Circolare INPS n. 113 del 25.07.2013

Trasmissione telematica delle certificazioni di malattia allInps.

Attuazione del decreto ministeriale 18 aprile 2012: Modifica al decreto 26 febbraio 2010, recante Definizione delle modalit tecniche per la predisposizione e linvio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al SAC.

 

 

Sommario:

  1. Premessa
  2. Principali novit introdotte dal decreto ministeriale 18 aprile 2012
  3. Modifiche ai servizi erogati dallistituto
  4. Entrata in vigore

1. PREMESSA

Con il decreto del Ministero della salute del 18 aprile 2012, di concerto con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il Ministero delleconomia e delle finanze (Gazzetta Ufficiale n. 128 del 4 giugno 2012), sono state introdotte alcune modifiche ed integrazioni al disciplinare tecnico allegato al decreto 26 febbraio 2010, recante: Definizione delle modalit tecniche per la predisposizione e linvio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al SAC.

Ai sensi del citato decreto, tutte le Amministrazioni coinvolte sono tenute a recepire il nuovo disciplinare tecnico che sostituisce il precedente e ad adeguare i propri sistemi informativi.

Le modifiche apportate al disciplinare arricchiscono la tipologia di informazioni che sar possibile inviare allINPS utilizzando le modalit attualmente vigenti per la trasmissione dei certificati di malattia, attraverso il Sistema di accoglienza centrale (SAC). I medici abilitati allinvio dei suddetti certificati sono tenuti ad aggiornare i propri software al fine di consentirne la corretta trasmissione.

2. PRINCIPALI NOVIT INTRODOTTE DAL DECRETO MINISTERIALE 18 APRILE 2012

Si elencano di seguito le novit pi rilevanti introdotte dal disciplinare di cui al citato decreto.

1) Servizio per la comunicazione di inizio ricovero.

Tale servizio consente alle aziende sanitarie di trasmettere allInps la comunicazione di inizio ricovero previo inserimento del codice fiscale del lavoratore; la trasmissione prevede la ricezione della conferma dellaccettazione dellinvio e lassegnazione da parte dellInps del numero di protocollo univoco (PUCIR) consentendo altres la stampa cartacea della comunicazione di inizio ricovero da consegnare al lavoratore anche ai fini di una tempestiva verifica dei dati anagrafici. Nelle modalit gi in uso per il certificato di malattia telematico, sono messe a disposizione del lavoratore e del datore di lavoro le informazioni contenute nella suddetta comunicazione di inizio ricovero.

2) Servizio per linvio di un certificato di malattia in sede di dimissione.

Tale servizio consente allazienda sanitaria di inviare allInps i dati di chiusura del certificato di ricovero per dimissioni del lavoratore e/o per trasferimento dello stesso ad altra Struttura sanitaria.

Permette, altres, al medico ospedaliero, autorizzato dalla Struttura sanitaria, di riprendere la comunicazione di inizio ricovero - attraverso il numero di protocollo univoco della comunicazione di inizio ricovero, recuperato dal software gestionale della Struttura sanitaria, e il codice fiscale del lavoratore - e di certificare la diagnosi e leventuale prognosi per la convalescenza.

Laccettazione, tramite SAC, del certificato di malattia in sede di dimissione da parte dellInps comporta la restituzione del numero di protocollo univoco del certificato stesso (PUC). Successivamente, il sistema software gestionale della Struttura sanitaria deve rendere disponibili opportune funzioni di stampa per il rilascio della copia cartacea del certificato al lavoratore. Tale adempimento come gi chiarito nella circolare n. 117 del 9.9.2011 con riferimento ai certificati di malattia senza ricovero - ha anche lutilit di consentire al lavoratore di prendere visione della corretta digitazione dei dati anagrafici e, tra questi, dellindirizzo di reperibilit, la cui esatta indicazione rimane un onere a carico del lavoratore stesso.

3) Gli elementi che costituiscono il certificato sono stati ulteriormente implementati di nuovi campi. In particolare, si segnalano:

  • la possibilit per il medico di dichiarare il ruolo in cui opera al momento del rilascio del certificato (Medico Servizio Sanitario Nazionale/Libero professionista);

  • lindicazione di evento traumatico e la possibilit di arricchire le note di diagnosi al fine di completare e/o caratterizzare la diagnosi stessa (anche ai sensi dellarticolo 42 della legge n. 183 del 4 novembre 2010 concernente lobbligo di segnalazione di eventuale responsabilit di terzi);

  • la segnalazione dellesistenza di una patologia grave che richiede terapia salvavita o di una malattia per la quale stata riconosciuta la causa di servizio o, ancora, di uno stato patologico connesso alla situazione di invalidit gi riconosciuta;

  • la possibilit di indicare oltre alla modalit di esecuzione della visita ambulatoriale/domiciliare anche quella in regime di pronto soccorso;

  • la facolt del lavoratore di dichiarare di aver completato lattivit lavorativa nella medesima giornata del rilascio del certificato.

3. MODIFICHE AI SERVIZI EROGATI DALLISTITUTO

Modifiche alle applicazioni per la consultazione dei certificati e attestati di malattia

I servizi resi ai cittadini, datori di lavoro e intermediari sono stati adeguati - in conformit a quando disciplinato dal citato decreto - rendendo disponibili le ulteriori informazioni contenute nei flussi informativi che perverranno allIstituto.

Modifiche allo schema XSD

Per quanto sopra, sono state apportate le dovute modifiche allo schema di validazione XSD (XML Schema Definition), necessario per la descrizione del contenuto dei file XML.

Come gi comunicato con messaggio n. 7485 del 7.05.2013, in seguito alle modifiche introdotte allo schema XSD, sono coerentemente modificati i file XML contenenti gli attestati di malattia, attualmente resi disponibili ai datori di lavoro attraverso:

  • il servizio on-line presente sul sito Inps di cui alla Circolare Inps n. 60 del 16.4.2010;
  • il servizio di invio degli attestati di malattia tramite PEC di cui alla circolare Inps n. 119 del 7.9.2010.

I datori di lavoro, che utilizzano sistemi automatici per la trattazione dei suddetti file XML, dovranno apportare i necessari adeguamenti.

A tale scopo si forniscono in allegato:

  • Specifiche Tecniche degli Attestati ai Datori di lavoro in formato XML (Allegato 1), che sostituisce lallegato al messaggio n. 7485 del 07/05/2013;
  • il nuovo schema di validazione XSD (Allegato 2);
  • un esempio di file XML (Allegato 3).

4. ENTRATA IN VIGORE

LIstituto, a decorrere dal 4.6.2013 (come comunicato con il citato messaggio n. 7485 del 7.05.2013), ha gi implementato i propri sistemi informativi rendendo disponibile il nuovo formato per la ricezione dei certificati di ricovero e dei certificati di malattia (in base a quanto disposto dal comma 2 dellart. 1 del citato decreto del Ministero della Salute del 18 aprile 2012).

Con riferimento, invece, alle novit introdotte relativamente al certificato di ricovero e di dimissioni delle Strutture sanitarie le Regioni (ai sensi del comma 3 dellarticolo 1 del suindicato decreto) dovranno adeguarsi entro i successivi nove mesi. Nelle more, continueranno ad essere redatti dalle Strutture sanitarie certificati di ricovero e di dimissioni (con o senza ulteriore prognosi) in modalit cartacea. In tali casi, i lavoratori assicurati Inps, aventi diritto alla prestazione previdenziale dellindennit di malattia, dovranno provvedere, ai sensi della normativa vigente, a trasmettere o recapitare il certificato cartaceo (entro il termine di due giorni, nei casi in cui sia stata riconosciuta una prognosi post ricovero; entro un anno dalle dimissioni, nei casi in cui non sia presente ulteriore prognosi) allInps (certificato contenente prognosi e diagnosi) e al proprio datore di lavoro (copia con sola prognosi).

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS