Giovedì 4 febbraio 2010

Si' della Camera al legittimo impedimento

a cura di: eDotto S.r.l.
La Camera dei deputati, nella sua seduta del 3 febbraio 2010, ha approvato, con 316 voti a favore, 239 contrari e 40 astensioni, il testo del Disegno di legge sul legittimo impedimento. L'esame del provvedimento passera' ora all'aula del Senato.

Il Disegno di legge stabilisce la possibilita', per il Presidente del consiglio, di ottenere, in quanto “legittimamente impedito” a comparire a causa delle proprie attivita' di governo, il rinvio delle udienze relative ai procedimenti in cui e' imputato. I rinvii potranno slittare fino a sei mesi, per un totale di 18 mesi. Queste norme sono estese anche ai ministri.

Il rinvio per legittimo impedimento, nel corso del processo, sara' disposto dal giudice su istanza della parte; prevista la possibilita' che lo slittamento dell'udienza venga automaticamente prorogato di sei mesi qualora si attesti che l'impedimento e' di tipo continuativo. In ogni caso, il decorso dei termini per la prescrizione rimane sospeso per l'intera durata del rinvio. Ai sensi del nuovo testo, il premier sara' legittimamente impedito in caso di concomitante esercizio di una o piu' attribuzioni previste dalle leggi o dai regolamenti, delle relative attivita' preparatorie e consequenziali, nonche' di ogni attivita' comunque coessenziale alle funzioni di governo; i ministri avranno, invece, diritto al rinvio in caso di esercizio delle attivita' previste dalle leggi e dai regolamenti sulle attribuzioni, nonche' di ogni attivita' comunque coessenziale alle funzioni di governo.

Il Disegno dovrebbe diventare una “legge ponte” con scadenza dopo 18 mesi dalla sua entrata in vigore, in attesa dell'approvazione – e' questo il proposito di chi l'ha messo a punto - di una disciplina costituzionale in materia.
Fonte: http://www.repubblica.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali