Formulario del Contenzioso (e precontenzioso) tributario

Formulario contenzioso tributario: redditometro e 'accertamento finanziario'

In evidenza:

Memorie difensive su contraddittorio in accertamento da 'vecchio' redditometro

Questo modello di memorie difensive, tratto da un caso reale, è riferito ad un contraddittorio da vecchio redditometro (periodo d’imposta 2008 – spese per immobili e autovetture).
Le memorie sono molto circostanziate in procedura/merito e ricche di recenti riferimenti giurisprudenziali.
Ciò consentirà...

di evidenziare un eventuale vizio di motivazione del successivo avviso di accertamento qualora lo stesso non risponda compiutamente agli autonomi motivi di doglianza espressi.
Le memorie includono anche istanza di autotutela.
a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

DOC

ID 230463

Memorie difensive per ricorso su accertamento da vecchio redditometro da depositare 10 gg liberi prima dell’udienza

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Le memorie rappresentano il vero valore aggiunto in un ricorso tributario e devono essere davvero dettagliate, convincenti e poggianti sulla più recente giurisprudenza (anche di merito).
Questo modello di memorie difensive - tratto da un caso reale (peraltro conclusosi a favore del contribuente) -...

è riferito ad un contraddittorio da vecchio redditometro.
Le memorie proposte sono molto circostanziate; brulicano di passaggi procedurali molto importanti, di ragionamenti sistematici e soprattutto di recentissima giurisprudenza.
Ne deriva una difesa molto forte sia in procedura che nel merito.

DOC

ID 231028

Memorie illustrative per ricorso su accertamento da redditometro c.d “vecchio”

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Le memorie rappresentano il vero valore aggiunto in un ricorso tributario e devono essere davvero dettagliate, convincenti e poggianti sulla più recente giurisprudenza (anche di merito), nonché ricche di ragionamenti sistematici.

Questo modello di memorie difensive - tratto da un caso reale (peraltro...

conclusosi a favore del contribuente) - è riferito ad un contenzioso da vecchio redditometro.
Le memorie proposte sono molto circostanziate; brulicano di passaggi procedurali molto importanti, di ragionamenti sistematici e soprattutto di recentissima giurisprudenza.

La difesa, in particolare:

• contrasta l’assunto di controparte secondo la quale la presunzione da redditometro sarebbe una presunzione legale relativa

• lamenta anche la violazione dell’art. 12, co 7 L. 212/2000 (emissione avviso accertamento prima dei 60 gg.) che si ritiene applicabile anche al redditometro

• ravvisa l’illegittimità dell’operato di controparte per non svolgimento del contraddittorio preventivo

• richiede anche l’applicazione retroattiva del nuovo redditometro (più basso come valori accusatori).

Le memorie includono infine una spiegazione matematica di come non vi sia uno scostamento di oltre il 25% e ciò sulla base dell’attacco all’iter di formazione della presunzione (questione importantissima posto che l’art. 2729 cc ancora non si è formato in termini di accusa).

Ne deriva una difesa molto forte sia in procedura che nel merito.

DOC

ID 229585

Modello di ricorso contro avviso di accertamento sintetico/redditometro completo di mediazione/reclamo ex art. 17 bis D.Lgs n. 546/1992

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Il modello di ricorso proposto (completo di mediazione/reclamo di cui all’art. 17 bis D.Lgs n. 546/1992) è aggiornato con le più recenti novità (in materia difensiva) portate dalle Corte di Cassazione n. 13289 del 16.6.2011 e dalla CTP di Torino n. 136 del 01.7.2011.
Inoltre, nello stesso ci sono...

ulteriori e nuove pregiudiziali riferite alla applicazione della previsione dell’art. 7, co 5 D.Lgs 546/1992 (A. Bullo e F. Dominici, “L’accertamento da redditometro e il potere del Giudice tributario di disapplicare l’atto amministrativo”, in Finanza & Fisco n. 34/2011, da pag. 2944), alla applicazione di quanto stabilito anche dalla giurisprudenza UE; vi sono pregiudiziali inerenti il collegamento sistematico tra l’art. 2697 cc, l’art. 7, co 4 D.Lgs n. 546/1992, l’art. 115, co 2 cpc, l’abuso del diritto (in questo senso: A. Bullo, “Accertamento sintetico, principali difese procedurali”, in La Settimana Fiscale n. 40/2012) . Vi è, inoltre, un’importante pregiudiziale data dal collegamento sistematico tra l’art. 42, co 2, co 3 e 61 co 2 del DPR 600/1973.
Molto interessante, appare anche quanto stabilito dalla Circolare Ministeriale del 14 agosto 1981 n. 27/7/2648 e dalla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria (documento n. XVII adottato nella seduta del 15 luglio 2009).
Infine, la difesa è molto “forte” anche verso i dati emergenti dal calcolo sulle autovetture.
Il modello, come di consueto, e' ispirato da un caso reale e si sviluppa per 25 pagine.

ID 231046

La difesa del contribuente contro il 'vecchio' redditometro

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Modelli di memorie e ricorsi tratti da casi reali (e risolti con successo).

ulteriori e nuove pregiudiziali riferite alla applicazione della previsione dell’art. 7, co 5 D.Lgs 546/1992 (A. Bullo e F. Dominici, “L’accertamento da redditometro e il potere del Giudice tributario di disapplicare l’atto amministrativo”, in Finanza & Fisco n. 34/2011, da pag. 2944), alla applicazione di quanto stabilito anche dalla giurisprudenza UE; vi sono pregiudiziali inerenti il collegamento sistematico tra l’art. 2697 cc, l’art. 7, co 4 D.Lgs n. 546/1992, l’art. 115, co 2 cpc, l’abuso del diritto (in questo senso: A. Bullo, “Accertamento sintetico, principali difese procedurali”, in La Settimana Fiscale n. 40/2012) . Vi è, inoltre, un’importante pregiudiziale data dal collegamento sistematico tra l’art. 42, co 2, co 3 e 61 co 2 del DPR 600/1973.
Molto interessante, appare anche quanto stabilito dalla Circolare Ministeriale del 14 agosto 1981 n. 27/7/2648 e dalla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria (documento n. XVII adottato nella seduta del 15 luglio 2009).
Infine, la difesa è molto “forte” anche verso i dati emergenti dal calcolo sulle autovetture.
Il modello, come di consueto, e' ispirato da un caso reale e si sviluppa per 25 pagine.

ID 231436

Modello di memorie in sede di contraddittorio e di successivo ricorso per accertamento da cosiddetto “nuovo redditometro'

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

ulteriori e nuove pregiudiziali riferite alla applicazione della previsione dell’art. 7, co 5 D.Lgs 546/1992 (A. Bullo e F. Dominici, “L’accertamento da redditometro e il potere del Giudice tributario di disapplicare l’atto amministrativo”, in Finanza & Fisco n. 34/2011, da pag. 2944), alla applicazione di quanto stabilito anche dalla giurisprudenza UE; vi sono pregiudiziali inerenti il collegamento sistematico tra l’art. 2697 cc, l’art. 7, co 4 D.Lgs n. 546/1992, l’art. 115, co 2 cpc, l’abuso del diritto (in questo senso: A. Bullo, “Accertamento sintetico, principali difese procedurali”, in La Settimana Fiscale n. 40/2012) . Vi è, inoltre, un’importante pregiudiziale data dal collegamento sistematico tra l’art. 42, co 2, co 3 e 61 co 2 del DPR 600/1973.
Molto interessante, appare anche quanto stabilito dalla Circolare Ministeriale del 14 agosto 1981 n. 27/7/2648 e dalla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria (documento n. XVII adottato nella seduta del 15 luglio 2009).
Infine, la difesa è molto “forte” anche verso i dati emergenti dal calcolo sulle autovetture.
Il modello, come di consueto, e' ispirato da un caso reale e si sviluppa per 25 pagine.

DOC

ID 231435

Modello di memorie in sede di contraddittorio per verifica fiscale da cosiddetto “nuovo redditometro”

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Dopo una tribolata gestazione, sono partiti i controlli da “nuovo redditometro” e i primi conseguenti accertamenti.
Pubblichiamo un modello di memorie da svolgere in sede di contraddittorio (obbligatorio nel nuovo redditometro per espressa previsione), ispirato ad un caso reale, molto esauriente...

e, con due specifiche pregiudiziali importantissime:
- la prima riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

DOC

ID 231869

Modello di ricorso tributario contro avviso di accertamento da indagini finanziarie verso imprenditore individuale esercente attività di prestazioni di servizi

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Modello di ricorso tributario - senza mediazione in ipotesi di superamento di soglie - (con anche istanza di sospensione) contro avviso di accertamento da indagini finanziarie verso un imprenditore individuale esercente attività di prestazioni di servizi.

e, con due specifiche pregiudiziali importantissime:
- la prima riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

DOC

ID 231434

Modello di ricorso tributario contro un avviso di accertamento da cosiddetto “nuovo redditometro”

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Dopo una tribolata gestazione, sono partiti i controlli da “nuovo redditometro” e i primi conseguenti accertamenti.
Pubblichiamo un modello di ricorso redatto dal Dott. Bullo, ispirato ad un caso reale, molto esauriente in procedura e, con due specifiche pregiudiziali importantissime:
- la prima...

riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

DOC

ID 232055

Ricorso tributario contro un accertamento da indagini finanziarie nei confronti di idraulico

a cura di: Studio Dott. Alvise Bullo

Temi principali, l’essenza della Corte costituzionale 228/2014, l’importanza della Carta di Nizza e principio del contraddittorio.

riguarda la doglianza relativa alla non applicazione del nuovo redditometro per tutto l’anno 2009 e parte del 2010
- la seconda riguarda la non applicazione delle sanzioni almeno fino al 2012 (si ricorda che le sanzioni rappresentano almeno il 50% del quantum richiesto!).

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS