Circolare INPS n. 126 del 20.10.2014

Nuovo assetto organizzativo per la Direzione provinciale ad elevate dimensioni di Torino.

Sommario:

1. Premessa

2. Il nuovo assetto organizzativo integrato dellArea metropolitana di Torino.

A. Direzione metropolitana di Torino.

B. Le Agenzie Complesse

3. Modalit di conferimento delle posizioni organizzative.

4. Istruzioni operative

5. Le attivit centrali di supporto e monitoraggio

1. Premessa

La Determinazione commissariale n. 11 del 22 gennaio 2010 ha definito lassetto organizzativo delle Aree metropolitane di Torino, Milano, Roma e Napoli; tale assetto ha trovato piena realizzazione con la attuazione della Circolare n. 129/2010.

Larticolo 21 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 ha poi disposto la soppressione, a far data dal 1 gennaio 2012, di INPDAP ed ENPALS, prevedendo altres che lINPS succedesse ai soppressi Istituti in tutti i rapporti attivi e passivi.

Al fine di avviare il naturale processo di integrazione delle funzioni dei soppressi Istituti nellambito dellINPS, con la Circolare n. 31 del 25 febbraio 2013 si dato avvio allapplicazione sperimentale del modello di Direzione provinciale integrata.

Losservazione dei relativi esiti ha consentito, con la Circolare n. 36/2014, una prima rimodulazione del modello organizzativo inizialmente adottato, permettendo di rivedere lorganizzazione dei moduli organizzativi dedicati alla gestione delle domande di servizio inerenti al Soggetto Contribuente (Linea di servizio Soggetto Contribuente e, ove presente, del Polo gestione lavoratori dello sport e dello spettacolo) e alla lavorazione dei flussi informativi (Unit di coordinamento operativo), secondo la duplice logica di miglioramento dei tempi di risposta allutenza e di ottimizzazione dellimpiego delle risorse.

La specificit e linearit dellassetto organizzativo proprio dellarea metropolitana di Torino, che si caratterizza per la presenza di n. 1 Direzione di area metropolitana, n. 5 Agenzie complesse e n. 11 Agenzie sul territorio,consentono di adottare un modello integrato che mutua gli assetti organizzativi sia della Circolare n. 31/2013 che della Circolare n. 36/2014, senza modificare gli assetti territoriali.

Con la presente Circolare si forniscono, quindi, le linee per avviare la sperimentazione del modello organizzativo integrato per larea metropolitana di Torino.

Con il mese di ottobre 2014 dovranno avviarsi le necessarie attivit propedeutiche alla attuazione della presente circolare che entrer in vigore con decorrenza 1 novembre 2014. Tale fase di sperimentazione avr una durata non inferiore a 6 mesi.

2. Il nuovo assetto organizzativo integrato dellArea metropolitana di Torino.

Cos come previsto per le Direzioni provinciali integrate (Circolari n. 31/2013 e n. 36/2014) anche nella direzione di area metropolitana sono esercitate le funzioni manageriali di seguito riportate:

  • Funzione manageriale "Flussi Contributivi;
  • Funzione manageriale "Vigilanza;
  • Funzione manageriale "Prestazioni e servizi individuali";
  • Funzione manageriale "Customer Care.

Tali funzioni sono governate, in maniera singola o aggregata, da aree manageriali affidate a dirigenti o al direttore della struttura secondo le modalit di cui ai msg n.6924/2014 e n.7024/2014.

Il nuovo assetto organizzativo dellIstituto nellarea metropolitana di Torino prevede lintegrazione organizzativa e funzionale delle sedi ex INPDAP di Torino 1 e Torino 2 nellambito della Direzione di area metropolitana.

a. Direzione metropolitana di Torino.

Nellambito della Direzione di area metropolitana di Torino confluiscono le Strutture ex Gestione Dipendenti Pubblici di Torino 1 e Torino 2.

In considerazione degli assetti delineati con le circolari n. 129/2010, n. 31/2013 e n. 36/2014 si prevede quanto di seguito riportato:

  • Nellambito della funzione manageriale Flussi Contributivi viene attivata lAgenzia "Flussi Contributivi, nel rispetto di quanto previsto nella Circolare n. 36/2014.

In tale Agenzia operano le Unit Organizzative a governo dei flussi contributivi, nelle quali vengono integrate le attivit inerenti le Linee di prodotto servizio "Servizi al Soggetto Contribuente e del "Polo PALS.

Inoltre le attivit inerenti ai processi "Entrate e "Posizione Assicurativa delle due sedi della gestione pubblica vengono rispettivamente inserite nelle UO "Anagrafica e Flussi e "Accertamento e Gestione del Credito

Il Direttore di area metropolitana provveder alla costituzione con apposito Ordine di servizio, nellambito della Unit Organizzativa Anagrafica e flussi di Direzione metropolitana, di un gruppo di lavoro cui attribuire ogni attivit propedeutica connessa alloperazione estratto conto per gli iscritti alle gestioni pensionistiche dei dipendenti pubblici di cui alla Circolare n. 49/2014, fino alla completa sistemazione del conto assicurativo.

In considerazione del carattere sperimentale del modello individuato, il coordinamento di tale gruppo di lavoro viene affidato ad un funzionario ex INPDAP gi titolare di posizione organizzativa di cui si dovr raccogliere, comunque, la disponibilit.

I funzionari cui, con ordine di servizio, attribuito il coordinamento del gruppo di lavoro di cui alla circolare n. 49/2014, rispondono al Responsabile della Unit Organizzativa "Anagrafica e Flussi, responsabile, ai sensi della legge n. 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni, anche dei provvedimenti e procedimenti propri del gruppo di lavoro in questione.

In questa fase sperimentale, le funzioni di Responsabile dellAgenzia Flussi Contributivi sono affidate al Responsabile dellUnit di Coordinamento Operativo.

Considerata la complessit operativa propria dellarea metropolitana, la Direzione regionale, valutati carichi di lavoro e peculiarit ambientali e di utenza, potr richiedere alla DC Organizzazione e alla DC Risorse Umane, lattivazione, nellambito della Agenzia "Flussi contributivi, di ulteriori specifiche unit Organizzative, nel pieno rispetto di quanto previsto con il msg n. 5695 del 30 giugno 2014.

  • Presso la Direzione di area metropolitana, nel rispetto dei contingenti regionali di cui alla determinazione del Direttore generale n. 87/2014 allegata al messaggio n. 6924/2014, possono essere istituite aree manageriali a governo di compiti specifici individuati, sulla base delle problematiche di volta in volta emergenti, dal Direttore regionale competente.
  • Nei limiti dei contingenti regionali definiti con la determinazione del Direttore generale sopra indicata dovranno essere istituite un numero congruo di Aree manageriali a presidio della funzione"Prestazioni e Servizi Individuali . Tali Aree dovranno garantire il governo della Agenzia Prestazioni e Servizi Individuali della Direzione metropolitana di Torino, delle Agenzie territoriali e delle Agenzie complesse di cui alla Tabella 1.

Tabella 1

Strutture

Agenzia Prestazioni e Servizi Individuali Direzione metropolitana di Torino

Torino San Paolo

Lingotto

Lucento Stura

Ivrea

Rivarolo Canavese

Pinerolo

Orbassano

Collegno

Bussoleno

Moncalieri

Carmagnola

Chieri

Torino Nord

Cirié

  • Viene istituita, nellambito della funzione manageriale "Customer Care, lUnit Organizzativa "Ufficio Relazioni con il Pubblico URP. Inoltre, in luogo della Unit Organizzativa "Informazioni Istituzionali e relazioni con il Pubblico viene istituita lUnit Organizzativa "Relazioni istituzionali e segreteria di direzione, posta in staff del direttore della struttura.
  • Nellambito dellAgenzia "Prestazioni e Servizi Individuali sono confermate le vigenti Linee di prodotto servizio, con eccezione del Polo PALS e della Linea prodotto servizio "Servizi al soggetto Contribuente, le cui attivit confluiscono nellambito della Agenzia Flussi contributivi, e vengono istituite le Linee di prodotto servizio di seguito indicate, nelle quali confluiscono le corrispondenti attivit finora gestite dalle strutture ex INPDAP di Torino 1 e Torino 2:

  1. Linea di prodotto servizio "Pensioni dipendenti amministrazioni Pubbliche - Stato;
  2. Linea di prodotto servizio "Pensioni dipendenti amministrazioni Pubbliche - Enti Locali;
  3. Linea di prodotto servizio "Prestazioni di fine servizio e Previdenza complementare dipendenti amministrazioni pubbliche;
  4. Linea di prodotto servizio "Credito e Welfare.

Nelle more del completamento dei processi di allinemaneto informatico necessari a garantire la piena e totale operativit delle Linee di prodotto servizio 1. e 2. (Linea di prodotto servizio "Pensioni dipendenti amministrazioni Pubbliche - Stato; Linea di prodotto servizio "Pensioni dipendenti amministrazioni Pubbliche - Enti Locali) si proceder alla temporanea attivazione di una unica Linea di prodotto servizio "Pensioni dipendenti Amministrazioni Pubbliche.

Ogni altra funzione riconducibile alla Gestione Dipendenti Pubblici delle Strutture di Torino 1 e Torino 2 sar integrata nellambito della Direzione di area metropolitana e nella Direzione regionale per il Piemonte, secondo il modello organizzativo previsto per le Direzioni provinciali e di cui alla Circolare n. 31/2013.

In particolare:

  • Attivit inerenti al Personale ed agli Approvvigionamenti: verranno accentrate presso la Direzione regionale INPS secondo il modello vigente e di cui alla circolare n. 31/2013;
  • Attivit di Contenzioso: confluiscono nelle UO "Gestione organizzativa del contenzioso amministrativo e Invalidit civile e "Supporto area legale e gestione del contenzioso giudiziario della Direzione di area metropolitana.
  • Attivit di Programmazione: confluiscono nella Unit Organizzativa "Controllo di Gestione della Direzione di area metropolitana.
  • Attivit di Contabilit e Fisco: confluiscono nella UO "Gestione attivit contabili della direzione di area metropolitana. .

Ai fini della contabilit, a decorrere dal 1 Novembre 2014, dovr essere utilizzato il seguente abbinamento fra sedi ex INPDAP e sedi INPS:

  • Direzione di area metropolitana di Torino (8100) Sede Territoriale Torino 1 e Sede Territoriale Torino 2.

b. Le Agenzie Complesse

Per le Agenzie complesse di Collegno, Torino Nord, Ivrea, Moncalieri e Pinerolo si provveder alla piena attuazione di quanto previsto nella Circolare n. 36/2014.

In tale contesto, nelle Unit Organizzative gi istituite ed operative vengono integrate le attivit inerenti alla Linea di prodotto servizio "Servizi al Soggetto Contribuente.

Inoltre, al fine di garantire il presidio strutturato e responsabile delle attivit di Customer care anche nelle Agenzie complesse, istituita presso le stesse lUnit Organizzativa denominata "Ufficio Relazioni con il Pubblico - URP.

Relativamente alle funzioni della Gestione dipendenti Pubblici, nelle more di procedere al loro decentramento presso le Agenzie complesse, le strutture si faranno carico delle eventuali istanze di servizio o richieste di informazioni provenienti dalla utenza propria della Gestione dipendenti Pubblici, garantendo, in ogni caso, i servizi intranet condivisi ed integrati di cui al msg n. 7189 del 2 maggio 2013.

****************

In Allegato n. 1 lorganigramma di massima della Direzione di area metropolitana di Torino e delle Agenzie complesse di Collegno, Pinerolo, Ivrea, Moncalieri e Torino Nord.

In linea con quanto previsto nel messaggio n. 7024/2014 il Direttore regionale, nel rispetto del limite della nuova dotazione organica di aree dirigenziali di seconda fascia attribuita con la Determinazione del Direttore Generale n. 87 dell8/9/2014, avr cura di definire le funzioni presidiate da ciascuna area manageriale, precisando quali si intendano attribuire ad un dirigente e quali eventualmente affidare al governo del direttore della struttura territoriale.

La proposta relativa alla definizione delle funzioni manageriali dovr essere inviata alla Direzione centrale Organizzazione per la validazione di competenza entro 3 giorni dalla data di pubblicazione della presente Circolare.

3. Modalit di individuazione e conferimento delle posizioni organizzative.

Lindividuazione e il conferimento delle posizioni organizzative inerenti il processo di integrazione ed allineamento di cui alla presente Circolare dovr avvenire nel pieno rispetto delle disposizioni contenute nel Messaggio Hermes n. 125/2014 attuativo del verbale di Intesa sottoscritto il 29 novembre 2013.

In questa fase iniziale, lindividuazione sar operata esclusivamente tra il personale ex INPDAP gi titolare di posizione organizzativa di cui si dovr acquisire, comunque, la disponibilit.

4. Istruzioni operative

Al fine di procedere alla puntuale implementazione centrale del Metaprocesso di sede, il Direttore di Area metropolitana di Torino, avvalendosi della collaborazione dei Direttori ex Gestione Dipendenti Pubblici di Torino 1 e Torino 2 nonché con i Responsabili delle Agenzie complesse, provveder, entro la data del 23 ottobre 2014 e con decorrenza 1 novembre 2014, alla assegnazione sia del personale proveniente dalle strutture ex Gestione Dipendenti Pubblici che del personale proveniente dalle Linee di prodotto servizio coinvolte nel processo di cui alla Circolare 36/2014 nellambito delle Unit Organizzative/Linee prodotto servizio proprie dellassetto organizzativo definito dalla presente Circolare.

Di tale assegnazione, che dovr avvenire tramite Ordine di Servizio, il Direttore di area metropolitana dar comunicazione alla Direzione centrale Organizzazione allindirizzo di posta elettronica Sperimentazioneintegrazione@inps.it e alla Direzione regionale INPS per la corretta implementazione del modulo OM di SAP.

5. Le attivit centrali di supporto e monitoraggio

Per garantire la completa, corretta e omogenea implementazione degli assetti definiti, la Direzione generale effettuer attivit di monitoraggio e verifica delle azioni svolte, garantendo supporto e affiancamento alle Strutture coinvolte.


Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali