Venerdì 29 ottobre 2010

Sulle liti per il mantenimento dei figli naturali la parola al giudice ordinario

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 22001 del 27 ottobre 2010, la Corte di legittimita' ha cassato il provvedimento con cui il Tribunale ordinario di Roma aveva declinato la propria competenza in favore del Tribunale per i minorenni in una vicenda inerente il mantenimento dei figli di due conviventi. 
Per la Cassazione costituisce principio ormai acquisito che “competente a conoscere della controversia concernente l'entita' del contributo che un genitore naturale deve corrispondere all'altro genitore per il figlio ancorche' minorenne, che gli sia affidato o comunque da esso tenuto, e' il giudice ordinario” in quanto si tratta di un procedimento “introdotto da uno dei genitori in nome proprio e non in rappresentanza del figlio minore sul quale esercita la potesta'”. In questa ipotesi, infatti, la lite riguarda due soggetti maggiorenni ed ha “come "causa petendi" la comune qualita' di genitori e come "petitum" il contributo che l'uno deve versare all'altro in adempimento dell'obbligo di mantenimento del figlio.
Fonte: http://static.ilsole24ore.com
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web