Lunedì 7 giugno 2010

Truffa aggravata per il medico che prospetta false difficolta' presso la struttura pubblica

a cura di: eDotto S.r.l.
La Sesta sezione penale della Cassazione, con sentenza n. 20118 del 2010, ha confermato la condanna per truffa aggravata impartita nei confronti di un primario che aveva indotto diversi pazienti gravemente malati a farsi operare presso la clinica privata dove lo stesso prestava servizio in regime di “libera professione” prospettando agli stessi minori possibilita' di successo e tempi molto piu' lunghi presso la struttura pubblica.

I giudici di legittimita', in particolare, si sono soffermati nell'evidenziare gli elementi di discrimine tra la fattispecie della concussione per induzione e quella della truffa: mentre nella prima il privato mantiene la consapevolezza di dare o promettere qualcosa di dovuto, nella seconda, come nella specie, “la vittima viene indotta in errore dal soggetto qualificato circa la doverosita' delle somme o delle utilita' date o promesse”. Nel caso in esame - sottolinea la Corte – i pazienti furono indotti a preferire il regime privatistico non per la volonta' prevaricatrice del chirurgo che li aveva spinti ad accettare di obbligarsi a corrispondere l'onorario per l'opera professionale, bensi' a causa dell'"ingannevole rappresentazione di alcuni importanti dati oggettivi”.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 9 - “Meglio il privato”: truffa per il medico – S. Pas.
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS