Circolare INPS n. 102 del 27.07.2012

D.L. n. 78 del 2010 convertito in Legge n. 122 del 2010. Determinazioni Presidenziali n. 75 del 30 luglio 2010 “Estensione e potenziamento dei servizi telematici offerti dall’INPS ai cittadini” e n. 277 del 24 giugno 2011 “Istanze e servizi – Presentazione telematica in via esclusiva – decorrenze. Nuove modalità di presentazione della domanda di mobilità in deroga dal 01/04/2012. Utilizzo del canale telematico
Circolare INPS n. 102 del 27.07.2012

SOMMARIO: 1.Premessa 2.Presentazione della domanda di mobilità in deroga direttamente da cittadino tramite WEB 3.Presentazione della domanda di mobilità in deroga tramite Patronato 4.Presentazione della domanda di mobilità in deroga tramite Contact Center 5.Istruzioni procedurali 6.Periodo transitorio – esclusività canale telematico

Premessa.
Il decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, recante “Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica”, ha previsto il potenziamento dei servizi telematici.
In relazione alla citata disposizione, il Presidente dell’Istituto ha adottato la determinazione n. 75 del 30 luglio 2010 “Estensione e potenziamento dei servizi telematici offerti dall’INPS ai cittadini” la quale ha previsto dal 1 gennaio 2011 - pur con la necessaria gradualità in ragione della complessità del processo - l’utilizzo esclusivo del canale telematico per la presentazione delle principali domande di prestazioni/servizi. Le disposizioni attuative delle determina di cui sopra sono state adottate con circolare n. 169 del 31 dicembre 2010.
Successivamente, con determinazione presidenziale n. 277 del 24 giugno 2011 “Istanze e servizi Inps – Presentazione telematica in via esclusiva – Decorrenze”, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 227 del 29 settembre 2011, sono state stabilite le decorrenze per la presentazione telematica in via esclusiva delle prestazioni. Le relative disposizioni applicative sono state impartite con circolare n. 110 del 30 agosto 2011.
In relazione a quanto sopra, a partire dal 1° luglio 2012 la presentazione delle domande di indennità di mobilità in deroga avviene attraverso uno dei seguenti canali:
- WEB -servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
- Patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
- Contact center integrato - n. 803164.
Al fine informare i potenziali beneficiari in ordine all’innovazione in discorso è previsto un periodo transitorio durante il quale saranno comunque garantite le tradizionali modalità di presentazione.
Al termine del periodo transitorio i tre canali sopracitati diventeranno esclusivi ai fini della presentazione delle istanze di prestazione/servizio.
Si forniscono di seguito le istruzioni sui servizi telematizzati al cittadino in materia di indennità di mobilità in deroga.

2. Presentazione della domanda di mobilità in deroga direttamente da cittadino tramite WEB
Dal 1° luglio 2012 è operativa la procedura che consente al cittadino l’invio telematico delle domande di mobilità in deroga. Di seguito si forniscono alcune sintetiche indicazioni per l’accesso ai servizi telematizzati, rinviando ai manuali disponibili sul portale dell’Istituto, per le istruzioni di dettaglio.
Il servizio è disponibile sul sito internet dell’Istituto (www.inps.it) attraverso il seguente percorso:
Servizi on line –-> Servizi per il cittadino à Autenticazione con PIN à Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito à Disoccupazione, Mobilità e Trattamento speciale edilizia à Mobilità in deroga.
Di seguito si riporta l’articolazione del servizio:

Sezione Informazioni:
Tale sezione riporta sinteticamente le principali caratteristiche della prestazione in argomento (beneficiari, requisiti, importi, durata).

Sezione Invio domanda
Tale sezione visualizza più sottosezioni:
- ”Dettaglio Dati Anagrafici” e “Dettagli Indirizzi”: i campi sono popolati con i dati in possesso dell’istituto (Arca e Anagrafica Lavoratori). Il cittadino ha la possibilità di variare il domicilio.
- “ultima posizione lavorativa utile ai fini della concessione della mobilità in deroga”: le informazioni sono reperite automaticamente tramite i dati che risiedono nei DB in possesso dell’Istituto (in particolare Unilav e Uniemens). Il cittadino può variarli o integrarli.

Sezione Compilazione domanda
Questa sezione consente di completare l’acquisizione della domanda e di procedere all’invio vero e proprio.
In caso di richiesta di ANF, all’utente verrà chiesta la compilazione degli ulteriori dati necessari per l’eventuale calcolo della prestazione.
Completata l’acquisizione e confermato l’invio, la domanda viene protocollata e sarà possibile stampare la ricevuta di presentazione nonché il prospetto dei dati trasmessi.
Il manuale per l’invio telematico delle domande di mobilità in deroga verrà reso disponibile sia sulla pagina Intranet attraverso il seguente percorso: Processi à Prestazioni a sostegno del Reddito à Area Download (Sezione Informazioni), sia all’interno dell’applicazione stessa.

3. Presentazione della domanda di mobilità in deroga tramite Patronato
Il servizio per la trasmissione telematica all’Istituto delle domande di “Disoccupazione Ordinaria e Mobilità Ordinaria” da parte degli Enti di Patronato, è stato integrato per consentire l’invio delle domande di “Mobilità in deroga”.
Per utilizzare il nuovo servizio i Patronati dovranno eseguire il download dalle pagine web ad essi dedicate presenti sul sito www.inps.it, della versione aggiornata del pacchetto di acquisizione. Successivamente dovranno selezionare ‘Acquisizione domande di disoccupazione ordinaria’ e specificare come tipo domanda: “mobilità in deroga”.
I Patronati possono, in alternativa, predisporre con un proprio programma i files contenenti i dati delle domande di mobilità in deroga secondo il tracciato fornito nell’area di download, e successivamente sottoporre i files prodotti al programma di controllo fornito dall’INPS.

4. Presentazione della domanda di mobilità in deroga tramite Contact Center
Il servizio di acquisizione delle domande di mobilità in deroga è disponibile anche attraverso il Contact Center integrato Inps-Inail telefonando al numero verde 803 164.
Le domande potranno essere acquisite con o senza PIN del cittadino.
L’operatore della struttura INPS territorialmente competente dovrà gestire le domande degli utenti dotati di PIN come domande da sportello virtuale del cittadino.
Nel caso in cui l’utente non sia dotato di PIN, i dati essenziali della domanda verranno acquisiti dal Contact Center. Successivamente copia di questa, con gli estremi identificativi, verrà inviata a stretto giro di posta all’utente che provvederà a firmarla, eventualmente integrarla e a farla pervenire, corredata di copia del documento d’identità, a mezzo Fax al n. 800.803.164 o per posta alla Struttura INPS competente.
Qualora l’utente, con o senza PIN, abbia manifestato all’operatore di Contact Center l’intenzione di richiedere l’ANF e/o le detrazioni d’imposta per familiari a carico, allo stesso dovrà essere inviata per posta la necessaria modulistica che dovrà debitamente compilare e inoltrare attraverso una delle due modalità sopra indicate.
Il Contact Center fornirà, inoltre, tutte le informazioni e il supporto ai cittadini che utilizzano il canale web di cui al paragrafo 2.

Istruzioni procedurali.
L’operatore di sede provvederà al caricamento delle domande dalla procedura DSWEB prelevandole dal link “Domande via Internet” posto sulla barra delle applicazioni.
Le domande telematiche di mobilità in deroga saranno evidenziate nella procedura con la medesima numerazione delle domande di mobilità ordinaria che di seguito si riporta e saranno contraddistinte dal ‘codice intervento’ 998 (Mobilità in deroga da web) che dovrà essere modificato in base al codice associato al decreto di autorizzazione della prestazione in deroga:
Sportello del cittadino 440.000 - 459.999
Patronato 460.000 - 469.999
Contact center tramite sportello del cittadino 470.000 - 479.999

5. Periodo transitorio – Esclusività del canale telematico
E’ previsto un periodo transitorio, fino al 31 agosto 2012, durante il quale le domande potranno ancora essere presentate secondo le consuete modalità.
Al termine di detto periodo e quindi dal 1° settembre 2012, il canale telematico indicato al precedente paragrafo 2 diventerà l’unico mezzo di presentazione delle richieste di mobilità in deroga.
Da tale data non sarà procedibile una domanda di mobilità in deroga che pervenga all’Istituto in forma cartacea o attraverso altri canali telematici non previsti dalla presente circolare.

Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report