Lunedì 12 luglio 2010

Sulle distanze condominiali parola al giudice

a cura di: eDotto S.r.l.
In sede di lite condominiale la disposizione che regola il rispetto delle distanze, per quanto riguarda i rapporti di vicinato, va letta considerando la struttura della singola costruzione o del singolo edificio nonche' i diritti dei singoli proprietari.

In questo senso la sentenza n. 12520 del 2010 della Corte di cassazione secondo cui l’applicazione del disposto dell’articolo 889 del Codice civile, relativo alle distanze da rispettare, come puo' essere per l’installazione di tubi del gas sulla facciata esterna, puo' non trovare applicazione se detta installazione sia indispensabile al godimento del bene da parte del singolo e non puo' trovare altra utile collocazione.

I giudici della Corte di cassazione hanno ritenuto che in tema di distanze “il giudice di merito e' tenuto ad accertare se la loro rigorosa osservanza non sia nel caso irragionevole, considerando che la coesistenza di piu' appartamenti in un unico edificio implica di per se' il contemperamento dei vari interessi al fine dell'ordinato svolgersi di quella convivenza che e' propria dei rapporti condominiali”.
Fonte: CASSAZIONE CIVILE - SENTENZA N. 12520 DEL 21 MAGGIO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS