10

feb

GIORNALISTI-FONDO DI PREVIDENZA

Versamento, da parte delle aziende associate alla Cassa di previdenza dei giornalisti, dei contributi al fondo di previdenza complementare per...

le retribuzioni di competenza del mese precedente e per inviare, via e-mail, la relativa documentazione.
Si ritiene opportuno rammentare che il contributo a carico dell’azienda (1%) e quello a carico del singolo giornalista è calcolato sulla retribuzione imponibile definita tra le parti sindacali con accordo del 4 giugno 1998.
La retribuzione imponibile è costituita dai seguenti elementi:
• minimo tabellare (per i direttori, condirettori e vice direttori il minimo tabellare viene convenzionalmente individuato nel minimo di tabella del redattore capo aumentato del 20%),
• contingenza,
• aumenti periodici di anzianità,
• turno notturno,
• tredicesima,
• indennità redazionale e relativa aggiunta,
• festività nazionali e infrasettimanali,
• festività soppresse,
• domeniche e relative incidenze,
• indennità compensativa (15° comma art. 7 del contratto),
• maggiorazione per giornalisti dipendenti dalle agenzie di informazioni quotidiane per la stampa (ultimo comma art. 10 del contratto).
Conseguentemente risultano tra l’altro esclusi dalla base di computo i superminimi individuali e collettivi, i compensi relativi alle prestazioni per lavoro straordinario, anche se individuati in forma forfettaria, nonché i trattamenti conseguenti alla contrattazione aziendale prevista dall’art. 46 della disciplina collettiva.
Qualora gli elementi retributivi base di computo della contribuzione, come sopra individuati, costituiscano sia singolarmente che cumulativamente oggetto di erogazione forfettaria e tale erogazione ricomprenda altresì elementi retributivi esclusi dall’imposizione contributiva (es. superminimi individuali, lavoro straordinario, ecc.) l’erogazione forfettaria è assunta a base di calcolo della contribuzione per un importo pari al 40% del relativo ammontare.
La predetta base imponibile può essere ulteriormente integrata in sede di stipula di accordi integrativi aziendali.
Inoltre, è opportuno tenere presente che il verbale di accordo Intersind – Rai – Fnsi - Usigrai del 27 luglio 1998, prevede per tutti i giornalisti dipendenti della Rai, che la contribuzione al Fondo debba essere calcolata sui seguenti elementi della retribuzione lorda:
• prima voce di busta-paga (stipendio),
• indennità di contingenza,
• indennità di mensa ed
• indennità contrattuali forfettarie (15° comma art.7 Cnlg nella sua applicazione in Rai, maggiorazione ex art.5 Accordo 14 novembre 1991 e successive modificazioni, indennità ex art. 14 accordo 14 novembre 1991 e successive modificazioni, compenso ex art.1 accordo 14 gennaio 1972 e successive modificazioni, indennità di residenza all’estero),
• nonché importi ad personam per i vari titoli per i quali vengono corrisposti.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

14

feb

ASSISTENZA FISCALE

Termine ultimo, per i lavoratori dipendenti e per i collaboratori (sostituiti d’imposta o percipienti) che intendono aderire all’assistenza...

fiscale prestata dal proprio datore di lavoro o committente-sostituto d’imposta, per far pervenire allo stesso la dovuta comunicazione-adesione.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

15

feb

ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF-AMMINISTRAZIONI CENTRALI E PERIFERICHE DELLO STATO

Le Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato (anche ad ordinamento autonomo), devono procedere al pagamento:
- della rata dell’addizionale...

comunale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno;
- in unica soluzione dell’addizionale comunale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro
utilizzando il modello F24 EP con modalità telematiche, specificando l’appropriato codice tributo “384E – Addizionale comunale Irpef trattenuta dai sostituti d’imposta - saldo”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ADDIZIONALE REGIONALE IRPEF-AMMINISTRAZIONI CENTRALI E PERIFERICHE DELLO STATO

Le Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato (anche ad ordinamento autonomo), devono procedere al pagamento:
- della rata dell’addizionale...

regionale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno;
- in unica soluzione dell’addizionale regionale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e pensionati sulle competenze del mese precedente a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro
utilizzando il modello F24 EP con modalità telematiche, specificando l’appropriato codice tributo “381E – Addizionale regionale Irpef trattenuta dai sostituti d’imposta”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE

Pagamento da parte delle Amministrazioni dello Stato e degli enti pubblici delle ritenute alla fonte sui redditi assimilati a quelli di lavoro...

dipendente corrisposti nel corso del mese precedente, trasmettendo il modello F24 EP con modalità telematiche e specificando l’appropriati codice tributo: “100E-Ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO

Pagamento da parte delle Amministrazioni dello Stato e degli enti pubblici delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro autonomo corrisposti...

nel corso del mese precedente, trasmettendo il modello F24 EP con modalità telematiche e specificando l’appropriati codice tributo: “104E-Ritenute sui redditi di lavoro autonomo”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE

Pagamento da parte delle Amministrazioni dello Stato e degli enti pubblici delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente corrisposti...

nel corso del mese precedente, trasmettendo il modello F24 EP con modalità telematiche e specificando l’appropriati codice tributo: “100E-Ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

LAVORATORI DISABILI-PROSPETTO INFORMATIVO (adempimento prorogato dal 31.01.2011)

Con la nota del 31 gennaio 2011 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha segnalato che il termine ultimo per la presentazione del...

Prospetto informativo per il lavoratori disabili è stato prorogato alla data in esame, rispetto al previgente termine di ieri, 31 gennaio 2011.

Sono tenuti all’invio del predetto Prospetto Informativo i datori di lavoro pubblici e privati che occupano, a livello nazionale, almeno 15 dipendenti costituenti base di computo, per i quali sono intervenuti entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello dell’invio del prospetto, cambiamenti nella situazione occupazionale tali da modificare l’obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva, come previsto dalla Legge 12 marzo 1999 n. 68.

La base di calcolo per l’individuazione dell’obbligo è dato dalla situazione occupazione al 31 dicembre 2010.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Consorzi di bonifica: versamento contributi fondo quiescenza dipendenti consorziali fissi

Versamento all'ENPAIA, da parte dei Consorzi di bonifica, dei contributi fondo quiescenza (relativi al mese precedente) spettanti ai dipendenti...

consorziali fissi con rapporto di ruolo o a tempo indeterminato o a termine, e più precisamente a tutti i dipendenti rientranti nella sfera di applicazione dei contratti collettivi nazionali 7 agosto 1969, 28 luglio 1970 e 20 novembre 1970.

Con la rata relativa al mese di dicembre e con quella relativa al mese di giugno dovrà essere altresì versato il contributo afferente, rispettivamente, alla tredicesima e alla quattordicesima mensilità. Con la rata relativa al mese di febbraio e con quella relativa al mese di settembre dovrà essere altresì versato il conguaglio dei contributi dovuti sulla eventuale maggiore quota percentuale di adeguamento ISTAT maturata a decorrere, rispettivamente, dal 1° gennaio e dal 1° luglio.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

16

feb

ADDIZIONALE COMUNALE ALL’IRPEF-SOSTITUTI D’IMPOSTA

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta:
- a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno, delle rate inerenti all’addizionale...

comunale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e ai pensionati sulle competenze inerenti al mese precedente (codice tributo: 3848);
- della rata mensile di acconto determinata applicando le aliquote al reddito imponibile del precedente periodo d’imposta trattenuta ai lavoratori dipendenti e ai pensionati (codice tributo: 3847);
- in unica soluzione, a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro, dell’addizionale comunale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e ai pensionati sulle competenze inerenti al mese precedente (codice tributo: 3848);
mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati codici tributo.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ADDIZIONALE REGIONALE ALL’IRPEF-SOSTITUTI D’IMPOSTA

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta:
- a seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno, della rata inerente all’addizionale...

regionale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e ai pensionati sulle competenze inerenti al mese precedente;
- in unica soluzione, a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro, dell’addizionale regionale all’Irpef trattenuta ai lavoratori dipendenti e ai pensionati sulle competenze inerenti al mese precedente;
mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando il codice tributo “3802-Addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche-Sostituti d’imposta”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

AMMINISTRAZIONI LOCALI-QUOTA FORFETTARIA ONERI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI

Termine utile, ai sensi della L. 256/1999 e del D.Lgs. 267/2000, per procedere al pagamento, da parte degli enti locali, della quota forfettaria...

degli oneri previdenziali e assistenziali dovuti per i lavoratori non dipendenti, gli artigiani, i commercianti, i coltivatori diretti, i mezzadri, i coloni e li iscritti alla gestione separata Inps (art. 2, comma 26, della L. 256/1999) che rivestono la qualifica di amministratori locali.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ARTIGIANI E COMMERCIANTI-CONTRIBUTI IVS

Pagamento, da parte degli artigiani e dei commercianti della quarta ed ultima rata di contribuzione dovuta per l’anno solare precedente e calcolata...

sul cosiddetto “minimale”, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 con modalità telematiche;
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati codici di riferimento e cioè:
- AF - Contributi dovuti sul minimale (artigiani);
- CF - Contributi dovuti sul minimale (commercianti);
tenendo presente che sono tenuti all’adempimento tutti i soggetti, con o senza partita Iva, titolari di imprese artigiane e commerciali, sia per se stessi, sia per le altre persone che prestano la loro attività lavorativa nell’impresa familiare o coniugale.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ASSOCIATI IN PARTECIPAZIONE

Pagamento della contribuzione dovuta all’Inps-Gestione separata associati in partecipazione, sugli utili corrisposti nel corso del mese precedente...

agli associati in partecipazione tenuti all’iscrizione nell’apposita gestione separata ai sensi dell’art. 43 della L. 326/2003, mediante versamento esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006) e specificando il riferimento “ASS-Contributi relativi agli associati in partecipazione”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CONTRIBUTI, INDENNITÀ E PREMI VARI

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte su contributi, indennità e premi vari corrisposti nel corso del mese...

precedente, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati codici tributo e cioè:
- 1045-Ritenute su contributi corrisposti a imprese da Regioni, Province, Comuni e altri enti pubblici;
- 1051-Ritenute su premi e contributi corrisposti dall’Unire e premi corrisposti dalla Fise;
- 1052-Indennità di esproprio, occupazione.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CONTRIBUZIONE GESTIONE SEPARATA

Pagamento, da parte dei datori di lavoro e/o dai committenti, della contribuzione dovuta alla Gestione separata Inps lavoratori autonomi sui...

compensi corrisposti nel corso del mese precedente ai soggetti tenuti all’iscrizione ai sensi della L. 335/1995 e, cioè, tra l’altro a:
- rapporti di collaborazioni a progetto, di cui all’art. 61 del D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276;
- prestazioni degli incaricati alle vendite a domicilio (se il reddito annuo è di entità superiore a euro 5.000,00 - art. 44 del D.L. 30 settembre 2003, n. 269, convertito dalla L. 24 novembre 2003, n. 326);
- esercenti attività di lavoro autonomo occasionale (se il reddito annuo è di entità superiore a euro 5.000,00 - circolare Inps 6 luglio 2004, n. 103 in relazione all’art. 44 del D.L. 30 settembre 2003, n. 269, convertito dalla L. 24 novembre 2003, n. 326);
mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato riferimento e cioè:
- C10-Versamenti dei committenti per i collaboratori coordinati e continuativi già iscritti ad altra forma pensionistica obbligatoria;
- CXX-Versamenti dei committenti per i collaboratori coordinati e continuativi privi di copertura previdenziale, con contribuzione comprensiva di aliquota pensionistica e di aliquota assistenziale.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI INPS

Pagamento, da parte dei datori di lavoro, della contribuzione dovuta all’Inps sulle retribuzioni di lavoro dipendente di competenza del mese...

precedente, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

DATORI LAVORO-STUDI PROFESSIONALI

Pagamento, da parte dei datori degli studi professionali, della contribuzione Ca.di.prof, mediante versamento con modello F24 in modalità telematica...

e specificando il riferimento “ASSP-Contribuzione ordinaria mensile”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ENPALS-VERSAMENTO CONTRIBUTI

Pagamento, da parte delle aziende dei settori dello spettacolo e dello sport, della contribuzione dovuta all’Enpals per il mese precedente,...

mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati riferimenti e cioè:
- CCSP-contributi correnti dovuti per sportivi professionisti;
- CCLS-contributi correnti dovuti per i lavoratori dello spettacolo.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

FONDI PENSIONE-IMPOSTA SOSTITUTIVA

Pagamento, ai sensi degli artt. 14, 14-bis, 14-ter e 14-quater, del D.Lgs. 21 aprile 1993, n. 124 e successive modificazioni e integrazioni,...

n. 602, dell’imposta sostitutiva dovuta dai fondi pensione sul risultato della gestione patrimoniale, mediante versamento utilizzando il modello F24 con modalità telematiche e specificando l’appropriato codice tributo “1709-Imposta sostitutiva dovuta dalle forme pensionistiche complementari ed individuali”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INAIL-DENUNCIA DELLE RETRIBUZIONI CON MODELLO CARTACEO

Presentazione, da parte dei datori di lavoro tenuti agli adempimenti Inail, della denuncia delle retribuzioni inerenti ai soggetti assicurati,...

utilizzando l’apposito modulo cartaceo (la denuncia deve riguardare ogni posizione assicurativa di competenza dell’Istituto).
Con l’autoliquidazione del premio, il datore di lavoro, entro il 16 febbraio di ogni anno:
• dichiara le retribuzioni pagate nell’anno precedente;
• calcola il premio anticipato sulle retribuzioni corrisposte l’anno precedente, detraendo eventuali agevolazioni contributive;
• paga la somma dovuta all’Inail, data dal premio anticipato e dall’eventuale conguaglio relativo all’anno precedente, in unica soluzione o in forma rateale, utilizzando il “Modello di pagamento unificato - F24”, che consente di compensare direttamente debiti e/o crediti nei confronti di più enti pubblici.
N.B.: le dichiarazioni delle retribuzioni possono essere presentate, in via telematica, entro il 16 marzo, ferma restando la scadenza dei pagamenti al 16 febbraio.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INCREMENTI DI PRODUTTIVITÀ, INNOVAZIONE ED EFFICIENZA LEGATI ALL’ANDAMENTO ECONOMICO DELLE IMPRESE

Pagamento dell’imposta sostitutiva sulle somme corrisposte ai lavoratori dipendenti nel corso del mese precedente, ai sensi dell’art. 5 del...

D.L. 185/2008 e dell’art. 53 del D.L. 78/2010, in relazione agli incrementi di produttività, innovazione ed efficienza legati all’andamento economico delle imprese, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati codici tributo e cioè:
- 1053-Imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sui compensi accessori del reddito di lavoro dipendente;
- 1305-Imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sui compensi accessori del reddito di lavoro dipendente, versata in Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta e maturata fuori delle predette regioni;
- 1604-Imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sui compensi accessori del reddito di lavoro dipendente, maturati in Sicilia e versata fuori regione;
- 1904-Imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sui compensi accessori del reddito di lavoro dipendente, maturati in Sardegna e versata fuori regione;
- 1905-Imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali sui compensi accessori del reddito di lavoro dipendente, maturati in Valle d’Aosta e versata fuori regione.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INDENNITÀ CESSAZIONE RAPPORTO AGENZIA

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sulle indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel...

corso del mese precedente, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1040-Ritenute sui redditi di lavoro autonomo: compensi per l’esercizio di arti e professioni”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INDENNITÀ CESSAZIONE RAPPORTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sulle indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto...

corrisposte nel corso del mese precedente, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1004-Ritenute sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INPGI-DENUNCIA E VERSAMENTO CONTRIBUTI LAVORO DIPENDENTE

I datori di lavoro dei giornalisti e dei praticanti giornalisti:
a) devono procedere al pagamento dei contributi previdenziali inerenti alle...

retribuzioni corrisposte nel corso del mese precedente, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati codici di riferimento, tra i quali:
- C001-Contributi obbligatori correnti;
- C002-Contributi obbligatori pregressi;
- C003-Contributi oggetto di recupero tramite azione legale;
- C004-Differenze contributive;
- C005-Contributi diversi e contrattuali;
- F001-Contributi fondo integrativo;
- FA01-Addizionale fondo integrativo;
- FR01-Contributi fondo integrativo-Gruppo Rai;
b) devono presentare il mod. DASM esclusivamente in via telematica attraverso i servizi di trasmissione telematica dell’Agenzia delle entrate (Entratel e Fisconline).

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

LIBRO UNICO DEL LAVORO

I datori di lavoro, i committenti e i soggetti intermediari tenutari devono procedere alla stampa del libro unico del lavoro o, nell’ipotesi...

di soggetti gestori, devono consegnare la copia dello stesso al soggetto obbligato alla tenuta, riferita al periodo di paga precedente.
Si ritiene utile rammentare, come puntualizzato nell’art. 39 della L. 133/2008 e nel D.M. 9 luglio 2008, nonché nella circolare n. 20/2008 del Ministro del lavoro e nella nota 9 dicembre 2008 dell’Inail, che il processo deve avvenire mediante stampa meccanografica su fogli mobili vidimati e numerati su ogni pagina o tramite stampa laser previa autorizzazione Inail e numerazione.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

PESCATORI AUTONOMI

Pagamento, da parte dei pescatori autonomi, della contribuzione dovuta mensilmente mediante versamento esclusivamente in via telematica direttamente,...

utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006) e specificando il riferimento “PESC-Versamento dei pescatori autonomi”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

PROVVIGIONI PER RAPPORTI DI COMMISSIONE, AGENZIA, MEDIAZIONE E SIMILI

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sulle provvigioni corrisposte nel corso del mese precedente, mediante...

versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1038-Ritenute su provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rapporti di commercio”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

RAVVEDIMENTO VERSAMENTO UNITARIO

(scadenza di riferimento: 30 giorni dal 17 gennaio 2011)
I contribuenti tenuti a porre in essere i versamenti unitari hanno la possibilità...

di procedere alla regolarizzazione per ravvedimento breve dei pagamenti non eseguiti o effettuati in misura non sufficiente entro il giorno 17 dello scorso mese di gennaio.
L’adempimento si perfeziona con la corresponsione delle imposte e delle ritenute, maggiorate degli interessi legali e della sanzione ridotta, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
ed evidenziando i codici inerenti al tributo da regolarizzare, nonché quegli appropriati inerenti alla sanzione amministrativa e agli interessi, tra cui, a titolo di mera indicazione:
a) per la sanzione amministrativa:
- 8901-Sanzione pecuniaria Irpef;
- 8902-Sanzione pecuniaria addizionale regionale Irpef;
- 8926-Sanzione pecuniaria addizionale comunale Irpef;
- 8904-Sanzione pecuniaria Iva;
- 8906-Sanzione pecuniaria sostituti d’imposta;
- 8907-Sanzione pecuniaria Irap;
- 8918-Ires-Sanzione pecuniaria;
b) per gli interessi:
- 1989 - Interessi sul ravvedimento - Irpef;
- 1990 - Interessi sul ravvedimento - Ires;
- 1991 - Interessi sul ravvedimento - Iva;
- 1993 - Interessi sul ravvedimento - Irap;
- 1994 - Interessi sul ravvedimento - Addizionale regionale;
- 1998 - Interessi sul ravvedimento - Addizionale comunale all’Irpef - Autotassazione.
N.B.: si ritiene utile rammentare che i sostituti d’imposta devono cumulare all’ammontare del tributo gli interessi dovuti.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE-SOSTITUTI D’IMPOSTA

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente corrisposti nel...

corso del mese precedente, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1004-Ritenute sui redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO-SOSTITUTI D’IMPOSTA

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro autonomo corrisposti nel corso del mese precedente,...

mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1040-Ritenute sui redditi di lavoro autonomo: compensi per l’esercizio di arti e professioni”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE-SOSTITUTO D’IMPOSTA

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente corrisposti nel corso del mese precedente,...

mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando gli appropriati codici tributo e cioè:
- 1001-Ritenute su retribuzioni, pensioni, trasferte, mensilità aggiuntive e relativo conguaglio;
- 1002-Ritenute su emolumenti arretrati;
- 1012-Ritenute su indennità per cessazione di rapporto di lavoro.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

RENDITE AVS

Pagamento, da parte dei sostituti d’imposta, delle ritenute alla fonte sulle rendite Avs corrisposte nel corso del mese precedente, mediante...

versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica direttamente, utilizzando il modello telematico F24 on line o per il tramite degli intermediari abilitati, che sono tenuti a utilizzare il modello F24 cumulativo (art. 37, comma 49, del D.L. 223/2006 convertito in L. 248/2006);
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1001-Ritenute su retribuzioni, pensioni, trasferte, mensilità aggiuntive e relativo conguaglio”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

TFR-TRATTAMENTO FINE RAPPORTO.

Pagamento da parte dei sostituti d’imposta di cui agli artt. 23 e 29 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 , ai sensi dell’art. 11 del D.Lgs...

. 18 febbraio 2000, n. 47 tenuto conto delle modificazione disposte con il D.Lgs. 12 aprile 2001, n. 168, dell’imposta sostitutiva sulle rivalutazioni maturate del Tfr-trattamento di fine rapporto nel corso dell’anno precedente, al netto dell’acconto corrisposto entro il giorno 16 dicembre scorso, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 con modalità telematiche;
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1713-Saldo dell’imposta sui redditi derivanti dalle rivalutazioni del trattamento di fine rapporto versata dal sostituto d’imposta”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

TFR-VERSAMENTO A FONDINPS

Pagamento, utilizzando il modello F24, delle quote di Tfr di competenza del mese precedente.

. 18 febbraio 2000, n. 47 tenuto conto delle modificazione disposte con il D.Lgs. 12 aprile 2001, n. 168, dell’imposta sostitutiva sulle rivalutazioni maturate del Tfr-trattamento di fine rapporto nel corso dell’anno precedente, al netto dell’acconto corrisposto entro il giorno 16 dicembre scorso, mediante versamento:
• per i soggetti titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 con modalità telematiche;
• per i soggetti non titolari di partita Iva, utilizzando il modello F24 cartaceo presso aziende di credito convenzionate, agenti della riscossione e uffici postali abilitati o con modalità telematiche;
specificando l’appropriato codice tributo “1713-Saldo dell’imposta sui redditi derivanti dalle rivalutazioni del trattamento di fine rapporto versata dal sostituto d’imposta”.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CASAGIT - DENUNCIA E VERSAMENTO CONTRIBUTI

Pagamento, da parte dei datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze giornalisti e praticanti giornalisti, dei contributi inerenti al mese...

precedente.
Al riguardo, infatti, si ritiene opportuno sottolineare che in relazione agli adempimenti previsti dall'art. 21 e dall'art. 4 delle norme transitorie e di attuazione del CNLG e da norme equivalenti di contratti di settore sottoscritti dalla FNSI, nonché dalle intese che, nell'ambito di tali contratti, sono state raggiunte dalle parti contraenti, le Aziende che abbiano alle loro dipendenze giornalisti le cui prestazioni sono regolate dai contratti suddetti, anche se non associate alla FIEG (attuandosi per queste la cosiddetta "applicazione per adesione") sono tenute:
a)ad effettuare sulle retribuzioni imponibili corrisposte ai propri dipendenti, giornalisti professionisti, praticanti e giornalisti pubblicisti (questi ultimi purché il rapporto di lavoro si configuri a tempo pieno e sussistano per costoro le condizioni normative per la contribuzione alla Casagit in base al contratto applicato), le trattenute del contributo contrattuale, definito in misura percentuale (3,60%);
b)a corrispondere un contributo, posto a carico del datore di lavoro (contributo editoriale), per ogni professionista titolare di rapporto ex artt. 1, 2, e 12 del CNLG, o norme equiparate dei contratti di settore già menzionati, per ogni praticante e per ogni tele-radio giornalista, pari allo 0,95% delle retribuzioni imponibili relative ai suddetti dipendenti giornalisti;
c)ad effettuare (su segnalazione della Casagit) alle scadenze semestrali previste, coincidenti con le mensilità di dicembre e di giugno di ciascun anno, le trattenute del contributo aggiuntivo per il coniuge, definito in misura fissa, dovuto da coloro che abbiano rilasciato apposita autorizzazione per tale adempimento (fatta pervenire tramite la Casagit all'azienda e valida fino ad espressa revoca degli interessati);
d)ad effettuare la trattenuta per le quota di servizio, di competenza delle AA.RR.SS. e della FNSI (che, in base ad una convenzione con i medesimi organismi sindacali, la CASAGIT provvede a riscuotere), definita in misura percentuale (0,30%) sulle retribuzioni imponibili dei dipendenti giornalisti che abbiano rilasciato direttamente all'azienda l'apposita autorizzazione.
I contributi di cui ai punti a, b, d sono calcolati applicando le relative percentuali sulla retribuzione imponibile. È considerata tale, a norma del comma 4 dell’art. 21 del CNLG e assimilati, la retribuzione, nonché ogni altro compenso, indennità o assegno assoggettabile per legge a contribuzione, percepito dal giornalista.
Le Aziende sono tenute a inviare mensilmente alla CASAGIT, attraverso i servizi di trasmissione telematica dell'Agenzia delle entrate, avvalendosi dell'applicativo DASM rilasciato dall'INPGI, la denuncia di contribuzione ed eseguire il versamento, nei termini e con le modalità appresso specificate.
I soggetti autorizzati a svolgere gli adempimenti di cui all'art. 1 della L. 12/1979 che, con apposita delega rilasciata all'INPGI, siano stati incaricati dalle aziende per la trasmissione telematica delle denunce all'istituto sono considerati soggetti autorizzati a svolgere gli adempimenti contributivi anche nei confronti della Casagit.
Il termine per la presentazione della denuncia alla Casagit è lo stesso previsto per la presentazione di quella INPGI ovvero il giorno 16 del mese successivo al relativo periodo di paga.
Il mancato invio delle suddette denunce entro il termine stabilito costituisce violazione delle norme contrattuali.
Affinché la denuncia Casagit possa ritenersi validamente acquisita è indispensabile che l'azienda invii all'indirizzo di posta certificata francesco.matteoli@pec.casagit.it, utilizzando la propria casella di posta certificata, il riepilogo di denuncia in formato PDF prodotto automaticamente dalla procedura DASM.
Contestualmente all'invio della denuncia telematica, l'azienda dovrà provvedere al versamento dei contributi dovuti alla Casagit mediante bonifico bancario sulle coordinate IBAN "IT06F0200805365000400802826" (Unicredit S.p.A.) intestate a Casagit, via Marocco, 61 00144 Roma.
Nella causale del versamento, rispettando la sequenza indicata, dovranno essere inseriti:
•- il codice anagrafico che Casagit ha attribuito all'azienda
•- il periodo di riferimento della denuncia (nel formato "mm/aaaa")
•- la denominazione dell'Azienda
•- l'importo del versamento ripartito per codice di contribuzione.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Versamento prima rata della autoliquidazione INAIL 2010/2011

Versamento, tramite modello 1031, della prima rata del premio da autoliquidazione (art. 59, c. 19, L.449/97 e art. 55, c. 5, L. 144/99).
Il...

pagamento di quanto complessivamente dovuto a titolo di autoliquidazione può essere effettuato in quattro rate trimestrali, in alternativa al versamento unico, con applicazione di interessi.
Il datore di lavoro dovrà manifestare la volontà di avvalersi del beneficio della rateazione, barrando la relativa casella SI presente nel modulo solo se accede per la prima volta a tale beneficio e comunque se non ha già espresso tale volontà nella precedente Autoliquidazione; nel caso in cui il datore di lavoro non intenda più usufruire del pagamento rateizzato in quattro rate, dovrà barrare la casella NO.

Il pagamento della prima rata dovrà essere effettuato versando il 25% dell'importo complessivamente dovuto comprensivo di ANMIL.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

21

feb

AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE

Le agenzie di somministrazione devono procedere a comunicare in via telematica al Centro per l’impiego competente, tramite il modello UnificatoSomm,...

tutti i rapporti con i lavoratori somministrati che nel corso del mese precedente risultano instaurati, prorogati, trasformati o cessati.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ARMATORI E SOCIETÀ DI ARMAMENTO

Gli armatori e le società di armamento devono procedere a comunicare, utilizzando il servizio di collocamento in via telematica a mezzo modello...

Unimare, l’assunzione e la cessazione dei marittimi imbarcati o sbarcati nel corso del mese precedente.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

AZIENDE DI SPEDIZIONE-AGENZIE MARITTIME-DENUNCIA E VERSAMENTO CONTRIBUTI

Le imprese di spedizione e le agenzie marittime che applicano il Ccnl del settore merci devono procedere al pagamento dei contributi relativi...

al mese precedente dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati per il tramite della banca Monte dei Paschi di Siena - Filiale di Milano – Via S. Margherita 11 su c/c bancario n. 80900.1 intestato al fondo nazionale di previdenza per gli impiegati delle imprese di spedizione e delle agenzie marittime – Contributi aziendali, nonché procedere alla trasmissione al fondo della distinta nominativa dei lavoratori e dei contributi versati (per la presentazione della denuncia tramite supporto magnetico o via modem le aziende devono necessariamente attenersi al prospetto appositamente predisposto dallo stesso Fondo).

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

AZIENDE DI SPEDIZIONE-AGENZIE MARITTIME-DENUNCIA E VERSAMENTO CONTRIBUTI

Le imprese di spedizione e le agenzie marittime che applicano il Ccnl del settore merci devono procedere al pagamento dei contributi relativi...

al mese precedente dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati per il tramite della banca Monte dei Paschi di Siena - Filiale di Milano – Via S. Margherita 11 su c/c bancario n. 80900.1 intestato al fondo nazionale di previdenza per gli impiegati delle imprese di spedizione e delle agenzie marittime – Contributi aziendali, nonché procedere alla trasmissione al fondo della distinta nominativa dei lavoratori e dei contributi versati (per la presentazione della denuncia tramite supporto magnetico o via modem le aziende devono necessariamente attenersi al prospetto appositamente predisposto dallo stesso Fondo).

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CONTRIBUTO PREVIDENZIALE ENASARCO

Pagamento alla Fondazione Enasarco, da parte dei soggetti preponenti nei rapporti di agenzia, della contribuzione inerente al quarto trimestre...

dell’anno precedente (ottobre-novembre-dicembre 2010) per gli agenti e per i rappresentanti, tenendo presente che i contributi devono essere calcolati sulle provvigioni dovute all’agente anche se non ancora pagate. Pertanto, il riferimento trimestrale deve essere considerato per competenza (il trimestre durante il quale sono maturate le provvigioni) e non per cassa, essendo ininfluente il momento del pagamento.
Ai fini procedurali, si ritiene opportuno rammentare che:
- il contributo previdenziale si calcola su tutte le somme dovute a qualsiasi titolo all’agente o al rappresentante di commercio in dipendenza del rapporto di agenzia (provvigioni, rimborsi spese, premi di produzione, indennità di mancato preavviso);
- il contributo previdenziale è dovuto in favore degli agenti che operano individualmente o sotto forma di società di persone e deve essere corrisposto trimestralmente entro il giorno 20 del secondo mese successivo al trimestre di competenza (20 maggio - 20 agosto - 20 novembre - 20 febbraio dell’anno successivo), utilizzando esclusivamente il sistema on-line;
- il versamento dei contributi, stabilito a partire dall’1 gennaio 2006 nella misura del 13,50% (6,75% a carico del preponente e 6,75% a carico dell’agente) con un minimale ed un massimale annuo, deve essere effettuato integralmente dalla ditta mandante che ne è responsabile anche per la parte a carico dell’agente;
- il contributo minimo annuo viene rivalutato periodicamente tenendo conto dell’indice generale Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati. Dal 1° gennaio 2010 sono pari a euro 396,00 per i plurimandatari e a euro 789,00 per i monomandatari, tenendo presente che la differenza tra l’entità dei contributi e l’importo minimale da versare è a totale carico della ditta preponente;
- per i minimali di contribuzione, a differenza dei massimali, è stata prevista la frazionabilità per trimestri, in relazione ai seguenti principi fondamentali:
• produttività - il minimale di contribuzione è dovuto solo se il rapporto di agenzia ha prodotto provvigioni nel corso dell’anno, sia pure in misura minima. In tale ipotesi (e cioè se almeno in un trimestre sono maturate provvigioni) devono essere corrisposte anche le quote trimestrali di minimale corrispondenti ai trimestri in cui il rapporto è stato improduttivo;
• frazionabilità - in caso di inizio o cessazione del rapporto di agenzia nel corso dell’anno, l’importo del minimale deve risultare frazionato in quote per trimestri ed è versato per tutti i trimestri di durata del rapporto di agenzia dell’anno considerato, sempreché in almeno uno di essi sia maturato il diritto a provvigioni, stante il principio di produttività. Il contributo minimo non è quindi dovuto se nel corso dell’anno il rapporto è stato improduttivo;
- i massimali provvigionali annui, su cui calcolare il contributo, sono dal 1° gennaio 2010 sono stabiliti in euro 15.810,00 per i plurimandatari e in euro 27.667,00 per i monomandatari;
- nel caso di agenti operanti in Società il minimale ed il massimale si intende riferito alla Società e non ai singoli soci e pertanto il contributo deve essere ripartito tra i soci in funzione delle loro quote di partecipazione.
Nel caso in cui all’agente, nel corso dell’anno, venga variato il contratto trasformando il suo rapporto da pluri a monomandatario o viceversa, per il corretto versamento dei contributi previdenziali si deve tenere conto di quanto di seguito indicato:
• trasformazione da agente plurimandatario a monomandatario: se il contributo versato sino al momento della trasformazione è inferiore o pari al massimale previsto per agenti plurimandatari è consentita l’integrazione dei contributi previdenziali obbligatori sino alla concorrenza del massimale annuo previsto per gli agenti monomandatari.
• trasformazione da agente monomandatario a plurimandatario: se il contributo versato sino al momento della modifica contrattuale è superiore al massimale previsto per agenti plurimandatari, nulla è più dovuto a titolo di contributi previdenziali obbligatori. In nessun caso, comunque, è previsto il rimborso delle somme versate in più rispetto al massimale da plurimandatario.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

25

feb

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI-RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE

Le aziende industriali interessate alla procedura di integrazione devono procedere alla presentazione della richiesta di autorizzazione al trattamento...

Cig/Cigs per sospensione o riduzione dell’attività lavorativa intervenute nel mese precedente.
L’adempimento, che deve risultare posto in essere entro 25 giorni dalla fine del periodo di paga in corso al termine della settimana in cui ha avuto inizio la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro, deve essere inoltrato:
• all’Inps con mod. Igi15 per Cig ordinaria
• al Ministero del lavoro e della previdenza sociale con mod. Cigs/Solid-1 per Cig straordinaria.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ENPAIA-DENUNCIA E VERSAMENTO CONTRIBUTI

Le aziende agricole devono procedere alla denuncia delle retribuzioni effettive corrisposte nel mese precedente e contestualmente eseguire il...

versamento dei relativi contributi previdenziali per gli impiegati agricoli, mediante:
• M.Av. bancario, stampabile direttamente dal proprio pc e pagabile presso qualsiasi sportello della rete interbancaria. E’ inoltre possibile il pagamento del M.Av. a mezzo internet Banking digitando il numero del bollettino come indicato nella procedura informatica della propria banca;
• bonifico bancario: eseguito esclusivamente su Banca Popolare di Sondrio – Sede di Roma codice IBAN IT71Y0569603211000036000X17;
• bollettini prestampati di c/c postale anno 2010: da utilizzare solo nel caso in cui non fosse possibile il versamento con il M.Av. o con il bonifico bancario.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

ENPALS - DENUNCIA CONTRIBUTIVA MENSILE UNIFICATA

Le aziende dei settori dello spettacolo e dello sport devono procedere alla presentazione della denuncia mensile unificata delle somme dovute...

e versate relative al mese precedente, dei lavoratori occupati, del periodo lavorativo e della retribuzione percepita da ognuno di essi, mediante l’inoltro dei dati relativi alla denuncia contributiva mensile unificata che può essere eseguita:
• attraverso la procedura on-line fruibile dal portale dell’Enpals;
oppure:
• attraverso la trasmissione telematica dei flussi contributivi in formato Xml;
tenendo presente che le imprese che non fossero in condizione di utilizzare le procedure informatiche, possono rivolgersi agli Uffici della Siae presentando i modelli cartacei debitamente compilati.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Aziende agricole e Consorzi di bonifica: denuncia mensile DIPA/01 - DIPA/02

Termine ultimo per l'invio telematico della denuncia delle retribuzioni di competenza del mese precedente, relative ai dipendenti dalle Aziende...

Agricole (DIPA/01) e dai Consorzi di Bonifica (DIPA/02).
Il pagamento deve essere effettuato tramite MAV bancario, pagabile presso qualsiasi sportello della rete interbancaria. Solo nel caso in cui fosse impossibile il versamento con il M.Av., si può utilizzare il Bonifico bancario, anche a mezzo internet Banking, esclusivamente su Banca Popolare di Sondrio – Sede di Roma codice IBAN IT71Y0569603211000036000X17.

N.B.: l'Enpaia non ha previsto una deroga a tale termine nel caso in cui il giorno 25 cada di domenica o in un giorno festivo.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Datori di lavoro agricolo: Versamento contributi previdenziali impiegati e dirigenti

Termine ultimo, da parte dei datori di lavoro agricolo, per il versamento dei contributi previdenziali degli impiegati e dirigenti, relativi...

al mese precedente esclusivamente tramite M.Av bancario (come da circolare n° 2 del 21 ottobre 2010 della Fondazione Enpaia in cui il M.Av. viene riconosciuto come unica modalità di pagamento dei contributi mensili, a partire dalla denuncia di competenza gennaio 2010).

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

28

feb

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI RIDOTTA

Invio all’Inps, da parte dei datori di lavoro interessati, della dichiarazione annuale per l’applicazione della Cig-cassa integrazione guadagni...

ridotta.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CERTIFICAZIONE COMPENSI

Consegna, da parte delle imprese mandanti-sostituti d’imposta ai percettori di compensi di lavoro autonomo e ai percettori di provvigioni e/o...

commissioni, della certificazione attestante i redditi corrisposti nel corso dell’anno solare precedente.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CERTIFICAZIONE REDDITI DI LAVORO

I datori di lavoro e gli enti pensionistici devono procedere alla consegna delle certificazioni fiscali utilizzando:
- l’apposita modello...

Cud per l’attestazione, tra l’altro, degli ammontari inerenti ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, alle indennità di fine rapporto (Tfr) e delle anticipazioni inerenti alle indennità di fine rapporto di lavoro dipendente assoggettate a tassazione separata, alle ritenute alla fonte operate in relazione all’erogazione dei redditi e delle indennità predette, alle detrazioni effettuate, ai dati previdenziali ed assistenziali relativi alle diverse contribuzioni versate o dovute (all’Inps, all’Inpdap, Ipost, ecc.), nonché per l’attestazione dell’ammontare dei trattamenti pensionistici corrisposti, delle ritenute alla fonte operate e delle detrazioni applicate;
- modelli non ufficiali per certificare i compensi non assoggettati a ritenuta alla fonte, come, ad esempio, le retribuzioni corrisposte da datori di lavoro privati a collaboratori familiari, autisti, giardinieri e altre attività similari.
N.B.: il sostituto d’imposta, nel caso in cui il percipiente o sostituito d’imposta, per qualsivoglia motivo, non entrasse in possesso della debita certificazione, è tenuto a rilasciare un duplicato a semplice richiesta dell’interessato.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

CONGUAGLIO REDDITI LAVORO DIPENDENTE

Termine ultimo, per i datori di lavoro che in sede di liquidazione della retribuzione del mese di dicembre scorso non hanno posto in essere la...

cosiddetta “operazione di conguaglio tributario” delle ritenute alla fonte operate nel corso dell’anno solare (riliquidazione dell’Irpef-imposta sul reddito delle persone fisiche sul totale dei compensi erogati). Al riguardo, si ritiene utile rammentare che l’operazione di conguaglio, in applicazione della vigente disciplina fiscale (art. 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600), deve essere posta in essere, come termine ultimo, entro la data in esame. In detta sede, è anche necessario procedere alla determinazione delle addizionali all’Irpef, nonché dell’acconto dell’addizionale comunale Irpef per l’anno in corso.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

DIRIGENTI INDUSTRIALI-FASI

Versamento, utilizzando gli appositi stampati di conto corrente postale forniti dall’ente interessato, dei contributi inerenti al trimestre...

solare in corso, compresi i ratei mensili dovuti per le nuove assunzioni e per le nuove promozioni, al fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dirigenti industriali (Fasi-Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa, via Spinola, 16 - 00154 Roma).

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INPS-DENUNCIA TELEMATICA

Invio telematico del modello Uni-Emens contenente sia i dati contributivi, sia quelli retributivi inerenti al mese precedente.
L’adempimento...

riguarda anche i compensi che risultano corrisposti:
- ai collaboratori coordinati e continuativi e/o a progetto;
- agli incaricati alla vendita a domicilio;
- ai lavoratori autonomi occasionali;
- agli associati in partecipazione con apporto esclusivo di lavoro.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

LOCAZIONI-IMPOSTA DI REGISTRO

(pro-memoria-scadenza di riferimento: 30 giorni dalla sottoscrizione del contratto o dalla data della decorrenza del rinnovo)
I titolari dei...

contratti di locazione e di affitto riguardanti beni immobili devono procedere ad eseguire la registrazione (dopo aver effettuato il preventivo pagamento dell’imposta di registro) dei nuovi contratti di locazione degli immobili stipulati nel termine massimo dei trenta giorni precedenti (indipendentemente dall’ammontare del canone), nonché il pagamento dell’imposta di registro dovuta per le eventuali annualità di contratti pluriennali relativi ad immobili urbani (successive alla prima) e le risoluzioni, le cessioni e le proroghe anche tacite se, ovviamente ne ricorrono le condizioni temporali (30 giorni dalla decorrenza della data di rinnovo), mediante versamento presso gli istituti e le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l’utilizzo del modello F23, indicando i codici tributo:
- 115T - imposta di registro per i contratti di locazione fabbricati-prima annualità;
- 112T - imposta di registro per contratti di locazione fabbricati-annualità successive;
- 107T - imposta di registro per contratti di locazione fabbricati-intero periodo;
- 114T - imposta di registro per proroghe (contratti di locazione e affitti);
- 108T - imposta di registro per affitto fondi rustici;
tenendo presente che la causale da rilevare è “RP - Registrazione di atti pubblici o privati - imposta principale”.
L’entità dell’imposta dovuta si differenzia in base al tipo di immobile ed è pari a:
- per gli immobili ad uso abitativo, 2% del canone annuo moltiplicato per il numero delle annualità;
- per gli immobili strumentali, tenendo presente che a seguito del D.L. n. 223/2006, tutti i contratti di locazione (anche finanziaria e di affitto) aventi per oggetto immobili strumentali per natura, devono essere registrati in termine fisso e per essi è necessario pagare l’imposta di registro nella misura proporzionale dell’1%, indipendentemente dal regime di esenzione o di imponibilità dell’Iva. L’aliquota dell’1% si riferisce, in modo specifico, alle locazioni di immobili strumentali per natura effettuate da locatori che agiscono in qualità di soggetti Iva. Se il locatore non è soggetto all’imposizione dell’Iva, la locazione è comunque assoggettata all’imposta di registro con l’aliquota del 2% prevista in via ordinaria per le locazioni;
- per i fondi rustici, i contratti di affitto, oltre che in via ordinaria, possono essere registrati presentando, entro il mese di febbraio, una denuncia riepilogativa dei contratti posti in essere nel corso dell’anno precedente. In questo caso l’imposta si applica (con l’aliquota dello 0,50%) alle somme dei corrispettivi (moltiplicati per il numero delle annualità) dichiarati nella denuncia e non può essere inferiore alla misura fissa di 67 euro.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

SCHEDA CARBURANTE

Termine ultimo per i soggetti che utilizzano mezzi di trasporto nell’ambito dell’esercizio dell’attività d’impresa, ai sensi dell’art...

. 4 del D.P.R. 10 novembre 1997, n. 444, per rilevare, con periodicità mensile, il numero dei chilometri da riportare nell’apposita scheda carburanti.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

INAIL-DOMANDA RIDUZIONE DEI TASSI DI PREMIO

Il termine per le istanze all’Inail per la riduzione del tasso di premio per prevenzione è stato prorogato alla data in esame con nota Inail...

prot. n. 60010.24/01/2011.0000507, in modo da consentire una migliore gestione della fase transitoria da parte delle imprese che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi stabiliti dalla normativa vigente.

Ne deriva, di conseguenza, che tali soggetti hanno la possibilità di richiedere all’Inail l’applicazione dell’agevolazione denominata “oscillazione per prevenzione”.

In concreto, per i datori di lavoro in regola con la vigente disciplina in materia di prevenzione sugli infortuni e igiene del lavoro e con gli obblighi contributivi e assicurativi, sussiste la possibilità per procedere alla presentazione all’Inail della richiesta di riduzione del tasso medio di premio (in misura fissa del 5 o del 10%, in relazione al numero dei soggetti lavoratori assicurati). Si ritiene utile rammentare che, in caso di accoglimento della richiesta, la riduzione troverà applicazione in sede del calcolo della regolazione del premio dovuto per l’anno di riferimento in sede di autoliquidazione.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Avvocati: scadenza contributi minimi obbligatori anno 2011 (prima rata o unica soluzione)

Termine per il pagamento tramite MAV dei i contributi minimi obbligatori, soggettivo di base, integrativo e di maternità, o in alternativa della...

1° rata dovuti per l'anno 2011

Misura dei contributi minimi obbligatori relativi all'anno 2011
- Soggettivo di base € 2.400,00 (ridotto € 1.200,00)
- Integrativo € 650,00
- Maternità € 158,00
Dal 2011 le omissioni o i ritardi nel pagamento dei contributi minimi saranno assoggetti a sanzione e interessi che decorrono dalla scadenza dell'ultima rata.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Contributi FASI aziende e dirigenti

Versamento al FASI, da parte delle Aziende induztriali, dei contributi a carico azienda e dirigente relativi al 1° trimestre 2011.

Modalita'...

del versamento:
FASI - mediante bollettino bancario; - RID
Non sono previste altre forme di versamento.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

Farmacisti iscritti all'Enpaf: pagamento prima rata dei contributi previdenziali e assistenziali per l'anno 2011

Pagamento, da parte dei farmacisti iscritti all'Enpaf, della prima rata dei contributi previdenziali e assistenziali per l'anno 2011. Si precisa...

che, anche per l'anno 2011, il contributo di maternita' non sara' posto in riscossione.
Anche per l’anno 2011, i contributi di previdenza e assistenza verranno integralmente riscossi tramite bollettini bancari emessi dalla Banca Popolare di Sondrio, Istituto incaricato di svolgere il servizio di cassa per conto dell’Ente.
Scarica l'allegato per visualizzare la tabella riepilogativa dei contributi previdenziali e assistenziali 2011.

Aggiungi ai preferiti Aggiungi al tuo Google Calendar

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report