LIT xxxxxxxxxxxxxxxxx / Euro xxxxxxxxxxxxxxxx per contributi previdenziali e/o oneri accessori, come illustrato nel prospetto allegato. Gli oneri accessori sono stati calcolati ai sensi della Legge 23.12.2000 n. 388 art. 116.
Si invita codesta Azienda a confrontare attentamente il contenuto della presente comunicazione con la documentazione in proprio possesso.
Qualora le somme risultate a debito siano state versate o siano oggetto di condono, dilazione o di altra forma di regolarizzazione e per errore o ritardo le notizie registrate negli archivi siano difformi dalla realtà, la circostanza va segnalata a questa Sede trasmettendo la documentazione relativa ai versamenti effettuati per consentire a questo Ufficio di definire in modo corretto la discordanza.
Nel caso, invece, l’omissione sia confermata, codesta Azienda è invitata a provvedere al versamento, entro 30 giorni dalla ricezione della presente, utilizzando l’allegato modello F24 prestampato ed inviandone copia a questa Sede.
L’Istituto rammenta che esiste la possibilità di usufruire del pagamento rateale per estinguere il proprio debito.
Se intende beneficiare di tale opportunità, codesta Azienda dovrà, entro il suddetto termine di trenta giorni, presentare domanda su apposito modulo a disposizione presso questa Sede. Perché la domanda possa essere presa in considerazione, occorre aver già versato o versare contestualmente la quota contributiva a carico del lavoratore e l’acconto pari alla rata proposta o ad almeno 1/12 del debito contributivo.
Qualora alla scadenza del termine non risulti effettuato il versamento, né presentata domanda di rateazione, gli importi dovuti saranno oggetto di integrale e tempestiva iscrizione a ruolo, secondo le disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 46 del 26.2.1999.
Il presente avviso di pagamento costituisce atto interruttivo di ogni e qualsiasi termine prescrizionale relativo ai periodi ed agli importi della presente, ai sensi dell’art. 2943 del Codice Civile.
L’Istituto rammenta che esiste il servizio call center INPS INFORMA (tel. 16464) ed il sito Internet www.inps.it sui nuovi servizi disponibili.

IL DIRIGENTE

Allegato 2

SEDE DI ________________ Luogo, data

Area Riscossione Contributi
Gestione Artigiani e Commercianti

Raccomandata A.R.

Codice azienda------------------------
C.F. -----------------------------------

ALL.1

Oggetto: Avviso di pagamento

A seguito di una verifica della Sua posizione contributiva nell’archivio degli iscritti alla gestione degli artigiani ed esercenti attività commerciali, non risulta versata la somma di £.____________Euro ________ per contributi previdenziali e/o oneri accessori, secondo quanto specificato nel prospetto allegato. Gli oneri accessori sono stati calcolati ai sensi della Legge 23.12.2000 n. 388 art. 116
La invito, pertanto, a confrontare attentamente il contenuto della presente comunicazione con la documentazione in Suo possesso.
Qualora le somme risultate a debito siano state versate e, per errore o ritardo le notizie registrate negli archivi siano difformi dalla realtà, La invito a segnalare la circostanza a questa Sede, trasmettendo la documentazione relativa ai versamenti effettuati per consentire a questo Ufficio di definire in modo corretto la discordanza.
Nel caso, invece, l’omissione sia confermata, La invito a provvedere al versamento, entro 30 giorni dalla ricezione della presente, utilizzando l’allegato modello F24 prestampato ed inviandone copia a questa Sede.
L’Istituto Le rammenta che esiste la possibilità di usufruire del pagamento rateale per estinguere il proprio debito .
Qualora intenda beneficiare di tale opportunità, dovrà, entro il suddetto termine di 30 giorni, presentare domanda su apposito modulo a disposizione presso questa Sede e versare contestualmente un acconto pari alla rata proposta o ad almeno 1/12 del debito contributivo
Qualora, alla scadenza del termine non risulti effettuato il versamento, né presentata domanda di rateazione, gli importi dovuti saranno oggetto di integrale e tempestiva iscrizione a ruolo, secondo le disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 46 del 26.2.1999.
Il presente avviso di pagamento costituisce atto interruttivo di ogni e qualsiasi termine prescrizionale relativo ai periodi ed agli importi della presente, ai sensi dell’art.2943 del Codice Civile.
Le rammentiamo che esiste il servizio call-center INPSINFORMA tel.164.64 ed il sito Internet www.Inps.it sui nuovi servizi disponibili.

IL DIRIGENTE

Allegato 3

xxxxxxxxxx

SEDE DI xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Area Agricoli Autonomi
Ufficio Recupero Crediti

Raccomandata A.R.

Codice Ditta xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Codice Fiscale xxxxxxxxxxxxxxxx

Spett.le xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
xxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xx

Oggetto: Avviso di pagamento

A seguito dei controlli effettuati in data odierna negli archivi contributivi di questa Sede, è risultato che Ella è debitrice nei confronti di questo Istituto dell’importo complessivo di LIT xxxxxxxxxxxxxx / Euro xxxxxxxxxxxxxx per contributi previdenziali e/o oneri accessori, come illustrato nel prospetto allegato. Gli oneri accessori sono stati calcolati ai sensi della Legge 23.12.2000 n.388 art.116.
La invito a confrontare attentamente il contenuto della presente comunicazione con la documentazione in proprio possesso.
Qualora le somme risultate a debito siano state versate o siano oggetto di condono, dilazione o di altra forma di regolarizzazione e per errore o ritardo le notizie registrate negli archivi siano difformi dalla realtà, La invito a segnalare la circostanza a questa Sede, trasmettendo la documentazione relativa ai versamenti effettuati per consentire a questo Ufficio di definire in modo corretto la discordanza.
Nel caso, invece, l’omissione sia confermata, Ella è invitata a provvedere al versamento, entro trenta giorni dalla ricezione della presente, utilizzando l’allegato modello F24 prestampato ed inviandone copia a questa Sede.
L’Istituto Le rammenta che esiste la possibilità di usufruire del pagamento rateale per estinguere il proprio debito.
Se intende beneficiare di tale opportunità dovrà, entro il suddetto termine di trenta giorni, presentare domanda su apposito modulo a disposizione presso questa Sede. Perché la domanda possa essere presa in considerazione, occorre aver già versato l’acconto pari alla rata proposta o ad almeno 1/12 del debito contributivo.
Qualora alla scadenza del termine non risulti effettuato il versamento, né presentata domanda di rateazione, gli importi dovuti saranno oggetto di integrale e tempestiva iscrizione a ruolo, secondo le disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 46 del 26.2.1999.
Il presente avviso di pagamento costituisce atto interruttivo di ogni e qualsiasi termine prescrizionale relativo ai periodi ed agli importi della presente, ai sensi dell’art.2943 del Codice Civile.
L’Istituto Le rammenta che esiste il servizio call-center INPS INFORMA (tel. 16464) ed il sito Internet www.inps.it sui nuovi servizi disponibili.

IL DIRIGENTE

Allegato 4

xxxxxxxxxx

SEDE DI xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Area Aziende Agricole
Ufficio Recupero Crediti

Raccomandata A.R.

Codice Ditta xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Codice Fiscale xxxxxxxxxxxxxxxx

Spett.le xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
xxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xx

Oggetto: Avviso di pagamento

A seguito dei controlli effettuati in data odierna negli archivi contributivi di questa Sede, è risultato che codesta Azienda è debitrice nei confronti di questo Istituto dell’importo complessivo di LIT xxxxxxxxxxxxxx / Euro xxxxxxxxxxxxxx per contributi previdenziali e/o oneri accessori, come illustrato nel prospetto allegato. Gli oneri accessori sono stati calcolati ai sensi della Legge 23.12.2000 n.388 art.116.
Si invita codesta Azienda a confrontare attentamente il contenuto della presente comunicazione con la documentazione in proprio possesso.
Qualora le somme risultate a debito siano state versate o siano oggetto di condono, dilazione o di altra forma di regolarizzazione e per errore o ritardo le notizie registrate negli archivi siano difformi dalla realtà, la circostanza va segnalata a questa Sede trasmettendo la documentazione relativa ai versamenti effettuati per consentire a questo Ufficio di definire in modo corretto la discordanza.
Nel caso, invece, l’omissione sia confermata, codesta Azienda è invitata a provvedere al versamento, entro trenta giorni dalla ricezione della presente, utilizzando l’allegato modello F24 prestampato ed inviandone copia a questa Sede.
L’Istituto rammenta che esiste la possibilità di usufruire del pagamento rateale per estinguere il proprio debito.
Se intende beneficiare di tale opportunità, codesta Azienda dovrà, entro il suddetto termine di trenta giorni, presentare domanda su apposito modulo a disposizione presso questa Sede. Perché la domanda possa essere presa in considerazione, occorre aver già versato o versare contestualmente la quota contributiva a carico del lavoratore e l’acconto pari alla rata proposta o ad almeno 1/12 del debito contributivo
Qualora alla scadenza del termine non risulti effettuato il versamento, né presentata domanda di rateazione, gli importi dovuti saranno oggetto di integrale e tempestiva iscrizione a ruolo, secondo le disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 46 del 26.2.1999.
Il presente avviso di pagamento costituisce atto interruttivo di ogni e qualsiasi termine prescrizionale relativo ai periodi ed agli importi della presente, ai sensi dell’art.2943 del Codice Civile.
L’Istituto rammenta che esiste il servizio call center INPS INFORMA (tel. 16464) ed il sito Internet www.inps.it sui nuovi servizi disponibili.

IL DIRIGENTE

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web