Mercoledì 4 dicembre 2013

Sanzione ridotta ma definitiva, se la definizione è agevolata

a cura di: FiscoOggi
L'annullamento, in giudizio, della pretesa tributaria non implica il rimborso della penale light irrogata secondo i criteri stabiliti per la procedura elimina-contenzioso.
La definizione agevolata delle sanzioni tributarie costituisce una facoltà concessa al contribuente, con l'effetto di precludere il rimborso di quanto versato anche in caso di esito favorevole del giudizio sull'imposta accertata.

Nella sua attuale formulazione, il comma 3 dell'articolo 16 del Dlgs 472/1997, prevede che "entro il termine previsto per la proposizione del ricorso, il trasgressore e gli obbligati in solido possono definire la controversia con il pagamento di un importo pari a un terzo della sanzione indicata e comunque non inferiore a un terzo dei minimi edittali previsti per le violazioni più gravi relative a ciascun tributo. La definizione agevolata impedisce l'irrogazione delle sanzione accessorie".

Cosa succede se il contribuente dopo aver definito le sanzioni in via agevolata prosegue il contenzioso e ottiene una sentenza favorevole che annulla la pretesa tributaria?
A tale domanda ha risposto la Corte di cassazione, con la sentenza 25493 del 13 novembre, negando in maniera netta che vi possa essere un diritto al rimborso di quanto versato a titolo di sanzione agevolata da parte del contribuente.

La vicenda processuale
Un contribuente riceveva un avviso di accertamento con il quale veniva recuperata a tassazione Iva ritenuta indetraibile e veniva irrogata la relativa sanzione. Nel termine dei 60 giorni l'interessato provvedeva spontaneamente al pagamento delle sanzioni in misura ridotta (articolo del 16 Dlgs 472/1997) e impugnava l'accertamento davanti alla Commissione tributaria provinciale, sostenendo l'illegittimità della ripresa a tassazione.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS