Lunedì 26 marzo 2012

Utilizzo della cosa comune senza alterazione e impedimento di pari uso

a cura di: eDotto S.r.l.
La Seconda sezione civile della Cassazione, con la sentenza n. 2741 del 23 febbraio 2012, ha ricordato che, ai sensi dell’articolo 1102 del Codice civile, ciascun partecipante può servirsi della cosa comune purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso; in tale contesto, il condomino non può, a fortiori, “limitare il normale godimento del bene di proprietà esclusiva”.

Ne consegue che, per verificare la legittimità della realizzazione, da parte di un condomino, di una canna fumaria che percorra tutto il muro condominiale non bisogna considerare se il nuovo manufatto impedisca o meno la veduta di un altro condomino bensì individuare se, con la realizzazione di essa, si sia concretizzato un impedimento o meno per gli altri comproprietari al normale uso del muro perimetrale medesimo.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali