Lunedì 24 giugno 2013

Specificazioni delle Sezioni unite sul reato continuato

a cura di: eDotto S.r.l.
Le Sezioni unite penali di Cassazione, con la sentenza n. 25939 del 13 giugno 2013, hanno sottolineato che, in materia di reato continuato, la violazione più grave va individuata in astratto sulla base della pena edittale prevista per il reato ritenuto dal giudice, “in rapporto alle singole circostanze in cui la fattispecie si è manifestata e all'eventuale giudizio di comparazione fra di esse”.

Inoltre – si legge nel testo della decisione - nell'ipotesi di concorso di reati puniti con sanzioni omogenee sia nel genere che nella specie per i quali sia riconosciuto il vincolo della continuazione, l'individuazione del concreto trattamento sanzionatorio per il reato ritenuto dal giudice più grave non può, in ogni caso, comportare l'irrogazione di una pena inferiore nel minimo a quella prevista per uno dei reati satellite.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS